LLoyd's colpiti da un webhacker

Imbarazzo ai LLoyd's di Londra dove un hacker è riuscito per due volte a colpire il sito internet dell'azienda. Che nega qualsiasi danno

Londra - Non sembra aver procurato alcun danno alle informazioni riservate l'incursione di un hacker nelle scorse ore sul sito web dei LLoyd's di Londra. A sostenere che non ci sono state "fughe" di materiali riservati sono i dirigenti dell'azienda che obtorto collo hanno ammesso l'attacco.

Stando alla portavoce Caroline Wagstaff intervistata dalla Reuters, "il sito è del tutto indipendente dal resto del sistema informativo dei LLoyd's cosicché in nessun modo si può intervenire da lì sulle operazioni della compagnia. Credo che sia stata l'azione di qualcuno che ha passato troppi giorni di vacanza".

L'hacker è entrato due volte nel sito domenica scorsa cambiando porzioni di testo.