K-Meleon 1.0, il parente geek di Firefox

Cresciuto all'ombra del panda, il browser K-Meleon raggiunge l'età adulta. La nuova release include molte funzionalità e fornisce ai più esperti tutto il necessario per personalizzare il browser nei dettagli

Roma - È passato quasi del tutto inosservato il lancio, avvenuto pochi giorni fa, della versione 1.0 di K-Meleon, un browser open source per Windows che utilizza lo stesso motore di rendering di Firefox.

Nato prima del suo ben più celebre cugino, e cresciuto lontano dai riflettori, K-Meleon ha raggiunto la maturità grazie all'impegno di un piccolo team di sviluppatori volontari. Gli obiettivi che animano questo gruppo sono simili a quelli che, almeno in origine, hanno guidato lo sviluppo di altri discendenti di Mozilla, incluso Firefox: creare un browser leggero, veloce e personalizzabile.

A differenza di Firefox, K-Meleon sembra però rivolgersi ad un pubblico più selezionato, composto da utenti che non badano troppo alle finezze estetiche e, soprattutto, non si lasciano intimorire dalle tonnellate di impostazioni accessibili qui e là. Per fare un esempio, dal menù edit è persino possibile modificare manualmente i file di configurazione del browser, in tutto una decina.
Tra le singolarità di K-Meleon c'è il menù Groups, da cui è possibile gestire i tab (qui chiamati "layer"): li si può accorpare, aggiungere, togliere, salvare, richiamare, ecc.

K-Meleon 1.0Dal punto di vista delle funzionalità, K-Meleon non si fa mancare nulla: c'è il box di ricerca, i controlli per la privacy, il supporto a proxy e mouse gesture, tab con funzione undo e impostazioni individuali, tre tipi di cronologia (in stile IE, Opera e/o Netscape), supporto a plug-in, temi e skin, filtro per pop-up e pubblicità, nonché un motore di macro che consente ai più volenterosi di personalizzare e automatizzare quasi ogni aspetto del programma. Altre funzionalità possono essere aggiunte per mezzo di plug-in sviluppati da terze parti.

Va poi detto che K-Meleon, pur essendo disponibile anche sotto forma di intaller per Windows, non necessita di installazione: per farlo funzionare basta scaricare il file compresso (in formato 7z) e decomprimerne i file in una qualsiasi cartella (con l'accortezza, però, di possedere le DLL di MS Visual Studio 7.1).

K-Meleon, rilasciato sotto licenza GPL, può essere scaricato da qui in lingua inglese e localizzato per mezzo dei file di testo disponibili in questa pagina. Nel momento in cui si scrive la traduzione italiana è ancora ferma alla versione 0.9.13.
24 Commenti alla Notizia K-Meleon 1.0, il parente geek di Firefox
Ordina
  • Qualche anima pia puo' spiegarmi se e' davvero verificata la parte finale questa frase:

    "......e decomprimerne i file in una qualsiasi cartella (con l'accortezza, però, di possedere le DLL di MS Visual Studio 7.1)."

    Mo dove stanno ste' benedette DLL di Visual Studio v.7.1? Sono forse quelle di .Net Framework? Altrimenti il mio PC ne e' privo...
    Tra l'altro sarei proprio curioso di sapere dove e' stata rintracciata codesta notizia, a questo link qua sotto ad es. non ve ne e' traccia:

    http://kmeleon.sourceforge.net/wiki/index.php?id=F...

    Quindi? Errore nella stesura dell'articolo o nella scelta della fonte primaria?

    Boh! In fondo non importa, il mio piccolo Geckino funsia perfettamente anche se non sa che gli mancano le DLL di Visual Studio 7.1....o forse e' proprio per questo? Occhiolino

    LV&P Angioletto
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 luglio 2006 19.32
    -----------------------------------------------------------
  • Ma quanti sanno che un software GPL può linkare solo librerie GPL?

    E non credo che le librerie di VisualStudio 7.0 siano licenziate in GPL...

