Online i dati dei dipendenti della US Navy

Dopo lo US Army anche la US Navy accusa il colpo: ritrovate su un sito privato 28mila schede personali con dati preziosi su personale di bordo, marinai e relativi familiari. La Difesa USA non protegge i suoi uomini?

Washington (USA) - Gli uffici della marina militare statunitense, meglio conosciuta come US Navy, hanno trovato oltre 28mila schede riservate, sottratte direttamente dagli archivi ufficiali e riguardanti altrettanti marinai ed effettivi. Le informazioni sensibili, secondo i portavoce, erano inspiegabilmente finite su un sito gestito da privati, immediatamente chiuso per ordine del governo.

La riproduzione delle schede ufficiali era fedele e comprendeva, oltre alle informazioni anagrafiche complete del personale, anche dettagli specifici sui familiari dei dipendenti della Marina americana.

Un caso, dunque, che fa il paio con gli oltre 26 milioni di fascicoli scomparsi dall'archivio dell'esercito e che comprensibilmente sta scatenando un putiferio sulla reale sicurezza dei sistemi informatici militari.
La stessa US Navy al momento appare abbottonatissima. Tutto ciò che si sa, e che hanno comunicato i vertici della Marina statunitense, è che non vi sarebbero prove che qualcuno abbia utilizzato le identità rubate in modo criminiso, ossia per creare truffe, sottrarre denaro, aprire conti bancari e via dicendo. Gli ufficiali della Marina hanno comunque consigliato ai marinai di tenere sotto controllo i propri conti e l'uso delle proprie carte di credito.

Negli ultimi mesi, i casi di furto di identità ai danni delle istituzioni degli Stati Uniti si è moltiplicato e secondo qualcuno quanto sta accadendo mina il cuore della sicurezza nazionale dello stato nordamericano.

L'interesse dei politici attorno alla questione, sempre più critica e degna d'essere affrontata immediatamente, si fa più stringente: i membri del Parlamento hanno formalmente richiesto spiegazioni agli ufficiali militari, nella speranza di identificare eventuali contromisure e sistemi di sicurezza per evitare epiloghi tragici.

In base alle rivelazioni di fonti interne al governo di Washington, gli Stati Uniti hanno perduto oltre 50 milioni di schede riguardanti funzionari di governo, personale militare e civile. La settimana scorsa, si apprende da Wired, l'ennesimo ministero federale ha registrato una drammatica fuga di dati sensibili: si tratta del Diparimento dell'Agricoltura.

Tommaso Lombardi
17 Commenti alla Notizia Online i dati dei dipendenti della US Navy
Ordina
  • Finchè succedono queste cose c'è sempre speranza di vivere in un mondo libero.


    L'11 settembre dovrebbe diventare "la giornata della speranza".


    Fino a quanto durerà?


    Libertà significa rischio per tutti.

    Prefersco rischiare.


    o no?
    non+autenticato
  • Sì, dai è vero, che bello, bello, bello!!!

    Io l'11 settembre prossimo ho deciso di metterti una bomba sotto il sedere, che bello!

    Viva la libertà!


    non+autenticato
  • E' evidente che questa è tutta una messa in scena.

    cosi come il furto di altri dati militari come quelli degli arsenali atomici.

    Mi domando di quanto punti è formato il loro programma terrorizza e agisci

    Gli USA sono maestri nel terrorizzare il popolo

    Fanno questo per giustificare le scelte che prendono, come le interecettazioni a tappeto.

    Vogliono dimostrare anche la necessita del trusted computing in USA o meglio ancora imporlo.

    Gia sono state fatte proposte di legge per adottare hardware solo TCPA e bandire i classici computer e renderli illegali.


    P.S. Punto informatico non ha alcuna responsabilità per questo mio post ma solo io stesso

  • - Scritto da: MandarX
    > E' evidente che questa è tutta una messa in scena.
    >
    > cosi come il furto di altri dati militari come
    > quelli degli arsenali
    > atomici.
    >
    > Mi domando di quanto punti è formato il loro
    > programma terrorizza e
    > agisci

    >
    > Gli USA sono maestri nel terrorizzare il popolo
    >
    > Fanno questo per giustificare le scelte che
    > prendono, come le interecettazioni a
    > tappeto.
    >
    > Vogliono dimostrare anche la necessita del
    > trusted computing in USA o meglio ancora
    > imporlo.
    >
    > Gia sono state fatte proposte di legge per
    > adottare hardware solo TCPA e bandire i classici
    > computer e renderli
    > illegali.
    >
    >
    > P.S. Punto informatico non ha alcuna
    > responsabilità per questo mio post ma solo io
    > stesso

    La tua è solo una ipotesi, non è evidente per niente...

    Con tutti i problemi che ci potrebbero essere dietro a questi furti... tu pensi al TCPA???


