Windows e Mac OS X amici virtuali

Una piccola softwarehouse scommette su un software che consente di far girare Windows e altri sistemi operativi all'interno di Mac OS X x86. Windows e Mac uniti da un ponte elettronico

Herndon (USA)- Anticipando aziende come Microsoft e VMware, la piccola start-up americana Parallels ha lanciato sul mercato quello che definisce il primo software di virtualizzazione in grado di far girare Windows fianco a fianco con Mac OS X x86.

Il prodotto, chiamato Parallels Desktop, è in grado di girare su tutti i Mac dotati di processori Intel. A differenza del software Boot Camp di Apple, che per far girare Windows costringe l'utente ad uscire da Mac OS X e riavviare il sistema, Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione di Windows, persino la vetusta 3.1, direttamente all'interno di una finestra di Mac OS X: ciò non solo permette di utilizzare contemporaneamente i due sistemi operativi, ma anche di condividere tra i due ambienti file e cartelle.

Altrettanto interessante è il fatto che, secondo alcuni tester, Parallels Desktop sia in grado di far girare Windows ad una velocità molto vicina a quella reale: alcuni stimano che la perdita di performance non sia superiore al 2%. Ciò è possibile perché Parallels Desktop, grazie all'architettura x86 dei nuovi Mac, non è costretto ad emulare l'hardware di basso livello, come la CPU. Questo gli consente di supportare praticamente tutti i sistemi operativi che girano su di un PC, tra cui - ufficialmente - Linux, FreeBSD, Solaris, MS-DOS e OS/2.
L'applicazione include Parallels Compressor, uno strumento che permette di salvare spazio su disco comprimendo le immagini dei sistemi operativi guest, in particolare quelle di Windows 2000, 2003 e XP.

Parallels Desktop ha un prezzo di circa 67 euro, ma per il primo mese verrà venduto al prezzo promozionale di circa 42 euro.
121 Commenti alla Notizia Windows e Mac OS X amici virtuali
Ordina
  • Si possono scaricare delle immagini gia' pronte come per VMPlayer?

    O non e' possibile per l'architettura di Parallel?
    non+autenticato
  • Si, l'immagine è un semplice file
    non+autenticato
  • perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure quello Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure
    > quello
    > Sorride

    Per farci che? Fare qualche prova di compilazione in soffitta piuttosto che in cantina? Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > perchè mai...puoi sempre virtualizzare pure
    > > quello
    > > Sorride
    >
    > Per farci che? Fare qualche prova di compilazione
    > in soffitta piuttosto che in cantina?
    > Rotola dal ridere

    allora idem per win...
    non+autenticato
  • Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho già una partizione che uso con bootcamp non posso da Parallels fare il boot da quella stessa partizione. In pratica, se si vuole usare sia Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la partizione su disco che l'immagine del disco virtuale, ciascuna con la sua installazione di Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi di due licenze, anche perché una volta attivata una copia di Windows su un disco non so quanto sia possibile attivarla sull'altro.
    FDG
    10933

  • - Scritto da: FDG
    > Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho
    > già una partizione che uso con bootcamp non posso
    > da Parallels fare il boot da quella stessa
    > partizione. In pratica, se si vuole usare sia
    > Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la
    > partizione su disco che l'immagine del disco
    > virtuale, ciascuna con la sua installazione di
    > Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi
    > di due licenze, anche perché una volta attivata
    > una copia di Windows su un disco non so quanto
    > sia possibile attivarla
    > sull'altro.

    Però qualcosa di non corretto c'è in quello che scrivi: vorrei ricordarti che la partizione creata da Boot Camp NON Č USATA da Boot Camp, poiché Boot Camp partiziona il disco, crea un CD di drivers e aiuta l'installazione di Windows. ma una volta installato Windows, Boot Camp non fa niente, bensì tu che decidi con quale sistema far partire il Mac.

