Hawking, appello all'umanità

Il celebre scienziato vede nella colonizzazione spaziale l'unica possibilità di salvezza per il genere umano. Da Marte l'uomo salpi verso nuovi mondi. Il futuro nell'interfaccia uomo-macchina. Ma non c'è tempo da perdere

Roma - Il destino dell'umanità dipende dalla sua capacità di essere in grado, nel prossimo futuro, di abbandonare la Terra e di partire alla volta di nuovi mondi che siano compatibili, almeno in parte, con le nostre esigenze. Lo ha dichiarato ieri Stephen Hawking, uno dei più celebri scienziati del mondo contemporaneo, in una sorta di appello al genere umano dal sapore quasi ultimativo.

Il nostro pianeta, nella visione di Hawking, non è più un luogo sicuro dove far proliferare la razza umana, e in generale la vita stessa. Il pericolo di un conflitto atomico, di un radicale cambiamento del clima, lascia supporre che in un periodo di tempo relativamente breve, persino non più di un secolo, il pianeta Terra non sarà più abitabile da noi umani, quantomeno non da tutti coloro che lo abitano oggi.

L'idea di Hawking (nella foto) ha una afflato ideale: fondare una colonia stabile su Marte nel giro di 40 anni e una base lunare nei prossimi 20, da usare come piattaforma di lancio verso l'esplorazione di altri sistemi solari, nel tentativo di identificare un corpo celeste che risponda ai requisiti minimi per ospitare la vita: atmosfera e acqua in primis.
Il grande scienziatoPer dare il via a questo "esodo" occorre innanzitutto attuare un programma spaziale, magari sulla falsariga delle missioni Apollo, per colonizzare il pianeta rosso, del quale ormai si parla da anni. Al fine di rendere attuabile questo ambizioso progetto, bisognerà investire notevoli somme per la ricerca di nuove tecnologie.

Una visione che non rappresenta un'assoluta novità per enti come la NASA, scossa da venti politici contraddittori e da bilanci in continua evoluzione. Proprio la NASA, lavorando anche sul fronte delle missioni "lunghe" nello spazio, si è da tempo attivata lanciando un bando di concorso per la realizzazione di un prototipo di astronauta robot, che avrà il compito di sostituire l'uomo nelle situazioni più rischiose, come le attività extraveicolari nello spazio.

Perché tutto ciò prenda forma è decisivo l'interesse dell'opinione pubblica, che va maturando in modo palese. Si moltiplicano le imprese private dedicate al cosiddetto turismo spaziale e vi sono paesi - sta accadendo in Oklahoma come a Singapore - che hanno in cantiere degli spazioporti per il volo spaziale civile, segno tangibile anche di un business che cresce. Va ormai decadendo rapidamente quella contrapposizione che per decenni ha avvicinato e allontanato i nomi di Juri Gagarin e Charles Lindbergh. Il pioniere dello spazio, o del volo, sarà presto un ricordo lontano, in una nuova dimensione ? questa almeno la speranza di Hawking ? dove lo spazio rappresenti qualcosa di più di una frontiera scientifica.

Il grande scienziato è tornato su un tema a lui caro: suggerisce di trovare al più presto il modo per interfacciare intelligenza biologica e intelligenza sintetica, unica via, sostiene, per sottrarre ai computer del futuro la capacità di autodeterminazione e assicurare un impiego su tutti i fronti delle macchine più evolute.

Hawking lancia un messaggio molto chiaro: bisogna trovare un'alternativa alla Terra in un lasso di tempo molto breve, e per arrivare a tanto si rende necessario un massiccio incremento della tecnologia il cui sviluppo deve essere accuratamente monitorato. Non c'è - conclude - altra via.

