Microsoft ora Virtual PC lo regala

In attesa del nuovo Virtual PC 2007, BigM rende gratuita l'edizione 2004 del proprio famoso software di virtualizzazione. Nel frattempo VMware ha rilasciato la versione 1.0 del proprio server entry-level

Roma - Nelle stesse ore in cui VMware ha rilasciato la versione 1.0 del proprio server di virtualizzazione gratuito, Microsoft ha annunciato l'azzeramento dei costi di licenza di Virtual PC 2004.

VMware Server 1.0, di cui si era approfonditamente parlato in occasione del rilascio della prima beta gratuita, è un server di macchine virtuali che eredita le caratteristiche dell'ormai defunto VMware GSX, il cui costo era di oltre 1.000 dollari. Durante la fase di beta testing il software è stato scaricato, secondo VMware, oltre 700.000 volte.

Regalando il proprio prodotto entry-level, l'azienda spera di indirizzare gli utenti business verso il più sofisticato VMware Infrastructure 3, un software a pagamento basato su ESX Server: una delle sue peculiarità, non presente in VMware Server, è la capacità di girare direttamente al di sopra dell'hardware di un computer (facendo così a meno di un sistema operativo host).
VMware Server gira sulle architetture x86, supporta sistemi operativi guest a 64 bit, può interfacciarsi al sistema di gestione delle macchine virtuali VMware VirtualCenter, supporta le configurazioni multicore e multiprocessore, ed è compatibile con il formato d'immagine di MS Virtual PC e Symantec LiveState Recovery.

VMware Server 1.0 può essere scaricato da questa pagina e utilizzato gratuitamente anche in ambiti commerciali. Un abbonamento annuale al servizio di supporto parte da un prezzo di 350 dollari.

Da oggi è completamente gratuito anche Virtual PC 2004, la nota soluzione di virtualizzazione desktop di Microsoft. Con questa mossa il big di Redmond prepara la strada all'arrivo della futura edizione 2007, che secondo un recente annuncio sarà anch'essa gratuita. Di recente, rispondendo alle strategie di VMware, Microsoft ha azzerato i costi di licenza anche del proprio server di virtualizzazione, Virtual Server 2005 R2.

La tecnologia di Virtual PC 2004 non è particolarmente recente, basandosi ancora in larga parte sul codice della sua sviluppatrice originaria, Connectix. Rispetto a VMware, Virtual PC ha una gestione della memoria meno sofisticata, un supporto all'hardware più limitato e una compatibilità con i sistemi di terze parti non altrettanto collaudata: nel wizard di creazione delle macchine virtuali, ad esempio, tutti i sistemi operativi non Microsoft (tranne OS/2) sono genericamente catalogati sotto la voce "altri". Il supporto ufficiale a Linux e ad altre piattaforme di terze parti è del resto arrivato solo con il recente Virtual Server 2005 R2, e sarà aggiunto con tutta probabilità anche a Virtual Server 2007.

Ciò non toglie che Virtual PC 2004, anche grazie al Service Pack 1 integrato, ha funzionalità che possono soddisfare la stragrande maggioranza degli utenti consumer: con Virtual PC 2004 Jeremy Reimer, di arstechnica.com, è ad esempio riuscito a far girare sopra Windows la famosa distribuzione Linux Ubuntu.

Virtual PC 2004 SP1 può essere scaricato da qui in un file d'installazione del peso di circa 18 MB. Il software gira esclusivamente su Windows 2000 e Windows XP.
111 Commenti alla Notizia Microsoft ora Virtual PC lo regala
Ordina
  • In futuro neanche lontano si caricherà un hypervisor direttamente sulla macchina e poi i sistemi operativi. Microsoft si sta preparando a questo ed è per questo che si è comprata Connectix.