    Perciò, se non ti dispiace, potresti spiegarti meglio?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: FDG
    > > Non supporta il boot da partizioni. Cioè, se ho
    > > già una partizione che uso con bootcamp non
    > posso
    > > da Parallels fare il boot da quella stessa
    > > partizione. In pratica, se si vuole usare sia
    > > Bootcamp che Parallels bisogna avere sia la
    > > partizione su disco che l'immagine del disco
    > > virtuale, ciascuna con la sua installazione di
    > > Windows. Mi pare che così sia necessario dotarsi
    > > di due licenze, anche perché una volta attivata
    > > una copia di Windows su un disco non so quanto
    > > sia possibile attivarla
    > > sull'altro.
    >
    > Però qualcosa di non corretto c'è in quello che
    > scrivi: vorrei ricordarti che la partizione
    > creata da Boot Camp NON Č USATA da Boot Camp,
    > poiché Boot Camp partiziona il disco, crea un CD
    > di drivers e aiuta l'installazione di Windows. ma
    > una volta installato Windows, Boot Camp non fa
    > niente, bensì tu che decidi con quale sistema far
    > partire il
    > Mac.
    >
    > Perciò, se non ti dispiace, potresti spiegarti
    > meglio?


    forse intendeva che parallels non ti lascia usare come guest l'os installato sulla partizione che ha creato bootcamp per installare win.

    anche perchè parallels crea il suo disco immagine (a mo di VirtualPC e affini) nel quale installare il guest OS.
    non+autenticato
  • Sinceramente non riesco a capire come si riesca fare un paragone tra bootcamp e virtual machine, sono due cose completamente diverse.
    Se il calo di performance e' dovuto alla virtualizzazione dell'hardware il processore e' un elemento ma i portatili mac sono famosi per la dotazione generale, come ottime schede video ed audio. Boot Camp non contiene altro che un helper per EFI e i driver per windows, Vista non necessita che dei dirver visto che riesce a fare il boot anche con EFI senza richiedere l'emulazione del bios.
    Mi pare che l'articolo sia veramente fuori luogo, soprattutto l'enfasi data denota ignoranza, finalmente il giornalismo informatico raggiunge la qualita' e la competenza di quello reale
    non+autenticato


  • - Scritto da:
    > Sinceramente non riesco a capire come si riesca
    > fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
    > sono due cose completamente
    > diverse.

    Non viene mai detto che sono due cose uguali.

    "A differenza del software Boot Camp di Apple, che per far girare Windows costringe l'utente ad uscire da Mac OS X e riavviare il sistema" ecc, ecc.
    Il confronto sta solo nella possibilita' di avere windows su mac, non viene detto che sono due soluzioni analoghe, anzi.
    Si puo'? Abbiamo il tuo consenso?

    > Se il calo di performance e' dovuto alla
    > virtualizzazione dell'hardware il processore e'
    > un elemento ma i portatili mac sono famosi per la
    > dotazione generale, come ottime schede video ed
    > audio. Boot Camp non contiene altro che un helper
    > per EFI e i driver per windows, Vista non
    > necessita che dei dirver visto che riesce a fare
    > il boot anche con EFI senza richiedere
    > l'emulazione del
    > bios.

    Si bene e allora?

    > Mi pare che l'articolo sia veramente fuori luogo,

    Mai come il tuo intervento, che se la prende con un aspetto tecnico specifico mancando di vedere l'argomento generale (win su macOS) che e' il vero tema dell'articlo.
    Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la carne bovina non e' quella suina e che sono sono ignorante? Suvvia, rileggi.

    > soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,

    Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di questa nuovo prodotto, che lo descriva con tutta l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e tutti sappiamo che l'emulazione di win su mac non e' cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben venga. Dove starebbe l'ignoranza?

    > finalmente il giornalismo informatico raggiunge
    > la qualita' e la competenza di quello
    > reale

    Non dissimilmente i commenti su internet si sposano finalmente con quelli da bar.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    >
    > - Scritto da:
    > > Sinceramente non riesco a capire come si riesca
    > > fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
    > > sono due cose completamente
    > > diverse.
    >
    > Non viene mai detto che sono due cose uguali.
    >


    No ma vengono messi a confronto e la cosa non ha senso dato che non sono uguali:

    "A differenza del software Boot Camp di Apple, che per far girare Windows costringe l'utente ad uscire da Mac OS X e riavviare il sistema, Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione di Windows, persino la vetusta 3.1, direttamente all'interno di una finestra di Mac OS X: ciò non solo permette di utilizzare contemporaneamente i due sistemi operativi, ma anche di condividere tra i due ambienti file e cartelle."


