USA: le intercettazioni? Segreto di stato

Un giudice federale statunitense respinge la denuncia della American Civil Liberties Union: non è possibile costringere AT&T a svelare i dettagli sulle intercettazioni. Ne va dell'integrità del paese

Chicago (USA) - Il più importante operatore statunitense, AT&T, non è assolutamente tenuto a svelare dettagli sulle intercettazioni effettuate per conto del governo di Washington, considerate del tutto legittime nonostante le numerose proteste da parte di aziende ed utenti.

Un giudice federale ha infatti respinto la denuncia di ACLU nei confronti di AT&T: la diffusione dei dettagli sulle intercettazioni, richiesti dai legali dell'associazione in difesa dei diritti civili, è impossibile perché esporrebbe un segreto di stato. I responsabili di ACLU sono indignati: "Pensiamo che i cittadini innocenti debbano essere in grado di far valere i propri diritti e sapere esattamente come un'azienda privata, AT&T, sia riuscita a violare la privacy di milioni di persone in modo del tutto inappropriato".

La National Security Agency, agenzia del governo statunitense che si occupa delle attività di intelligence, ha infatti ordinato le intercettazioni su richiesta del Presidente Bush, che ha proceduto senza l'autorizzazione dei giudici.
La gravità della situazione ha spinto organizzazioni come EFF, impegnate nella difesa delle cosiddette libertà digitali, a denunciare AT&T ed NSA per violazione in massa della privacy di cittadini statunitensi e stranieri. L'approccio dell'amministrazione americana nei confronti della questione, almeno per il momento, è estremamente difensivo. Le istituzioni coinvolte nella polemica hanno addirittura tentato d'insabbiare lo scandalo, finora senza risultati.

Contemporaneamente all'evoluzione della bufera sulle intercettazioni, i legislatori di Washington stanno progettando in sordina un vero e proprio Nuovo Ordine di Internet, basato sull'obbligo di backdoor governative per qualsiasi fornitore di servizi connesso alla Rete.

L'ultimissima novità in questo lento processo di mutazione genetica della Rete, capace d'influenzarne lo sviluppo a livello globale, è una proposta di legge arrivata sui banchi del Parlamento federale statunitense. L'amministrazione Bush si è infatti espressa affinché la versione definitiva della direttiva CALEA, una riforma delle leggi che regolano l'intercettazione delle linee telefoniche, renda "estremamente facile" il controllo delle comunicazioni su Internet.

Non è ancora noto se le autorità statunitensi potranno intercettare liberamente anche le comunicazioni internazionali che transitano per gli USA, senza bisogno di mandati speciali. In quel caso, gli Stati Uniti potrebbero trovarsi in una posizione estremamente delicata: le attività private dei milioni d'utenti di tutto il mondo che sfruttano servizi online americani saranno esposte continuamente ad occhi indiscreti?

Tommaso Lombardi
24 Commenti alla Notizia USA: le intercettazioni? Segreto di stato
Ordina
  • Si, in effetti, sì.
    Tutto ciò che partorisce il Divino Bush,
    e la Divina America è GIUSTISSIMO.

    Adoriamoli.

    Intercettateci tutto e tutti, come Voi volete,
    infinitamente Buoni e Giusti.

    E perdonateci dei nostri peccati tutti.

    Sì da meritare il Vostro Americano Amore Onnipresente.

    Amen
    non+autenticato
  • ...della ricchezza di qualcuno, e basta.

    Ma ci credono veramente alle stronzate che dicono? E veramente pensano che qualcuno ci crede?
    bhe...che qualcuno ci crede, veramente, lo penso anch'io. La madre dei coglioni è sempre incinta, quindi...

    Ps: basterà vedere le risposte a quest'intervento...scommessa?
    non+autenticato
  • C'è una legge in Canada che dice questo: qualsiasi comunicazione proveniente dal Canada e diretta in Canada deve NECESSARIAMENTE transitare SOLO all'interno del territorio canadese.

    La voglio anch'io per l'EU.
    non+autenticato
  • come fai a sapere con certezza se una informazione diretta in canada proviene dal canada?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > come fai a sapere con certezza se una
    > informazione diretta in canada proviene dal
    > canada?

    Se la puoi intercettare sai (necessariamente) da dove transita altrimenti l'assunto numero uno (la puoi intercettare) è verosimilmente falso o quanto meno non sei affatto sicuro di cosa stai intercettando ... magari sai intercettanto una copia VOLUTAMENTE falsa di un messaggio ... mentre quello vero sta andando da tutt'altra parte!

    FicosoFicosoFicosoFicosoFicoso
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > C'è una legge in Canada che dice questo:
    > qualsiasi comunicazione proveniente dal Canada e
    > diretta in Canada deve NECESSARIAMENTE transitare
    > SOLO all'interno del territorio
    > canadese.
    >
    > La voglio anch'io per l'EU.