    Intanto MS regala i prodotti in risposta alle operazioni di VMware (ha cominciato quest'ultima a regalare i prodotti).

    non+autenticato
  • cosa è un hypervisor ?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > cosa è un hypervisor ?

    http://en.wikipedia.org/wiki/Hypervisor
    non+autenticato
  • ...Guarda che quello che "regala" è una versione vecchia come il cuccù NEANCHE PARAGONABILE a Vmware...
    Provali prima di sparare certi paragoni assurdi!!!
    A bocca storta
    - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > cosa è un hypervisor ?
    >
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Hypervisor
  • > Intanto MS regala i prodotti in risposta alle
    > operazioni di VMware (ha cominciato quest'ultima
    > a regalare i
    > prodotti).

    Tenta di stroncare la concorrenza attraverso la sua forza commerciale, prima "regala" poi, fatto piazza pulita di concorrenti e brevettando tutto l'immaginabile, fa pagare.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > In futuro neanche lontano si caricherà un
    > hypervisor direttamente sulla macchina e poi i
    > sistemi operativi. Microsoft si sta preparando a
    > questo ed è per questo che si è comprata
    > Connectix.
    >
    >
    > Intanto MS regala i prodotti in risposta alle
    > operazioni di VMware (ha cominciato quest'ultima
    > a regalare i
    > prodotti).

    Veramente la tecnologia di virtualizzazione hardware di Intel, VT (Vanderpool Technology) e quella di AMD Pacifica per le specifiche già di loro eseguono al boot tutto in modalità hardware virtuale. Al momento l'uso dei vecchi BIOS Legacy non permette ancora la gestione delle tecnologie in maniera adeguata, quando i produttori si decideranno ad implementare nei nuovi BIOS EFI le utility di gestione per Vanderpool e Pacifica adeguate, finalmente si potrà avere un OS nel BIOS sempre richiamabile con le sue applicazioni sostitutive degli OS caricati al boot e la possibilità di gestire le varie macchine virtuali hardware, accenderle e spegnerle a proprio piacimento.

    Sulla carta la virtualizzazione hardware permette questo, ma i tempi dei produttori sono biblici per renderlo utilizzabile questo sistema...

    non+autenticato
  • Qualche anno fa MS fece la stessa mossa con Explorer per fottere una azienducola che gli stava sugli zebedei... tale Netscape mi pareSorride
    Poi la fenice e' risorta dalle ceneri e gli ha restituito il complimento.

    A quanto pare MS perde il pelo ma non il vizio. Quando qualcuno trova un filone su cui loro sono rimasti indietro, preparano un prodotto piu' limitato, ma gratuito e li fottono...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Qualche anno fa MS fece la stessa mossa con
    > Explorer per fottere una azienducola che gli
    > stava sugli zebedei... tale Netscape mi pare
    >Sorride
    > Poi la fenice e' risorta dalle ceneri e gli ha
    > restituito il
    > complimento.
    >
    > A quanto pare MS perde il pelo ma non il vizio.
    > Quando qualcuno trova un filone su cui loro sono
    > rimasti indietro, preparano un prodotto piu'
    > limitato, ma gratuito e li
    > fottono...

    tristemente vero.
    non+autenticato
  • e' la classica politica m1cr0s0ft..
    sinceramente mi ha stufato e x quanto mi riguarda uso altro..
  • Avete una gran faccia tosta, davvero ...
    Ma come potete affermare una cosa simile ? Su altri software sta succedendo da anni esattamente il contrario !
    Cosa mi dite di prodotti commerciali come Windows e Office che devono sopportare continuamente la concorrenza *sleale* di Linux e OpenOffice che vengono regalati ?
    E non venitemi a raccontare le solite balle che free non significa gratis, perché sappiamo tutti benissimo come stanno le cose.
    non+autenticato
  • *sleale*?!? regalato?!?

    qualcuno paga, con denaro e con tempo, tutto cio' che viene prodotto per linux... quindi non vedo cosa ci sia di sleale... se poi un prodotto e' anche migliore...