    > Il confronto sta solo nella possibilita' di avere
    > windows su mac, non viene detto che sono due
    > soluzioni analoghe,
    > anzi.
    > Si puo'? Abbiamo il tuo consenso?
    >

    non ha senso questa frase:

    ""A differenza del software Boot Camp di Apple, che per far girare Windows costringe l'utente ad uscire da Mac OS X e riavviare il sistema, Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione di Windows, "

    poichè va a paragonare BootCamp e Parallels che non hanno ne la stessa funzionalità ne le stesse finalità.

    se poi a te da fastidio che si contesti questo aspetto affar tuo...ma credo che si possa sollavare l'obiezione anche se a te non garba.



    > Si bene e allora?
    >
    > > Mi pare che l'articolo sia veramente fuori
    > luogo,
    >
    > Mai come il tuo intervento, che se la prende con
    > un aspetto tecnico specifico mancando di vedere
    > l'argomento generale (win su macOS) che e' il
    > vero tema dell'articlo.
    >

    ah ecco secondo te è buona cosa scrivere cose con poco senso se però l'aspetto generale è quello di dire win gira su mac?

    oddio non arrampicarti PF


    > Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per
    > tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la
    > carne bovina non e' quella suina e che sono sono
    > ignorante? Suvvia,
    > rileggi.
    >

    ignorante l'esempio non calza riprova....dovevi far riferimento a tipi di coltello non alla carne.


    > > soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,
    >
    > Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di questa
    > nuovo prodotto, che lo descriva con tutta
    > l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e tutti
    > sappiamo che l'emulazione di win su mac non e'
    > cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben
    > venga. Dove starebbe
    > l'ignoranza?
    >

    L'ignoranza sta nel fatto che è un software di virtualizzazione...sai cosa vuol dire almeno?


    ma se per te è un emulatore..affari tuoi.



    > > finalmente il giornalismo informatico raggiunge
    > > la qualita' e la competenza di quello
    > > reale
    >
    > Non dissimilmente i commenti su internet si
    > sposano finalmente con quelli da
    > bar.

    nel tuo caso è quanto mai esatto
    non+autenticato

  • > > Non viene mai detto che sono due cose uguali.
    >
    > No ma vengono messi a confronto

    Appunto, e allora?
    Ti fa rabbia?

    > e la cosa non ha
    > senso dato che non sono
    > uguali:

    Se fossero uguali, non avrebbe senso confrontarli.
    Sono due strumenti diversi che vanno incontro ad una esigenza comune: win su mac.
    Per cui ha senso.

    > non ha senso questa frase:

    > ""A differenza del software Boot Camp di Apple,
    > che per far girare Windows costringe l'utente ad
    > uscire da Mac OS X e riavviare il sistema,
    > Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione
    > di Windows,
    > "

    > poichè va a paragonare BootCamp e Parallels che
    > non hanno ne la stessa funzionalità

    Ovvio, per questo viene introdotto il discorso con "A differenza del software Boot Camp". La tua critica avrebbe senso se la frase iniziasse con "Come il software Boot Camp ..."

    > ne le stesse
    > finalità.

    Meno ovvio. Le finalita' sono usare win su mac.

    > se poi a te da fastidio che si contesti questo
    > aspetto affar tuo...ma credo che si possa
    > sollavare l'obiezione anche se a te non
    > garba.

    Le obiezioni le puoi certamente sollevare. Dare dell'ignorante al prossimo, per non aver capito l'articolo, e' pure legittimo. Vedi come sei libero, anche di essere inutilmente offensivo e sgarbato?

    > > > Mi pare che l'articolo sia veramente fuori
    > > luogo,
    > >
    > > Mai come il tuo intervento, che se la prende con
    > > un aspetto tecnico specifico mancando di vedere
    > > l'argomento generale (win su macOS) che e' il
    > > vero tema dell'articlo.
    > >
    >
    > ah ecco secondo te è buona cosa scrivere cose con
    > poco senso

    Trovo che l'articolo abbia senso e quindi non penso proprio quello che tu mi attribuisci.

    > oddio non arrampicarti PF

    Impossibile. E' tutto cosi' palese, non ho certo bisogno di fare nulla se non invitarti a rileggere.

    > > Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per
    > > tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la
    > > carne bovina non e' quella suina e che sono sono
    > > ignorante? Suvvia,
    > > rileggi.