Giorgio Pontico
279 Commenti alla Notizia Hawking, appello all'umanità
Ordina
  • E se su un altro pianeta ci mandassimo chiunque si ammali di politica e imprenditoria?
    Magari su un uno senza acqua e ossigeno?
    Non elimineremmo tutti i mali, ma almeno quelli più pericolosi di sicuro.
    non+autenticato
  • Ma mi sa che si è un po' allargato. Come ce li mandiamo nello spazio 2 o 3 miliardi di persone?
    Non sarebbe stato più logico fare un appello a non SMERDARE questo qui, di pianeta, che è l'UNICO che abbiamo? Le guerre stellari le fanno al cinema...
    non+autenticato
  • ...where someone has gone before (dicono).
  • Ovviamente è normale che il spirito di sopravivenza di una specie sia molto elevata, visto che viene fortemente favorita dalla selezione naturale. Secondo me però il futuro puo prevedere soltanto 2 scenari:
    1. Qualche catastrofe fermerà per sempre la possibilità di una ulteriore crescita significativa tecnologica dell'uomo.
    2. L'uomo come specie predominante verrà rimpiazzato o dalle macchine (robot) o da una specie superiore creata con l'ingegneria genetica, che si riprodurrà sempre con la stessa tecnologia.

    Devo dire che nessuno di questi scenari sia esattamente rassicurante, se non altro la prima non distruggerebbe i principi morali ed etici che ora abbiamo. Ma anche questi sono soltanto frutto della selezione naturali, e non hanno assulutamente un valore di "giustezza", a parte ovviamente che definiamo giusto ciò che molte persone sentono come principio morale. Non si potrà mai dimostrare che uccidere e torturare qualcuno solo per il gusto di farlo sia "sbagliato" in senso assoluto, ma va contro gli interessi della specie quindi è chiaramente vantaggioso se gli individui di una specie abbiano una avversione verso questo tipo di comportamente, ed è esattamente nell'uomo.

    Spero di non aver offeso o ferito nessuno con queste parole, perché anche se per me molto di ciò che ho detto è assolutament ovvio e ragionevole, so che molti non saranno d'accordo con me. Inoltre una grossa parte della popolazione umana preferisce non sapere molte cose che sono troppo in contrasto con il mondo che noi ci immaginiamo o che vorremmo che fosse. E probabilmente in un certo senso è anche "giusto" (per certe definizioni di giusto) che sia così. Da lí in fondo sono nate le religioni.
    non+autenticato
  • > anche se per me molto di ciò che ho detto è
    > assolutament ovvio e ragionevole, so che molti
    > non saranno d'accordo con me.

    Ad esempio Kant... uno pincopalla qualunque.
    non+autenticato
  • dal 2012 tutto cambierà
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > dal 2012 tutto cambierà

