Exchange 2007, prima beta pubblica

Microsoft ha rilasciato la prima beta pubblica del suo nuovo server per la messaggistica e la collaborazione, affiancandolo alla prima beta di Forefront Security, soluzione antivirus e antispam

Redmond (USA) - Da ieri tutti possono provare il nuovo Exchange 2007, rilasciato da Microsoft in versione Beta 2. Si tratta della prima release pubblica del nuovo server di messaggistica, release che arriva ad oltre sette mesi di distanza dal rilascio della prima beta.

Microsoft ha affermato che Exchange 2007 Beta 2 contiene tutte le funzionalità che si troveranno nella versione finale. Rispetto alla prima beta, quest'ultima migliora l'affidabilità delle email, gli strumenti di gestione dei messaggi e le funzionalità per la messaggistica unificata.

Microsoft ha rilasciato anche la beta di Forefront Security for Exchange Server, erede del software per la sicurezza Antigen che Microsoft aveva acquisito all'inizio del 2005 da Sybari Software. Questo prodotto, che si integra ad Exchange 2007, utilizza cinque diversi motori di scansione per rilevare e filtrare i più diffusi tipi di malware, inoltre è in grado di bloccare spam e phishing.
Sia Exchange 2007 che Forefront Security dovrebbero arrivare a cavallo tra il 2006 e il 2007. Microsoft sostiene che lo sviluppo di entrambi i prodotti procede regolaramente e secondo i tempi previsti.

Exchange 2007 porta con sé un nuovo sistema di messaggistica unificato che permetterà agli utenti di utilizzare una singola mailbox (e un singolo client) per ricevere e gestire e-mail, messaggi vocali e fax. Il nuovo server migliora inoltre drasticamente le capacità di interazione con i dispositivi mobili: oltre a supportare la sincronizzare di messaggi, contatti e agenda con vari tipi di smartphone e computer palmari, il software fornisce agli utenti mobili funzionalità come la ricerca delle email e la cancellazione automatica da remoto dei propri messaggi in caso di perdita o furto del dispositivo.

Exchange Server 2007 Beta 2 può essere scaricato in 11 lingue, incluso l'italiano, da qui. Forefront Security for Exchange Server Beta è invece disponibile qui nella sola lingua inglese.
105 Commenti alla Notizia Exchange 2007, prima beta pubblica
Ordina

  • Hai dragato le saccocce sin dall'inizio
    Prima a IBM, poi a tutti gli utonti
    Non lo perderai davvero mai questo vizio
    Nemmeno con la multa che ti ha fatto Monti

    Coi PRETORIANI hai creato il tuo sistema
    E l'hai imposto con pratiche illegali
    Ma tu stesso hai ammesso che fa pena
    E ora non ti resta che far regali

    Ma un bel giorno un ragazzino finlandese
    Nella sua stanzetta Linux programmò
    All'inizio progettino di poche pretese
    Ma alla fin fine nei guai ti gettò

    Strane campagne hai organizzato in testa tua
    Per difendere le chiappe dal nemico invisibile
    Ma adesso la tua vita è troppo dura
    E la rivoluzione è davvero incredibile

    I tempi per te sono ormai brutti
    Sta finendo finalmente questa piaga
    Perchè ormai lo sanno proprio tutti
    Che è finita la trippa per il DRAGA!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alien.
    >
    > Hai dragato le saccocce sin dall'inizio
    > Prima a IBM, poi a tutti gli utonti
    > Non lo perderai davvero mai questo vizio
    > Nemmeno con la multa che ti ha fatto Monti
    >
    > Coi PRETORIANI hai creato il tuo sistema
    > E l'hai imposto con pratiche illegali
    > Ma tu stesso hai ammesso che fa pena
    > E ora non ti resta che far regali
    >
    > Ma un bel giorno un ragazzino finlandese
    > Nella sua stanzetta Linux programmò
    > All'inizio progettino di poche pretese
    > Ma alla fin fine nei guai ti gettò
    >
    > Strane campagne hai organizzato in testa tua
    > Per difendere le chiappe dal nemico invisibile
    > Ma adesso la tua vita è troppo dura
    > E la rivoluzione è davvero incredibile
    >
    > I tempi per te sono ormai brutti
    > Sta finendo finalmente questa piaga
    > Perchè ormai lo sanno proprio tutti
    > Che è finita la trippa per il DRAGA!!!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    genialeeee
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 luglio 2006 21.21
    -----------------------------------------------------------
  • http://www.hmailserver.com/

    Server di posta IMAP/POP, con funzioni di antispam, antivirus e altro che sto scoprendo pian pianino, richiede un PIII500 con 128mb di ram per funzionare, si appoggia ad un server database relazionale (MySql, MSSQL o si puo' lasciare quello interno).

    E' GRATUITO e OPEN SOURCE

    Gira sotto linux e win32

    Exchange 2007 invece ha dei requisiti minimi un po' gravosetti.

    1) Almeno due domain controller win2000 o superiore (leggi 2003)
    2) Un server database a parte (sai com'e')
    3) Ovvio che se usi MSDE non lamentarti poi se hai solo 4.3 Giga di spazio per le email... ovvero installa SQL Server 2005.