    > ignorante l'esempio non calza riprova....dovevi
    > far riferimento a tipi di coltello non alla
    > carne.

    E infatti ho parlato di un NUOVO tipo di coltello, vedi che non sai leggere? E il riferimento alla carne rappresenta il TUO intervento poco pertinente. Sfuggito eh?
    Ma rileggi per favore, rileggi prima di scrivere.

    > > > soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,
    > >
    > > Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di questa
    > > nuovo prodotto, che lo descriva con tutta
    > > l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e tutti
    > > sappiamo che l'emulazione di win su mac non e'
    > > cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben
    > > venga. Dove starebbe
    > > l'ignoranza?

    > L'ignoranza sta nel fatto che è un software di
    > virtualizzazione...sai cosa vuol dire
    > almeno?

    No un momento. Io so la differenza tra emulazione e vistualizzazione, ma tu parlavi di ignoranza che emergeva dall'enfasi (presunta) dell'articolista. Non cambiare discorso. Spiega quando l'enfasi e' ignoranza e perche'.
    Forza, saprai quello che scrivi, giusto? Spiegalo.

    > > Non dissimilmente i commenti su internet si
    > > sposano finalmente con quelli da
    > > bar.

    > nel tuo caso è quanto mai esatto

    Mi fai specchio riflesso?
    Almeno io sono al bar e non all'asilo a giocare a specchio riflesso.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > > Non viene mai detto che sono due cose uguali.
    > >
    > > No ma vengono messi a confronto
    >
    > Appunto, e allora?
    > Ti fa rabbia?
    >


    quale parte parte di "NON HA SENSO" bisogna riscriverti il lingua straniera dato che in italiano è inutile scriverlo?



    > > e la cosa non ha
    > > senso dato che non sono
    > > uguali:
    >
    > Se fossero uguali, non avrebbe senso confrontarli.

    uguali nel senso di software che sono delle alternative per lo stesso tipo di attività...non ci voleva molto per arrivarci


    > Sono due strumenti diversi che vanno incontro ad
    > una esigenza comune: win su
    > mac.

    ma non ha senso confrontarli sul fatto che uno di obbliga a bootare e l'altro no


    > Per cui ha senso.
    >

    NON ha senso mettere ha confronto il loro funzionamento diverso dato che non fanno la stessa cosa.


    > > non ha senso questa frase:
    >
    > > ""A differenza del software Boot Camp di Apple,
    > > che per far girare Windows costringe l'utente ad
    > > uscire da Mac OS X e riavviare il sistema,
    > > Parallels Desktop può avviare qualsiasi versione
    > > di Windows,
    > > "
    >
    > > poichè va a paragonare BootCamp e Parallels che
    > > non hanno ne la stessa funzionalità
    >
    > Ovvio, per questo viene introdotto il discorso
    > con "A differenza del software Boot Camp". La tua
    > critica avrebbe senso se la frase iniziasse con
    > "Come il software Boot Camp
    > ..."


    la mia critica ha senso a prescindere dalla tua osservazione.


    >
    > > ne le stesse
    > > finalità.
    >
    > Meno ovvio. Le finalita' sono usare win su mac.
    >

    ovvissimo.

    la finalità di bootcamp e poter installare win su un macintel, quella di parallels di far girare win o quant'altro in virtualizzazione.

    se per te è la stessa cosa...allora non venire a fare i discorsi di cui sopra sul lessico usato.



    > > se poi a te da fastidio che si contesti questo
    > > aspetto affar tuo...ma credo che si possa
    > > sollavare l'obiezione anche se a te non
    > > garba.
    >
    > Le obiezioni le puoi certamente sollevare. Dare
    > dell'ignorante al prossimo, per non aver capito
    > l'articolo, e' pure legittimo. Vedi come sei
    > libero, anche di essere inutilmente offensivo e
    > sgarbato?
    >

    come tu sei altrettanto libero di essere offensivo sgarbato e ignorante sulla natura di boot camp e parallels...allora perchp rompere le OO? solo perchè sei libero di farlo?


