TLC, Agcom incontra i consumatori

MDC ha esposto la propria posizione: necessari ulteriori interventi sul fronte dei servizi non richiesti, delle number portability e della tutela dei minori

Roma - Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Movimento Difesa del Cittadino relativo all'incontro svoltosi ieri tra Agcom e alcune associazioni di consumatori, in vista della relazione annuale che il presidente dell'Authority terrà al Parlamento.

Il Presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni, Corrado Calabrò, e alcuni commissari, tra cui i senatori Roberto Napoli e Gianluigi Magri, hanno incontrato oggi le associazioni dei consumatori prima dell'annuale relazione del Presidente al Parlamento.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha colto l'occasione per esprimere la sua soddisfazione per talune iniziative finalmente varate dall'Autorità a vantaggio dei consumatori, tra cui la riduzione delle tariffe fisso-mobile e l'abbassamento dei costi in materia di servizi informativi (ex 12). "Tuttavia - sottolinea Francesco Luongo, responsabile del Dipartimento per le TLC del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) - molto resta ancora da fare. In particolare, la nostra associazione chiede all'Autorità interventi più coraggiosi a tutela dei consumatori sul fronte dei servizi non richiesti, delle number portability e della tutela dei minori".
Infine, il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha colto l'occasione per esprimere ai vertici dell'Autorità la propria contrarietà alla bozza di regolamento sulle controversie con gli operatori, che sarà discussa il 25 luglio prossimo presso la sede di Napoli dell'Agcom: "Si tratta di un regolamento contrario agli interessi degli utenti e su cui ci prepariamo a dare battaglia".