    non+autenticato
  • La verità è che nessuno fa niente per niente... Microsoft propone ottimi prodotti e con parte di ciò che guadagna stanzia enormi cifre in ricerca e sviluppo. I grossi prodotti open fanno quello che possono per contrastare un colosso del genere. Ma non potrebbero nemmeno lontanamente tentare di farlo senza avere alle spalle altri colossi, primi tra tutti IBM, che a sua volta essendo venditore di hardware cerca di rendere il software una commodity per poter guadagnare di più dalla vendita di ogni singolo pc.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > La verità è che nessuno fa niente per niente...
    > Microsoft propone ottimi prodotti e con parte di
    > ciò che guadagna stanzia enormi cifre in ricerca
    > e sviluppo. I grossi prodotti open fanno quello
    > che possono per contrastare un colosso del
    > genere. Ma non potrebbero nemmeno lontanamente
    > tentare di farlo senza avere alle spalle altri
    > colossi, primi tra tutti IBM, che a sua volta
    > essendo venditore di hardware cerca di rendere il
    > software una commodity per poter guadagnare di
    > più dalla vendita di ogni singolo
    > pc.


    Micro$oft fa ottimi prodotti?
    Micro$oft fa ricerca e sviluppo?

    Ma che è un forum di barzellettieri questo?

    Prodotti in fase beta venduti per definitivi che sono ottimi prodotti?

    Copia o compra e modifica soluzioni inventate da altri che è ricerca e sviluppo?

    In quanto ad IBM vende ferramenta, e senza il software la ferramenta resta inutile.
    Lo credo bene che finanzi come può la creazione di buon software, dopo che Micro$oft gli ha distrutto commercialmente OS/2 che era anni luce avanti a quella porcheria di Windows.

    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Micro$oft fa ricerca e sviluppo?

    Microsoft è l'azienda IT che spende di più in ricerca e sviluppo. Supera di molto persino IBM (che comunque non spende poco).

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > Micro$oft fa ricerca e sviluppo?
    >
    > Microsoft è l'azienda IT che spende di più in
    > ricerca e sviluppo. Supera di molto persino IBM
    > (che comunque non spende
    > poco).
    >
    Fonti?
    o lo sai per infusione divina?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > >
    > > > Micro$oft fa ricerca e sviluppo?
    > >
    > > Microsoft è l'azienda IT che spende di più in
    > > ricerca e sviluppo. Supera di molto persino IBM
    > > (che comunque non spende
    > > poco).
    > >
    > Fonti?
    > o lo sai per infusione divina?

    se e' vero, ed e' facile che lo sia, i soldi sono spesi malissimo caro.

  • - Scritto da: smemobox
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > >
    > > > > Micro$oft fa ricerca e sviluppo?
    > > >
    > > > Microsoft è l'azienda IT che spende di più in
    > > > ricerca e sviluppo. Supera di molto persino
    > IBM
    > > > (che comunque non spende
    > > > poco).
    > > >
    > > Fonti?
    > > o lo sai per infusione divina?
    >
    > se e' vero, ed e' facile che lo sia, i soldi sono
    > spesi malissimo
    > caro.

    Certo che sono spesi male, considerando che i programmatori Microsoft scrivono 1,000 linee di codice l'anno di media... Ma ci rendiamo conto ?
    Anche il peggio programmatore ad un'azienda costerà almeno da $30,000 a $100,000 l'anno tasse incluse ?
    E la media delle multinazionali IT è di 6,000 linee codice per programmatore IN UN ANNO !!
    E' una cosa oscena. Tutta gente che non fa niente e lavora 15-20gg l'anno per debuggare qualche misera linea di codice... e vista la qualità dei prodotti lo fa pure male.
    non+autenticato
  • Il primo (Virutal PC) esiste solo per Windows e supporta ufficialmente solo Windows. Quindi posso costruirci verosimilmente delle belle matriosche di Windows con dentro Windows sempre più piccoli, giusto per vedere una cascata di BSOD e RAM e CPU svanire nel nulla.

    Il secondo (VMware Server) anch'esso gratuito, supporta ufficialmente Windows e Linux come host e Windows, Linux, NetWare, e Solaris, come guest (ma anche altri sistemi in via non ufficiale).

