Seagate apre l'era dei dischi ibridi

Il gigante degli hard disk ha svelato uno dei primi dischi che affianca ai tradizionali piattelli magnetici una memoria flash. Il dispositivo, dedicato ai notebook, promette maggiori performance e minori consumi

Scotts Valley (USA) - Seagate sarà tra i primi colossi del settore, il prossimo anno, a lanciare un modello di hard disk da 2,5 pollici con memoria flash integrata. Questo tipo di dischi, chiamati "ibridi", rappresentano una delle più importanti evoluzioni dei tradizionali drive magnetici.

Il Momentus 5400 PSD (Power-Saving Drive) combina piattelli da 5.400 rotazioni per minuto (RPM) e capacità fino a 80 GB con una memoria non volatile da 256 MB. Quest'ultima, che si affianca ad una classica memoria RAM ad alta velocità da 8 MB, viene utilizzata come cache dove immagazzinare i dati di più frequente e/o recente utilizzo: ciò comporta una significativa riduzione degli accessi al disco magnetico e, di conseguenza, un incremento delle performance.

Seagate sostiene che i dischi ibridi possono velocizzare fino al 20% l'avvio e la ripresa dalla sospensione del sistema: questo è possibile perché, prima della sospensione o dello spegnimento del notebook, i file necessari al caricamento del sistema operativo vengono scritti nella memoria flash.
Per sfruttare questi benefici occorre però il supporto del sistema operativo. Tale supporto sarà presente nell'imminente Windows Vista, che implementerà alcune tecnologie espressamente progettate per sfruttare a fondo i dispositivi di storage dotati di memoria flash. Una prima dimostrazione di queste tecnologie è avvenuta in occasione della recente conferenza WinHEC, dove Microsoft e Samsung hanno mostrato un sistema con Windows Vista e un prototipo di disco ibrido.

Tra gli altri vantaggi apportati dagli hard disk ibridi vi sono l'incremento dell'affidabiltà e della durata del disco e la diminuzione dei consumi energetici: l'uso intelligente della generosa cache, infatti, riduce l'utilizzo delle componenti meccaniche del disco.

Momentus 5400 PSD verrà commercializzato nella prima metà del 2007, dunque dopo il lancio di Windows Vista. In questo stesso periodo Seagate lancerà anche altri due drive da 2,5 pollici che, benché privi di memoria flash, fanno leva su altri punti di forza.

Il Momentus 5400.2 FDE include funzionalità crittografiche in hardware che permettono di cifrare l'intero contenuto del disco. Seagate ha spiegato che il suo nuovo drive è in grado di impedire accessi non autorizzati a tutte le informazioni presenti sul notebook, quindi non soltanto a file e partizioni, nel caso in cui il portatile o il disco vengano persi, rubati, spediti all'assistenza o rivenduti. Per proteggere il disco è sufficiente impostare una password, ma il Momentus 5400.2 FDE potrà interfacciarsi anche a sistemi di autenticazione più sofisticati prodotti da terze parti. Compatibile con il Trusted Platform Module (TPM), il disco utilizza la crittografia AES a 128 bit e fornisce una funzionalità, chiamata Quick erase, che consente di cancellare in modo sicuro l'intero contenuto dell'hard disk.

Il Momentus 7200.2, come intuibile dal nome, si distingue invece per l'elevata velocità di rotazione dei piattelli, pari a 7.200 RPM: sebbene tale velocità sia da anni uno standard per i dischi fissi da 3,5 pollici, nel segmento mobile rappresenta ancora una caratteristica riservata ai laptop di fascia più alta. Seagate indirizza questo modello anche alle workstation, ai sistemi RAID e ai mini PC.

Tutti e tre i nuovi Momentus adottano la tecnologia perpendicular recording, sono disponibili con capacità fino a 160 GB, includono una cache fino a 8 MB e possono resistere, quando non operativi, a shock di 900 G.

