Il primo sito di un carcere italiano

Per la prima volta una istituzione carceraria non minorile vara un proprio sito internet. Oltre a info di vario genere è anche disponibile il giornale dei detenuti

Il primo sito di un carcere italianoCagliari - Finora non era mai accaduto che un carcere italiano si dotasse di un proprio sito web, quantomeno nel caso di istituzioni carcerarie dedicate alla reclusione di detenuti maggiorenni. L'idea della creazione del sito della Casa circondariale "Buoncammino" di Cagliari, che sta suscitando un certo interesse, pare sia venuta a Nicola Sundas, già dipendente dell'amministrazione penitenziaria.

Sundas avrebbe coinvolto nel progetto i detenuti e l'amministrazione del carcere, riuscendo così a mettere in piedi il sito inserendovi all'interno una serie di informazioni sul carcere e sulle leggi carcerarie ma anche link all'Università di Cagliari e posta elettronica per i contatti con l'esterno. In più sulle pagine, realizzate anche in inglese, è reso disponibile "Comunicare", il giornale realizzato dai detenuti.
TAG: italia
1 Commenti alla Notizia Il primo sito di un carcere italiano
Ordina