Penali per i decoder SKY? Adiconsum: non pagate

Il servizio approntato dall'associazione sembra aver indotto la tv satellitare a fare marcia indietro sulle richieste di penale per mancata restituzione dei decoder. Adiconsum: e chi ha già pagato?

Roma - Nelle infinite beghe tra televisione digitale e utenza s'infila ancora una volta un problema di comunicazione tra produttori ed abbonati: lo segnala Adiconsum, che ha appena reso noti i risultati del proprio servizio "Soccorso SKY". Secondo l'associazione, infatti, SKY ha dovuto fare "marcia indietro".

In ballo c'era una questione che, come già sanno molti lettori di Punto Informatico, riguarda la restituzione dei decoder dismessi dagli ex abbonati di SKY Italia. Molti di loro hanno segnalato alla redazione, e naturalmente anche alle associazioni del consumo, di aver ricevuto da SKY una richiesta di pagamento di 150 euro a titolo di penale per la mancata riconsegna dei dispositivi.

Dopo la sentenza con cui il Giudice di Pace di Bologna nelle scorse settimane ha deciso che SKY non potesse imporre ad un proprio utente l'utilizzo di un determinato decoder, Adiconsum si è ulteriormente mobilitata ottenendo, spiega, che SKY tornasse sui propri passi e cancellasse le penali.
Ai consumatori che anche grazie ad Adiconsum hanno scritto a SKY per far notare come la policy sui decoder fosse tutt'altro che chiara, e come poco chiare apparissero anche le modalità di restituzione del decoder, l'operatore satellitare ha deciso di andare incontro, spiegando che la restituzione dell'apparecchio comporterà automaticamente la cancellazione degli ormai "famosi" 150 euro.

In una lettera-tipo del servizio consumatori di SKY pubblicata da Adiconsum, l'azienda infatti spiega ad uno degli utenti che aveva protestato come la questione della penale vada considerata del tutto risolta, con in più l'indicazione di un numero verde da contattare per domande di chiarimento. Basterà a questi consumatori riconsegnare in qualsiasi negozio "SKY Service" il proprio decoder per chiudere la questione.

A rimanere aperta, a questo punto, è solo la posizione di chi la penale l'ha già pagata. Adiconsum si chiede infatti in queste ore in che modo e con quali tempi saranno rimborsati coloro che hanno già pagato il decoder non riconsegnato con una penale che l'associazione ritiene ingiusta. In questo senso l'Associazione ha chiesto a tutti coloro che hanno già pagato di scrivere a SKY per chiedere il rimborso.
33 Commenti alla Notizia Penali per i decoder SKY? Adiconsum: non pagate
Ordina
  • mi hanno richiesto una penale per mancata riconsegna del decoder pari ad Euro 370,11
    non+autenticato
  • dopo aver disdettol!abbonamento sky ho riconsegnato il decoder al negozio preposto oltre i trenta giorni stabiliti con rilascio di ricevute,ho ricevuto una lettera con bollettino postale con l!invito a pagare
    150 euro di penale è legale?
    non+autenticato
  • Stessa cosa anche a me...ma a quanto pare non risponde nessuno alle nostre richieste e io non so come comportarmi
    non+autenticato
  • Anche a me succede la stessa cosa.
    Il centro sky non accetta la restituzione dicendo che
    Sky non a dato a loro comunicazione.
    E sky mi manda una penale di 165 euro
    Cosa devo fare. Grazie
    non+autenticato
  • Salve a tutti! Ho fatto la disdetta del contratto Sky e il 30 Novembre 2012 mi comunicano che tutto [ andato a buon fine. Ammetto di non aver restituito gli apparati entro i 30 giorni stabiliti dal contratto (pensavo arrivasse una comunicazione qualsiasi). Agli inizi di Marzo 2013 mi arriva una fattura da parte di Sky in cui mi chiedono di restituire gli apparati o di pagare 266 ca. entro la fine del mese. Nel caso in cui io non avessi restituito gli apparati o pagato la fattura, si sarebbero rivolti ad un'agenzia di recupero crediti. Il 27 e il 28 Marzo restituisco tutto (ho le fatture a testimoniarlo). Il 24 Aprile mi arriva una lettera da parte di Creditech che mi intima a pagare 266 e le spese del recupero credito. Chiamo allora Sky e chiedo delucidazioni riguardo la lettera. Mi rispondono che non ne devo tenere conto perch{ a loro gli apparati risultano restituiti. Ad Ottobre mi arriva un'altra lettera, questa volta da parte dello studio legale Graverini per conto di Telkom spa a sua volta per conto di Sky. Mi chiedono di pagare la somma dovuta, in totale 324,42 euro. Chiamo subito l'unico numero fornito che [ quello della Telkom e spiego la situazione. Mi rispondono che entro 3/4 giorni lavorativi mi avrebbe contattato l'operatore che si sta occupando della mia pratica. Passa un mese e mi richiamano il 3 dicembre dicendomi che se non avessi pagato la somma secondo loro dovuta entro il 5/12 sarebbe stato il giudice a decidere e mi danno un numero di conto corrente (ho notato che non corrisponde a quello in cui ho sempre versato i soldi delle mensilit' di Sky. Non so se questa [ un'anomali). Al che chiamo per l'ennesima volta sky che mi conferma che non devo assolutamente pagare nulla. Nei loro database risulta tutto ok. Decido dunque di non pagare. Giorno 9/12 mi ricontatta l'avvocato Olivieri per conto dello studio legale Graverini e mi dice nuovamente che devo pagare, stavolta entro il giorno successivo, altrimenti sempre la solita tiritera della convocazione davanti al giudice. Io rispondo dicendo che pi\ di un operatore Sky mi ha confermato che non devo rendere nulla a Sky Italia. L'avvocato si altera, mi prende per bugiarda e mi intima nuovamente di pagare. Cosa devo fare? Si tratta di truffa?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)