    Adesso qualcuno mi spiega perché dovrei utilizzare Virtual PC?
    non+autenticato
  • Ma infatti non ho mai capito se è megalomania o semplice incompetenza e superficialità nello sviluppare questo tool.

    Uno vuole una macchina virtuale per testare più sistemi operativi.

    Che me ne importa di testare solo più versioni di winzozz?

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma infatti non ho mai capito se è megalomania o
    > semplice incompetenza e superficialità nello
    > sviluppare questo
    > tool.
    >
    > Uno vuole una macchina virtuale per testare più
    > sistemi
    > operativi.
    >
    > Che me ne importa di testare solo più versioni di
    > winzozz?
    >

    No. Uno vuole un pool di macchine virtuali da far girare su un unico hardware, in modo da poter far condividere, al costo di un solo hardware, le risorse di un sistema a più sistemi, anche differenti tra loro. Questo ha il vantaggio, quando vendi servizi di poter vendere a costi più contenuti. VMware ESX inoltre non richiede neppure la presenza di un sistema operativo Host.

    Virtual PC messo a confronto è meno che un giocattolo (come tutti i prodotti MS quando paragonati ad altro)
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > Virtual PC messo a confronto è meno che un
    > giocattolo (come tutti i prodotti MS quando
    > paragonati ad
    > altro)

    Paragonare Virtual PC a ESX è una stupidaggine. Il confrontro è questo

    Virtual PC 2004 - VMware Workstation (esiste ancora)
    Virtual Server 2005 Enterprise R2 - VMware Server
    Longhorn qualcosa - ESX

    Quindi sulla fascia media e bassa le soluzioni sono paragonabili e simili. Sulla fascia alta Microsoft non ha ancora un prodotto disponibile al pubblico.

    Il tuo commento su "tutti" i prodotti Microsoft non mi sembra onesto. Sono d'accordo che per il momento VMware è tecnicamente superiore (mentre il prodotto MS è più facile) ma su altri prodotti ci sarebbe da discutere.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > Virtual PC messo a confronto è meno che un
    > > giocattolo (come tutti i prodotti MS quando
    > > paragonati ad
    > > altro)
    >
    > Paragonare Virtual PC a ESX è una stupidaggine.
    > Il confrontro è
    > questo
    >
    > Virtual PC 2004 - VMware Workstation (esiste
    > ancora)
    > Virtual Server 2005 Enterprise R2 - VMware Server
    > Longhorn qualcosa - ESX
    >
    > Quindi sulla fascia media e bassa le soluzioni
    > sono paragonabili e simili. Sulla fascia alta
    > Microsoft non ha ancora un prodotto disponibile
    > al
    > pubblico.

    Quindi VMware ti sta offrendo gratuitamente ciò che MS ti da a pagamento, mentre MS al limite ti regala un prodotto di fascia bassa, che se paragonato al diretto concorrente VMware Workstation, ne esce comunque con le ossa rotte.

    > Il tuo commento su "tutti" i prodotti Microsoft
    > non mi sembra onesto. Sono d'accordo che per il
    > momento VMware è tecnicamente superiore (mentre
    > il prodotto MS è più facile) ma su altri prodotti
    > ci sarebbe da
    > discutere.

    Per esempio? Citami un prodotto MS che paragonato ad altro non faccia la figura del giocattolo. La Xbox360 non vale, è già un giocattolo di suo.
    non+autenticato
  • Virtual Server è SUPERIORE su tutto a Virtual PC, ma onestamente uso il prodotto MS da un anno e più e non si è mai bloccato. Ho anche installato SUSE e funziona correttamente.

