IBM cavalca il nuovo Xeon

Big Blue č pronta a lanciare sul mercato una nuova gamma di server e workstation che, basati sullo Xeon di nuova generazione, promettono un drastico taglio dei consumi

Armonk (USA) - Nella corsa alla riduzione dei consumi energetici, che vede in gara tutti i protagonisti del mercato server, IBM intende avvantaggiarsi da subito dei nuovi processori Xeon basati sulla neonata architettura Core di Intel.

Big Blue afferma che i suoi nuovi sistemi x86, che comprendono il server blade modulare HS21, quattro server System x3xx e la workstation grafica Z Pro Z30, migliorano il rapporto tra performance e consumi fino al 163%. Buona parte del merito è attribuito all'efficienza dei nuovi Xeon dual-core serie 5100, capaci di consumare un massimo di 65-80 watt pur fornendo performance che, secondo Intel, superano in molti casi quelle degli Opteron di AMD.

IBM sostiene che i suoi nuovi computer siano stati progettati per supportare la futura generazione di processori quad-core: ciò significa che nei modelli dotati di doppio socket sarà possibile utilizzare fino a otto unità di calcolo in parallelo.
Il nuovo HS21 è un server modulare ad alta densità ideato per supportare l'intera famiglia di chassis BladeCenter. IBM afferma che l'H21 consente alle aziende di raddoppiare le performance utilizzando l'infrastruttura BladeCenter che già possiedono.

I server e le workstation System x, basati sulla nuova generazione dell'Xtended Design Architecture di IBM, comprendono i modelli x3650, x3550, x3500 e x3400, la cui predisposizione è quella di essere utilizzati come application server, per la gestione del remote office e per il consolidamento dei carichi di lavoro.

Infine, la Z Pro Z30 è una workstation scalabile pensata per far girare avanzate applicazioni di computer grafica.

I nuovi sistemi x86 di IBM saranno disponibili sul mercato a partire da settembre.
3 Commenti alla Notizia IBM cavalca il nuovo Xeon
Ordina
  • ...è avanti in ogni campo, con la sola esclusione di due vantaggi rimasti a intel:
    -architetture ultracostose di fascia alta
    -forza bruta della maggior capacità produttiva, l'unico asso che ha tenuto intel al primo posto nelle ormai troppe occasioni in cui è stata sorpassata da AMD nell'eccellenza tecnologica.

    Ma si rendono conto alla intel che quando erano già passati ai 65nm AMD, rimasta ancora ai 90nm, li sorpassava sia come economicità dei consumi in assoluto che come rapporto prestazioni consumi nel segmento desktop e li aveva quasi raggiunti nel segmento mobile?
    non+autenticato
  • per tutti quelli che criticavano i Macuser dicendo di essere poco coerenti nel discorso Hardware... vorrei farvi notare che non stiamo parlando dei vecchi x86 che avete dentro il vostro PeeCee.... ma...

    "nuovi Xeon basati sulla neonata architettura Core" che "migliorano il rapporto tra performance e consumi fino al 163%"

    Un anno fa l'architettura PowerPC era il meglio in quanto a performance/consumo, oggi i nuovi Intel si avvicinano molto ai PowerC.

    Morale? non sono i Macuser doversi ricredere sui Power, sono tutti i trolloni x86 contenti di aver avuto una stufetta al posto del computer fino ad oggi che dovrebbero prendersela con Intel e AMD per quello che gli hanno venduto fino a ieri...

    apriro un flame? chissene...

    Fan Apple
    non+autenticato
  • Con AMD non tanto, io parlo per Opteron hanno sempre consumato poco rispetto alla controparte Intel.
    non+autenticato