Gli hard disk di IBM sposano Hitachi

Big Blue si sbarazzerà presto di buona parte del suo business costituendo una joint venture con Hitachi, che ne avrà il pieno controllo. IBM ora guarda avanti

Tokyo (Giappone) - In seguito ai fiacchi risultati fatti registrare nell'ultimo anno, IBM ha deciso di consolidare il proprio business legato agli hard disk alleandosi col "nemico": Hitachi. Insieme a quest'ultima, Big Blue darà infatti vita ad una nuova società della quale il produttore giapponese, con il 70%, deterrà il controllo.

In questo modo IBM ha tagliato, anche se non alla radice, un ramo ormai secco del proprio business, focalizzando la propria ricerca e sviluppo in altri settori dello storage con più alte opportunità di crescita.

Per acquisire il 70% della neo società, Hitachi pagherà ad IBM una somma che, sebbene non ancora divulgata, alcuni analisti hanno stimato superiore al miliardo di dollari. Le due aziende sperano che la joint venture, che avrà sede a San Jose, generi entrate annuali comprese fra i 3,8 e i 4,6 miliardi di dollari.
"Con questa joint venture tentiamo di sopravvivere nel business degli HDD divenendo un leader di mercato", ha affermato Takuma Otoshi, presidente e CEO di IBM Japan.

Le due aziende collaboreranno - anche se Big Blue vi dedicherà molte meno risorse che in passato - allo sviluppo di nuove tecnologie e di nuovi hard disk da 3,5" e da 2,5". Un segmento, quest'ultimo, dove IBM compare fra le leader.

Secondo Otoshi, entro il 2005 la quantità di dati archiviati crescerà di 13 volte rispetto a quella attuale, che viene stimata in 43 miliardi di miliardi (43 exabyte) di dati, un terzo dei quali memorizzati su singoli PC.
TAG: hw
20 Commenti alla Notizia Gli hard disk di IBM sposano Hitachi
Ordina
  • I migliori sono i Maxtor.

    Una volta erano dei bidoni e sempre rotti i Maxtor, adesso e' viceversa, sono gli IBM che ri rompono spesso e i Maxtor che sono dei ferri di cavallo
    non+autenticato
  • dimmi di + su 'sta storia....
    visto che ho nella mia macchina due ibiemmoni, devo acquistare per conto-terzi un harddsk ide di grosso taglio, ma quello che ho sentito ultimamente circa il fatto che i DTLA capita crepino improvvisamente (ahimé uno dei miei è un DTLA) mi ha già messo la cosiddetta pulce...


    GRAZIE
    non+autenticato
  • i dtla sono fuori produzione da quasi un anno.
    Vai tranquillo sui gxp60 o gxp120.
    non+autenticato
  • I maxtor d740x si rompono un po' piu' dei gxp60 ibm
    non+autenticato
  • IO uso su un server i dischi scsi u 160 di IBM .
    Sono due anni che girano giorno e notte e sono ancora li'!!
    Poi...cosa volete che vi dica ...ognuno puo'aver le sue preferenze
    non+autenticato
  • magari la mekkanica degli HD SCSI è "leggermente" diversa, e sicuramente + affidabili...

    gli HD DTLA prova a cercare su usenet, vedrai quanto sono buoni... :-/ ... alla fine sostituiti dagli IC35 ma senza grandi miglioramenti (sempre secondo la mia esperienza personale)


    MAZ
    non+autenticato
  • Esperienza personale fuori dal mondo, visto che i gxp60 sono stati i migliori hd sotto ogni aspetto fino a pochi mesi fa.
    non+autenticato
  • Davvero non so di cosa stiate parlando!
    certo ha perso un p i colpi (non ha ancora prodotto un ATA 133) ma assolutamente ho trovato (e TROVO) gli HD ibm sempre un passo più su degli altro. Ho sempre usato WD in ambito industriale, perchè i più sicuri, affidabili e resistenti. Poi per i PC desktop sono passato agli IBM, ed anche per Quantum non c'è stato più nulla da fare.
    negli ultimi 3 anni ne ho comprati (personalmente più di 40, e non ho MAI sentito alcuno lamentarsi, anzi! Se sommiamo a quanti lo ho consiugliato passiamo i 100, per non parlare di ciò che mi riferisce il grossista ed i vari colleghi. Forse i test sulle varie webzine li danno come inferiori, ma se provate a vedere il test come "medio", cioè come uso comune (non benchmark) allora vedrete che sono i migliori. Mi è capitato di provare Maxtor, ma anche ultimamente (6 mesi fa!) non è mai stato all'altezza. Non ho mai comprato i 120 Gb (mi limito a più dischi da 40Gb per RAID IDE), che sono in commercio da non molto, ma trovo le VS affermazioni completamente in contrasto con la mia esperienza e con le voci del settore.
    P.S.: che fine ha fatto il WD da 8 Mb di cache?