    Questo per dire che, ancora, pur ammettendo che VMware è superiore, virutal PC non è un giocattolo, ma un onesto strumento di lavoro che fa quello che promette egregiamente. Ora poi che è gratuito...
    N
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Virtual Server è SUPERIORE su tutto a Virtual PC,

    ottima argomentazione Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Che me ne importa di testare solo più versioni di
    > winzozz?
    >

    Se col PC ci lavorassi, ma sul serio, non ti porresti domande come questa.
    Nella mia azienda, per esempio, gli ambienti di sviluppo per determinati clienti sono "impacchettati" in virtual machine VPC2004 già configurate; in questo modo, un programmatore che si aggiunge al gruppo non deve massacrarsi il portatile e perdere giorni per mettere su gli ambienti.
    Ma questo è solo un esempio: non tutti passano le proprie giornate a smanettare per il gusto di farlo.

    Ciao.

  • - Scritto da: afiorillo
    >
    > - Scritto da:
    > > Che me ne importa di testare solo più versioni
    > di
    > > winzozz?
    > >
    >
    > Se col PC ci lavorassi, ma sul serio, non ti
    > porresti domande come
    > questa.
    > Nella mia azienda, per esempio, gli ambienti di
    > sviluppo per determinati clienti sono
    > "impacchettati" in virtual machine VPC2004 già
    > configurate; in questo modo, un programmatore che
    > si aggiunge al gruppo non deve massacrarsi il
    > portatile e perdere giorni per mettere su gli
    > ambienti.
    > Ma questo è solo un esempio: non tutti passano le
    > proprie giornate a smanettare per il gusto di
    > farlo.
    >
    > Ciao.

    Pensa che con Linux ti basta fare un cp -a per replicare un sistema già configurato, oppure un tar -xvjf se hai avuto la cura di comprimerlo facendone un backup su supporto ottico.

    Certo che voi MS-fanboy, sapete inventare sistemi sempre più fantasiosi per gettar via denaro (perché le licenze del SO le pagate, vero?)

    Onore al merito, dunque.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: afiorillo
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Che me ne importa di testare solo più versioni
    > > di
    > > > winzozz?
    > > >
    > >
    > > Se col PC ci lavorassi, ma sul serio, non ti
    > > porresti domande come
    > > questa.
    > > Nella mia azienda, per esempio, gli ambienti di
    > > sviluppo per determinati clienti sono
    > > "impacchettati" in virtual machine VPC2004 già
    > > configurate; in questo modo, un programmatore
    > che
    > > si aggiunge al gruppo non deve massacrarsi il
    > > portatile e perdere giorni per mettere su gli
    > > ambienti.
    > > Ma questo è solo un esempio: non tutti passano
    > le
    > > proprie giornate a smanettare per il gusto di
    > > farlo.
    > >
    > > Ciao.
    >
    > Pensa che con Linux ti basta fare un cp -a per
    > replicare un sistema già configurato, oppure un
    > tar -xvjf se hai avuto la cura di comprimerlo
    > facendone un backup su supporto
    > ottico.
    >
    > Certo che voi MS-fanboy, sapete inventare sistemi
    > sempre più fantasiosi per gettar via denaro
    > (perché le licenze del SO le pagate,
    > vero?)
    >
    > Onore al merito, dunque.


    cp -a per copiare tutto il sistema Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere certo prova a copiarlo su un'altra macchina poi se ne parla. Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da: afiorillo
    > > > - Scritto da:
    > > > > Che me ne importa di testare solo più
    > > > > versioni di winzozz?

    > > > Se col PC ci lavorassi, ma sul
    > > > serio, non ti porresti domande come
    > > > questa.
    > > > Nella mia azienda, per esempio, gli
    > > > ambienti di sviluppo per determinati
    > > > clienti sono "impacchettati" in virtual
    > > > machine VPC2004 già configurate; in
    > > > questo modo, un programmatore che
    > > > si aggiunge al gruppo non deve
    > > > assacrarsi il portatile e perdere
    > > > giorni per mettere su gli ambienti.
    > > > Ma questo è solo un esempio: non
    > > > tutti passano le proprie giornate a
    > > > smanettare per il gusto di farlo.

    > > Pensa che con Linux ti basta fare un
    > > cp -a per replicare un sistema già
    > > configurato, oppure un tar -xvjf se
    > > hai avuto la cura di comprimerlo facendone
    > > un backup su supporto ottico.