    > > > > Mi pare che l'articolo sia veramente fuori
    > > > luogo,
    > > >
    > > > Mai come il tuo intervento, che se la prende
    > con
    > > > un aspetto tecnico specifico mancando di
    > vedere
    > > > l'argomento generale (win su macOS) che e' il
    > > > vero tema dell'articlo.
    > > >
    > >
    > > ah ecco secondo te è buona cosa scrivere cose
    > con
    > > poco senso
    >
    > Trovo che l'articolo abbia senso e quindi non
    > penso proprio quello che tu mi
    > attribuisci.
    >


    trovo che una parte dell'articolo, quella citata, non abbia gran senso in un articolo del genere. per cui tale critica rimate pertinente.


    > > oddio non arrampicarti PF
    >
    > Impossibile. E' tutto cosi' palese, non ho certo
    > bisogno di fare nulla se non invitarti a
    > rileggere.
    >

    non to tempo per rileggere post sconclusionati


    > > > Se io ti dico che c'e' un nuovo coltello per
    > > > tagliare la carne, tu mi vieni a dire che la
    > > > carne bovina non e' quella suina e che sono
    > sono
    > > > ignorante? Suvvia,
    > > > rileggi.
    >
    > > ignorante l'esempio non calza riprova....dovevi
    > > far riferimento a tipi di coltello non alla
    > > carne.
    >
    > E infatti ho parlato di un NUOVO tipo di
    > coltello, vedi che non sai leggere? E il
    > riferimento alla carne rappresenta il TUO
    > intervento poco pertinente. Sfuggito
    > eh?
    > Ma rileggi per favore, rileggi prima di scrivere.
    >

    l'esempio non calza...non si tratta di coltelli diversi...perchè se uno è un coltello l'altro è un affila coltelli.

    riprova con esempi che funzionino ciccio

       
    > > > > soprattutto l'enfasi data denota ignoranza,
    > > >
    > > > Perche' mai? Se L'autore e' entusiasta di
    > questa
    > > > nuovo prodotto, che lo descriva con tutta
    > > > l'enfasi che vuole. Si e' un emulatore, e
    > tutti
    > > > sappiamo che l'emulazione di win su mac non e'
    > > > cosa nuova, ma questo prodotto e' nuovo, ben
    > > > venga. Dove starebbe
    > > > l'ignoranza?
    >
    > > L'ignoranza sta nel fatto che è un software di
    > > virtualizzazione...sai cosa vuol dire
    > > almeno?
    >
    > No un momento. Io so la differenza tra emulazione
    > e vistualizzazione, ma tu parlavi di ignoranza
    > che emergeva dall'enfasi (presunta)
    > dell'articolista. Non cambiare discorso.


    se me la spieghi la differenza tra emulazione e "vistualizzazione"...sarei curioso di saperla

    io parlavo di "non sense" nel paragonare bootcamp e parallels...non di enfasi. prego rileggere


    Spiega
    > quando l'enfasi e' ignoranza e
    > perche'.
    > Forza, saprai quello che scrivi, giusto? Spiegalo.
    >


    quale parte di "NON SONO STATO IO A SCRIVERE QUEL POST" non capisci?


    > > > Non dissimilmente i commenti su internet si
    > > > sposano finalmente con quelli da
    > > > bar.
    >
    > > nel tuo caso è quanto mai esatto
    >
    > Mi fai specchio riflesso?
    > Almeno io sono al bar e non all'asilo a giocare a
    > specchio
    > riflesso.

    dato che mi parli di specchio riflesso, la realtà dell'asilo la conosci bene...per me è ormai storia.

    comanda una birra va
    non+autenticato
  • > Sinceramente non riesco a capire come si riesca
    > fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
    > sono due cose completamente
    > diverse.


    Ti hanno gia' risposto. Te lo dico da utente Mac: meno presunzione, piu' costruttivita'
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Sinceramente non riesco a capire come si riesca
    > > fare un paragone tra bootcamp e virtual machine,
    > > sono due cose completamente
    > > diverse.
    >
    >
    > Ti hanno gia' risposto. Te lo dico da utente Mac:
    > meno presunzione, piu'
    > costruttivita'

    e io (sono un altro utente mac) ti dico che invece ha ragione. basterebbe sapere cosa sia parallels e boot camp per capire che il suo commento è ben chiaro e ha senso.

