Mondiali 2006, di lancio del cellulare

Due campionati, uno nazionale nel Regno Unito e uno mondiale in Filnandia, nell'arco di una settimana vedranno alcuni atleti impegnati nella più stravagante competizione telefonica

Londra - Questa non è solo l'estate dei Campionati Mondiali di Calcio: gli sportivi di tutto il mondo non si potranno infatti perdere i due campionati di lancio del telefonino, che si terranno in Gran Bretagna e in Finlandia nella seconda metà di agosto.

Si comincia domenica 20 agosto, con il campionato britannico.
L'iniziativa non è una novità: giunta alla seconda edizione nel Regno Unito, è la versione nazionale (e "british") di una competizione mondiale nata in Finlandia nel 2000.

Il detentore del recordGli atleti che desiderano prendere parte al campionato devono avere raggiunto la maggiore età e disporre dell'attrezzo giusto, ossia un telefono cellulare guasto. A gara ultimata, i telefonini recuperati dal campo di lancio verranno ricondizionati da ActionAid Recycling, che li destinerà ad una nuova vita nei paesi in via di sviluppo.
Jan Singleton, la campionessa femminile britannica, lo scorso anno ha raggiunto la distanza di 38,74 metri. Il cellulare lanciato da Tom Day, il campione maschile, è arrivato invece a 69,31 metri. Distanze che non turbano il record mondiale di 94,97 metri, raggiunto da Mikko Lampi (nella foto) nel campionato mondiale 2005 e ancora imbattuto. Almeno fino alla prossima edizione, che si terrà il prossimo 26 agosto.

Dario Bonacina
5 Commenti alla Notizia Mondiali 2006, di lancio del cellulare
Ordina
  • Curioso, devono essere guasti per essere lanciati?
    E che significa che dopo trenta metri di volo vengono ricondizionati e rimessi in uso? Sembra un'altra olimpiade per i tecnici....A bocca aperta

    Sarei cuirioso di leggere il regolamento, suppongo che non tutti i telefonini possano essere lanciati, col mio anni90 probabilmente puoi sfondare il cofano di un'auto, tanto pesavano a quel tempo...

    Da tecnico, la sfida di rimetterli in funzione la coglierei.

    non+autenticato
  • Negli anni 70 c'erano i primissimi prototipi con valigetta Rotola dal ridere l'epoca in cui sono nati portaborse..
    non+autenticato
  • > Curioso, devono essere guasti per essere lanciati?

    Se funziona ci dai una mazzata o lo immergi in acqua, e poi ti iscrivi alla gara.


    > E che significa che dopo trenta metri di volo
    > vengono ricondizionati e rimessi in uso?

    Vengono riciclati i materiali.
    non+autenticato
  • > Se funziona ci dai una mazzata o lo immergi in
    > acqua, e poi ti iscrivi alla
    > gara.
    >

    Se lo immergi in acqua assicurati che sia acceso, altrimenti non si rompe.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Se funziona ci dai una mazzata o lo immergi in
    > > acqua, e poi ti iscrivi alla
    > > gara.
    > >
    >
    > Se lo immergi in acqua assicurati che sia acceso,
    > altrimenti non si
    > rompe.

    E se gli dai la mazzata assicurati di prenderlo, se no...come sopra.

    Se no puoi comprarne uno in qualche televendita e vai sicuro. Sempre se non te lo danno di carta, e allora non ti resta che sperare di avere il vento a favore.
    Altrimenti lo immergi in acqua per appesantirlo e gli dai una mazzata affinchè, appiattito, abbia meno attrito con l'aria.
    Se no puoi immergerti tu per trenta minuti senza bombole, e se miracolosamente sopravvivi ti dai una mazzata così la finisci di iniziare ste discussioni sceme alle quali, noi, più scemi ancora rispondiamoRotola dal ridere.

    Scherzo eh...è solo per ridere
    non+autenticato