    ci arriveremo?
    non+autenticato
  • dove li faranno i mondiali nel 2012?
    non+autenticato
  • edit
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 giugno 2006 15.38
    -----------------------------------------------------------
  • Mi dispiace per Hawking, ma non credo proprio che sia possibile nei prossimi 40 anni attuare un tale proposito, non con la tecnologia attuale. Sarebbero necessari:
    1. energia disponibile in grossi quantitativi a prezzi stracciati, necessaria per spostare masse di svariati milioni di tonnellate, indispensabili per la costruzioni di Habitat in grado di affrontare le distanze interstellari ad un numero cospicuo di coloni (almeno 10.000 - 20.000 per astronave)
    2. Velocità attualmente disponibili limitate nella migliore ipotesi al 70 - 80 % della velocità della luce con necessità di lunghi periodi di accelerazione/decelerazione e quindi viaggi di almeno 10 -20 anni per raggiungere le stelle più vicine dotate di una qualche possibilità di pianeti di classe M (quelli di tipo terrestre per intenderci)
    Una eventuale colonizzazione del sistema solare non sarebbe secondo me utile ad allentare in modo significativo la pressione demografica, ma solo per fornire materie prime nuove alla Terra (ferro, nickel,ecc...)
    Certo se finalmente si ottenesse la fusione (fredda o calda che sia) e/o si scoprisse un qualche nuovo sistema di propulsione (tipo La velocità di curvatura di Star Trek per intenderci), tutto sarebbe possibile !!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mi dispiace per Hawking, ma non credo proprio che
    > sia possibile nei prossimi 40 anni attuare un
    > tale proposito, non con la tecnologia attuale.
    > Sarebbero
    > necessari:
    > 1. energia disponibile in grossi quantitativi a
    > prezzi stracciati, necessaria per spostare masse
    > di svariati milioni di tonnellate, indispensabili
    > per la costruzioni di Habitat in grado di
    > affrontare le distanze interstellari ad un numero
    > cospicuo di coloni (almeno 10.000 - 20.000 per
    > astronave)
    > 2. Velocità attualmente disponibili limitate
    > nella migliore ipotesi al 70 - 80 % della
    > velocità della luce con necessità di lunghi
    > periodi di accelerazione/decelerazione e quindi
    > viaggi di almeno 10 -20 anni per raggiungere le
    > stelle più vicine dotate di una qualche
    > possibilità di pianeti di classe M (quelli di
    > tipo terrestre per
    > intenderci)
    > Una eventuale colonizzazione del sistema solare
    > non sarebbe secondo me utile ad allentare in modo
    > significativo la pressione demografica, ma solo
    > per fornire materie prime nuove alla Terra
    > (ferro,
    > nickel,ecc...)
    > Certo se finalmente si ottenesse la fusione
    > (fredda o calda che sia) e/o si scoprisse un
    > qualche nuovo sistema di propulsione (tipo La
    > velocità di curvatura di Star Trek per
    > intenderci), tutto sarebbe possibile
    > !!!


    Il sistema solare è già colonizzato, ma non da esseri umani. Poi se dalle immagini censurate che vi propinano NASA ed ESA volete vedere solo le censure che mettono e credete alle rocce anche quando sono teschi, fate voi..
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Mi dispiace per Hawking, ma non credo proprio
    > che
    > > sia possibile nei prossimi 40 anni attuare un
    > > tale proposito, non con la tecnologia attuale.
    > > Sarebbero
    > > necessari:
    > > 1. energia disponibile in grossi quantitativi a
    > > prezzi stracciati, necessaria per spostare masse
    > > di svariati milioni di tonnellate,
    > indispensabili
    > > per la costruzioni di Habitat in grado di
    > > affrontare le distanze interstellari ad un
    > numero
    > > cospicuo di coloni (almeno 10.000 - 20.000 per
    > > astronave)
    > > 2. Velocità attualmente disponibili limitate
    > > nella migliore ipotesi al 70 - 80 % della
    > > velocità della luce con necessità di lunghi
    > > periodi di accelerazione/decelerazione e quindi
    > > viaggi di almeno 10 -20 anni per raggiungere le
    > > stelle più vicine dotate di una qualche
    > > possibilità di pianeti di classe M (quelli di
    > > tipo terrestre per
    > > intenderci)
    > > Una eventuale colonizzazione del sistema solare
    > > non sarebbe secondo me utile ad allentare in
    > modo
    > > significativo la pressione demografica, ma solo
    > > per fornire materie prime nuove alla Terra
    > > (ferro,
    > > nickel,ecc...)
    > > Certo se finalmente si ottenesse la fusione
    > > (fredda o calda che sia) e/o si scoprisse un
    > > qualche nuovo sistema di propulsione (tipo La
    > > velocità di curvatura di Star Trek per
    > > intenderci), tutto sarebbe possibile
    > > !!!
    >
    >
    > Il sistema solare è già colonizzato, ma non da
    > esseri umani. Poi se dalle immagini censurate che
    > vi propinano NASA ed ESA volete vedere solo le
    > censure che mettono e credete alle rocce anche
    > quando sono teschi, fate
    > voi..