Seagate ha annunciato anche nuovi hard disk dedicati ai dispositivi elettronici di consumo, tra cui la nuova serie ST18 da 1,8 pollici e capacità fino a 60 GB, due modelli da 2,5 pollici della serie LD25 con capacità di 60 e 80 GB, e un modello da 3,5 pollici della serie DB35 con capacità di 750 GB. Gli ST18 sono indirizzati al mercato dei player e delle console portatili, gli LD25 a quello delle appliance multimediali, e i DB35 al settore dei videoregistratori digitali.

Infine, il colosso ha svelato alcuni nuovi dischi di classe enterprise, come il modello Savvio 10K.2 da 2,5 pollici e 146 GB, e le soluzioni per il backup Mirra Sync e Share Personal Server. Maggiori informazioni su questi prodotti possono essere reperite sul sito web di Seagate.

Seagate afferma che con questi nuovi hard disk, che veranno lanciati sul mercato da qui alla primavera del prossimo anno, è riuscita a coprire ogni segmento del mercato storage. Questo è anche il frutto della recente acquisizione di Maxtor, che l'ha portata a controllare quasi il 50% dell'intero mercato dei dischi fissi.
20 Commenti alla Notizia Seagate apre l'era dei dischi ibridi
Ordina
  • a un HD che funzionerà solo con Vista!

    L'integrazione della crittazione inoltre può essere una cosa fantastica o orribile a seconda di come lo implementeranno. Se per funzionare il disco necessiterà di attivare le sue capacità di crittazione, protezione, cache o quant'altro e se non forniranno le informazioni su come farlo rischiamo di ritrovarci con un disco che non funzionerà se non con il loro driver.

    Come sempre arriviamo al punto che tutto dipenderà dal fatto che forniscano o meno le informazioni su come funziona il nuovo sistema, altrimenti rischiamo di ritrovarci con degli HD funzionanti solo con il loro driver sul sistema operativo che loro decideranno di sopportare.

    E con il diffondersi dei sistemi DRM nei nuovi notebook non prevedo nulla di buono.

    Spero nell'intelligenza dei dirigenti Seagate, ma visto che questo nuovo sistema è stato sviluppato in collaborazione con Microsoft ho la tendenza a pensare che la manovra sia atta a creare delle macchine funzionanti unicamente con Windows Vista per tagliare una volta per tutte il mercato ai concorrenti.

    E io credo profondamente nella libertà dell'utente di scegliere il sistema che più lo aggrada, sia esso Windows, Linux, BSD, MacOS, o quant'altro.
    non+autenticato
  • Nel settore degli hard disk per PC la concorrenza si è assottigliata parecchio rispetto a pochi anni fa: oltre a Seagate, oggi restano in gioco Western Digital, Hitachi e Samsung. Tuttavia gli analisti sono scettici sulla possibilità che queste tre aziende, da sole, possano continuare a tenere testa ad un gigante come Seagate/Maxtor. Che vi siano altre fusioni in vista?
    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1372421

    Oddio comincio a temere tu abbia ragione. L'unica speranza è che il mercato (cioè noi) sia ancora interessato ad acquistare hard disk che supportino pure altri sistemi operativi. Anche se ancora non abbiamo la certezza che questi ultimi non siano compatibili e poi non credo che possano far fuori le alternative in questo modo senza sollevare un vespaio di proteste.
    non+autenticato
  • gli hanno sparato per testarli?A bocca aperta >_<
    885

  • - Scritto da: Sky
    > gli hanno sparato per testarli?A bocca aperta >_<

    In pratica , sì.

    --------

    http://ieeexplore.ieee.org/search/wrapper.jsp?arnu...