    Pensa se invece tutti quei dati sono ora in mano ai terroristi.
    Pensa se questi ultimi fossero in un futuro in grado di mettere in ginocchio gli USA, nel mondo e nel loro paese.
    Tu ti senti tranquillo?
    Gli USA, in ogni caso ci difendono, e difendono il nostro modo di vivere.
    non+autenticato
  • > Con tutti i problemi che ci potrebbero essere
    > dietro a questi furti... tu pensi al
    > TCPA???

    si. il tcpa è la chiave per controllare TUTTI

    > Pensa se invece tutti quei dati sono ora in mano
    > ai
    > terroristi.

    quali dati?

    > Pensa se questi ultimi fossero in un futuro in
    > grado di mettere in ginocchio gli USA

    impossibile

    > Tu ti senti tranquillo?

    sono contro il terrorismo ovviamente ma non mi sento tranquillo per niente per la politica degli usa degli ultimi anni

    > Gli USA, in ogni caso ci difendono, e difendono
    > il nostro modo di
    > vivere.

    ci difendono... da chi?
  • - Scritto da: MandarX
    > > Con tutti i problemi che ci potrebbero essere
    > > dietro a questi furti... tu pensi al
    > > TCPA???
    >
    > si. il tcpa è la chiave per controllare TUTTI
    >

    Secondo me, e ripeto sencondo me, è il petrolio che controlla tutto, e chi ha il petrolio, controlla tutti, almeno finchè non si inventano un'energia altrettanto economica.
    Il tcpa può essere solo un tassello per qualcosa di più grande.

    > > Pensa se invece tutti quei dati sono ora in mano
    > > ai
    > > terroristi.
    >
    > quali dati?
    >

    Quelli rubati... Non so ma tutti i dati dei dipendenti della US Navy, e degli altri dati precedentemente "rubati" sono sicuramente dati che non dovrebbero finire in mano ai terroristi.

    > > Pensa se questi ultimi fossero in un futuro in
    > > grado di mettere in ginocchio gli USA
    >
    > impossibile
    >

    Niente è impossibile.
    Anche l'impero romano è caduto e così come molti altri imperi del passato, anche gli USA si faranno da parte.
    Già economicamente verranno molto probabilmente sorpassati dalla Cina in futuro.


    > > Tu ti senti tranquillo?
    >
    > sono contro il terrorismo ovviamente ma non mi
    > sento tranquillo per niente per la politica degli
    > usa degli ultimi
    > anni
    >
    > > Gli USA, in ogni caso ci difendono, e difendono
    > > il nostro modo di
    > > vivere.
    >
    > ci difendono... da chi?

    Difendono il nostro modo di vivere. E' mia personalissima opinione che siamo in occidente tutti degli ipocriti. Tutte le guerre che gli USA hanno fatto, di facciata contro il terrorismo, ma che di fatto cercano di impedire che si formi un'alleanza o uno stato unico in medio oriente che controlli quasi tutto il petrolio, fanno comodo a tutto l'occidente.
    Non sto difendendo queste guerre, anzi... dico solo che in realtà noi viviamo e continuiamo a vivere nel lusso grazie anche ad esse.

    Poi la mia analisi è tutta sbagliata, ma penso che il mondo giri intorno al petrolio, non intorno al tcpa.
    non+autenticato
  • > Difendono il nostro modo di vivere. E' mia
    > personalissima opinione che siamo in occidente
    > tutti degli ipocriti. Tutte le guerre che gli USA
    > hanno fatto, di facciata contro il terrorismo, ma
    > che di fatto cercano di impedire che si formi
    > un'alleanza o uno stato unico in medio oriente
    > che controlli quasi tutto il petrolio, fanno
    > comodo a tutto
    > l'occidente.
    > Non sto difendendo queste guerre, anzi... dico
    > solo che in realtà noi viviamo e continuiamo a
    > vivere nel lusso grazie anche ad
    > esse.

    già, ed io spero che tutto questo crolli, e al più presto.
    sarò autolesionista, ma è veramente sconcertante che nel 2006 in questo pianeta ci sia ancora gente che muore di fame e di malattie mentre l'altro emisfero pensa solo al lusso, al riempirsi la panza e a chi ha vinto il grandefratello o il reality del caso.
    Inquinando, tra l'altro, fino ad arrivare al livello di problemi climatici (che SONO INIZIATI, e questo è un dato di fatto).
    Tutto ciò mi deprime assai, spero solo che la fine sia rapida per tutti (ma per molti non lo sarà)...
    ...che dire, visto che la prossima guerra si avvicina, spero ci sia una Rinascita degna, o, per quello che mi riguarda, l' animale che si dà il nome Uomo può anche sparire...

    > Poi la mia analisi è tutta sbagliata, ma penso
    > che il mondo giri intorno al petrolio, non
    > intorno al tcpa.

    per ora si. e quando sarà finito/non sufficiente, cosa accadrà?

    acqua?

    risorse?

    ...chi lo sa...
    non+autenticato
  • > e chi ha il petrolio,
    > controlla tutti, almeno finchè non si inventano
    > un'energia altrettanto
    > economica.

    l'energia economica pulita e sicura esiste, ma possono fare crollare il business del petrolio?