    Difficile da attuare su Internet... e se volessi comunicare con il mio vicino di casa usando un proxy guatemalteco?
  • Lo potresti fare, in teoria violando quella legge. Ma almeno sei sicuro che il traffico internet di massa di cittadini e imprese canadesi non sarà controllato dagli USA.
    non+autenticato
  • ...ma si, segreto di stato...e magari pure per la sicurezza del mondo...ma se a dirlo è gente che riceve messaggi VIA INTERNET da Bin Laden che a distanza di 5 anni continua ad inviare audio da chissà dove (perchè NON LO HANNO ANCORA TROVATO!!!) e che non è riuscita a trovare le famose ARMI DI DISTRUZIONI DI MASSA e ATOMICHE VARIE sparse nel pianeta una volta fatti i sopralluoghi in loco: non è roba che fai "sparire" in una giornata, ve ne rendete conto, vero???... Segreti di stato e sicurezza (dagli stati uniti): ma fatemi il piacere!!!

  • - Scritto da: uguccione500
    > ...ma si, segreto di stato...e magari pure per la
    > sicurezza del mondo...ma se a dirlo è gente che
    > riceve messaggi VIA INTERNET da Bin Laden che a
    > distanza di 5 anni continua ad inviare audio da
    > chissà dove (perchè NON LO HANNO ANCORA
    > TROVATO!!!) e che non è riuscita a trovare le
    > famose ARMI DI DISTRUZIONI DI MASSA e ATOMICHE
    > VARIE sparse nel pianeta una volta fatti i
    > sopralluoghi in loco: non è roba che fai
    > "sparire" in una giornata, ve ne rendete conto,
    > vero???... Segreti di stato e sicurezza (dagli
    > stati uniti): ma fatemi il
    > piacere!!!

    Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei posti giusti?
    non+autenticato
  • > Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
    > che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
    > che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
    > posti
    > giusti?

    una cosa sicura c'è http://en.wikipedia.org/wiki/Clearstream

    è un caso che Al Qaeda e i suoi nemici posseggano conti segreti presso la ClearStream?

    è un caso che alla fine degli anni '80 Bush padre inviò tramite la BNL 5 miliardi di $ a Saddam Hussein?

    è un caso che parte dei missili Hezbollah portano scritto "Made in USA"?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
    > > che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
    > > che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
    > > posti
    > > giusti?
    >
    > una cosa sicura c'è
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Clearstream
    >
    > è un caso che Al Qaeda e i suoi nemici posseggano
    > conti segreti presso la
    > ClearStream?
    >
    > è un caso che alla fine degli anni '80 Bush padre
    > inviò tramite la BNL 5 miliardi di $ a Saddam
    > Hussein?
    >
    > è un caso che parte dei missili Hezbollah portano
    > scritto "Made in
    > USA"?



    Questo, e... molto, molto altro.
    No. Non è un caso.

  • - Scritto da:
    >

    > Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
    > che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
    > che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
    > posti
    > giusti?

    Hai visto "sesso e potere"? siamo sicuri addirittura che Bin Laden esista? magari é un attore o una creazione in CGI... perchè altrimenti Hollywood sarebbe così avanzata negli effetti speciali?

    Occhiolino

    firmato:
    un paranoide

  • - Scritto da: soulista
    >
    > - Scritto da:
    > >
    >
    > > Scusa la domanda, ma c'è qualche ente americano
    > > che sta cercando Bin Laden? Sei proprio sicuro
    > > che sia ricercato, o che lo facciano cercare nei
    > > posti
    > > giusti?
    >
    > Hai visto "sesso e potere"? siamo sicuri
    > addirittura che Bin Laden esista? magari é un
    > attore o una creazione in CGI... perchè
    > altrimenti Hollywood sarebbe così avanzata negli
    > effetti
    > speciali?
    >
    > Occhiolino
    >
    > firmato:
    > un paranoide

    Non penso sia paranoia solamente, sai???
    Solo pazzie di un dittatore democratico folle come quello che hanno messo su e riconfermato negli usa...

  • > Solo pazzie di un dittatore democratico folle
    > come quello che hanno messo su e riconfermato
    > negli
    > usa...


    Certo... la privacy non esiste, esistono solo i segreti di stato...
    La tua è una FEDE!
    non+autenticato
  • A proposito del discorso terrorismo e diritti dei cittadini: gli stati uniti sono un paese democratico, questo significa che l'esecutivo per avere carta bianca su tutto e convincere i cittadini a rinunciare pian piano ai loro diritti fino a diventare sudditi, deve terrorizzare la popolazione facendo credere che ci sia una emergenza cosi` grande da dover mettere da parte i diritti umani.