    Inoltre:
    a) Altera in modo irreversibile la struttura di AD
    b) vuol dire che il giorno in cui vuoi togliere di mezzo Exchange fai prima a buttare giu' il dominio e a ricrearlo da 0.
    c) E' piuttosto laborioso da amministrare.

    Insomma non e' brutto eh? Anzi, quando hai 1000 e piu' utenti devi usare un sistema cosi' (Exchange o Lotus Notes, non ci sono santi), ma finche' non hai numeri consistenti (un'azienda con 20 dipendenti NON richiede exchange) meglio lasciar perdere.

    >GT<
  • Io l'ho usato in una azienda dove lavoravo prima, è davvero ottimo!
    opazz
    8666
  • Caro Guybrush, non sai di cosa stai parlando (e lo dico senza polemica).

    - Scritto da: Guybrush
    > Exchange 2007 invece ha dei requisiti minimi un
    > po'
    > gravosetti.

    Sicuramente ma è per i server del 2007 non per quelli del 2004 che attualmente trovi in giro. Oggi i server base nuovi sono tutti adeguati per Exchange 2007 (e 2003).

    > 1) Almeno due domain controller win2000 o
    > superiore (leggi
    > 2003)

    Non è vero. Ne basta uno.

    > 2) Un server database a parte (sai com'e')

    Non è vero neanche questo.

    > 3) Ovvio che se usi MSDE non lamentarti poi se
    > hai solo 4.3 Giga di spazio per le email...
    > ovvero installa SQL Server
    > 2005.

    Exchange 2007 non utilizza SQL Server ma utilizza un suo motore. Il motore del 2003 (tanto per restare sul concreto) può gestire molti di dati enormi.

    Probabilmente ti confondi con il fatto che Exchange 2007 divide i sottosistemi in modo che possano essere installati separatamente (vengono chiamati ruoli) ma nulla vieta di avere i sottosistemi su un unico server.

    > Inoltre:
    > a) Altera in modo irreversibile la struttura di AD

    Aggiunge gli attributi necessari allo schema LDAP di AD. Non è assolutamente un problema in nessun senso anche perchè gli attributi sono nello spazio di definizione di Microsoft.

    > b) vuol dire che il giorno in cui vuoi togliere
    > di mezzo Exchange fai prima a buttare giu' il
    > dominio e a ricrearlo da
    > 0.

    Non è così. Non devi togliere gli attributi. Semplicemente non li utilizzi. Vale anche per altri prodotti compresi quelli di altri produttori.

    > c) E' piuttosto laborioso da amministrare.

    Probabilmente non lo conosci.

    > Insomma non e' brutto eh? Anzi, quando hai 1000 e
    > piu' utenti devi usare un sistema cosi' (Exchange
    > o Lotus Notes, non ci sono santi), ma finche' non
    > hai numeri consistenti (un'azienda con 20
    > dipendenti NON richiede exchange) meglio lasciar
    > perdere.

    Io non sono d'accordo. Tralasciando il 2007 che ancora non c'è ho diversi clienti Exchange 2003 con poche decine di caselle. Ho poi clienti con Windows Server 2003 SBS con meno di 10 utenti sia di rete che di posta e con un unico server molto molto semplice da gestire.

    Anche Lotus Domino scala molto bene da poche decine di utenti a migliaia. Anche questo è molto semplice da gestire.

    Ovviamente sono prodotti che possono avere configurazioni molto sofisticate e come tali devono avere topologie e metodiche di gestione adeguate. In uno scenario piccolo non ci sono problemi. Anche sulla robustezza non c'è niente da dire: sono praticamente innaffondabili (e ti dico che sono stato coinvolto in operazioni di disaster recovery su entrambi). Ovvio che se non sei competente puoi fare danni (però ci sono libri e corsi a gogo) ma questo vale anche per gli altri sistemi.

    non+autenticato
  • oltre a "NO", "Non è così" "non lo conosci" e "Non sono d'accordo"...qualche argomento tecnico più preciso ce lo fornisci?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > oltre a "NO", "Non è così" "non lo conosci" e
    > "Non sono d'accordo"...qualche argomento tecnico
    > più preciso ce lo
    > fornisci?

    Ho confutato delle affermazioni mi sembrava in modo esaustivo. Cosa vorresti sapere di più?

    Per una descrizione dei prodotti ti consiglio di visitare le pagine su Exchange e su Domino nei siti Microsoft e IBM.

    non+autenticato
  • Perchè chi ha scritto la marea di scemenze di cui al post originale non ha mai manco visto exchange di striscio ne tantomeno Active Directory.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Perchè chi ha scritto la marea di scemenze di cui
    > al post originale non ha mai manco visto exchange
    > di striscio ne tantomeno Active
    > Directory.

    questo invece è un ottimo argomento tecnico...mi hai convinto
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Exchange 2007 non utilizza SQL Server ma
    > utilizza un suo motore. Il motore del 2003
    > (tanto per restare sul concreto) può gestire
    > molti di dati enormi.

