DTT, in arrivo sanzione europea?

Le autorità antitrust comunitarie sarebbero sul punto di condannare l'Italia per la Legge Gasparri, in particolare per quella porzione della normativa che sostiene il duopolio televisivo. Lo aveva chiesto SKY

Bruxelles - Di certo c'è ancora poco ma, come segnala Repubblica.it, potrebbe essere imminente una "condanna" dell'antitrust europeo contro l'Italia, una messa in mora per l'attuazione della Legge Gasparri che, come noto, regola l'"avvento" della televisione digitale terrestre nel nostro paese.

In particolare nel mirino del regolatore comunitario vi sarebbe la misura prevista dalla normativa che associa la possibilità di ottenere le frequenze per il DTT soltanto a quelle emittenti che posseggono una rete analogica. Si tratterebbe, dunque, di una norma anti-concorrenziale, in più occasioni denunciata e al centro di un'offensiva di SKY ormai da lungo tempo.

La Legge Gasparri, controversa fin dal suo primo apparire, rischia quindi di dover essere riscritta in toto: le conseguenze sul duopolio televisivo Mediaset-RAI, che oggi condiziona in modo decisivo lo sviluppo del DTT, potrebbero rivelarsi di ampio respiro.
Va detto che già dallo scorso dicembre le autorità antitrust europee hanno avviato una indagine su modalità e specifiche del "DTT all'italiana": nel mirino anche i finanziamenti pubblici all'acquisto dei decoder, una massa di denaro sul quale già molto si è detto e che non solo non ha accelerato la diffusione del DTT nel nostro paese ma, per le modalità, ha più volte sollevato l'ira dei consumatori.

Qualora venisse confermata, la scelta di Bruxelles è con ogni probabilità destinata a mettere in moto rapidamente una profonda revisione dell'intero sistema delle frequenze. Proprio ieri il ministro delle TLC Paolo Gentiloni ha parlato di una riforma della Legge su una serie di "punti fondamentali, che oggi bloccano il sistema e che impediscono che nel sistema ci siano condizioni di maggiore apertura e maggiore pluralismo".
144 Commenti alla Notizia DTT, in arrivo sanzione europea?
Ordina
  • DTSKY: il monopolio ossimorico



    1 LUG 06: Villasimius - Pur in vacanza mi tocca leggere, rovinarmi un po' il fegato, e replicare. La "notizia" pubblicata da PI è una "non notizia" ed oltretutto è tendenzialmente falsa: come si può, infatti, predire una "messa in mora" dell'UE (che gli dobbiamo dei soldi)? Forse Repubblica ha delle talpe? Intercettazioni? e poi per quali colpe? Mi puzza di terapia di mantenimento anti DT e soprattutto Pro-Gentiloni.
    Innanzitutto ri-chiariamo che le frequenze non si "possiedono" ma al massimo si usano "su concessione". Inoltre, e ci pare veramente giusto, la legge G. (sta per "giusta"), ha tutelato tutti coloro i quali sul mercato televisivo terrestre avevano gia investito qualche "doblone", per dirla alla PI. Infatti come è noto il problema del mercato TV non è quello delle frequenze bensì quello dei diritti: chi possiede un magazzino di film con diritti oppure i diritti di altri eventi ha in mano il prodotto da vendere. A SKY nessuno impedisce di comprare un po di spazio tv terrestre per distribuire i suoi prodotti, basta passare per altri. Infatti, i più attenti se ne saranno accorti, su Roma gia sono spuntati due canali tipicamente SKY trasmessi in DT (si possono vedere solo con un sinto agganciato ad un computer...). La legge G. , lo sottolineo per l'ennesima volta a uso e consumo dei collaboratori del ministro, prevede UNA DISTINZIONE FRA CHI FORNISCE LA CONNETTIVITA' E CHI FORNISCE I CONTENUTI, una "roba americana"..., distinzione che rende del tutto inconsistenti i discorsi fatti a base di parole come "duopolio" oppure "possesso delle frequenze", insomma tutti i discorsi che siamo soliti leggere sulle pagine, cartacee ed elettroniche, di prestigiose testate giornalistiche, le quali o non hanno letto bene la legge oppure proprio non riescono a comprendere il concetto di "televisione", che è diverso da "chi monta le antenne".

