Pechino: mai parlare di Tibet in rete

Chiuso un celebre blog il cui autore si era permesso di fare gli auguri di compleanno online al Dalai Lama, la massima autorità spirituale tibetana in esilio. Il blogger non è stato arrestato

Pechino - Cambia qualcosa nella politica cinese di repressione della libera espressione: nel provvedimento con cui è stato deciso di imporre ad un webmaster la rimozione di uno dei blog che ospitava sul proprio network online, non è infatti compresa alcuna denuncia a carico del blogger preso di mira dalle autorità.

Questi è un personaggio piuttosto celebre, si fa chiamare Oser e gestiva il suo blog con un certo successo: ma su quelle pagine a luglio ha voluto mandare gli auguri di compleanno al Dalai Lama. Sua Santità, in esilio da decenni, è la massima autorità spirituale tibetana ed è considerato un avversario politico di primo piano dal regime cinese, che governa il Tibet da quando lo ha invaso nel 1950. Gli auguri comprendevano una poesia dedicata al Dalai Lama e alcune foto, il tutto condito da altri post su Sua Santità e da commenti pubblicati dai molti lettori del blog.

Da qui, dunque, l'ordine trasmesso ai gestori del network a cui si appoggiava il blog di chiudere quelle pagine. "Il 28 luglio - ha spiegato ai reporter di AFP il webmaster Wangxiu Caidan - abbiamo ricevuto un ordine del governo provinciale di chiudere il blog. Non conosco la ragione ma credo che l'ordine arrivi dal Governo centrale".
Ad AFP Oser ha confermato la censura, che ritiene "ingiusta" e frutto di una repressione "che rende molto difficile per chiunque esprimere opinioni e renderle pubbliche". Oser tenterà di pubblicare a breve un libro sul Tibet ma il suo primo lavoro, "Note sul Tibet", è stato bandito dalle autorità. Per le sue scappatelle ideologiche Oser ha fin qui evitato il carcere, cosa che non è accaduta a numerosi altri blogger cinesi.
75 Commenti alla Notizia Pechino: mai parlare di Tibet in rete
Ordina
  • ... abito in Cina e leggo queste notizie senza nessuna censura. E nessuno viene a prendermi....

    Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... abito in Cina e leggo queste notizie senza
    > nessuna censura. E nessuno viene a
    > prendermi....
    >
    > Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?

    Si
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... abito in Cina e leggo queste notizie senza
    > nessuna censura. E nessuno viene a
    > prendermi....
    >
    > Siamo proprio sicuri che le cose stanno cosi'?

    Cioè? Le leggi in italiano?
    E in cinese si trovano?
    non+autenticato
  • Direi di si: mia moglie e' cinese ed e' buddista. Non ha alcun problema ad andare al tempio (c'e' un bellissimo tempio con un grosso Budda scolpito nella giada, qui).
    Vicino a casa mia c'e' una moschea ed il quartiere e' abitato prevalentemente da musulmani. Anche loro non mi sembra abbiano problemi.

    L'ultima volta che ho visto una chiesa cattolica era a “V’Ã, ci sono entrato per curiosita' ed era frequentatissima. Mah...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Direi di si: mia moglie e' cinese ed e' buddista.
    > Non ha alcun problema ad andare al tempio (c'e'
    > un bellissimo tempio con un grosso Budda scolpito
    > nella giada,
    > qui).
    > Vicino a casa mia c'e' una moschea ed il
    > quartiere e' abitato prevalentemente da
    > musulmani. Anche loro non mi sembra abbiano
    > problemi.
    >
    > L'ultima volta che ho visto una chiesa cattolica
    > era a “V’Ã, ci sono entrato per curiosita' ed era
    > frequentatissima.
    > Mah...

    ma che cacchio centra?
    Ripeto la domanda:
    "Cioè? Le leggi in italiano?
    E in cinese si trovano?"
    non+autenticato
  • > ma che cacchio centra?
    > Ripeto la domanda:
    > "Cioè? Le leggi in italiano?
    > E in cinese si trovano?"
    Era chiaro: le leggo in italiano ed in inglese.
    In cinese si trovano
    non+autenticato
  • sì e io abito sulla luna e anche qui non c'è nessuna censura, sicuri che l'uomo non abbia già colonizzato altri pianeti?

