Un metal detector nel cellulare

Stando ad una testata scientifica britannica, Nokia avrebbe brevettato un metal detector integrabile in un telefonino

Roma - Che i telefoni cellulari fossero oltremodo moltifunzione è ormai noto da tempo. Meno nota è la totalità delle funzioni di cui un telefonino può essere provvisto. A queste Nokia sembra intenzionata ad aggiungerne un'altra: il metal detector.

"E a che serve?" si chiederanno molti utenti. Come riporta l'ultimo numero del New Scientist, il colosso finlandese spiega che la novità, che potrebbe essere integrata in un nuovo modello, consente all'utente di fare tutto ciò che è possibile con un metal detector: dal ritrovare le chiavi di casa al rilevare cavi elettrici, fino a trovare armi da fuoco. Sarebbe quindi opportuno che un agente di polizia in servizio lo mantenesse disattivato.

Il nuovo brevetto, che secondo la testata scientifica sarebbe stato registrato da Nokia negli USA, rivela che per implementare questa nuova feature il produttore ha fatto uso di bobine ad induzione, solitamente utilizzate per ottenere un segnale audio chiaro e di buona qualità negli apparecchi acustici indossati da persone con problemi d'udito.
La capacità di rilevare metalli a breve distanza è stata collaudata e le ridotte dimensioni ne renderebbero ideale l'impiego in dispositivi compatti come i telefoni cellulari.

D.B.
8 Commenti alla Notizia Un metal detector nel cellulare
Ordina