    Veniamo ora al vero problema del quale il ministro dovrebbe occuparsi. Mi trovo in Sardegna, nella splendida cornice di un paesaggio incantato e mi sono portato, ovviamente, tutti i miei attrezzini digitali terrestri: nella regione che doveva essere all digital da qualche giorno (luglio 2006), qui a Villasimius manca il multiplex RAI. Ovviamente c'è il multiplex Mediaset con i canali premium e Boing (fondamentale per chi ha un bambino piccolo) e che si vede alla grande anche con un antennina circolare. Per quale motivo RAI non ha avuto tempo o soldi per montare uno straccio di trasmettitore sul monte Minni Minni? Perchè si sono venduti pochi ricevitori? Farebbe bene il ministro, in qualità di azionista RAI, a far partire subito il semplice piano di digitalizzazione forzata, senza se e senza ma, della RAI, che è quello che ci interessa di più: magari qui si sono venduti pochi decoder ma io me lo sono portato da casa, le frequenze sono molte e le tv poche, quindi non ci sono problemi di sovrapposizione analogico digitale.
    Stavo per arrendermi e vedermi una schifezza di Italia-Ucraina coll'effetto nebbia neanche fossero gli anni settanta. Poi sono uscito di casa e al bar di fronte ho visto un bel plasmone che si vedeva una favola, mi avvicino e vedo scritto in alto "SKY HD": tutto il paese è tappezzato a SKY HD, la finta HD di SKY, che neanche a roma s'è mai vista nei bar. Ma non sarà anche di questo che dovrebbe occuparsi il ministro? Come mai la RAI si è rifiutata di trasmettere in HD pur avendo tutte le possibilità tecniche per farlo su una delle due piattaforme a disposizione? Forse perchè chiamando il sito www.rai.it si apre un bello spottone pubblicitario di SKY mondiali in HD?
    Signori, altro che duopolio, qui c'è l'inciucio, il moggismo televisivo. Sono tornato alla nebbia e ai 16/9 trasmessi in 4/3 di Raiuno, ma gliene abbiamo fatti tre e spero che gli anni settanta durino ancora a lungo, almeno fino a martedì sera!
    federico rocchi
    non+autenticato
  • >come si
    > può, infatti, predire una "messa in mora" dell'UE
    > (che gli dobbiamo dei soldi)? Forse Repubblica ha
    > delle talpe? Intercettazioni? e poi per quali
    > colpe?

    Umm te ne intendi di politica europea!!!
    Pendiamo dalle tue labbra.
    non+autenticato
  • Nei paesi civili le licenze di trasmissione sono date sui canali utilizzabili, in Italia chi ha una frequenza la puo usare per tutti i canali digitali che vuole , cosi in Italia sono stati spesi centinaia di milioni di soldi pubblici per aiutare i poveri imprenditori televisivi, invece quel comunista di Bush ha rimesso in vendita le licenze sui canali che si liberavano grazie al uso del digitale terrestre e ha incassato 10 miliardi di dollari, tutti soldi in meno che gli americani pagheranno di tasse.
    Paga pantalone, che il berluscone parassita ingrassa.
    non+autenticato
  • confesso di non aver capito bene la risposta... In italia non sono stati spesi centinaia di milioni regalati a berlusconi: sono stati restituiti agli abbonati rai 75 euro a testa... La cifra totale è inferiore alla cifra spesa per comprare undici trenini della ferrovia che da roma va a viterbo...
    Ancora a pensare a Berlusconi? Berlusconi è stato semplicemente abile ad approfittare della situazione favorevole, come peraltro anche telecom italia: l'unico player che non ha approfittato è RAI. Ora, finchè al governo c'era "berlusconI" potevamo anche immaginare una rai imbalsamata per non dare troppa noia ma adesso, che comanda gentiloni, possiamo aspettarci una rai pronta ad offrire tutto il suo catalogo in pay per view? Non mi pare proprio. Su questo dovremmo discutere, non sui soldi incassati da bush. Ovviamente se un imprenditore paga per una licenza, UMTS docet, poi si rifà sui suoi clienti e quindi, di riffa o di raffa, comunque sono i cittadini a pagare...
    non+autenticato
  • L' UE .. la grande schiava burocratica di Rupert Murdoch..
    Ma roba da pazzi!
    Murdoch detiene sì un monopolio, quello del satellite in cui controlla di fatto anche quali canali free "siano degni" di essere visti attraverso i decoder Sky.. alla faccia delle regole antitrust.. E l' UE che fa ?
    Ovviamente si accanisce su una riforma strutturale operata dal governo Berlusconi solo perchè appunto è Berlusconi ed era un governo di centro destra.
    Ma si può essere più ottusi ?