    Forse dovrebbero optare per un'altra licenza, come BSD, MIT, MPL...
  • Questo e' falso! Se utilizzi parti di software GPL allora il tuo software deve essere rilasciato come GPL, ma nulla ti vieta di utiizzare librerie precompilate se disponi delle licenze per utilizzarle e rilasciare il tuo codice invece come GPL.
    Federico
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Questo e' falso! Se utilizzi parti di software
    > GPL allora il tuo software deve essere rilasciato
    > come GPL, ma nulla ti vieta di utiizzare librerie
    > precompilate se disponi delle licenze per
    > utilizzarle e rilasciare il tuo codice invece
    > come
    > GPL.
    > Federico

    Non conosco le sottigliezze della GPL, ma se non fosse come dici tu un programma GPL non potrebbe girare sotto Windows. Per chi non lo sapesse un sistema operativo è visto da un programma proprio come una grossa libreria precompilata.
  • - Scritto da: Enzo4510
    >
    > Non conosco le sottigliezze della GPL

    Ecco, se non conosci la GPL prima di parlare forse sarebbe opportuno leggerla, non credi?

    > ma se non
    > fosse come dici tu un programma GPL non potrebbe
    > girare sotto Windows.

    ah sì? e qual'è, scusa se te lo chiedo, il passo della GPL che ti fa dire questo?

    > Per chi non lo sapesse un
    > sistema operativo è visto da un programma proprio
    > come una grossa libreria
    > precompilata.

    Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da: Enzo4510
    > >
    > > Non conosco le sottigliezze della GPL
    >
    > Ecco, se non conosci la GPL prima di parlare
    > forse sarebbe opportuno leggerla, non
    > credi?
    >
    > > ma se non
    > > fosse come dici tu un programma GPL non potrebbe
    > > girare sotto Windows.
    >
    > ah sì? e qual'è, scusa se te lo chiedo, il passo
    > della GPL che ti fa dire
    > questo?

    hai qualche problema a comprendere l' italiano? Ho detto "Se non fosse come dici tu..." che riferito al messaggio a cui rispondevo significa "se veramente la gpl proibisse di linkare..."


    >
    > > Per chi non lo sapesse un
    > > sistema operativo è visto da un programma
    > proprio
    > > come una grossa libreria
    > > precompilata.
    >
    > Deluso

    E questo che vorrebbe dire?
    Spiegati meglio....

  • - Scritto da: burnit
    > Ma quanti sanno che un software GPL può linkare
    > solo librerie
    > GPL?
    >
    > E non credo che le librerie di VisualStudio 7.0
    > siano licenziate in
    > GPL...
    >
    > Forse dovrebbero optare per un'altra licenza,
    > come BSD, MIT,
    > MPL...

    non ricordo bene la risposta, al tempo chieso ad un sito qualcosa a riguardo ( forse www.softwarelibero.it/ ), mi dissero qualcosa del tipo, il tuo codice lo lasci GPL, le librerie del compilatore sono come sono.

    Se trovi qualcosa in piu' non e' che mi faresti sapere.

    grazie
  • Troppo difficile no?

    Magari su MSN Search non ha trovato nulla e allora l'idea di GPL vioata e' veraSorride

    EB
    non+autenticato
  • Peccato che non usa XUL, quindi niente extension.
    Ma daltro canto e' VELOCISSIMO!
    Complimenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Peccato che non usa XUL, quindi niente extension.
    > Ma daltro canto e' VELOCISSIMO!
    > Complimenti.

    Perfettamente d'accordo con te!
    Era da un po' che lo avevo perso di vista (versione .4) ma visti i lusinghieri risultati ottenuti in termini di robustezza, velocita' di rendering, leggerezza e security cui sto sopponendo or ora il piccolo Gecko, lo metto senz'altro in lista come III^ soluzione ufficiale alternativa ad IE....
    Indovinate quali sono le altre due??
    Occhiolino Occhiolino Occhiolino Occhiolino

    LV&P Angioletto
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 luglio 2006 19.10
    -----------------------------------------------------------
  • Dato che il programma utilizza le macro per personalizzare molte operazioni, non sarà particolarmente preso di mira per attacchi da parte di malintenzionati?

    Molti programmi che utilizzano le macro, sono soggetti ad attacchi (vedi le suite per ufficio). Sarà davvero così sicuro?






    ------------------
    http://nonsologuide.altervista.org - Il sito dalle guide facili!
    non+autenticato
  • dato che le macro le imposti tu (e non una pagina html per te) non vedo dove sta il problema.

    per office è diverso, le macro vengono salvate all'interno dei documenti e il problema si pone se apri un documento contenente una macro malefica.
  • "Va poi detto che K-Meleon, pur essendo disponibile anche sotto forma di intaller per Windows, non necessita di installazione"

    Non mi pare una feature così avanzata. Molti programmi per windows (anche firerox) basta installarli su un pc, zipparli e portarli su un altro pc per farli funzionare, appunto, senza dover installarli con l'installer.

