Una bandiera da record. E' nana

I ricercatori dell'Università del Texas hanno creato una bandiera stelle e strisce nanoscopica in occasione della festività nazionale del 4 luglio

Dallas (USA) - Alcuni scienziati dell'Università del Texas impegnati in esperimenti nanotecnologici hanno voluto celebrare la ricorrenza del 4 luglio, festa nazionale statunitense, creando una bandiera nanoscopica a stelle e strisce. L'oggetto, grande un decimo del diametro d'un capello, è entrato tra i Guinness World Records.

La larghezza della bandiera, riprodotta fedelmente con le 50 stelle e le 13 strisce di livrea, è di appena 7 micron. "La maggior parte degli oggetti nanotecnologici è bidimensionale", ha detto il professore Moon Kim, direttore del progetto: la bandiera è stata "disegnata" grazie all'uso di uno speciale laser microscopico ed è la riproduzione esatta di un'analoga immagine bitmap patriottica.

Su un wafer di silicio, il laser ha tracciato con precisione non soltanto il vessillo statunitense, ma con l'ausilio di un nanomanipolatore è stata unita persino ad una "nanoasta": la bandiera, tridimensionale, riesce a stare in posizione verticale. Un bel passo in avanti, come spiegano i suoi creatori: "Con apparecchiature come il nanomanipolatore possiamo prendere qualcosa e spostarla a nostro piacimento".
Tecnologie d'assemblaggio nanoscopiche di questo tipo, dicono i ricercatori Jang Bae Jeon e Carlo Foresca, "sono un metodo da utilizzare nell'industria dei semiconduttori: se qualcuno vuole modificare un circuito, con un nanomanipolatore è possibile tagliare ed incollare pezzi per ripararlo".
19 Commenti alla Notizia Una bandiera da record. E' nana
Ordina