    Il digitale terrestre sarebbe in regime di duopolio ? Ma dove ?
    C'è Telecom, c'è Class News, ci sono pure canali porno adesso, oltre a Rai e Mediaset, network francesi hanno già acquistato le frequenze, e l' UE si accinge a sanzionare per andare contro Berlusconi e dimostrare cosa ? Dimostrano solo di essere ottusi burocrati faziosi che invece di condannare un monopolista evidente come Rupert Murdoch e l'impero Sky su satellite, prendono e si accaniscono contro Berlusconi di fatto. Patetici, pericolosi, ridicoli !

    Ed intanto Murdoch se la ride di gusto...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > L' UE .. la grande schiava burocratica di Rupert
    > Murdoch..
    >
    > Ma roba da pazzi!
    > Murdoch detiene sì un monopolio, quello del
    > satellite in cui controlla di fatto anche quali
    > canali free "siano degni" di essere visti
    > attraverso i decoder Sky..
    si e' scandaloso!
    tantopiu che sky e' in PALESE violazione della normativa italiana ,che gli ha permesso di "accorpare" tele+ e l'altro-carrier (mi sfugge il nome ora) con l'obbligo di permettere anche ad altri fornitori di decoder di accedere alla struttura. Invece tutti sappiamo che lei ha sbattuto su il NDS (che e' di sua proprieta') , l'ha messo embedded nei SUOI decoder, e non ha permesso le CAM. (si ok, dopo anni sono riusciti a tirar fuori delle magic-super-duper cam che permettono... ma non so quanto lecite. e cmq anni di monopolio)

    >
    > Il digitale terrestre sarebbe in regime di
    > duopolio ? Ma dove
    > ?
    ma infatti.. se la contestazione e' sulla base "e' un inganno xche il broadcaster deve anche possedere una licenza analogica" e' volutamente un sofismo inutile x multarci.   
    O vogliamo credere che anche quando ci sara' lo switch off, si vorra' permettere di trasmettere via etere (digitale o no, sempre etere e') a chiunque, senza alcuna licenza?
    Uno ha una licenza x canale xyz UHF, se ha gli impianti & co, splitta quel canale in, poniano 5 canali DTT... e immagino li possa ben sublicenziare..(in modo diretto o magari solo indiretto) anche adesso. Non vedo una cosa cosi terribile da doverci multare.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >che gli ha permesso di
    > "accorpare" tele+ e l'altro-carrier (mi sfugge il
    > nome ora)

    Intendi Stream?
    non+autenticato
  • Vorrei proprio capire come mai la commissione europea sia cosi interessata alla televisione italiana.
    1. Ci sono molti altri paesi europei in cui la situazione è sovrapponibile a quella Italiana; Ricordo che in Italia i soggetti televisivi sono Tre, che mediaset quando è nata aveva solo canale 5 e che italia uno e retequattro erano di altri gruppi imprenditoriali, che fra l'altro avevano una cospicua partecipazioni nella carta stampata. Se poi uno di questi gruppi ha avuto il sopravvento, unico a guadagnarci con la pubblicità, mentre tutti gli altri ci smenavano, non mi sebra una gran colpa. La favola che aumentando il numero di frequenze disponibili, ulteriori soggetti si potrebbero affacciare al mercato televisivo è appunto una favola. Quello che conta è la capacità di attirare investimenti pubblicitari, a tutt'oggi niente vieta ad un gruppo finanziario (con molti soldi ovviamente) di mettere su una nuova emittente nazionale, comprandosi le frequenze dalle tv locali e poi facendo un palinsesto comune come fece Mediaset all'inizio (con le videocassette in differita)per diversi anni (fino alla prima guerra del golfo per intenderci)
    2. L'unica vera differenza che in Italia abbiamo una sinistra che pur di affossare l'avversario politico è disposta a qualsiasi cosa, anche a passare sopra l'interesse nazionale. Quante volte abbiamo visto la sinistra italiana premere sull'europarlamento per condannare l'Italia pur di colpire il centrodestra e Berlusconi. Vi ricordate hanno perfino perso un referendum con cui cercavano di chiudere mediaset.
    Ricordate l'europa non è una entità astratta ed imparziale, ma la somma degli interessi nazionali di chi la compone e se una di queste nazioni (o almeno una sua parte) offre agli altri una qualsiasi opportunità per avvantaggiarsi, cosa credete che succeda...
    Grazie Prodi
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vorrei proprio capire come mai la commissione
    > europea sia cosi interessata alla televisione
    > italiana.
    > 1. Ci sono molti altri paesi europei in cui la
    > situazione è sovrapponibile a quella Italiana;

    Esempio?