    il tuo invece NO.
    non+autenticato
  • Se l'articolo non ti è chiaro evita di fare commenti stupidi, l'articolo invece è chiarissimo e non è equivocabile.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se l'articolo non ti è chiaro evita di fare
    > commenti stupidi, l'articolo invece è chiarissimo
    > e non è
    > equivocabile.

    come è inqeuivocabile che boot camp non è un emulatore come non lo è parallels, ma entrambi non sono la stessa cosa, per cui è insensato metterli in qualche sorta a confronto.

    se non sai le cose e non sai essere critico quando vengono proposti errori e imprecisioni evita di commentare con stupidate.
    non+autenticato
  • Non hai capito nulla (oppure sei in malafede). Diciamo che è meglio che ti rileggi l'articolo e ti informi di più su ciò di cui si sta trattando.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non hai capito nulla (oppure sei in malafede).
    > Diciamo che è meglio che ti rileggi l'articolo e
    > ti informi di più su ciò di cui si sta
    > trattando.

    a parte le solite frasi fatte...qualcosa di tuo e di sensato riguardo quell'articolo che riporta parecchie imprecisioni ce lo scrivi?
    non+autenticato
  • Finalmente un bell esempio di virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare nche linux,cosa che bootcamp non permette e anzi, restringe il campo a Windows xp home/pro sp2.

    Peccato che attualmente non avrebbe molto senso, oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne esiste un omonimo per mac, non vedo perchè sforzarsi di usare win.
    Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh, lasciando in secondo piano il fatto che i mac non sono per core-gamer, parallels non supporta l'accelerazione direct3d (ma spero vivamente di si in futuro) , quindi giudico che ,attualmente, parallels ,può essere utile per chi ha "switchato" da poco è non si è ancora disabituato da quei programmi o che non si sente di buttare in programma cheha acquistato. Invece per i mac user penso sia più utile usare bootcamp visto che dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un poco.

    Discutete pure, io ho detto la mia Occhiolino
    non+autenticato
  • Sono due programmi diversi, per usi diversi.

    Bootcamp serve fondamentalmente per i giochi, perchè praticamente trasforma il Mac in un PC con Windows. Per lavorare è scomodo, richiede il riavvio e non è così semplice condividere i files tra Mac e PC e se lo si fa, è molto insicuro, in quanto un programma in ambiente Windows che accedesse alla partizione Mac (con opportuni programmi per riconoscere il filesystem) sarebbe in grado di fare parecchio casino, in quanto salterebbe qualsiasi protezione degli accessi Unix. Per cui, meglio non condividere proprio e tenere le partizioni completamente separate.

    Per applicazioni lavorative, è meglio Parallels, perchè è più sicuro (l'ambiente virualizzato è comunque un'applicazione che gira in OSX e quindi rispetta tutti i gli accessi di sistema), non richiede il riavvio ed è più semplice condividere dati. Non supporta l'accelerazione 3D, ma la maggioranza dei programmi professionali 3D come Maya, Cinema4d, Lightwave, Archicad, etc, ci sono anche su Mac e non serve virtualizzarli e per i giochi è meglio Bootcamp.
    non+autenticato

  • > Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
    > oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con
    > un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne
    > esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
    > sforzarsi di usare
    > win.

    band-in-a-box per osx è due versioni indietro rispetto alla versione per windows...
    alcune piccole utility sotto windows a cui uno potrebbeessere affezionato
    per i piratoni, alcuni crack girano solo sotto windows...

    > Invece per i mac
    > user penso sia più utile usare bootcamp visto che
    > dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un
    > poco.
    >
    > Discutete pure, io ho detto la mia Occhiolino

    ci mancherebbe..
    solo che se devo fare un reboot ogi volta che devo usare il notepad che mi piace tanto..

    e poi magari con parallel è possibile avere risorse condivise...

    insomma.. io direi che è decisamente meglio di bootcamp Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
    > > oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa
    > con
    > > un win-pc , ad ogni programma popolare per win
    > ne
    > > esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
    > > sforzarsi di usare
    > > win.
    >
    > band-in-a-box per osx è due versioni indietro
    > rispetto alla versione per
    > windows...
    > alcune piccole utility sotto windows a cui uno
    > potrebbeessere
    > affezionato
    > per i piratoni, alcuni crack girano solo sotto
    > windows...
    >

    ma va? se è un crack per sw win secondo te deve girare multipiattaforma?

    maddai...


