Un marchio contro i furti di telefonini

BlackBerry e iPod sono spesso nel mirino dei malviventi della Grande Mela. La Polizia propone un servizio di marcatura. Servirà?

New York - Il furto di telefonini e lettori MP3 è considerato un'autentica piaga metropolitana, specialmente nella grande città americana. È per questo motivo che la polizia newyorkese propone agli utenti di contrassegnare il proprio "gingillo" con un marchio antifurto, come si faceva nel west con i cavalli.

Il fenomeno dei furti è talmente esteso che le autorità cittadine hanno allertato al riguardo tutta la popolazione, diffondendo un comunicato contenente l'avviso di non farne uso "in modo evidente" su mezzi pubblici o per le strade della città. E la polizia è arrivata in soccorso dei possessori di BlackBerry e iPod (gli oggetti più ambiti dai malviventi) con un nuovo progetto antifurto, che ricorda appunto la marcatura del bestiame d'un tempo.

Il sistema consiste nel sottoporre i dispositivi ad una speciale marcatura, effettuata con un inchiostro visibile solo ai raggi ultravioletti. Alla marcatura è abbinata la registrazione del numero di serie, che viene poi inserito in un database utilizzato ogni volta che saranno rinvenuti oggetti rubati durante le operazioni di polizia.
Non è detto che ciò freni i furti, evidentemente, ma di certo agevolerà le operazioni di identificazione laddove le forze dell'ordine riescano a mettere le mani su prodotti rubati.

D.B.
5 Commenti alla Notizia Un marchio contro i furti di telefonini
Ordina