    A me sembra che in europa ci siano regole oltop iu' ferree per quanto riguarda l'antitrust e che soprattutto non esiste posto al mondo in cui chi governa(va) era anche proprietario di TV e editoria...

    [cut]

    > 2. L'unica vera differenza che in Italia abbiamo
    > una sinistra che pur di affossare l'avversario
    > politico è disposta a qualsiasi cosa, anche a
    > passare sopra l'interesse nazionale.

    Che cavolate...
    Forse ti dimentichi di quante volte la sinistra ha salvato mediaset e berlsuconi!
    LOL! Non capisco perchè credete al vittimismo di mediaset, visto che da quando ha ricevuto l'aiutino da Craxi non ha smesso di crescere, anche malgrado i governi di sinistra!

    Sempre salva, anzi, in crescita. Quindi perchè ti lamenti? La tua mediaset è sempre piu' forte...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Vorrei proprio capire come mai la commissione
    > > europea sia cosi interessata alla televisione
    > > italiana.
    > > 1. Ci sono molti altri paesi europei in cui la
    > > situazione è sovrapponibile a quella Italiana;
    >
    > Esempio?
    >
    > A me sembra che in europa ci siano regole oltop
    > iu' ferree per quanto riguarda l'antitrust e che
    > soprattutto non esiste posto al mondo in cui chi
    > governa(va) era anche proprietario di TV e
    > editoria...
    >
    > [cut]
    >
    > > 2. L'unica vera differenza che in Italia abbiamo
    > > una sinistra che pur di affossare l'avversario
    > > politico è disposta a qualsiasi cosa, anche a
    > > passare sopra l'interesse nazionale.
    >
    > Che cavolate...
    > Forse ti dimentichi di quante volte la sinistra
    > ha salvato mediaset e
    > berlsuconi!
    > LOL! Non capisco perchè credete al vittimismo di
    > mediaset, visto che da quando ha ricevuto
    > l'aiutino da Craxi non ha smesso di crescere,
    > anche malgrado i governi di
    > sinistra!
    >
    > Sempre salva, anzi, in crescita. Quindi perchè ti
    > lamenti? La tua mediaset è sempre piu'
    > forte...


    Wee ciccio ma non ci pensi che ogni anno paghi fior di quattrini alla RAI per vedere una TV scadente e tendenziale?

    Cosa ti ha mai chiesto Mediaset? NULLA!!

    Perchè c'è l'avete a morte con una persona che nel suo piccolo anche prima di entrare in politica ha messo su quel che oggi è Mediaset? Sapete cosa c'è?! C'è che avete la mortadella sugli occhi e tutto ciò che l'unità scriveva era oro!

    Unità: "da oggi gli asini volano"
    Compagni: "ohhhhh... hei Tizio Caio e Semprogno! Sapete che gli asini volano?!!"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Vorrei proprio capire come mai la commissione
    > > > europea sia cosi interessata alla televisione
    > > > italiana.
    > > > 1. Ci sono molti altri paesi europei in cui la
    > > > situazione è sovrapponibile a quella Italiana;
    > >
    > > Esempio?
    > >
    > > A me sembra che in europa ci siano regole oltop
    > > iu' ferree per quanto riguarda l'antitrust e che
    > > soprattutto non esiste posto al mondo in cui chi
    > > governa(va) era anche proprietario di TV e
    > > editoria...
    > >
    > > [cut]
    > >
    > > > 2. L'unica vera differenza che in Italia
    > abbiamo
    > > > una sinistra che pur di affossare l'avversario
    > > > politico è disposta a qualsiasi cosa, anche a
    > > > passare sopra l'interesse nazionale.
    > >
    > > Che cavolate...
    > > Forse ti dimentichi di quante volte la sinistra
    > > ha salvato mediaset e
    > > berlsuconi!
    > > LOL! Non capisco perchè credete al vittimismo di
    > > mediaset, visto che da quando ha ricevuto
    > > l'aiutino da Craxi non ha smesso di crescere,
    > > anche malgrado i governi di
    > > sinistra!
    > >
    > > Sempre salva, anzi, in crescita. Quindi perchè
    > ti
    > > lamenti? La tua mediaset è sempre piu'
    > > forte...
    >
    >
    > Wee ciccio ma non ci pensi che ogni anno paghi
    > fior di quattrini alla RAI per vedere una TV
    > scadente e
    > tendenziale?
    >
    > Cosa ti ha mai chiesto Mediaset? NULLA!!
    >
    > Perchè c'è l'avete a morte con una persona che
    > nel suo piccolo anche prima di entrare in
    > politica ha messo su quel che oggi è Mediaset?
    > Sapete cosa c'è?! C'è che avete la mortadella
    > sugli occhi e tutto ciò che l'unità scriveva era
    > oro!
    >
    > Unità: "da oggi gli asini volano"
    > Compagni: "ohhhhh... hei Tizio Caio e Semprogno!
    > Sapete che gli asini
    > volano?!!"