    > > Invece per i mac
    > > user penso sia più utile usare bootcamp visto
    > che
    > > dovrebbe essere usato (se usato) per giocare un
    > > poco.
    > >
    > > Discutete pure, io ho detto la mia Occhiolino
    >
    > ci mancherebbe..
    > solo che se devo fare un reboot ogi volta che
    > devo usare il notepad che mi piace
    > tanto..
    >

    certo che accendi un PC nuovo fiammante solo per usare notepad...sei messo male.

    usa un esempio che abbia più senso va


    > e poi magari con parallel è possibile avere
    > risorse
    > condivise...
    >
    > insomma.. io direi che è decisamente meglio di
    > bootcamp
    > Sorride


    hai scoperto l'acqua calda...visto che boot camp è un boot helper per installare win mentre parallels è un sw di virtualizzazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Finalmente un bell esempio di
    > virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare
    > nche linux,cosa che bootcamp non permette e anzi,
    > restringe il campo a Windows xp home/pro
    > sp2.
    >
    > Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
    > oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa con
    > un win-pc , ad ogni programma popolare per win ne
    > esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
    > sforzarsi di usare
    > win.

    questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:

    http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=...


    > Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh,
    > lasciando in secondo piano il fatto che i mac non
    > sono per core-gamer,

    no no, mettiamolo in primo piano.

    "non sono per" è fondamentale.


    ...
    > Discutete pure, io ho detto la mia Occhiolino

    splendido... la butti li e te ne vai!! Rotola dal ridere

    bravoSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:
    >
    > http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=
    >

    Non è sufficiente iTunes?

    Oppure semplicemente copiare i dati AIFF dai CD al desktop del Mac (perché nel Mac i file dei CD audio sono le canzoni, mica file fantasmi .cda)

    Oppure creare un'immagine con Utility Disk da CD a .dmg e avere in file l'esatta copia del CD.

    Guarda, per mille cose che Windows non può fare e che ne ha bisogno di programmini strani e mai al 100% privi di sorprese, Mac OS X può fare da solo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Finalmente un bell esempio di
    > > virtualizzazione.Oltretutto è possibile usare
    > > nche linux,cosa che bootcamp non permette e
    > anzi,
    > > restringe il campo a Windows xp home/pro
    > > sp2.
    > >
    > > Peccato che attualmente non avrebbe molto senso,
    > > oggi sul mac puoi fare tutto quello che si fa
    > con
    > > un win-pc , ad ogni programma popolare per win
    > ne
    > > esiste un omonimo per mac, non vedo perchè
    > > sforzarsi di usare
    > > win.
    >
    > questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso:
    >
    > http://punto-informatico.it/download/scheda.asp?i=
    >


    bof apro Disk Utility (inclusa nell'OS) e faccio un copia esatta del CD audio da backuppare...


    dove sarebbe la difficoltà?

    >
    > > Ovvio molti diranno e chi volesse giocare? beh,
    > > lasciando in secondo piano il fatto che i mac
    > non
    > > sono per core-gamer,
    >
    > no no, mettiamolo in primo piano.
    >
    > "non sono per" è fondamentale.
    >
    >

    che non ha senso come affermazione categorica solo per il fatto che ad oggi non ci sono ancora i tower che rimpiazzano i G5. Una volta usciti quelli si potrà valutare se i mac rimangono out per i core-gamer o no

    > ...
    > > Discutete pure, io ho detto la mia Occhiolino
    >
    > splendido... la butti li e te ne vai!! Rotola dal ridere
    >
    > bravoSorride

    mah
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > questo non esiste, e non ha eguali in nessun caso...

    Un software che ti estrare le tracce di un CD audio e te le registra non compresse? E tu pensi davvero che non ci sia? O che magari non lo faccia lo stesso sistema?

