I messenger di Yahoo! e MS si parlano

L'alleanza tra Microsoft e Yahoo! nel settore ha dato il suo primo frutto: la possibilità, per gli utenti dei rispettivi servizi di instant messaging, di chattare tra loro. In futuro potranno anche parlarsi via VoIP

Roma - Tenendo fede alla promessa fatta nove mesi fa, Microsoft e Yahoo! hanno inaugurato quel ponte che permetterà agli utenti dei rispettivi servizi di instant messaging di comunicare tra loro. Un ponte di cui per il momento potranno però fruire soltanto coloro che, entro le prossime settimane, si registreranno come beta tester.

Inizialmente i due partner speravano di poter mettere stabilmente in comunicazione il network di MSN Messenger con quello di Yahoo! Messenger entro l'inizio dell'estate ma l'impresa si è rivelata più ostica del previsto. In questa prima fase l'interoperabilità è stata ristretta alla comunicazione grafica e testuale, il che vuol dire che gli utenti dei due servizi potranno scambiarsi messaggi di testo, emoticon e contatti, vedere lo stato online dei propri amici e inviare messaggi anche ai contatti offline. Più avanti, Microsoft e Yahoo! contano di estendere l'interoperabilità delle proprie piattaforme di IM anche alle chiamate vocali, ma questo potrebbe avvenire soltanto il prossimo anno. Nessun piano, invece, per quanto riguarda la compatibilità tra servizi di videoconferenza.

"L'interoperabilità tra i servizi IM è da sempre una delle richieste più frequenti da parte dei nostri utenti", ha affermato Brad Garlinghouse, senior vice president of Communications, Community and Front Doors di Yahoo!.
"Questa rivoluzionaria interconnessione tra Yahoo! e Microsoft, leader dell'IM consumer, garantisce ai nostri utenti l'assoluta libertà e il pieno controllo delle loro esperienze di comunicazione via Web attraverso Windows Live", ha aggiunto Blake Irving, corporate vice president della Microsoft Windows Live Platform.

Le due aziende affermano che il loro accordo darà vita alla più grande comunità IM consumer del mondo, comunità che con i suoi 350 milioni di account stimati rappresenterà oltre il 50% dell'intero mercato dell'instant messaging.

AOL, che domina da lungo tempo il mercato degli sparamessaggini, spera di contrastare i piani dei suoi due maggiori rivali alleandosi con Google: per il momento, tuttavia, le due aziende non hanno fornito dettagli sulla loro partnership.

Per aderire al programma di beta testing, aperto anche agli utenti italiani, è necessario registrarsi presso il sito di Yahoo! messenger.yahoo.it o il sito di Microsoft ideas.live.com. Le uniche versioni degli sparamessaggini in grado di dialogare tra loro sono Yahoo Messenger 8, attualmente ancora in stato di beta, e Windows Live Messenger, ultima evoluzione di MSN Messenger.
23 Commenti alla Notizia I messenger di Yahoo! e MS si parlano
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)