  • - Scritto da: xuneel
    > "Va poi detto che K-Meleon, pur essendo
    > disponibile anche sotto forma di intaller per
    > Windows, non necessita di
    > installazione"
    >
    > Non mi pare una feature così avanzata. Molti
    > programmi per windows (anche firerox) basta
    > installarli su un pc, zipparli e portarli su un
    > altro pc per farli funzionare, appunto, senza
    > dover installarli con
    > l'installer.

    appunto, dovrebbe essere la normalità...
    ...ma per persone abituate a
    setup.exe
    avanti-> avanti-> avanti-> avanti-> avanti-> OK-> avanti-> Fine
    devi capire che questo è eccezzionale! Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    [cut
    > avanti-> avanti-> avanti-> avanti-> avanti-> OK->
    > avanti->
    > Fine
    > devi capire che questo è eccezzionale! Occhiolino

    hai dimenticato "accetta" Rotola dal ridereA bocca apertaA bocca apertaOcchiolino

  • - Scritto da: xuneel
    > "Va poi detto che K-Meleon, pur essendo
    > disponibile anche sotto forma di intaller per
    > Windows, non necessita di
    > installazione"
    >
    > Non mi pare una feature così avanzata. Molti
    > programmi per windows basta
    > installarli su un pc, zipparli e portarli su un
    > altro pc per farli funzionare, appunto, senza
    > dover installarli con
    > l'installer.

    Infatti. Dire che non necessità di installazione è una stupidaggine dato che l'installazione è appunto la copia dei file.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Infatti. Dire che non necessità di installazione
    > è una stupidaggine dato che l'installazione è
    > appunto la copia dei
    > file.

    Nell'articolo c'è scritto anche che occorre possedere le DLL di MS Visual Studio 7.1. Quindi per il 99% degli utenti occorre installarle. In conclusione dire che non necessità di installazione è una stra-stupidaggine.
    non+autenticato
  • mica vero, nessuno ti vieta di installare firefox su una penna usb e portarla su un altro pc...su quest'utlimo di fatto non viene fatta alcuna copia di file
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > Infatti. Dire che non necessità di installazione
    > è una stupidaggine dato che l'installazione è
    > appunto la copia dei
    > file.

    Beh, la copia dei file è solo una parte dell'installazione.
    Ad esempio, un software per win potrebbe avere necessità di registrarsi come controllo OLE disponibile alle altre applicazioni.
    Poi c'è la creazione delle associazioni, delle azioni per la shell, la scrittura di chiavi nel registro...
    Il fatto che un programma non necessiti di installazione non è necessariamente un vanto. E' semplicemente una sua caratterstica.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Beh, la copia dei file è solo una parte
    > dell'installazione.
    > Ad esempio, un software per win potrebbe avere
    > necessità di registrarsi come controllo OLE
    > disponibile alle altre
    > applicazioni.
    > Poi c'è la creazione delle associazioni, delle
    > azioni per la shell, la scrittura di chiavi nel
    > registro...

    Certo, e infatti i programmi che necessitano di chiavi nel registro, associazioni ecc. fanno un controllo all'avvio del programma e fanno le dovute modifiche dov'é necessario...

    > Il fatto che un programma non necessiti di
    > installazione non è necessariamente un vanto.

    Nell'articolo era scritto addirittura in neretto, come se fosse una feature importante, da qui nasce appunto la mia critica...

    > E'
    > semplicemente una sua
    > caratterstica.

    ...che poteva anche essere tralasciata, dato che cmq non necessita d'installazione ma necessita dell'installazione di librerie a parte. Più corretto non dire nulla. Do ragione a chi ha appoggiato la mia critica dicendo che dirlo è una gran stupidaggineOcchiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 luglio 2006 14.05
    -----------------------------------------------------------
  • minkia che seghe mentali ragazziSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ad esempio, un software per win potrebbe avere
    > necessità di registrarsi come controllo OLE
    > disponibile alle altre
    > applicazioni.
    > Poi c'è la creazione delle associazioni, delle
    > azioni per la shell, la scrittura di chiavi nel
    > registro...

    Quello può anche essere fatto la prima volta che avvi il programma, indipendentemente dal fatto che hai lanciato setup.exe
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)