  • - Scritto da: Margherita
    > sì e io abito sulla luna e anche qui non c'è
    > nessuna censura, sicuri che l'uomo non abbia già
    > colonizzato altri
    > pianeti?
    Ha un senso?
    non+autenticato
  • ...sarà presentato il conto agli oppressori e più sarà salato.
    Ceausescu ha pagato tardi, ma tutto e salato.
    Milosevic pure.
    E prima di loro Hitler.
    E a quanto pare lo stesso Stalin fu lasciato a rantolare in agonia per una notte dai suoi più stretti collaboratori, che giustamente non mossero un dito.
    non+autenticato
  • > E a quanto pare lo stesso Stalin fu lasciato a
    > rantolare in agonia per una notte dai suoi più
    > stretti collaboratori, che giustamente non
    > mossero un
    > dito.

    Non e' proprio cosi', ando' da lui il suo medico ovviamente, e la figlia segui' la sua agonia. Certo gli altri gerarchi nella stanza accanto si fregavano le mani, Beria in testa.
    non+autenticato
  • Sì, ma secondo voci non ufficiali, prima di chiamare i soccorsi aspettarono quanto basta ad essere sicuri che i danni fossero irreversibili... non che allora potessero fare molto per un ictus...
    non+autenticato
  • Per questo, quando per un qualsiasi motivo quei tiranni perdevano la loro temibilità e si rivelavano vulnerabili, era logico che nessuno muovesse un dito per aiutarli.
    Come Don Rodrigo: quando si sentì male il "fedele" Griso, che aveva capito che il suo padrone era stato contagiato dalla peste, non chiamò il medico ma i monatti.

  • - Scritto da: Cobra Reale
    > Per questo, quando per un qualsiasi motivo quei
    > tiranni perdevano la loro temibilità e si
    > rivelavano vulnerabili, era logico che nessuno
    > muovesse un dito per
    > aiutarli.
    > Come Don Rodrigo: quando si sentì male il
    > "fedele" Griso, che aveva capito che il suo
    > padrone era stato contagiato dalla peste, non
    > chiamò il medico ma i
    > monatti.

    Vedremo cosa succederà a Cuba tra qualche giorno...
    non+autenticato
  • > Come Don Rodrigo: quando si sentì male il
    > "fedele" Griso, che aveva capito che il suo
    > padrone era stato contagiato dalla peste, non
    > chiamò il medico ma i
    > monatti.

    Oh no mi hai rovinato il finale dei promessi sposi!! Monatti portatemi viaaa!!!!!
    non+autenticato
  • Ammazza quanto so' cattivi 'sti cinesi!
    non+autenticato
  • come tutti i comunisti

  • - Scritto da: Margherita
    > come tutti i comunisti

    naaa, non sono cattivi, sono solo ipocriti
    non+autenticato
  • ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con tutta la stima e simpatia che provaVO per il dalai lama, poi ho visto che non è che fosse molto morbido con la schiavitù ed altre forme di oppressione, quando era capo del governo.


    mah!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
    > tutta la stima e simpatia che provaVO per il
    > dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
    > molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
    > oppressione, quando era capo del
    > governo.
    >
    >
    > mah!

    Il regime del Dalai Lama in Tibet non aveva nulla da invidiare alle teocrazie medioevali europee. Schiavitù, miseria, servitù della gleba, ignoranza per il 90% del popolo: è quello che succede in ogni teocrazia, e il Tibet del Dalai Lama non faceva differenza.

    Poi, è ovvio che al giorno d'oggi, se mai il Tibet tornasse indipendente, le cose non sarebbero più così... ma in ogni caso non c'è da fidarsi nel consegnare il potere ai religiosi, di qualunque religione si tratti.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > ora, io l'ho letto solo su wikipedia, però con
    > > tutta la stima e simpatia che provaVO per il
    > > dalai lama, poi ho visto che non è che fosse
    > > molto morbido con la schiavitù ed altre forme di
    > > oppressione, quando era capo del
    > > governo.
    > >
    > >
    > > mah!
    >
    > Il regime del Dalai Lama in Tibet non aveva nulla
    > da invidiare alle teocrazie medioevali europee.
    > Schiavitù, miseria, servitù della gleba,
    > ignoranza per il 90% del popolo: è quello che
    > succede in ogni teocrazia, e il Tibet del Dalai
    > Lama non faceva
    > differenza.
    >
    > Poi, è ovvio che al giorno d'oggi, se mai il
    > Tibet tornasse indipendente, le cose non
    > sarebbero più così... ma in ogni caso non c'è da
    > fidarsi nel consegnare il potere ai religiosi, di
    > qualunque religione si
    > tratti.

