Scienziati USA craccano Galileo

Un ricercatore crea un algoritmo per estrarre i codici d'accesso al sistema europeo, quei codici che il consorzio satellitare vorrebbe far pagare agli utenti. Gli americani violano una tecnologia europea?

Ithaca (USA) - Il Prof. Mark Psiaki della Cornell University è riuscito ad assestare un colpo dritto al cuore del sistema europeo di navigazione satellitare, il notissimo Galileo, l'alternativa europea all'americano GPS.

Con il suo team di ricerca, Psiaki è riuscito a creare un algoritmo che estrapola i codici PRN direttamente dal segnale satellitare: queste sequenze numeriche, secondo gli esperti del laboratorio GPS della Cornell University, sono le chiavi a pagamento che permetteranno l'uso dei servizi Galileo.

"Galileo funziona come un faro", ha detto Psiaki, "ed io ho semplicemente scrutato ed analizzato la frequenza dei fasci luminosi, misurandone le coordinate ed altre informazioni: è possibile che il costruttore del faro mi debba far pagare per guardare?". Motivato da questi presupposti, il gruppo di ricercatori ha estrapolato i codici d'accesso Pseudo Random Number attraverso l'uso di antenne e semplici calcolatori.
Lo scorso gennaio, il primo satellite della serie GIOVE ha iniziato ufficialmente le trasmissioni. Attualmente, soltanto tre aziende in tutto il mondo possiedono questi codici fondamentali. A partire dal 2010, anno della messa in orbita dell'ultimo satellite della costellazione Galileo, i PRN saranno posti in commercio.

A differenza del sistema GPS, gratis e sviluppato dall'esercito americano utilizzando denaro pubblico, gli investitori che tanto hanno speso in Galileo contano di rifarsi proprio commercializzando l'utilizzo delle rilevazioni del network satellitare. I risultati del progetto di Psiaki sono stati pubblicati sulla rivista specialistica GPS World ed una pubblicazione tecnica è disponibile direttamente sul sito del dipartimento di ricerca.

"Ci siamo comportati così", ha spiegato il professore, "semplicemente ogni tentativo di ottenere codici PRN dalle aziende coinvolte nel consorzio Galileo è stato inutile: mi sembra di non aver fatto niente d'illegale, perché è illegale crackare le protezioni crittografate di contenuti multimediali, non ottenere un codice analizzando i segnali dallo spazio".

Inizialmente, in base alle dichiarazioni di Psiaki e soci, le aziende coinvolte nel progetto europeo avrebbero dovuto "fornire codici PRN pubblici per ricevitori open source" che permettessero un certo grado d'interoperabilità col sistema GPS. Nonostante questo, Psiaki ha ribadito che "qualsiasi ricevitore Galileo dovrà ottenere una licenza ed un codice PRN autorizzato".
80 Commenti alla Notizia Scienziati USA craccano Galileo
Ordina
  • bravi veramente molto bravi!quando sono loro i a copiare o ad usare le nostre tecnologie gratis tutto va bene...ma quando sono gli europei o il resto del mondo è illegale e si deve bloccare tutto!!!
    w GALILEO meglio pagare gli europei ma CIVILI che gli usa incivili(cioè militari) .
    non+autenticato

  • Basta leggere qualche commento su slashdot per
    rendersi conto che hanno "craccato" il codice che
    quando il sistema sara' operativo verra' reso
    noto gratuitamente. Quindi tanto lavoro per nulla.
    non+autenticato
  • .. ho scoperto adesso che galileo è a pagamento... quindi la domanda è:

    perchè devo pagare se il gps è gia' gratis?

    e ancora

    chi puo' essere così stolto da investire in un servizio a pagamento quando un concorrente lo fornisce gratis?
    non+autenticato
  • ci sono vari motivi

    a) galileo è più preciso
    b) galileo non è gestito dall'esercito americano
    c) per una volta gli europei hano fatto qualcosa meglio degli usa, e come si evince da questo articolo agli usa rode da morire.
    non+autenticato
  • Galileo é ancora in fase di sviluppo. Certo, sarà realizzato anche in perdita (paghiamo noi) ma che si riveli una valida alternativa al già consolidato GPS é tutto da dimostrare.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Galileo é ancora in fase di sviluppo. Certo, sarà
    > realizzato anche in perdita (paghiamo noi) ma che
    > si riveli una valida alternativa al già
    > consolidato GPS é tutto da
    > dimostrare.

    Per carita', le parole stanno a 0 e i fatti contano.

    E' un fatto che il GPS introduca un errore, voluto e casuale di decine di metri onde evitare che un navigatore satellitare da poche centinaia di euro possa diventare un sistema di guida per missili artigianali, sai com'e'.