    Ti supplico... un link!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Mi dispiace per Hawking, ma non credo proprio
    > > che
    > > > sia possibile nei prossimi 40 anni attuare un
    > > > tale proposito, non con la tecnologia attuale.
    > > > Sarebbero
    > > > necessari:
    > > > 1. energia disponibile in grossi quantitativi
    > a
    > > > prezzi stracciati, necessaria per spostare
    > masse
    > > > di svariati milioni di tonnellate,
    > > indispensabili
    > > > per la costruzioni di Habitat in grado di
    > > > affrontare le distanze interstellari ad un
    > > numero
    > > > cospicuo di coloni (almeno 10.000 - 20.000 per
    > > > astronave)
    > > > 2. Velocità attualmente disponibili limitate
    > > > nella migliore ipotesi al 70 - 80 % della
    > > > velocità della luce con necessità di lunghi
    > > > periodi di accelerazione/decelerazione e
    > quindi
    > > > viaggi di almeno 10 -20 anni per raggiungere
    > le
    > > > stelle più vicine dotate di una qualche
    > > > possibilità di pianeti di classe M (quelli di
    > > > tipo terrestre per
    > > > intenderci)
    > > > Una eventuale colonizzazione del sistema
    > solare
    > > > non sarebbe secondo me utile ad allentare in
    > > modo
    > > > significativo la pressione demografica, ma
    > solo
    > > > per fornire materie prime nuove alla Terra
    > > > (ferro,
    > > > nickel,ecc...)
    > > > Certo se finalmente si ottenesse la fusione
    > > > (fredda o calda che sia) e/o si scoprisse un
    > > > qualche nuovo sistema di propulsione (tipo La
    > > > velocità di curvatura di Star Trek per
    > > > intenderci), tutto sarebbe possibile
    > > > !!!
    > >
    > >
    > > Il sistema solare è già colonizzato, ma non da
    > > esseri umani. Poi se dalle immagini censurate
    > che
    > > vi propinano NASA ed ESA volete vedere solo le
    > > censure che mettono e credete alle rocce anche
    > > quando sono teschi, fate
    > > voi..
    >
    > Ti supplico... un link!


    http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-report...

    http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-direct...

    http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-direct...

    http://www.enterprisemission.com/forbidden-planet....

    http://www.enterprisemission.com/moon1.htm

    http://www.bob-wonderland.supanet.com/enhance_15.h...

