Firefox dirÓ addio a Windows 98/Me

A partire dalla versione 3.0 del celebre browser open source, attesa il prossimo anno, Mozilla Foundation cesserÓ il supporto agli antenati di Windows XP. Ma non tutti appoggiano questa scelta

Roma - A partire dal rilascio di Firefox 3.0, previsto per la prima metà del prossimo anno, Mozilla Foundation abbandonerà lo sviluppo delle versioni per Windows 98 e Windows Me. Ad annunciarlo è uno degli sviluppatori del celebre browser open source, Gervase Markham, che nel proprio blog ha spiegato le ragioni di questa decisione.

"Il motivo principale - ha scritto Markham - è che dopo l'11 luglio 2006 la famiglia di sistemi operativi Win9x non riceverà più alcun tipo di supporto da Microsoft, neppure gli aggiornamenti critici di sicurezza. E dal momento che si tratta di un sistema operativo proprietario, nessun altro potrà sostituirsi a Microsoft".

Markham sostiene che la scelta di abbandonare le più vecchie versioni di Windows non è stata influenzata dalle loro quote di mercato. "Le date di rilascio dei sistemi operativi da noi supportati sono irrilevanti", ha spiegato lo sviluppatore.
Markham ha poi aggiunto che, a suo modo di vedere, "è irresponsabile" continuare a supportare questi sistemi operativi in software che si connettono ad Internet. "Ciò potrebbe dare agli utenti l'idea che sia ancora possibile continuare a navigare su Internet senza rischi utilizzando questi sistemi operativi".

Per le ragioni fin qui elencate, lo sviluppatore di Mozilla.org si è detto persino favorevole ad eliminare il supporto a Windows 9x già a partire dall'imminente Firefox 2.0. Una proposta che suona tuttavia più come una piccola provocazione che un reale intendimento.

Sui forum non tutti sono d'accordo con le argomentazioni di Markham. C'è chi afferma, ad esempio, che il ruolo di Firefox e degli altri software open source dovrebbe essere proprio quello di supportare tecnologie che, benché ormai anziane o non più redditizie, vengono ancora utilizzate da una significativa minoranza di persone e aziende. Questo, secondo alcuni, è ancor più vero se si considera che la cessazione del supporto a Windows 9x non è legato a ragioni tecniche: le attuali versioni preliminari di Firefox 2.0 non hanno infatti alcun problema a girare su queste piattaforme.

"Perché obbligare la gente a usare Internet Explorer, o vecchie e meno sicure versioni di Firefox, solo perché non vogliono pagare per l'aggiornamento del loro sistema operativo?", ha scritto sul forum un utente che si firma James. "Avere un sistema operativo poco sicuro rende l'uso di un browser sicuro ancor più importante".

Sulla cessazione di Microsoft del supporto a Windows 98/Me, si veda questo recente articolo.
TAG: browser
187 Commenti alla Notizia Firefox dirÓ addio a Windows 98/Me
Ordina
  • http://www.mozilla.org/projects/seamonkey/
    è nato dalle ceneri del vecchio per mozilla per continuare ad avere tutto integrato.. magari nascerà qualcos'altro da una costola di firefox per windows 98
    non+autenticato
  • Infatti chi usa Win98 a breve verrà tagliato fuori dagli aggiornamenti software di windows (credo dal 16 giugno). Quindi le prossime falle rimarranno tutte scoperte.

    Ed ecco che ora inizieranno 10000 trolls a dire di passare a linux quando le richieste hardware consigliate di distro facili come ubuntu sono molto + alte di quelle di XP (per quanto ancora credete di riuscire a nasconderlo?)...
  • Così per usarlo dovrete usare WinME!!! gnegnè!!!!!
    non+autenticato
  • Sara' stato un ordine dall'alto a quelli di Mozilla? Del resto, cosa gli importa di supportare Win 9x? Solo spreco di energie. Il loro scopo e' combattere la Microsoft, non a caso Google, a quanto si legge in rete, e' molto generosa verso la fondazione.