    Confermo: usa ancora un evoluzione di quello che è chiamato "Blue Jet", ma tanto che non ne sapesse nulla di Exchange si vedeva lontano un miglioSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Guybrush
    > http://www.hmailserver.com/
    >
    >
    > E' GRATUITO e OPEN SOURCE
    >
    > Gira sotto linux e win32

    bah, a me pare invece che gira solo su win32

    http://www.hmailserver.com/documentation/?page=sys...

    non+autenticato
  • Hmailserver è carino. Ha molte pecche non ultima quella relativa al fatto che non ha una parte web decente (Squirrel è un disastro).
    Ma non puoi paragonarlo ad Exchange o a Lotus.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Hmailserver è carino. Ha molte pecche non ultima
    > quella relativa al fatto che non ha una parte web
    > decente (Squirrel è un
    > disastro).
    > Ma non puoi paragonarlo ad Exchange o a Lotus.

    nessuno può paragonarlo perché ce lo dici tu?
    non+autenticato
  • Scaricate la beta, prima che arrivi la final piena di bachi ed exploits fatti su misura. A bocca aperta
  • Exchange 2007 è completamente scriptabile.

    L'aspetto interessante per i "veri" informatici è l'uso della PowerShell, la nuova shell ad oggetti di Windows.

    Insomma chi si lamenta che non ha la bash su Windows può usare questa shell. Exchange 2007 è uno dei primi prodotti, oltre a Windows stesso, che la utilizza.

    http://www.microsoft.com/technet/scriptcenter/hubs...
    http://www.microsoft.com/technet/scriptcenter/scri...
    non+autenticato
  • oste l'é buono il vino?
    non+autenticato
  • No, fa cagare.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > oste l'é buono il vino?

    Molto buono e i moltissimi clienti contenti lo dimostrano.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > oste l'é buono il vino?
    >
    > Molto buono e i moltissimi clienti contenti lo
    > dimostrano.

    ciccio è una beta...nessun cliente paga per una beta
    non+autenticato
  • Quindi? Non si clicca più da nessuna parte? Si compila il kernel e sorgenti anche li?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Quindi? Non si clicca più da nessuna parte? Si
    > compila il kernel e sorgenti anche
    > li?

    Non ti preoccupare: puoi continuare a cliccare!

    Il punto, se a qualcuno interessa veramente, è che Exchange 2007 espone un modello di gestione object oriented (via .NET). Questi oggetti sono utilizzabili da una interfaccia grafica MMC o da una shell come PS. Penso si possano usare anche da programmi .NET.

    La shell poi è molto potente e implementa concetti nuovi come la pipe di oggetti .

    Insomma il tutto è interessante e indica l'inizio di un nuovo periodo per i prodotti Microsoft.
    non+autenticato
  • Non e' netware che lo faceva da tempo?

    Tra l'altro non ci vedrei nulla di nuovo. Se sono oggetti, puoi ereditarli almeno nei linguaggi più recenti.

    Se poi mi parli di fare script per Exchange o per il suo uso sia per il server che per il client, è indietro anni luce rispetto al lotuscript o altro..
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 luglio 2006 01.02
    -----------------------------------------------------------
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    > Non e' netware che lo faceva da tempo?

    Anche Windows esponeva il tutto tramite oggetti COM/DCOM/COM+ ma qui è diverso perchè sono oggetti del framework .NET. La cosa che ci va più vicino sono i vari script che stanno introducendo in Java.

    La shell poi è veramente interessante. Ed è una shell cioè una cosa che si usa interattivamente con i comandi.

    > Se poi mi parli di fare script per Exchange o per
    > il suo uso sia per il server che per il client, è
    > indietro anni luce rispetto al lotuscript o
    > altro..

    Questo serve a fare programmi Domino ed è fuori contesto (in casa MS bisognerebbe parlare di .NET, Office 2003, Sharepoint, ecc. ma sarebbe un discorso lungo).
    non+autenticato

  • > La shell poi è veramente interessante. Ed è una
    > shell cioè una cosa che si usa interattivamente
    > con i comandi.

    Infatti già ora potresti configurarti la rete al prompt dei comandi, in maniera più che soddisfacente, da quando hai windows 2000 professional...

    Quanti "sistemisti" microsoft, lo sanno fare? Io ne conto si e no 10, in tutti quelli che conosco..

    Via non scherziamo, che sia un cambio "generazionale" l'introduzione della shell è probabilmente vero, ma tanto fintanto che ci sarà l'alternativa del click click il 98% dei tecnici userà quella strada.
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz

    > Via non scherziamo, che sia un cambio
    > "generazionale" l'introduzione della shell è
    > probabilmente vero, ma tanto fintanto che ci sarà
    > l'alternativa del click click il 98% dei tecnici
    > userà quella
    > strada.

    Guarda oggi ero da un cliente con 3000 utenti Exchange 2003. Abbiamo dovuto fare una operazione che ha richiesto la scrittura di un file vbscript non banale. Con questo server e questa shell sarebbe stata una riga di comandi.

    Mi rendo conto che molti sistemisti Windows non useranno queste funzionalità ma per noi che lavoriamo su sistemi medio-grandi è molto utile.
    non+autenticato