    Di fatto i sistemi per "aggirare" l'errore esistono e si basano sul rilevamento dei parametri di bordo.

    Se questo errore e' accettabile per una imbarcazione o per un'automobile, non e' accettabile su un aereo che deve sempre basarsi sull' ILS e non sul GPS: un errore anche di un solo metro puo' fare MOLTA differenza.

    Quanto a galileo, imvho non ha senso crittografare il segnale. Una volta che il segnale di due o piu' satelliti e' riconoscibile puo' essere utilizzato per orientarsi, anche senza sapere cosa dice.

    Solo sara' richiesta una maggiore potenza di calcolo nel ricevitore, ma niente di preoccupante.

    Spero che abbiano preparato piu' modelli di business che il semplice "pay per use" o ci resteranno MOLTO male.

    Piccola chiosa:
    se mai un europeo dovesse craccare i codici GPS riuscendo cosi' ad eliminare l'errore introdotto volutamente (e il modo c'e' perche' le armi USA basano il loro puntamento su quello stesso segnale, ma riescono a non risentire dell'errore), be'... l'arresto, la condanna e l'estradazione diretta a Guantanamo penso sia solo questione di secondi.

    >GT<
  • > Se questo errore e' accettabile per una
    > imbarcazione o per un'automobile, non e'
    > accettabile su un aereo che deve sempre basarsi
    > sull' ILS e non sul GPS: un errore anche di un
    > solo metro puo' fare MOLTA
    > differenza.

    Guarda che l'ILS (Instrumental LANDING System) è usato solo IN FASE DI ATTERRAGGIO per fornire IL SENTIERO DI DISCESA. Un parametro che COMUNQUE il GPS non è in grado di fornire, non potendo estrarre per triangolazione nessun tipo di dati su pitch, yaw e roll...
    non+autenticato
  • su pitch, yaw e roll il gps non ha speranze...
    resta anche da dire che l'ILS non si basa su pitch, yaw e roll (per quelli basta l'orizzonte artificiale) ma sulla posizione rispetto ad un fascio di microonde sparato dal T-VOR o dall'ILS.

    Non vedo perchè tu non possa scendere sul glide con un GPS (purchè preciso) che ti dice con tranquillità la distanza dalla soglia pista ILS, la quota, ed è sicuramente in grado di dirti se sei fuori dal prolungamento dell'asse pista... Alla fine si tratta di angoli e distanze...

    Ben venga il GPS, ovviamente dotato di correzione altimetrica relativa al geoide effettivo, altrimenti funziona solo se collegato al R-Altimetro...

    Ma la domanda è: a chi giova Galileo?

  • - Scritto da: shezan74
    [...]
    >
    > Ma la domanda è: a chi giova Galileo?

    a noi!
    non+autenticato
  • boia, ma sei un pilota ? come fai a sapere sta roba ?
    non+autenticato
  • Cito da Wikipedia:

    ...Fino al maggio 2000, il segnale per uso civile veniva degradato per ridurre la precisione attraverso la Selective Available (SA), consentendo precisioni nell'ordine di 100-150 m. Da quella data, invece, per decreto del Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, è stata disabilitata la degradazione del segnale, consentendo la precisione attuale di circa 10-20 m. Nei modelli per uso civile è presente un dispositivo che inibisce il funzionamento ad altezze e velocità superiori a certi valori, per impedirne il montaggio su missili improvvisati....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Guybrush

    > Quanto a galileo, imvho non ha senso
    > crittografare il segnale. Una volta che il
    > segnale di due o piu' satelliti e' riconoscibile
    > puo' essere utilizzato per orientarsi, anche
    > senza sapere cosa
    > dice.

    Qui l'unico che non sa cosa dice sei tu.

    Se fosse come dici tu si potrebbero anche usare i satelliti TV per prientarsi, basterebbe riuscire a prendere il segnale di 2 satelliti...

    Torna alla propaganda antiamerikana kompagno, che ti riesce meglio...
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > .. ho scoperto adesso che galileo è a
    > pagamento... quindi la domanda è:
    >
    >
    > perchè devo pagare se il gps è gia' gratis?
    >
    > e ancora
    >
    > chi puo' essere così stolto da investire in un
    > servizio a pagamento quando un concorrente lo
    > fornisce
    > gratis?

    perchè GPS è del 1978(i primi esperimenti, l'idea è degli anni '40), ha la precisione di un 50cm(1cm militare) MA solo in America, in Europa la precisione non è garantita (come scritto in tutti i libretti di istruzioni di un navigatore);
    Il gps non è gratis: è gratis il servizio ma non l'aparecchio;
    Il Gps ha questo logo:
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    ed è gestito da questi:
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    si, GPS è militare e come tale non tutte le aree mondiali sono coperte, inoltre date le origini non è esattamente ottimale per usi civili, a cui è stato adattato.
    in caso di guerra il servizio potrebbeessere disattivato o reinstradato;

