Ecco Montecito, l'Itanium next generation

Superati i molti problemi, Intel lancia l'ultima evoluzione di un processore che si allinea alla concorrenza adottando un'architettura dual-core e il supporto alla virtualizzazione. Molte le speranze del chipmaker

San Francisco (USA) - Al termine di uno dei parti più lunghi e travagliati per Intel, il processore Itanium di terza generazione - nome in codice Montecito - ha finalmente visto la luce. Con i suoi oltre 1,7 miliardi di transistor, e un'architettura ampiamente riprogettata, l'Itanium 2 serie 9000 viene definito da Intel uno dei più sofisticati processori al mondo.

Montecito è il primo Itanium ad implementare un'architettura dual-core e le tecnologie Hyper-Threading e Virtualization Technology (VT), mutuate dal mondo x86. Grazie a queste novità, e alle migliorie introdotte a livello di esecuzione del codice e di gestione dei thread, il nuovo chip promette di raddoppiare le performance dei suoi predecessori a singolo core e migliorare le performance per watt fino a due volte mezzo. Rispetto alla precedente generazione di Itanium, che consumava un massimo di 130 watt, Montecito riduce l'assorbimento di corrente di 30 watt.

Nel mirino di Intel vi sono i processori RISC, come gli UltraSPARC di Sun e i Power di IBM, che da sempre dominano il mercato dei mainframe e dei server di fascia più alta. I sistemi basati su processori Itanium 2 dual-core sono infatti indirizzati alle applicazioni di calcolo intensivo, come l'analisi finanziaria, la business intelligence, le simulazioni scientifiche, i grandi database e l'high performance computing.
Itanium 2"Intel rimane orientata a rimuovere i legami proprietari che permangono nella fascia alta del mercato dei server", ha dichiarato Pat Gelsinger, senior vice president e general manager del Digital Enterprise Group di Intel. "L'ampio supporto di sistemi e software per i processori Itanium 2 permette ai manager di abbandonare i costosi e obsoleti sistemi legacy e utilizzare quei fondi per soluzioni di elaborazione basate su standard e per innovare il business".

Gelsinger afferma che l'interesse per i sistemi basati su processori Itanium sta crescendo un po' in tutte le aree dell'industria. "Nella prima metà di quest'anno - ha detto il dirigente del chipmaker - sono state aggiunte più applicazioni di quante ne fossero disponibili nel 2003 e oltre il 70 per cento delle aziende Global 100 sta scegliendo la tecnologia Itanium".

Sia Windows Server 2003 che SQL Server 2005 supportano i nuovi Itanium a doppio core, così come le più recenti versioni del kernel di Linux.
18 Commenti alla Notizia Ecco Montecito, l'Itanium next generation
Ordina
  • Un processore dual core come Itanium 2 che riesce ad andare due volte più veloce di un processore a singolo core come Itanium 1 !!!
    Bella cagata, se i dati comunicati sono veri non mi sembra proprio che ci sia questo enorme incremento di prestazioni, in pratica si otterrebbero le stesse prestazioni di due Itanium 1 (che unanimemente sono considerati dei processori ultraperformanti, sono perfino più veloci del mio venerato 386 25 mhz); ha però.... in effetti si risparmia un bel po di corrente elettrica... saranno contenti i verdi.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Un processore dual core come Itanium 2 che riesce
    > ad andare due volte più veloce di un processore a
    > singolo core come Itanium 1
    > !!!
    > Bella cagata, se i dati comunicati sono veri non
    > mi sembra proprio che ci sia questo enorme
    > incremento di prestazioni, in pratica si
    > otterrebbero le stesse prestazioni di due Itanium
    > 1 (che unanimemente sono considerati dei
    > processori ultraperformanti, sono perfino più
    > veloci del mio venerato 386 25 mhz); ha però....
    > in effetti si risparmia un bel po di corrente
    > elettrica... saranno contenti i
    > verdi.

