Bluetooth ora è un hard disk tascabile

Lo presenta Toshiba, che punta su un dischino esterno dotato di file server e capace di connettersi a tutto via Bluetooth

Tokyo (Giappone) - Si prenda un hard disk esterno, vi si aggiunga un'interfaccia di comunicazione wireless e un file server integrato, e infine lo si immagini di dimensioni tali da poter stare dentro la tasca di una camicia. Quello che si è appena descritto è il Bluetooth Pocket Server (BPS) di Toshiba, il prototipo di una nuova generazione di memorie di massa portatili basate sulla tecnologia Bluetooth.

Il BPS si avvale di un hard disk da 1,8 pollici e 5 GB di capacità ed è in grado di archiviare fino a 37 ore di video in formato MPEG-4 o fino a 1.000 file musicali compressi. L'unità di memorizzazione di Toshiba può essere utilizzata per trasferire file via wireless fra una vasta gamma di dispositivi e computer che supportino Bluetooth, inclusi PC, set-top box, telefoni cellulari, PDA e videocamere digitali.

La cosa più interessante del BPS è che in esso vi si trova integrato una sorta di mini file server che, attraverso i protocolli FTP o HTTP, è in grado di servire il download o l'upload di file da o verso più dispositivi in contemporanea.
Toshiba ha poi spiegato che il dispositivo può essere utilizzato anche in assenza di un PC, ad esempio per inviare delle presentazioni ad una stampante o ad un proiettore che supportino la connessione Bluetooth. Nel caso sia poi necessario trasferire grossi volumi di dati, il BPS offre anche una porta USB.

L'autonomia dell'aggeggino di Toshiba è di circa 6 ore d'uso e 150 ore di stand-by.

Il colosso giapponese conta di commercializzare questo prodotto durante la prima metà dell'anno ad un prezzo di 50.000 yen (circa 430 euro). Toshiba sostiene che sul fattore prezzo incide soprattutto l'adozione di un hard disk da 1,8 pollici, tecnologia solitamente utilizzata sui notebook ultra-sottili di fascia alta.
6 Commenti alla Notizia Bluetooth ora è un hard disk tascabile
Ordina