    Si astengano dal partecipare alla discussione dipendenti di Google (compresi webmaster che, con AdSense nel proprio sito, ci campano). A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sara' stato un ordine dall'alto a quelli di
    > Mozilla? Del resto, cosa gli importa di
    > supportare Win 9x? Solo spreco di energie. Il
    > loro scopo e' combattere la Microsoft, non a caso
    > Google, a quanto si legge in rete, e' molto
    > generosa verso la
    > fondazione.
    >
    > Si astengano dal partecipare alla discussione
    > dipendenti di Google (compresi webmaster che, con
    > AdSense nel proprio sito, ci campano).
    >A bocca aperta

    Perche' astenersi ?
    Piuttosto che lo dicano, ben venga l'opinione di clienti / lavoratori soddisfatti.
    non+autenticato
  • Basterebbe che, anche a costo di prestare sviluppatori da altri progetti, la comunità OS portasse Wine a una percentuale di completezza dell'emulazione tale da poter essere considerato una piattaforma Windows compatibile di riferimento... a quel punto le SW house potrebbero sviluppare con la compatibilità Wine come obbiettive e ne deriverebbe anche la compatibilità con molte versioni di Windows made in Redmond.
    Poi basterebbe fare in modo di rendere possibile installare Wine su Win9x per poter aggiungere eventuali nuove funzionalità e pure per sostituire con componenti supportate e sicure parti ormai abbandonate da MS.
    Wine, dovendo inseguire Windows, dato che lo emula, sarebbe sempre un subset delle nuove versioni, ma potrebbe diventare un superset di Win9x, quindi la maggior ricchezza di features rispetto alle vecchie versioni e un'accettabile dotazione di quelle nuove potrebbe renderlo una piattaforma appetibile, forse non all'ultimo grido, ma anche meno soggetta ai capricci di MS.
    non+autenticato
  • Ma Rotola dal ridere !

    Credi davvero in quello che hai scritto?
    non+autenticato
  • Le librerie wine le puoi usare dove ti pare anche su win 98, il problema di win98 e soci è che non hai nè il codice nè la documentazione; rappezzarlo in quel modo è impossibile oltre che una perdita di tempo...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Basterebbe che, anche a costo di prestare
    > sviluppatori da altri progetti, la comunità OS
    > portasse Wine a una percentuale di completezza
    > dell'emulazione tale da poter essere considerato
    > una piattaforma Windows compatibile di
    > riferimento...

    c'è un piccolo problema, WINE è spaventosamente inefficiente per via del fatto che viene tutto emulato. Quindi se anche Wine emulasse al 100% windows, per ottenere prestazioni paragonabili a quelli che ottieni su windows dovresti avere una CPU 3 o 4 volte più potente.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Basterebbe che, anche a costo di prestare
    > > sviluppatori da altri progetti, la comunità OS
    > > portasse Wine a una percentuale di completezza
    > > dell'emulazione tale da poter essere considerato
    > > una piattaforma Windows compatibile di
    > > riferimento...
    >
    > c'è un piccolo problema, WINE è spaventosamente
    > inefficiente per via del fatto che viene tutto
    > emulato. Quindi se anche Wine emulasse al 100%
    > windows, per ottenere prestazioni paragonabili a
    > quelli che ottieni su windows dovresti avere una
    > CPU 3 o 4 volte più
    > potente.

    Ah ah ah!!! Sei divertentissimo.

    Fai una cosa.
    Prendi wine e il tuo benchmark preferito e fallo girare prima su windows e poi con wine.

    Avrai una piacevole sorpresa. Nella maggior parte dei casi wine risulterà tra il 10% e il 15% più veloce di windows anche su distribuzioni non performanti.

    Avrai risultati deludenti solo nelle parti non ancora pienamente funzionanti (DirectX ultime versioni ad esempio).

    E questo perché WINE vuol dire Wine Is Not a EMULATOR!!!! Cioè Wine non è un emultaore. ╚ un wrapper. Fornisce ai software Windows un sottostrato di API compatibile con Linux.

    Se non mi credi, puoi trovare questi test con i relativi risultati sul sito stesso di wine.

    Divertiti http://wiki.winehq.org/BenchMark-0.9.5
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)