IBM dà voce al KDE

IBM, Trolltech e KDE hanno dato dimostrazione del connubio fra il motore per il riconoscimento vocale di ViaVoice e l'interfaccia utente del KDE. Chissà che effetto farà parlare con un pinguino

New York (USA) - IBM, Trolltech e KDE sono convinte che se fino ad oggi i software di riconoscimento vocale, sul mercato desktop, non hanno avuto il successo sperato, il motivo sia da ricondursi al loro inefficiente utilizzo delle risorse, alle mediocri prestazioni e alla non completa integrazione con le interfacce utente dei sistemi operativi.

Per superare questi ostacoli, le tre aziende hanno integrato il noto software di riconoscimento vocale di IBM, ViaVoice, nelle librerie Qt di Tolltech, le stesse su cui è basato l'ambiente desktop KDE. Una dimostrazione delle funzionalità di questo connubio tecnologico è stata data durante il LinuxWorld di New York.

Secondo Matthias Ettrich, ingegnere del software alla Trolltech e fondatore di KDE, "l'integrazione di ViaVoice con Qt renderà possibile controllare le applicazioni Linux desktop basate su Qt attraverso input vocali, e tutto ciò in modo altrettanto semplice - se non più semplice - di quello tradizionale per mezzo della tastiera".
Come i pacchetti venduti stand-alone, anche questa versione di ViaVoice permetterà non solo di attivare i controlli vocali, ma anche di effettuare dettature e supportare il text-to-speech.
7 Commenti alla Notizia IBM dà voce al KDE
Ordina