Anche Plextor e LG scrivono Blu-ray

I due celebri produttori di drive ottici hanno presentato i loro primi modelli di masterizzatore Blu-ray, unitÓ in grado di scrivere praticamente tutti i formati in circolazione. Ecco le principali caratteristiche

Roma - Il numero dei produttori di masterizzatori Blu-ray cresce di settimana in settimana, contando ormai quasi una decina di grandi nomi del settore. A questi si aggiungono anche LG e Plextor, entrambe in procinto di lanciare i loro primi burner a laser blu.

Il masterizzatore di LG, il GBW-H10N, arriverà nei negozi taiwanesi il prossimo fine settimana ad un prezzo di 29.900 dollari locali, pari a circa 725 euro. Il lancio globale dell'unità è previsto in tarda estate.

Il GBW-H10N è un'unità interna ATAPI in grado di scrivere i dischi BD-R (registrabili) e BD-RE (riscrivibili) a singolo layer (25 GB) alla velocità, rispettivamente, di 4x e 2x. L'unità supporta inoltre la scrittura dei DVD (DVD+RW/-RW DL e DVD-RAM) alla velocità massima di 12x e dei CD (CD-R/RW) alla velocità massima di 10x. LG afferma che il drive include l'hardware necessario per decodificare sia i film distribuiti su DVD che quelli in formato Blu-ray.
Il burner di Plextor, il PX-B900A, arriverà sul mercato (incluso quello italiano) tra settembre e ottobre ad un prezzo ancora non rivelato. Anche in questo caso si tratta di un'unità interna con interfaccia ATAPI ma, a differenza del GBW-H10N di LG, il PX-B900A è in grado di masterizzare anche i dischi BD-R/RE a doppio layer (da 50 GB). A fronte di questa dote, il drive di Plextor sacrifica qualcosa in termini di performance: la velocità massima di scrittura dei dischi Blu-ray è infatti di 2x, mentre quella dei DVD è di 8x. Il PX-B900A, dotato di un buffer di 8 MB, supporta i CD-R/RW e tutti i formati DVD registrabili e riscrivibili, inclusi i DVD-RAM.

Tra i produttori che in questi mesi hanno annunciato masterizzatori Blu-ray figurano BenQ, Lite-On IT, Sony, Pioneer, Philips e Panasonic. Sul fronte opposto, quello delle aziende che appoggiano lo standard HD DVD, l'unica ad aver annunciato masterizzatori interni per PC è Toshiba.

Se Blu-ray domina dunque il mercato dello storage, confermando la sua vocazione professionale, HD DVD sembra invece destinato a prevalere nel segmento consumer, dove sarà presto presente con un certo numero di player domestici e con un videoregistratore digitale. Le posizioni di mercato che a breve andranno ad occupare i due standard sono conseguenza di due fattori principali: prezzo dell'hardware e capacità dei dischi. Se HD DVD vince nel primo campo, Blu-ray supera il rivale nel secondo: oggi è però ancora difficile dire chi, delle due fazioni in lotta, ha in mano le armi vincenti.
TAG: storage, hw
14 Commenti alla Notizia Anche Plextor e LG scrivono Blu-ray
Ordina