Gratis le chiamate tra utenti Jajah

Il programma Free Global Calling prevede chiamate free fra gli utenti del servizio. Ma è necessario che tutti rispettino certi limiti

Roma - Molti ricorderanno di aver letto, in febbraio, del sistema VoIP proposto da Jajah e delle sue tariffe. La novità è che da qualche giorno Jajah propone telefonate gratuite nazionali ed internazionali.

La nuova soluzione proposta prende il nome di Jajah Free
Global Calling
. La promessa del servizio è, come detto, la possibilità di effettuare chiamate gratuite verso la maggior parte dei paesi del mondo. Non è necessario sottoscrivere alcun contratto, l'unica formalità da espletare è la registrazione (gratuita) sul sito del servizio, che deve essere effettuata dal gruppo di utenti che intende "contattarsi": le chiamate gratuite sono infatti riservate agli utenti Jajah.

La dinamica del servizio rimane la stessa: inseriti i numeri di telefono di mittente e destinatario, si deve selezionare il tasto Call (Chiama) affinché Jajah metta in comunicazione i due telefoni. Per l'Italia e altri paesi europei, questa possibilità vale solo per gli utenti Jajah che registrano il proprio numero di rete fissa. In USA, Canada, Cina, Hong Kong, Singapore e Taiwan il servizio è esteso anche ai numeri di rete mobile.

Il sistema di Jajah si basa sul rispetto di una politica di "fair use" (equo utilizzo). In pratica agli utenti viene chiesto di contenere le proprie telefonate in modo che possa usufruirne il maggior numero di utenti possibile. Il limite medio che si richiede di rispettare è di un'ora al giorno, o cinque ore alla settimana, o mille minuti al mese. Si tratta di una stima indicativa, calcolata sulle potenzialità di Jajah di reggere una determinata mole di traffico VoIP.
È previsto quindi un monitoraggio del numero di ore consumate ogni giorno da ogni utente. Nelle telefonate di prova (verso USA e Francia), effettuate per alcuni giorni dalla redazione, nel ligio rispetto dei limiti suggeriti, Jajah non ha evidenziato alcun addebito.

In caso di superamento, secondo Jajah, agli utenti sarà chiesto di usufruire di alcuni servizi a pagamento (come i messaggi di testo), poiché il traffico gratuito è sostenibile nella misura in cui nel bacino complessivo degli utenti esistono clienti che fruiscono di servizi non-free. Esiste anche la possibilità che ci si trovi a dover pagare telefonate effettuate tra utenti registrati: Jajah in questo caso promette di motivare ogni addebito, ad ogni richiesta di chiarimento che i clienti invieranno (in inglese) attraverso questo form.

Dario Bonacina
5 Commenti alla Notizia Gratis le chiamate tra utenti Jajah
Ordina