Perugia sogna un futuro di silicio

Un annuncio ambizioso quello di Esg89: entro settembre partiranno le attività delle prime aziende che lavoreranno in una super-città a Perugia-Ponte San Giovanni. "Il NEC" offrirà uffici, servizi e infrastrutture

Perugia - Nella schiera dei paesi e delle imprese che puntano alla creazione di "poli industriali tecnologici" entra anche l'Italia, Perugia in particolare, con l'iniziativa del gruppo Esg89. Stando all'azienda, entro settembre inizieranno l'attività le prime imprese del NEC, sigla da non confondere con l'omonimo colosso giapponese ma da interpretare come "New Economy City".

L'ambizione è quella di fare di un'area attorno a Perugia-Ponte San Giovanni una zona ad alta concentrazione di industrie hi-tech, impegnate nella produzione di sistemi di telecomunicazione, di attività Internet, di sviluppo software, di infrastrutture per il commercio elettronico e via elencando.

La Esg89 seleziona le imprese che faranno approdare le proprie attività nel NEC, definito un "business centre, un vero e proprio contenitore di imprese" e "un unico sito" che offre "una serie di servizi indispensabili alla crescita e allo sviluppo". Secondo l'azienda, il NEC si trova in un luogo ideale per la sua rete infrastrutturale, per il trasporto e per la logistica della produzione.
Il Gruppo ha anche spiegato che nel corso di tre anni si prevedono investimenti per 30 miliardi che comprendono la realizzazione di 10mila metri quadrati di parcheggi e zone verdi attorno a 12mila metri quadrati di uffici, magazzini e impianti. 2mila metri quadrati saranno riservati alle imprese internazionali.

Va detto che in alcuni paesi, come negli Emirati Arabi Uniti e in Malaysia, da tempo si lavora sulla realizzazione di "poli di sviluppo" capaci di attirare le imprese, fornendo loro servizi e infrastrutture anche tecnologiche all'avanguardia. Il NEC parte favorito, rispetto a questi esempi, per la collocazione italiana e per il forte sviluppo che si prevede avrà in Italia nei prossimi anni l'intero comparto tecnologico.
TAG: italia
7 Commenti alla Notizia Perugia sogna un futuro di silicio
Ordina
  • C'è qualcuno che mi sa dire come stanno andando le cose con il NEC?
    non+autenticato
  • se le altre aziende perugine seguono i passi di Edisons che promette e non mantiene... penso che presto faranno un bel buco nell'acqua...
    ho validi amici programmatori che per ora non riescono a trovare aziende "buone" sul territorio perugino... sono costretti ad andare a lavorare a Milano o in Inghilterra ... purtroppo....
    vedremo
    spero bene..
    non+autenticato
  • ... a dublino ce ne sono almeno una decina, sparsi per l'irlanda ce ne sono altri. questo xe' conosco la realta' qui. penso che anche in inghileterra ce ne sono altri, insomma una rondine non fa primavera!
    non+autenticato
  • Vivo a Perugia e conosco la realtà locale: ci sono diverse aziende di servizi informatici alle imprese, ma anche se ispirate da grandi idee stanno tutte nella mediocrità!
    Un esempio per tutte Edi&Sons ( fornitore di connettività e di housing e hosting ): per la connettività fornisce abbonamenti dove promette rapporti utenti/modem di 5/1 ma poi alla fine si riscontra che in download non si riesce ad andare oltre 1 KByte/sec. contro i 7KB/s. che offrono gli altri fornitori di abbonamenti Flat! tra l'altro non si riesce nemmeno a prendere la linea telefonica: dopo aver anticipato i soldi dell'abbonamento per tutto l'anno quando si vuol navigare sul serio bisogna collegarsi a pagamento su altri isp! mancanza di serietà!
    Tra l'altro se al numero verde 800236623 si prova a chiedere spiegazioni(: banda uscente, quali backbone si utilizzano, con quanti MB si va sul mix, su interb. ecc. ) rispondono che sono informazioni riservate! nemmeno lavorassero per la Cia! che roba!
    non+autenticato
  • mah sono stato fregato con la flat di Edisons e ora per un anno... spero decidano di fare le persone serie! non dico come Galactica, ma almeno che ci provino!

    - Scritto da: Filly
    > Vivo a Perugia e conosco la realtà locale:
    > ci sono diverse aziende di servizi
    > informatici alle imprese, ma anche se
    > ispirate da grandi idee stanno tutte nella
    > mediocrità!
    > Un esempio per tutte Edi&Sons ( fornitore di
    > connettività e di housing e hosting ): per
    > la connettività fornisce abbonamenti dove
    > promette rapporti utenti/modem di 5/1 ma poi
    > alla fine si riscontra che in download non
    > si riesce ad andare oltre 1 KByte/sec.
    > contro i 7KB/s. che offrono gli altri
    > fornitori di abbonamenti Flat! tra l'altro
    > non si riesce nemmeno a prendere la linea
    > telefonica: dopo aver anticipato i soldi
    > dell'abbonamento per tutto l'anno quando si
    > vuol navigare sul serio bisogna collegarsi a
    > pagamento su altri isp! mancanza di serietà!
    > Tra l'altro se al numero verde 800236623 si
    > prova a chiedere spiegazioni(: banda
    > uscente, quali backbone si utilizzano, con
    > quanti MB si va sul mix, su interb. ecc. )
    > rispondono che sono informazioni riservate!
    > nemmeno lavorassero per la Cia! che roba!
    non+autenticato
  • Ma proprio a Perugia, una delle città da sempre meno supportante e spinte che ha visto il suo nome apparire per la PRIMA volta in giro grazie alla Flat di Edi&Sons... Ottimo progetto, prima fai fallire la città dal punto di vista competitivo, e poi rilancia un bel progetto globale - non si sa mai che chi è andato torniSorride

    Sogna, Perugia, Sogna...
    non+autenticato


  • - Scritto da: jUStSuCKs
    > Ma proprio a Perugia, una delle città da
    > sempre meno supportante e spinte che ha
    > visto il suo nome apparire per la PRIMA
    > volta in giro grazie alla Flat di
    > Edi&Sons... Ottimo progetto, prima fai
    > fallire la città dal punto di vista
    > competitivo, e poi rilancia un bel progetto
    > globale - non si sa mai che chi è andato
    > torniSorride
    >
    > Sogna, Perugia, Sogna...
    non ho capito cosa vuoi dire? ce l'hai solo contro Edisons oppure....?
    non+autenticato