    Comunque questo post è normale se si considera l'utente abituato alle complicazioni tipiche dei PC. Si aspetta il software per l'estrazione ad elevata qualità dell'audio di un CD, senza ragionare sul fatto che questo è un NON software, perché in pratica è una cosa che copia byte da un disco ad un altro, una cosa che un sistema operativo normalmente sa fare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 12.05
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10933

  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da:
    >
    > > questo non esiste, e non ha eguali in nessun
    > caso...
    >
    > Un software che ti estrare le tracce di un CD
    > audio e te le registra non compresse? E tu pensi
    > davvero che non ci sia? O che magari non lo
    > faccia lo stesso
    > sistema?
    >
    > Comunque questo post è normale se si considera
    > l'utente abituato alle complicazioni tipiche dei
    > PC. Si aspetta il software per l'estrazione ad
    > elevata qualità dell'audio di un CD, senza
    > ragionare sul fatto che questo è un NON software,
    > perché in pratica è una cosa che copia byte da un
    > disco ad un altro, una cosa che un sistema
    > operativo normalmente sa
    > fare.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 12.05
    > --------------------------------------------------


    se cito Disk Utility come semplice applicativo per fare ciò dico un eresia?

    Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    >
    >
    > se cito Disk Utility come semplice applicativo
    > per fare ciò dico un
    > eresia?
    >
    > Occhiolino

    Per i CD audio, basta anche lo stesso iTunes.

    Fai questa prova:

    1.- Internet SCOLLEGATO
    2.- prendi un CD audio ORIGINALE CHE NON SIA MAI STATO INSERITO IN ITUNES e che iTunes non riconosca
    3.- Rippalo TUTTO in mp3, aac, aiff, apple lossless, insomma in quello che ti pare
    4.- masterizza un CD-RW (così lo recuperi) come audio (da mp3, da aac, ecc.) con le canzoni NELLO STESSO IDENTICO ORDINE
    5.- creato il CD audio, collegati a internet e aspetta che iTunes si colleghi a CDDB per riconoscere il CD

    6.- TA DA, iTunes mostrerà tutti i titoli delle canzoni, artista, album, anno, genere, ecc., come dall'originale.

    Che significa? Che evidentemente l'estrazione di iTunes, anche verso formati compressi, è perfettamente ESATTA, bit su bit in modo perfetto, poiché, se così non fosse, CDDB non potrebbe mai riconoscere quel CD.

    Ricordo a tutti che CDDB ha un database in base all'esatta lunghezza del CD in bit.

    Su Mac esistono cose da parecchi anni prima che su Windows ed è tutto all-inclusive, mentre praticamente tutti su Windows esistono solo grazie a software-house esterni a M$.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > >
    > >
    > > se cito Disk Utility come semplice applicativo
    > > per fare ciò dico un
    > > eresia?
    > >
    > > Occhiolino
    >
    > Per i CD audio, basta anche lo stesso iTunes.
    >
    > Fai questa prova:
    >
    > 1.- Internet SCOLLEGATO
    > 2.- prendi un CD audio ORIGINALE CHE NON SIA MAI
    > STATO INSERITO IN ITUNES e che iTunes non
    > riconosca
    > 3.- Rippalo TUTTO in mp3, aac, aiff, apple
    > lossless, insomma in quello che ti
    > pare
    > 4.- masterizza un CD-RW (così lo recuperi) come
    > audio (da mp3, da aac, ecc.) con le canzoni NELLO
    > STESSO IDENTICO
    > ORDINE
    > 5.- creato il CD audio, collegati a internet e
    > aspetta che iTunes si colleghi a CDDB per
    > riconoscere il
    > CD
    >
    > 6.- TA DA, iTunes mostrerà tutti i titoli delle
    > canzoni, artista, album, anno, genere, ecc., come
    > dall'originale.
    >
    > Che significa? Che evidentemente l'estrazione di
    > iTunes, anche verso formati compressi, è
    > perfettamente ESATTA, bit su bit in modo
    > perfetto, poiché, se così non fosse, CDDB non
    > potrebbe mai riconoscere quel
    > CD.
    >
    > Ricordo a tutti che CDDB ha un database in base
    > all'esatta lunghezza del CD in
    > bit.
    >
    > Su Mac esistono cose da parecchi anni prima che
    > su Windows ed è tutto all-inclusive, mentre
    > praticamente tutti su Windows esistono solo
    > grazie a software-house esterni a
    > M$.


    mi fido sulla parola.

    più che altro citavo Disk utility quale utilitario compreso nell'OS per fare copie esatte di cd/dvd senza dover passare da sw ad hoc o di terze parti...che non è comuqnue il caso di iTunes
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)