    > Il tcpa può essere solo un tassello per qualcosa
    > di più
    > grande.

    il tcpa è la chiave che apre tutte le porte

    > > > Pensa se invece tutti quei dati sono ora
    > > > in mano ai terroristi.

    > > quali dati?

    > Quelli rubati...

    il punto è dobbiamo credere che sia vero?

    io non ci credo

    > come altri imperi del passato, anche gli USA si faranno da parte.

    secondo me l'unica cosa che puo sconfiggere gli USA sono gli USA stessi

    al momento secondo me gli USA sono uno stato di polizia e quasi una dittatura

    > Non sto difendendo queste guerre, anzi... dico
    > solo che in realtà noi viviamo e continuiamo a
    > vivere nel lusso grazie anche ad
    > esse.

    proprio questa consapevolezza dovrebbe spingerci a rinunciare a questo lusso.

    dietro ogni paio di scarpe nike che indossiamo ci sono bamabini cinesi sfruttati e maltrattati.

    dietro la cocacola che beviamo, in sud america ci sono operai che se fanno un sindacato si vedono l'esercito contro.

    dietro ogni litro di benzina sprecato ci sono guerre senza senso e morti di innocenti.


    consiglio a tutti di vedere

    the corporation
    fahrenheit 9/11
    bowling for columbine
  • > consiglio a tutti di vedere
    >
    > the corporation
    > fahrenheit 9/11
    > bowling for columbine

    io agginugo anche the big one di michael moore
    non+autenticato
  • > La tua è solo una ipotesi, non è evidente per
    > niente...
    >
    > Con tutti i problemi che ci potrebbero essere
    > dietro a questi furti... tu pensi al
    > TCPA???

    visti i precedenti della storia, si, decisamente si!
    non+autenticato
  • Vorrei dire la mia riguardo al TCG (se non erro, non si chiama più TCPA; dopotutto, il sito ufficiale del consorzio è http://www.trustedcomputinggroup.org): mi viene difficile credere che una simile "emorragia" di dati sensibili (le notizie si susseguono a distanza di pochi giorni l'una dall'altra) si sia verificata proprio negli USA, dove i controlli sono sempre stati severissimi; è impossibile che proprio negli USA si siano commessi errori tanto madornali. Pertanto, io penso che sia stata tutta una cosa fatta apposta per allarmare l'opinione pubblica e convincerla della necessità di promuovere la diffusione delle macchine "trusted". A mio parere, solo così si può spiegare il ritrovamento su un sito privato di 28mila schede personali con dati preziosi su personale di bordo, marinai e relativi familiari. A proposito: non penso che un terrorista "che si rispetti" possa essere interessato ai dati personali dei militari e delle loro famiglie, i terroristi cercano punti deboli da sfruttare per colpire degli obiettivi ritenuti strategici.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 giugno 2006 22.29
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da: MandarX
    > E' evidente che questa è tutta una messa in scena.

    > Fanno questo per giustificare le scelte che
    > prendono, come le interecettazioni a
    > tappeto.
    >
    > Vogliono dimostrare anche la necessita del
    > trusted computing in USA o meglio ancora
    > imporlo.

    Concordo.


    > Gia sono state fatte proposte di legge per
    > adottare hardware solo TCPA e bandire i classici
    > computer e renderli
    > illegali.

    Questa è l'intenzione, ma sarà dura. Molte aziende e privati hanno i "classici" computer e non si adegueranno tanto presto.


    > P.S. Punto informatico non ha alcuna
    > responsabilità per questo mio post ma solo io
    > stesso

    E' inutile che tu scriva questo. Tanto se qualcuno vuole "rompere", ci va sempre e comunque di mezzo anche il P.I. perché hanno lasciato che vengano pubblicate "calunnie".

    non+autenticato
  • > > P.S. Punto informatico non ha alcuna
    > > responsabilità per questo mio post ma solo io
    > > stesso
    >
    > E' inutile che tu scriva questo. Tanto se
    > qualcuno vuole "rompere", ci va sempre e comunque
    > di mezzo anche il P.I. perché hanno lasciato che
    > vengano pubblicate
    > "calunnie".

    lo scrivo da quando hanno considerato diffamante la notizia che i soldi raccolti in beneficienza da Pavarotti per costruire un acquedotto in uno stato africano sono finiti in armi
  • sono allo sbando e' incredibile
    non+autenticato
  • be quei dati sono pricolosi
    simulando di essere un militare e sapendo la materia e' possibile che uno possa accedere ad informazioni riservate

    be secondo me e' "voluta"
    i segreti costano, stanno diventando scomodi
    e un modo per lasciarli scappare e che la gente se li prenda (rischio publicazione calcolato)

    niente di che

    non+autenticato
  • Credo che non si stia centrando il punto, qui vengono presi di mira i "punti deboli della catena", ovvero il dipendente beota che gira con il portatile con tutti i dati.

    Puoi avere la struttura di sicurezza più cazzuta del globo, ma basta un idiota tipo sopra per sputtanare tutto. Kevin Mitnick insegna...
    non+autenticato