Ora il Pentagono ammette: Baco ci colpì

Dopo una "omertà" di qualche giorno i responsabili dei sistemi della Difesa ammettono che il millennium bug ha messo fuori uso i computer di controllo e non solo un satellite

Ora il Pentagono ammette: Baco ci colpìWashington (USA) - Ora che tutto è tornato in ordine ne possono parlare e così è arrivata dal Pentagono la notizia che proprio i computer dedicati al monitoraggio e alla prevenzione di attività terroristiche in rete sono "saltati" a causa del millennium bug.

La cosa è tanto più grave non solo perché è arrivata inattesa agli esperti del Pentagono ma anche perché proprio nelle ore a cavallo della mezzanotte di Capodanno era prevista un'azione massiccia di controllo per il timore di attacchi di terroristi cyber. E per questo l'immagine dei responsabili tecnici della Difesa americana appare ora decisamente appannata..

Il viceministro delle Difesa, John Hamre, sui giornali americani ha cercato di gettare acqua sul fuoco: "l'evento è stato significativo ma fortunatamente non ha avuto conseguenze". E i giornali ora impietosamente ricordano come gli Stati Uniti per prepararsi al Baco hanno speso qualcosa come 100 miliardi di dollari in cinque anni. E il Pentagono non è stato estraneo a questa spesa. "Per fortuna è andata bene", ripete qualcuno con sarcasmo?