Microsoft sperimenta il PC-fonino

BigM toglie i veli al prototipo di un computer basato su di un telefono cellulare che in futuro potrebbe essere proposto come alternativa al PC nei paesi in via di sviluppo

Redmond (USA) - Microsoft ha mostrato il prototipo di un PC-fonino nato su un concetto illustrato lo scorso gennaio, in occasione del World Economic Forum. Si tratta di un cellulare economico che, una volta connesso ad un televisore e ad una tastiera, può essere utilizzato come una sorta di PC ridotto ai minimi termini.

Questo nuovo tipo di dispositivo, il cui costo dovrebbe essere inferiore ai 100 dollari, è stato pensato soprattutto per i mercati ad economia emergente, dove la stragrande maggioranza delle persone non può permettersi un computer tradizionale.

La piattaforma alla base del PC-fonino di Microsoft, temporaneamente battezzata FonePlus, poggia sullo stesso sistema operativo embedded, Windows CE, utilizzato in Windows Mobile. Similmente ad uno smartphone, il nuovo device permette di aprire e modificare i documenti creati con Office, navigare sul web, leggere e gestire le e-mail e, grazie alla piattaforma integrata WebTV, accedere a contenuti video via Internet.
Craig Mundie, chief research and strategy officer di Microsoft, ha spiegato che anche nei paesi in via di sviluppo buona parte della popolazione dispone di un televisore e di un telefono cellulare. "Un computer basato su questi due componenti - ha affermato il dirigente - può raggiungere un pubblico assai più vasto di quanto possa fare un semplice PC a basso costo".

Va tuttavia ricordato come Microsoft sia attiva anche nel settore dei PC a basso costo, dove sta sperimentando la propria piattaforma pay-per-computer FlexGo. Questo progetto si trova del resto ad uno stadio di sviluppo ben più avanzato di FonePlus, la cui roadmap è ancora tutta da pianificare.
11 Commenti alla Notizia Microsoft sperimenta il PC-fonino
Ordina