    Nella parte iniziale hai ragione ma il commento sul risparmio di energia e' fuori luogo. Esistono CED, parecchi anche, che ormai hanno i loro bei problemi con la fornitura di energia elettrica perche' i fornitori di corrennte non possono portarti megawatt su megawatt come se niente fosse
    non+autenticato
  • ...riescono a trapiantare in Itanium alcuni concetti che DEC/Compaq stava studiando per Alpha EV8, EV9 ed EV10, che, se non fossero stati bloccati da HP per l'accordo scellerato con intel, ormai sarebbero chip in produzione e straccerebbero tranquillamente gli Itanium, visto che gli ultimi Alpha EV7x, gli EV79, nel loro ultimo guizzo prima dell'arresto di ogni sviluppo, pareggiavano con Itanium 2 e umiliavano Itanium 1 (vabbè, perfino i Pentium III umiliavano Itanium 1).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...riescono a trapiantare in Itanium alcuni
    > concetti che DEC/Compaq stava studiando per Alpha
    > EV8, EV9 ed EV10, che, se non fossero stati
    > bloccati da HP per l'accordo scellerato con
    > intel, ormai sarebbero chip in produzione e
    > straccerebbero tranquillamente gli Itanium, visto
    > che gli ultimi Alpha EV7x, gli EV79, nel loro
    > ultimo guizzo prima dell'arresto di ogni
    > sviluppo, pareggiavano con Itanium 2 e umiliavano
    > Itanium 1 (vabbè, perfino i Pentium III
    > umiliavano Itanium
    > 1).

    Pareggiavano, ma che è una partita di calcio? A bocca aperta
    4724

  • - Scritto da: Ics-pi
    >
    [...]
    >
    > Pareggiavano, ma che è una partita di calcio? A bocca aperta

    Scherzi a parte, nonostante Alpha fosse fermo a EV79, Itanium 2 ha faticato a raggiungerne le prestazioni a parità di costo dei sistemi e come scalabilità verso l'alto c'è voluto tempo prima che i sistemi con Itanium 2 raggiungessero le massime prestazioni ottenibili realizzando sistemi standard, non special purpose o supercomputer, col massimo numero di CPU Alpha possibile al massimo clock disponibile.
    Come rapporto costo/prestazioni, poi Itanium 2 credo non abbia mai raggiunto Alpha durante la "vita" commerciale di quest'ultimo.
    non+autenticato
  • Considerando (credo a torto) questa CPU come una CISC, siamo riusciti a colmare quel gap prestazionale che si aveva in ambito server di fascia alta con le CPU RISC, che qualche anno fa la facevano da padrone?

    Scusate la battuta su Montecitorio, ma non ho resistito alla Trollata,,,
    4724

  • - Scritto da: Ics-pi
    > Considerando (credo a torto) questa CPU come una
    > CISC, siamo riusciti a colmare quel gap
    > prestazionale che si aveva in ambito server di
    > fascia alta con le CPU RISC, che qualche anno fa
    > la facevano da
    > padrone?
    >
    > Scusate la battuta su Montecitorio, ma non ho
    > resistito alla
    > Trollata,,,

    L'architettura EPIC è la più avanzata tecnicamente. La stupidità dei manager aziendali ha impedito all'architettura di diffondersi ed ha costretto Intel a ripiegare su EM64T per i 64bit per ora.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > La stupidità dei manager aziendali
    > ha impedito all'architettura di diffondersi ed ha
    > costretto Intel a ripiegare su EM64T per i 64bit
    > per
    > ora.

    Ma non dire cazzate! Li volevi ricompilare te vent'anni di software legacy x86-32? Ma va a scopare il mare con l'ombrello aperto!

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da:
    > > La stupidità dei manager aziendali
    > > ha impedito all'architettura di diffondersi ed
    > ha
    > > costretto Intel a ripiegare su EM64T per i 64bit
    > > per
    > > ora.
    >
    > Ma non dire cazzate! Li volevi ricompilare te
    > vent'anni di software legacy x86-32? Ma va a
    > scopare il mare con l'ombrello
    > aperto!

    Sei un grande erudito, inchiniamoci al magnifico, il grande hacker, il grande programmatore, il super esperto di IT.. Ehhh!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > La stupidità dei manager aziendali
    > > > ha impedito all'architettura di diffondersi ed
    > > ha
    > > > costretto Intel a ripiegare su EM64T per i
    > 64bit
    > > > per
    > > > ora.
    > >
    > > Ma non dire cazzate! Li volevi ricompilare te
    > > vent'anni di software legacy x86-32? Ma va a
    > > scopare il mare con l'ombrello
    > > aperto!
    >
    > Sei un grande erudito, inchiniamoci al magnifico,
    > il grande hacker, il grande programmatore, il
    > super esperto di IT..
    > Ehhh!

