Buco di sicurezza per la WebTV

Accade negli Stati Uniti dove un codice hacker gira nei newsgroup della WebTV e consente agli autori di leggere la posta elettronica degli utenti

Web (internet) - L'accesso via televisione ad internet soprattutto negli States si va diffondendo rapidamente e la conseguenza è una maggiore attenzione al mezzo da parte degli hacker. Ne è dimostrazione il bug di sicurezza, individuato da WebTV, che di fatto espone la corrispondenza privata degli utenti alla lettura da parte di terzi.

Questi sarebbero gli autori di un codice di hacking che sta circolando sulla rete e che viene nascosto all'interno di documenti che "girano" nei newsgroup e nei siti frequentati da chi possiede la WebTV. Quando il documento "infetto" viene aperto, il codice genera un messaggio email che viene inviato automaticamente ad un indirizzo anonimo. Successivamente, il codice è in grado di inviare la posta elettronica spedita o ricevuta dall'utente colpito ad un indirizzo prestabilito, di fatto palesando un bug di sicurezza del sistema.

Secondo un report di Net4Tv, il sistema sarebbe stato utilizzato anche per riempire di email il servizio di prevenzione degli abusi di WebTV nonché per inviare email falsificate agli utenti.
TAG: sicurezza