    Spero che questa fusione migliori le cose ... tra un anno circa arriveranno in massa i serial ATA. speriamo che 'sta joint venture migliori i prodotti attuali, perchè l'HD è la parte più delicata del sistema. Se si rompe ... altro che backup!
    non+autenticato
  • hai parlato di raid ide:
    che controller usi? (so che si può fare anche via sw con win2000)
    promise? (io conosco solo quelli - ne esistono altri)
    0,1 o 5?
    parlami, se vuoi/puoi, della tua esperienza, perché sono tentato di farla anche io per una macchina da video editing, ma non ho mai parlato con nessuno che ne abbia fatto esperienza.

    GRAZIE
    possessore soddisfatto di un DTLA da 45 e un ICL35 da 60.
    non+autenticato
  • Uso schede ABIT (Kr, Ka e K7), che considero ottime!
    il controller è integrato, ed è il promise. Uso solo il mirroring, per chi (e sono molti) hanno bisogno di sicurezza su di un PC che fa da mini-server per piccole LAN, sino a 10 PC adesso è andato tutto a meraviglia. Gli scsi saranno eccellenti ma costano proprio troppo.
    Mi spiace nn poterti dire di più, ma ... davvero non serve molta esperienza. Il bios di gestione Promise (almeno su ABIT) è eccellente, quandi fa tutto lui, bene e senza intoppi.
    Purtroppo una Mobo MSI (dichiarata eccellente e di costo ottimo!) non mi è piaciuta assolutamente: lenta nel file transfert, poco configurabile e ... l'ho già cambiata!

    Ciao.
    non+autenticato
  • grazie raptus!
    non+autenticato
  • - Scritto da: The Raptus

    > trovato (e TROVO) gli HD ibm sempre un passo
    > più su degli altro. Ho sempre usato WD in

    Buonanotte, prova i DTLA e poi vieni a raccontarmelo, ne ho 7 morti su un tavolo.
    non+autenticato
  • Dove lavoro siamo stati "scottati" parecchio con gli HD IBM (13 guasti su circa 30, tutti da 75 GB, ti lascio immaginare...). Al CERN ne comprarono 600 da 75GB ed hanno avuto una mortalità dell'1% AL MESE... in particolare il modello da 75GB è stato piuttosto "sfortunato".
    Negli USA sono arrivati in tribunale per questa storia.
    non+autenticato
  • Calore. Sono sensibili al calore, anche quello da loro stessi generato. In presenza di calore, diminuiscono fortemente le prestazioni ... andando di continuo in ricalibrazione termica.
    non+autenticato
  • Gli HDD della IBM da qualche mese a questa parte fanno pena (per un uso superiore alle 8 ore al giorno). Molto meglio Maxtor. Proprio il contrario del passato.

    Speriamo che questi dischi IBM tornino gloriosi...
    non+autenticato


  • - Scritto da: bubba
    > Gli HDD della IBM da qualche mese a questa
    > parte fanno pena (per un uso superiore alle
    > 8 ore al giorno). Molto meglio Maxtor.
    > Proprio il contrario del passato.
    >
    > Speriamo che questi dischi IBM tornino
    > gloriosi...

    La questione delle 8h e' legata solo ai nuovi 120Gb e al "pixie dust"... per il resto non mi pare che la differenza sia cosi' abissale, anche se MAxtor ha recuperato veramente molto in quest'ultimo anno.
    non+autenticato

  • Concordo...

    un tempo i migliori, oggi assolutmante inaffidabili... guasti alla meccanica sono putroppo troppo frequenti... (parlo per un parco macchine di migliaia di pc).   i Maxtor invece sono delle roccie assieme a WD.

    peccato, speriamo che questi HD possano tornare buoni come 3 - 4 anni fa.

    MaZ
    - Scritto da: bubba
    > Gli HDD della IBM da qualche mese a questa
    > parte fanno pena (per un uso superiore alle
    > 8 ore al giorno). Molto meglio Maxtor.
    > Proprio il contrario del passato.
    >
    > Speriamo che questi dischi IBM tornino
    > gloriosi...
    non+autenticato
  • I dischi IBM che hanno dato qualceh problema sono i dtla. Quelli della serie gxp60 sono da tempo considerati hd molto affidabili, piu' di maxtor e wd. La seire gxp120 invece e' ancora poco diffusa anche se pare che non vi siano percentuali di guasti sopra la media.
    non+autenticato


  • - Scritto da: bubba
    > Gli HDD della IBM da qualche mese a questa
    > parte fanno pena (per un uso superiore alle
    > 8 ore al giorno). Molto meglio Maxtor.
    > Proprio il contrario del passato.
    >
    > Speriamo che questi dischi IBM tornino
    > gloriosi...

    Perche si stancano i piatti di girare? Io direi che l'array a 6 dischi ultrastar ibm raid 0 su un host managed con 128mb di cache vanno meglio di molti ultra 320 fiber scsi channel....

    Sei decisamente abbordabile di gusto a quanto pare
    non+autenticato

  • "abbordabile di gusto" ?

    Se ne impara sempre una.
    non+autenticato