    Veramente non paghi la RAI ma paghi la tassa sull'apparecchio audiovisivo.
    http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/canone.asp#...
    Rai peggio di Mediaset poi? Mapperpiacere.....
    Su mediaset danno solo cagata su cagate. Serie tv usa che sembrano tutte uguali, informazione di parte o pressochè nulla, pubblicità ogni 5 minuti, programmi di intrattenimento da veri idioti (cultura moderna, striscia..........). Comunque da quel che so tu "paghi" grazie alla pubblicità quindi non è vero che è tutto gratis.
    Ora fatti del bene e metti su raitre più spesso, oppure sintonizzati sul quinto canale della filodiffusione di radiorai.
    non+autenticato
  • Si continuate cosiSorride che sia la sinistra che la destra mangiano .. litigate si ... che se siete concentrati a insultarvi nn notate altro .. la vera lotta di classe e tra i privilegiati burocrati del pubblico che campano sulle spalle di tutti noi e i dipendenti del privato/autonomi/imprenditori che fanno andare avanti l'italia con i loro sacrifici.
    non+autenticato
  • > Veramente non paghi la RAI ma paghi la tassa
    > sull'apparecchio audiovisivo.
    Impara a quotare, se vuoi partecipare ad un forum.

    Quello del possesso è un espediente fiscale per far pagare anche a chi non paga, ma i soldi finiscono sempre alla Rai. Oppure credi che vadano ai produttori di tv?


    > Su mediaset danno solo cagata su cagate.
    E a te che frega? Possono pure trasmettere merda per quel che mi pare, ma non li pago e non posso lamentarmi. Chiaro il concetto?

    > Serie tv
    > usa che sembrano tutte uguali
    Quelle serie tv di cui ti lamenti costano care a fanno ascolti milionari all'estero. E qui in Italia non sono da meno. Mi spiace, ma dovresti informarti meglio.

    > informazione di
    > parte o pressochè nulla
    Già, perché Mentana, noto sostenitore della MArgherita non è stato direttore per una decina d'anni, vero? E Costanzo, padrone incontrastato di C5, non è pure lui della Margherita, vero?
    Ma anche fosse di parte, Mediaset è privata, rende conto degli ascolti non di quel che trasmette. Questo dovresti arrivare a capirlo pure tu. Possono trasmettere quel che vogliono.

    > pubblicità ogni 5
    > minuti
    Sono tv commerciale...fai tu.
    Poi compra pure Sky...250 eurozzi in un anno per vedere pure lì la pubblicità.

    > Ora fatti del bene e metti su raitre
    E quella non è porcheria televisiva? Non è programmazione di parte? Sei abbastanza ridicolo. Le tue affermazioni sanno tanto di politico e ti caratterizzano come persona piena di risentimento. Povero te.
    non+autenticato
  • > A me sembra che in europa ci siano regole oltop
    > iu' ferree per quanto riguarda l'antitrust
    Se questo fosse vero, Sky dovrebbe chiudere...ma non lo è.


    > non esiste posto al mondo in cui chi
    > governa(va) era anche proprietario di TV e
    > editoria
    E questo cosa c'entra?
    Se uno viene votato, poi ha il diritto di governare. Indipendentemente da quel che possiede. La democrazia funziona così.
    Poi non credo sia un caso che nonostante il sempreverde e semprecitato conflitto, alle ultime elezioni politiche quel tipo habbia continuato ad avere la metà dei consensi degli italiani. Non è poco, si vede che gli italiani vogliono lui, indipendentemente da questo conflitto. Poi che ne dici di raitre? Vedi, lì non c'è conflitto, eppure quella tv benché sia statale, di fatto trasmette solo programmazione per i simpatizzanti di sinistra. Questo è grave.
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Vi
    > ricordate hanno perfino perso un referendum con
    > cui cercavano di chiudere
    > mediaset.