    http://www.lunaranomalies.com/millenn5.htm


    Le analisi sono su immagini originali. Non vi sono modifiche per taroccarle. Spesso sono riportati i link diretti ai server NASA/JPL/ESA per valutare di persona i fatti, evidenti per alcuni e fantasia per molti, purtroppo.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > > > Mi dispiace per Hawking, ma non credo
    > proprio
    > > > che
    > > > > sia possibile nei prossimi 40 anni attuare
    > un
    > > > > tale proposito, non con la tecnologia
    > attuale.
    > > > > Sarebbero
    > > > > necessari:
    > > > > 1. energia disponibile in grossi
    > quantitativi
    > > a
    > > > > prezzi stracciati, necessaria per spostare
    > > masse
    > > > > di svariati milioni di tonnellate,
    > > > indispensabili
    > > > > per la costruzioni di Habitat in grado di
    > > > > affrontare le distanze interstellari ad un
    > > > numero
    > > > > cospicuo di coloni (almeno 10.000 - 20.000
    > per
    > > > > astronave)
    > > > > 2. Velocità attualmente disponibili limitate
    > > > > nella migliore ipotesi al 70 - 80 % della
    > > > > velocità della luce con necessità di lunghi
    > > > > periodi di accelerazione/decelerazione e
    > > quindi
    > > > > viaggi di almeno 10 -20 anni per raggiungere
    > > le
    > > > > stelle più vicine dotate di una qualche
    > > > > possibilità di pianeti di classe M (quelli
    > di
    > > > > tipo terrestre per
    > > > > intenderci)
    > > > > Una eventuale colonizzazione del sistema
    > > solare
    > > > > non sarebbe secondo me utile ad allentare in
    > > > modo
    > > > > significativo la pressione demografica, ma
    > > solo
    > > > > per fornire materie prime nuove alla Terra
    > > > > (ferro,
    > > > > nickel,ecc...)
    > > > > Certo se finalmente si ottenesse la fusione
    > > > > (fredda o calda che sia) e/o si scoprisse un
    > > > > qualche nuovo sistema di propulsione (tipo
    > La
    > > > > velocità di curvatura di Star Trek per
    > > > > intenderci), tutto sarebbe possibile
    > > > > !!!
    > > >
    > > >
    > > > Il sistema solare è già colonizzato, ma non da
    > > > esseri umani. Poi se dalle immagini censurate
    > > che
    > > > vi propinano NASA ed ESA volete vedere solo le
    > > > censure che mettono e credete alle rocce anche
    > > > quando sono teschi, fate
    > > > voi..
    > >
    > > Ti supplico... un link!
    >
    >
    > http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-report
    >
    > http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-direct
    >
    > http://www.marsanomalyresearch.com/evidence-direct
    >
    > http://www.enterprisemission.com/forbidden-planet.
    >
    > http://www.enterprisemission.com/moon1.htm
    >
    > http://www.bob-wonderland.supanet.com/enhance_15.h
    >
    > http://www.lunaranomalies.com/millenn5.htm
    >
    >
    > Le analisi sono su immagini originali. Non vi
    > sono modifiche per taroccarle. Spesso sono
    > riportati i link diretti ai server NASA/JPL/ESA
    > per valutare di persona i fatti, evidenti per
    > alcuni e fantasia per molti,
    > purtroppo.


    ci sono anche sulla terra delle conformazioni geografiche simili, bamba.
    E' tutto frutto di una peculiarità del cervello umano, sebbene il suo uso sia totalmente demodé, quello di riconoscere due punti e una linea come un volto, così:
    <IMG SRC="http://s2.punto-informatico.it/images/emo/1.gif" border="0" height="20" alt="Sorride" title="Sorride" />


    Feeko, no?

    Ti svelerò adesso un altro segreto: gli alieni celano i loro misteri criptati nel marmo. Solo che le facoltà extrasensoriari di alcuni terrestri, in grado di sfruttare tutto il loro cervello e non solo il 10%, riescono a decodificarle sotto forma di immagini e schemi. In genere si tratta per lo più di tavole anatomiche di alieni. Se ti capita di vedere del marmo, osservalo attentamente e ricordati delle mie parole: "loro" vi hanno scritto il mistero dentro.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 giugno 2006 04.06
    -----------------------------------------------------------
  • Comunque il link relativo al pianeta Iapetus è interessante... artificiale o meno, è un satellite davvero singolare.
    non+autenticato
  • Maddai quello si sapeva da anni !!
    Il discorso e quello che nel granito e' stata trovata una matrice binaria di orogone aliena
    prtaticamente utilizzano i ns monti come enormi Hard (veramente hard) disk per immagazzinare le informazioni. per ora siamo riusciti a scoprire che i puntini bianchi hanno valore 1 mentre i rossi o i neri hanno valore 0

    si cercano volontari per la codifica.

    > Ti svelerò adesso un altro segreto: gli alieni
    > celano i loro misteri criptati nel marmo. Solo
    > che le facoltà extrasensoriari di alcuni
    > terrestri, in grado di sfruttare tutto il loro
    > cervello e non solo il 10%, riescono a
    > decodificarle sotto forma di immagini e schemi.
    > In genere si tratta per lo più di tavole
    > anatomiche di alieni. Se ti capita di vedere del
    > marmo, osservalo attentamente e ricordati delle
    > mie parole: "loro" vi hanno scritto il mistero
    > dentro.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 16 giugno 2006 04.06
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 43 discussioni)