    Prima fai quello che ti ho detto, poi parla.

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: avvelenato
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > > > La stupidità dei manager aziendali
    > > > > ha impedito all'architettura di diffondersi
    > ed
    > > > ha
    > > > > costretto Intel a ripiegare su EM64T per i
    > > 64bit
    > > > > per
    > > > > ora.
    > > >
    > > > Ma non dire cazzate! Li volevi ricompilare te
    > > > vent'anni di software legacy x86-32? Ma va a
    > > > scopare il mare con l'ombrello
    > > > aperto!
    > >
    > > Sei un grande erudito, inchiniamoci al
    > magnifico,
    > > il grande hacker, il grande programmatore, il
    > > super esperto di IT..
    > > Ehhh!
    >
    > Prima fai quello che ti ho detto, poi parla.


    In alternativa mi puoi programmare un emulatore x86 per itanium che mi consenta di utilizzare tutti i programmi attualmente diffusi per quest'isa senza cali di performance che li renda inutilizzabili?
  • Ma è possibile che ogni tuo intervento contenga, oltre ad una forte dose di arroganza, delle stupidaggini da "l'ho letto su internet"?
    C'è gente che con i pc ci lavora sai?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma è possibile che ogni tuo intervento contenga,
    > oltre ad una forte dose di arroganza, delle
    > stupidaggini da "l'ho letto su
    > internet"?
    > C'è gente che con i pc ci lavora sai?

    E ciò non mi stupisce, visti i risultati dell'IT in italia.
    Ora, sentiamo un po', come avresti risolto il problema dell'incommensurable parco software x86, che su itanium gira a velocità tartaruga?

    Aspetto risposte da gente che "ci lavora col pc sai", ma non segretari e sparagestionali.



  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma è possibile che ogni tuo intervento contenga,
    > > oltre ad una forte dose di arroganza, delle
    > > stupidaggini da "l'ho letto su
    > > internet"?
    > > C'è gente che con i pc ci lavora sai?
    >
    > E ciò non mi stupisce, visti i risultati dell'IT
    > in
    > italia.
    > Ora, sentiamo un po', come avresti risolto il
    > problema dell'incommensurable parco software x86,
    > che su itanium gira a velocità
    > tartaruga?
    >
    > Aspetto risposte da gente che "ci lavora col pc
    > sai", ma non segretari e
    > sparagestionali.
    >
    >

    Continuo ad aspettare argomentazioni.
    Sarò pure arrogante, te lo riconosco, ma non dico cagate aggratis.

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Ics-pi
    > > Considerando (credo a torto) questa CPU come una
    > > CISC, siamo riusciti a colmare quel gap
    > > prestazionale che si aveva in ambito server di
    > > fascia alta con le CPU RISC, che qualche anno fa
    > > la facevano da
    > > padrone?
    > >
    > > Scusate la battuta su Montecitorio, ma non ho
    > > resistito alla
    > > Trollata,,,
    >
    > L'architettura EPIC è la più avanzata
    > tecnicamente. La stupidità dei manager aziendali
    > ha impedito all'architettura di diffondersi ed ha
    > costretto Intel a ripiegare su EM64T per i 64bit
    > per
    > ora.

    Ma cosa dici? Chi si e' affidato a Itanium (secondo te manager non stupido) si e' calato in un bagno di sangue. C'e' gente che supplicava hp di ridargli i superdome con i pa-risc
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ics-pi
    > Considerando (credo a torto) questa CPU come una
    > CISC, siamo riusciti a colmare quel gap
    > prestazionale che si aveva in ambito server di
    > fascia alta con le CPU RISC, che qualche anno fa
    > la facevano da
    > padrone?
    >
    > Scusate la battuta su Montecitorio, ma non ho
    > resistito alla
    > Trollata,,,


    Cisc e risc in senso stretto non esistono + da un pezzo.