        1.     A study of head-disk interface shock resistance
    Kouhei, T.; Yamada, T.; Kuroba, Y.; Aruga, K.;
    Magnetics, IEEE Transactions on
    Volume 31, Issue 6, Nov. 1995 Page(s):3006 - 3008
    Abstract:

    We observed slider and suspension behavior under external shock using a still camera with a stroboscope. This paper shows experimental results of the relationship between disk failure and using Hertz's contact stress formula with energy conservation. We describe a technique to improve shock durability based on this relationship
        Abstract | Full Text: PDF(440 KB)    IEEE JNL

    ---------


    --------

    http://ieeexplore.ieee.org/xpl/freeabs_all.jsp?tp=...

    Identification of shock characteristics in hard disk drive by usingtime-frequency signal processing technique

    Yun-Sik Han   Seong-Woo Kang   Dong-Ho Oh   Tae-Yeon Hwang   Young Son   Ja-Choon Koo
    Samsung Adv. Inst. of Technol., Suwon;

    This paper appears in: Asia-Pacific Magnetic Recording Conference, 2000. APMRC 2000
    Publication Date: Dec 2000
    On page(s): MP9/1-MP9/2
    Meeting Date: 11/06/2000 - 11/08/2000
    Location: Tokyo, Japan
    ISBN: 0-7803-6254-3
    References Cited: 5
    INSPEC Accession Number: 6880578
    Digital Object Identifier: 10.1109/APMRC.2000.898945
    Posted online: 2002-08-06 23:25:25.0
    Abstract
    A transient signal processing technique using Wigner distribution (WD) is applied to identify the dynamic characteristics when a disk drive system is subject to external shock vibration. It is shown that the smoothed WD technique essentially reveals the propagating characteristics of shock vibration on the specified position of disk drive system as well as head-slap and lift-off phenomena. A parametric investigation for the shock spectrum of suspension is also presented to provide a useful guideline for the shock-resistant disk drive design

    -------

    non+autenticato
  • Orpo! O_O

    Complimenti per la precisione.Sorride
    885
  • Tutta questa storia mi lascia un po' perplesso. Considerando che, a differenza dei dischi normali, le memorie a stato solido hanno un numero finito di scritture, sarà possibile cambiare tale memoria?

    Enrixo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Tutta questa storia mi lascia un po' perplesso.
    > Considerando che, a differenza dei dischi
    > normali, le memorie a stato solido hanno un
    > numero finito di scritture, sarà possibile
    > cambiare tale
    > memoria?
    >
    > Enrixo

    No. Intel prevede di includere uno slot per flash sulle motherboard per sfruttare questa nuova funzionalità. Anche Seagate avrebbe fatto meglio ad includere semplicemente uno slot per magari un nuovo formato per flash se il CompactFlash non fosse stato adatto.
    non+autenticato
  • un hard disk che funziona solo su vista? e con gli altri sisemi che succede?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > un hard disk che funziona solo su vista? e con
    > gli altri sisemi che
    > succede?

    che qualcuno svilupperà i driver o quello che serve per supportarlo anche loro?

  • - Scritto da:
    > un hard disk che funziona solo su vista? e con
    > gli altri sisemi che
    > succede?

    che non crasha.
  • ... all'agricoltura!!!

    hardware insensato che puo' venire ottimizzato solo dall'utilizzo di un determinato s.o. ...(forse!!!)

    il futuro sono gli hd completamente flash, tanto per il 90 per cento dell'utenza 30 gb bastano e avanzano...



    non+autenticato
  • > ... all'agricoltura!!!

    anche nell'agricoltura senza testa vai poco lontano;
    e le braccia servono sempre meno visto che ci sono sempre più macchine


    > hardware insensato che puo' venire ottimizzato
    > solo dall'utilizzo di un determinato s.o.
    > ...(forse!!!)

    solo di uno?
    solo di quelli che lo supportano al limite, cioè prima o poi tutti


    > il futuro sono gli hd completamente flash, tanto
    > per il 90 per cento dell'utenza 30 gb bastano e
    > avanzano...

    sottovaluti il P2P e i temp da internet (il 90% non sa cos'è la temp e quindi non la svuota, solo per fare 1 esempio)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)