Tetris costringe un Tetris alla chiusura

Le pressioni della casa madre di Tetris ha spinto gli sviluppatori di Quinn, versione free per Apple di Tetris, a cessare la distribuzione. Pesce grosso mangia pesce piccolo?

Stati Uniti - I legali della Tetris Company, detentrice dei diritti su uno dei videogame più famosi di tutti i tempi, hanno intimato agli sviluppatori di Quinn, noto remake di Tetris per utenti Apple, di cessare immediatamente la distribuzione del software videoludico, poiché violerebbe il marchio di proprietà della Tetris Company.

Nonostante siano convinti che Quinn non rappresenti alcuna violazione di diritti o di marchio, i suoi creatori ne hanno per ora interrotto la diffusione, in attesa di decidere se procedere in giudizio. Mai, dichiarano, avrebbero pensato di trovarsi in una situazione del genere, visto che da anni in rete circolano centinaia di imitazioni di Tetris e una release per l'utenza Mac a loro parere certo non avrebbe nuociuto alla popolarità del videogame.

Non è la prima volta che la casa madre dei "mattoncini che cadono" attacca in maniera più o meno diretta i vari programmini freeware circolanti nel Web, ma nessuna di queste azioni legali è poi finita in tribunale: fin qui è bastata la pressione della TC a far desistere i programmatori dal distribuire i loro cloni di Tetris. Ma sono comunque molti i "remake" del gioco scaricabili a piacimento dalla rete.
Chris Wells, creatore di Quinn assieme a Simon Haertel, chiede ufficialmente, attraverso le pagine del sito dedicato, che la comunità di internauti prenda visione dei fatti e dei precedenti tra il Grande Tetris e i suoi "figli illegittimi".

Una "scomunica" che suona come un paradosso, così come paradossale e intrigante è l'invincibilità di Tetris, che costringe tutti coloro che ci giocano ad una continua sconfitta.

Giorgio Pontico
15 Commenti alla Notizia Tetris costringe un Tetris alla chiusura
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)