    > > Certo che voi MS-fanboy, sapete inventare
    > > sistemi sempre più fantasiosi per gettar
    > > via denaro (perché le licenze del SO le
    > > pagate, vero?)

    > > Onore al merito, dunque.

    > cp -a per copiare tutto il sistema
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > certo prova a copiarlo su un'altra
    > macchina poi se ne parla.
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Certo, di quello si parlava, poi fai lilo sul disco nuovo, lo metti sulla macchina e parte tutto, che problema c'e' ???

    Mica e' quel caprone di windows che va in panico se si ritrova su un'altro hw... Linux e' modulare carica i moduli corretti e via...

    Scusa come credi che facciano a partire le distribuzioni live da CD ??? Capisco che per i fanboy M$ possa essere considerata magia.
    non+autenticato
  • ... con Virtual PC 2004 Jeremy Reimer, di arstechnica.com, è ad esempio riuscito a far girare sopra Windows la famosa distribuzione Linux Ubuntu.

    Sai che novità !!

    Io con il vecchio virtual PC 5.1 c'ho già fatto girare di tutto, da Debian a una distro Linux con dentro virtualizzato a sua volta <a href="http://www.maemo.org/>maemo</a>; il sistema operativo basato su Linux utilizzato dal Nokia 770.

    VMWare sarà sicuramente meglio, ma su windows è troppo invasivo, installa un mucchio di servizi succhia ram, mentre Virtual PC è tutto in un eseguibile se non lo fai girare non ruba risorse.

    Aspettiamo con fiducia il futuro quando avremo processori e PC in grado di supportare nativamente più S.O. contemporaneamente sensa bisongno di un S.O. che fa da host.

    Quella si che sarà una bella novità.

    Già mi vedo il mio PC con tre fineste, Windows, Mac OS e Linux, non necessariamente in questo ordine.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > VMWare sarà sicuramente meglio

    VMWare è peggiore
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > VMWare sarà sicuramente meglio
    >
    > VMWare è peggiore

    Evidentemente non lo hai mai usato

    In VMWare ho macchine virtuali in cui funzionano le periferiche USB... VirtualPC non te lo permette. Tanto per dirne una.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... con Virtual PC 2004 Jeremy Reimer, di
    > arstechnica.com, è ad esempio riuscito a far
    > girare sopra Windows la famosa distribuzione
    > Linux
    > Ubuntu.

    >
    > Sai che novità !!
    >
    > Io con il vecchio virtual PC 5.1 c'ho già fatto
    > girare di tutto, da Debian a una distro Linux con
    > dentro virtualizzato a sua volta <a
    > href="http://www.maemo.org/>maemo</a>; il sistema
    > operativo basato su Linux utilizzato dal Nokia
    > 770.
    >
    > VMWare sarà sicuramente meglio, ma su windows è
    > troppo invasivo, installa un mucchio di servizi
    > succhia ram, mentre Virtual PC è tutto in un
    > eseguibile se non lo fai girare non ruba
    > risorse.
    >
    > Aspettiamo con fiducia il futuro quando avremo
    > processori e PC in grado di supportare
    > nativamente più S.O. contemporaneamente sensa
    > bisongno di un S.O. che fa da
    > host.


    VMware ESX Server lo fa già!!!


    > Quella si che sarà una bella novità.
    >
    > Già mi vedo il mio PC con tre fineste, Windows,
    > Mac OS e Linux, non necessariamente in questo
    > ordine.
    >
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > VMware ESX Server lo fa già!!!