    Non ho mai votato ad alcun referendum in cui si chiedeve "volete chiudere mediaset?"

    Io in mediaset ci ho lavorato, e ti assicuro che chi lavora li dentro, nella stramaggiorparte dei casi, vota a sinistra. È uno dei posti più sindacalizzati dove abbia mai lavorato.

  • - Scritto da: teddybear
    > - Scritto da:
    >
    > > Vi
    > > ricordate hanno perfino perso un referendum con
    > > cui cercavano di chiudere
    > > mediaset.
    >
    > Non ho mai votato ad alcun referendum in cui si
    > chiedeve "volete chiudere
    > mediaset?"
    >
    > Io in mediaset ci ho lavorato, e ti assicuro che
    > chi lavora li dentro, nella stramaggiorparte dei
    > casi, vota a sinistra. È uno dei posti più
    > sindacalizzati dove abbia mai
    > lavorato.


    Già, appunto. Tutta gente che sputa sul piatto su cui mangia, "il padrone" Berlusconi cattivone... Ma per favore ! Un settarismo smodato che produce solo mediocrità ed ottusità e danneggia il paese. Tutta gente straricca grazie a Berlusconi che lo odia, ma si può ?
    Certo, fesso Berlusconi ad essere stato così tanto liberale negli anni da non esercitare alcun potere reale sui suoi dipendenti, guarda Sky, Rupert Murdoch che è di sinistra, col cavolo che permette a chi non è di sinistra di trovare spazi nei suoi network Sky/FOX .. !
    E che dire della sinistra, Coop/Unipol/Telecom poi ? Col cavolo che danno spazio e libertà a chi non si uniforma alla sinistra nei loro possedimenti. Ma no, loro non sono i padroni, nooo.. loro "ti vogliono tanto bene" .. "amano i dipendenti" .. non è settarismo, nooo.. ehhh!

    Quando la gente aprirà gli occhi sarà troppo tardi, purtroppo.
    non+autenticato
  • > Rupert Murdoch che è di sinistra
    Murdock è di destra...ma dove vivi?
    Solo in Italia tifava per la sinistra, giusto per avere le porte aperte contro Mediaset.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Rupert Murdoch che è di sinistra
    > Murdock è di destra...ma dove vivi?
    > Solo in Italia tifava per la sinistra, giusto per
    > avere le porte aperte contro
    > Mediaset.

    Veramente Rupert Murdoch appoggiò Clinton, appoggia la sinistra ovunque. FOX che è di Murdoch è schierato a sinistra. Poi c'è il giochetto classico della sinistra anche negli USA, dove i Democratici dicono che è di destra e fa propaganda per Bush, lo si vedeva alle elezioni. Non è diverso da tutti quelli di sinistra che blaterano che Mediaset farebbe propaganda per Berlusconi.. MA DOVE ??
    Se uno è fesso e non vuole vedere la realtà cade in questi giochetti della sinistra e dei suoi adepti che si credono i più scaltri dell'universo.
    non+autenticato
  • Scusate, ma se non ricordo male erano ammesse codifiche per programmi solo se approvate dallo ETSI (European Tlc Standard Institute)...

    NDS non lo è e pertanto illegalo (c'erano stati alcuni sequestri di decoder infatti...)

    Sono cambiate le cose?
    non+autenticato
  • Il duopolio così come ce lo troviamo è una conseguenza inevitabile della situazione televisiva italiana.
    Con una RAI mastodontica con tre canali, il canone, la pubblicità e le sovvenzioni statali o un concorrente raggiunge la stessa "massa critica" o è destinato a offrire una programmazione limitata e scarsina. Vedasi La 7, che, comunque, gode dei proventi di un Tronchetti Provera e delle sue Telecom e Pirelli.
    Ma poi quale duopolio? Adesso con il DTT e la IPTV di canali ce ne sono in abbondanza e potrebbero nascere nuove televisioni e nuovi network.
    Ma il monopolio di Sky e l'arbitrio di utilizzare decoder proprietari dove lo mettiamo?
    Diciamocelo. La Mammì è una legge vecchia e sorpassata e si dovrebbe rifare un piano radiotelevisivo serio. Ma nemmeno questa siniistra sarà in grado di farlo perchè dovrebbe prevedere un drastico ridimensionamento della RAI. E con tutti i raccomandati che ci sono dentro...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)