    GALILEO invece è un progetto Europeo per i Civili.
    questo significa che è ottimizzato per i trasporti, la navigazione (per aria e per mare), la georeferenziazione (Galileo usa sistemi di triangolazione molto più avanzati del più classico effetto doppler del GPS) che anche con poca copertura potrà essere ottimale.
    Di Galileo sara libero l'utilizzo pubblico (diciamo normale), in questo caso gli Americani hanno craccato le bande commerciali!
    la precisione sarà maggiore, anche con minor numero di canali(a pagamento fino a 10cm, i militari fino a 1cm);
    non sarà un sistema militare;
    avrà copertura TOTALE in europa (vai a chiedere agli Scandinavi se hanno mai visto funzionare un navigatore GPS da loro...), e in (più)futuro nel resto del mondo;

    inoltre, se non bastasse il fatto che Galileo funzionerà molto meglio di GPS (in quanto più recente) è molto importante per noi Europei avere sempre di più indipendenza da tecnologie Americane, per quanto possibile.
    Europa do it better!

    neanche da dire, gli Americani hanno il terrore di perdere l'egemonia del posizionamento globale, tanto è vero che sono anni che tentano di dissuadere i nostri governanti dal lanciare il sistema, anche con proposte economiche...
    finora invano, speriamo non ce la facciano...

    http://en.wikipedia.org/wiki/Galileo_positioning_s...
    http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_di_posizionam...
    non+autenticato
  • non mi pare che il DMCA si riferisca solo a copyright, diritto d'autore, brevetto ... ma anche alla sprotezione e violazione di comunicazioni elettroniche in generale, no?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non mi pare che il DMCA si riferisca solo a
    > copyright, diritto d'autore, brevetto ... ma
    > anche alla sprotezione e violazione di
    > comunicazioni elettroniche in generale,
    > no?

    Mi pare che si difendano dicendo che in questo caso si tratta di coordinate, materiale non protetto da (c).

    Fosse successo il contrario, Guantanamo avrebbe qualche ospite in piuTriste ...
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da:
    > > non mi pare che il DMCA si riferisca solo a
    > > copyright, diritto d'autore, brevetto ... ma
    > > anche alla sprotezione e violazione di
    > > comunicazioni elettroniche in generale,
    > > no?
    >
    > Mi pare che si difendano dicendo che in questo
    > caso si tratta di coordinate, materiale non
    > protetto da
    > (c).
    >
    > Fosse successo il contrario, Guantanamo avrebbe
    > qualche ospite in piuTriste

    il discorso e' proprio questo, galileo dovrebbe essere un sistema di posizionamento ALTERNATIVO al gps, che e' gestito dagli USA, e che puo' essere da loro spento o alterato a piacimento quando se ne dovesse aver necessita' (vedi guerra in iraq e afghanistan). Secondo voi non farebbero di tutto per continuare a detenere un monopolio in questo campo ? E quando dico di tutto, intendo di tutto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > il discorso e' proprio questo, galileo dovrebbe
    > essere un sistema di posizionamento ALTERNATIVO
    > al gps, che e' gestito dagli USA, e che puo'
    > essere da loro spento o alterato a piacimento
    > quando se ne dovesse aver necessita' (vedi guerra
    > in iraq e afghanistan).

    Sciocchezze!
    Dal 2000 il segnale non è più stato alterato. Anche perchè la SA veniva tolta quando c'erano necessità militari.
    Nel '98 sapevo quando la NATO stava facendo operazioni in Kossovo e Bosnia perchè "improvvisamente" il GPS mi segnava l'atitudine corretta.
    Penso l'avessero scoperto anche i "namici".
    In secondo luogo: per mettere un'autobomba non ci vuole il GPS.


    >Secondo voi non farebbero
    > di tutto per continuare a detenere un monopolio
    > in questo campo ? E quando dico di tutto, intendo
    > di
    > tutto.

    Beh, non stanno lottando contro i giganti della coerenza... Dopo pochi mesi di trattative la UE ha accettato di utilizzare le stesse frequenze; diconon per "retrocompatibilità".


    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Penso l'avessero scoperto anche i "namici".
    > In secondo luogo: per mettere un'autobomba non ci
    > vuole il
    > GPS.

    Per trovare la strada giusta dove metterla (specie a Roma), ci vuole eccome. Derka derka! Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > researcher = ricercatore

    sarà stato un typo, vedrai!
    non+autenticato
  • Forse é quello di Prison Break.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)