    Ora se non ci fossero le prove, direi semplicemente che Bush ha guadagnato molto da un attacco terroristico (11 settembre 2001) che non aveva pensato.
    In realta` chi ha organizzato gli attacchi dell'11 settembre aveva molto piu` potere di quanto sembra dalle versioni ufficiali, sicuramente c'e` il coinvolgimento delle autorita` statunitensi. E` difficile credere che un povero pirla come Bin Laden possa davvero aver manovrato i governanti statunitensi come se fossero dei burattini.

    Per farvi capire la portata di queste cose vi suggerisco alcuni link.

    Informazioni sull'11 settembre:
    http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections...
    Il video originale in inglese "Loose Change 2nd Edition":
    http://www.loosechange911.com/
    La traduzione in italiano di Arcoiris.tv:
    http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=...
    (qualita` delle immagini un po' inferiore)

    Riporto solo un piccolo esempio, tanto per darvi una idea delle informazioni contenute nel filmato: Una delle torri gemelle e` caduta in 10 secondi circa. Il tempo di caduta libera nel vuoto dalla cima della torre e` di circa 9 secondi. Quindi l'edificio e` caduto improvvisamente senza che le struttture opponessero alcuna resistenza. Proprio come gli edifici che vengono minati per la demolizione. Ma chi puo` aver minato le torri gemelle? In fondo il responsabile per la sicurezza era uno membro della famiglia Bush!
    La versione ufficiale spiega che l'incendio ha fuso i pilastri di metallo. La temperatura di fusione dell'acciaio e` circa 500 gradi superiore a quella di combustione del carburante dell'aereo. Si sono sentite molte esplosioni, ci sono anche le testimonianze registrate delle interviste ai pompieri. La spiegazione ufficiale e` che le cucine si potrebbero essere incendiate. Senza saperne molto di ingenieria e` difficile dire qualcosa di preciso. Meglio confrontate quello che e` successo in casi analoghi: le torri gemelle e il terzo grattacielo caduti l'11 settembre sono i primi tre casi di grattacieli completamente crollati a causa di incendi. E che bel crollo simmetrico! Cosi` verticale ed elegante.
    Insomma, guardate il video, e` molto interessante e si puo` scaricare gratuitamente e legalmente.
  • A proposito di Arcoiris:
    http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Search&tes...

    Tempo fa, un altro lettore postò questo simpatico link:
    http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?opt...

    Chiedo conferma, ma tempo fa in TV dissero che parecchi giorni prima dell'11 Settembre 2001 le Autorità Americane erano state avvisate anche dalle nostre che dei terroristi intendevano penetrare in USA. Purtroppo, le nostre comunicazioni furono ignorate da Bush & C.
    Al di là di questo, la facilità con cui siano riusciti nei loro folli piani mi insospettisce, dato che anche allora gli USA temevano attentati da parte della potente organizzazione di Bin Laden.
    Forse, le tesi dei "complottisti" tradizionali sono piuttosto colorite ma anche a me viene difficile credere che Osama e la sua "rete" abbiano fatto tutto da soli.

  • - Scritto da: Cobra Reale
    > A proposito di Arcoiris:
    > http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Search&tes
    >
    > Tempo fa, un altro lettore postò questo simpatico
    > link:
    > http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?opt
    >
    > Chiedo conferma, ma tempo fa in TV dissero che
    > parecchi giorni prima dell'11 Settembre 2001 le
    > Autorità Americane erano state avvisate anche
    > dalle nostre che dei terroristi intendevano
    > penetrare in USA. Purtroppo, le nostre
    > comunicazioni furono ignorate da Bush &
    > C.
    > Al di là di questo, la facilità con cui siano
    > riusciti nei loro folli piani mi insospettisce,
    > dato che anche allora gli USA temevano attentati
    > da parte della potente organizzazione di Bin
    > Laden.
    > Forse, le tesi dei "complottisti" tradizionali
    > sono piuttosto colorite ma anche a me viene
    > difficile credere che Osama e la sua "rete"
    > abbiano fatto tutto da
    > soli.

    hai presente i napoletani nell'autogrill che cercano di venderti un portatile? ecco, loro hanno usato la stessa tecnica, però hanno fotto molti più danni.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > Solo pazzie di un dittatore democratico folle
    > > come quello che hanno messo su e riconfermato
    > > negli
    > > usa...
    >
    >
    > Certo... la privacy non esiste, esistono solo i
    > segreti di stato...
    >
    > La tua è una FEDE!

    Io non ho fede in nessuno, stampatelo in mente: mi fido solo di me stesso e di ciò che vedo e sento e ribadisco: non esiste privacy (qui in Italia poi è una buffonata paurosa!) ne sicurezza se continuiamo di questo passo...