    Paragonare l'ESX a Virtual PC mi pare fuori luogo. E poi hai presente quanto costa ESX?
    non+autenticato

  • > VMware ESX Server lo fa già!!!
    >

    No, WMWare ESX ha sotto una Red Hat "ripulita"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > VMware ESX Server lo fa già!!!
    > >
    >
    > No, WMWare ESX ha sotto una Red Hat "ripulita"

    Wmware ESX non ha nulla a che fare con Linux.
    Alla Vmware ci tengono molto a precisare questa cosa.

    non+autenticato
  • Bhe usandolo dire che ESX non ha nulla a che fare con linux è proprio una gigantesca C.....A
    Es?
    Quanti ne vuoi la shell il kernel la disposizione dei vari pacchetti...
    La persona prima parlava di una RedHat ripulita penso a causa dello stesso modo di usare inittab..
    Mha, non sempre credere a cio che mi viene detto è ormai un dogma..
    Bye
    Sion
    non+autenticato
  • Il futuro di Linux e' girare dentro una virtual machine Microsoft su Vista.

    In questo modo potremmo sfruttare sia la stabilita' e la disponibilita' di drivers di Vista, sia la vastita' del software gnu (sempre ipotizzando che non sia sufficiente semplicemente il nuovo layer posix di Vista, in questo caso si potra' fare a meno del tutto di Linux)

    Non vedo molto semplice che Linux riesca a star dietro al nuovo hardware senza un maggior supporto dei produttori.

    Saluti
    GNAM
    non+autenticato
  • certo...poi se capita il contrario o altro ci ricorderemo della tua pubblicità pro Vista

    buahaha
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il futuro di Linux e' girare dentro una virtual
    > machine Microsoft su
    > Vista.

    Questo però solo per chi ha Vista come sistema operativo principale, non certo per chi windows l'ha già abbandonato da un pezzo..

    DjMix
    non+autenticato
  • > Non vedo molto semplice che Linux riesca a star
    > dietro al nuovo hardware senza un maggior
    > supporto dei
    > produttori.

    In EFI sarà possibile installare driver, che saranno così indipendenti dal sistema operativo, qualunque esso sia o qualunque versione dello specifico OS sia.

    Il paradiso dei produttori che con un solo driver potranno supportare tutti.


    > Saluti
    > GNAM

    Prega che MS paghi o minacci i produttori di hardware per non sfruttare mai questa caratteristica di EFI, oppure, sentite condolianze.Occhiolino
    non+autenticato
  • in effetti se EFI funziona come dovrebbe, sara' la manna dal cielo
    non+autenticato
  • lasciate stare che ho appena ucciso il condizionale, vado a lettoPerplesso
    non+autenticato
  • >Prega che MS paghi o minacci i produttori di >hardware per non sfruttare mai questa >caratteristica di EFI, oppure,
    >sentite condolianze

    penso che purtroppo stia succedendo, ma non ricordo dove l'ho letto
    non+autenticato
  • >In questo modo potremmo sfruttare sia la >stabilita' e la disponibilita' di drivers di >Vista, sia la vastita' del software gnu (sempre >ipotizzando che non sia sufficiente semplicemente >il nuovo layer posix di Vista, in questo caso si >potra' fare a meno del tutto di Linux)
    che bello pero sapere che l'inguaribile ottimismo degli spot per fregare la gente e fargli comprare qualche pentola è cosi efficace !

    è davvero piacevole a quest'ora figurarsi un computer con 5 giga di rame e almeno due core per fare andare girarrosti come questi

    d'altra parte se c'è gente che ha soldi da buttare li butti dove vuole: non lo faranno certo le aziende, non lo faranno certo le PA
    non+autenticato
  • Secondo te le aziende preferiscono buttare soldi nella configurazione e nell'aggiornamento del so?

    Penso che se ne buttino assai di piu'
    non+autenticato
  • >Secondo te le aziende preferiscono buttare soldi >nella configurazione e nell'aggiornamento del so?
    no

    >Penso che se ne buttino assai di piu'
    alcuni non sono nati con l'anello al naso
    non+autenticato
  • ...e fanno male: lo configuri una volta e basta, invece di scoprire che la solita patch giornaliera di xp copre un buco e ne tira fuori altri 3!


    - Scritto da:
    > >Secondo te le aziende preferiscono buttare soldi
    > >nella configurazione e nell'aggiornamento del
    > so?