Un preservativo per cellulari

Pronta la soluzione che rende obsolete le vecchie foderine su misura. Nientemeno che un condom per telefonini

Roma - A prova di acqua, sudore, sangue, unto e quant'altro può sporcare un telefono cellulare, arriva il "preservativo" per telefonini. Lo produce una compagnia olandese, che lo propone agli utenti professionalmente a rischio: tinteggiatori, pittori, macellai, cuochi, meccanici.

Stando ad alcune stime, sarebbero 68 milioni i telefonini danneggiati a causa dell'acqua o di vari tipi di sporco. Innovalife International Ltd è convinta che una "custodia" con spessore di 75 micron possa garantire una protezione da ogni dannosa eventualità.

La particolarità di questa "skin" è che il suo utilizzo è simile a quello di un preservativo: si pone sul cellulare e la si srotola, avvolgendo l'apparecchio. Rogier van Camp, ideatore del prodotto (che somiglia in verità ad una comune pellicola trasparente da cucina) riferisce di avere avuto l'idea mentre tinteggiava una piscina in Francia.
Sebbene da tempo siano disponibili foderine su misura per ogni tipo di cellulare, van Camp definisce questa soluzione più pratica "anche perché può essere veramente usata anche come preservativo". Il lattice utilizzato come materia prima, dichiara Van Camp, è 17 volte più forte di quello impiegato nella fabbricazione dei condom. Lo scotto da pagare è una perdita di qualità nell'audio, approssimativamente del 3%. Se utilizzato per il cellulare, naturalmente.

Dario Bonacina
18 Commenti alla Notizia Un preservativo per cellulari
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)