PS3? Ma non chiamatela console

Kutaragi afferma che la PlayStation 3 è ben più di una semplice console da gioco, e non esita a compararne le potenzialità a quelle di un PC. In primo piano potenza e aggiornabilità

Tokyo (Giappone) - Guai definire la PlayStation 3 una console. Per il celebre e carismatico presidente di Sony Computer Entertainment (SCEI), Ken Kutaragi, la futura erede della PS2 è un vero e proprio computer in grado di svolgere molteplici compiti e di interfacciarsi a svariate periferiche.

"Parlando della PS3 non abbiamo mai detto che avremmo lanciato una console da gioco", ha detto Kutaragi in un'intervista rilasciata all'edizione giapponese di PC Watch. "La PS3 è radicalmente diversa dalla precedente PlayStation. È decisamente un computer, e dei più potenti". Il boss di SCEI ha tuttavia ammesso che, per contenerne i costi, nelle console "è necessario eliminare tutti gli elementi superflui".

"Ridurre i costi è un fattore importante, ma altrettanto importante è la capacità di evolvere", ha continuato Kutaragi. "Se una nuova tecnologia fa il suo ingresso sul mercato mainstream dei PC, la PS3 deve adottarla. La nostra console sarà in grado di seguire l'evoluzione del mercato: ad esempio adottando hard disk sempre più capienti e, quando disponibili, masterizzatori Blu-ray".
PS3Sembra dunque che Sony, con la PS3, sia persino pronta a sfidare il mondo dei personal computer, per lo meno quello dei PC da salotto. Se il PC si è evoluto in qualcosa di simile ad una console da gioco, sembra dire Kutaragi, perché una console da gioco non potrebbe evolversi in un personal computer? Del resto, come sottolineato dal presidente di SCEI, la PS3 ha mutuato dal mondo dei PC alcune interfacce standard (ad esempio, gli slot di memoria), rendendo il sistema facilmente aggiornabile.

"Non abbiamo integrato alcuna restrizione nella PS3", ha affermato il dirigente di Sony. "Dal momento che è un computer, essa può interagire con qualsiasi cosa, senza limiti. Per fare un esempio, se una persona ha un po' di esperienza con l'assemblaggio dei PC, può facilmente aggiornare l'hard disk della PS3".

Per evidenziare la modularità della propria console... pardon, computer, Kutaragi si è spinto ad ipotizzare la possibilità, per gli utenti, di ordinarla con configurazioni hardware personalizzate. Un po' come oggi permettono le opzioni build-to-order offerte dai maggiori produttori di personal computer.

È buffo notare come solo pochi anni fa, in occasione del suo debutto sul mercato delle console da gioco, Microsoft abbia speso fiumi di parole per convincere la gente che Xbox non è un PC, ma solo una console. Oggi Sony fa l'esatto opposto, evidenziando persino le parentele del proprio sistema con i PC. Un segno dei tempi?
218 Commenti alla Notizia PS3? Ma non chiamatela console
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)