    Il fatto che ora sia in mano del regime comunista cinese il potere non è certo stata una conquista, ma solo un aggravamento.
    non+autenticato
  • e pensi che cadere in mano delle corporation occidentali non sarebbe un ulteriore aggravamento ?

    rovinerebbero l'ambiente (come la ferrovia cinese o l'occidentale industria chimica a bophal e i villaggi turistici in india ) facendoci un bel luogo turistico senza i vincoli di adesso, farebbero lavorare i bambini (come in cina o nella filooccidentale birmania), distruggerebbero i costumi locali (come hanno fatto le guardie rosse in cina e gli usa con gli indiani) con i film hollywoodiani e la televisione

    la sola differenza é che ci guadagnerebbe qualcun' altro ...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > e pensi che cadere in mano delle corporation
    > occidentali non sarebbe un ulteriore aggravamento
    > ?
    >
    > rovinerebbero l'ambiente (come la ferrovia cinese
    > o l'occidentale industria chimica a bophal e i
    > villaggi turistici in india ) facendoci un bel
    > luogo turistico senza i vincoli di adesso,
    > farebbero lavorare i bambini (come in cina o
    > nella filooccidentale birmania), distruggerebbero
    > i costumi locali (come hanno fatto le guardie
    > rosse in cina e gli usa con gli indiani) con i
    > film hollywoodiani e la televisione
    >
    >
    > la sola differenza é che ci guadagnerebbe
    > qualcun' altro
    > ...


    Ma che cumolo di idiozie. Se ti fa tanto schifo la società occidentale perchè non vai a vivere in Nord Korea, Pakistan, Cuba, Iran ? Eh ?
    Così potrai inneggiare a tutte le cavolate neo-comuniste '68ine con cui sei stato evidentemente indottrinato e che credi siano la salvezza dell'umanità--peccato che la storia dimostra che abbiano ucciso milioni di persone, più di qualsiasi altra ideologia o guerra.
    non+autenticato
  • se resistevi alla tentazione di trollare la solita risposta preconfezionata "allora vai a vivere in cina" e ti fermavi a riflettere (deve essere insolito per te, magari prova un po' alla volta)potevi arrivare a capire che:

    1) magari se uno vive in usa da barbone o da carcerato a lungo termine per futili motivi (es: 3 volte ubriaco come accade ad alcuni indiani) non sta tanto meglio che se vivesse in cina

    2) la società occidentale è un conto, la direzione in cui vogliono spingerla le corporation è un altro e prima allargano la loro influenza sul pianeta prima cominceranno a restringere le libertà e il benessere delle persone comuni (la maggior parte dei licenziamenti/esternalizzazioni le multinazionali li hanno fatto mentre i profitti erano alti, non in momenti di crisi)

    3) liberare le galline dall'allevatore cattivo mentre fuori dal pollaio girano le volpi, aiuta le galline o le volpi ?


    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > e pensi che cadere in mano delle corporation
    > > occidentali non sarebbe un ulteriore
    > aggravamento
    > > ?
    > >
    > > rovinerebbero l'ambiente (come la ferrovia
    > cinese
    > > o l'occidentale industria chimica a bophal e i
    > > villaggi turistici in india ) facendoci un bel
    > > luogo turistico senza i vincoli di adesso,
    > > farebbero lavorare i bambini (come in cina o
    > > nella filooccidentale birmania),
    > distruggerebbero
    > > i costumi locali (come hanno fatto le guardie
    > > rosse in cina e gli usa con gli indiani) con i
    > > film hollywoodiani e la televisione
    > >
    > >
    > > la sola differenza é che ci guadagnerebbe
    > > qualcun' altro
    > > ...
    >
    >
    > Ma che cumolo di idiozie. Se ti fa tanto schifo
    > la società occidentale perchè non vai a vivere in
    > Nord Korea, Pakistan, Cuba, Iran ? Eh ?
    >
    > Così potrai inneggiare a tutte le cavolate
    > neo-comuniste '68ine con cui sei stato
    > evidentemente indottrinato e che credi siano la
    > salvezza dell'umanità--peccato che la storia
    > dimostra che abbiano ucciso milioni di persone,
    > più di qualsiasi altra ideologia o
    > guerra.

    Anche il tuo è un cumulo di materiale dal dubbio effetto olfattivo... Solo che respiri attraverso un fazzoletto imbevuto di profumo. Il lezzo passa inosservato, ma non illuderti, non sparisce.
    Magari si può evitare di inneggiare sia all'uno che all'altro (che alla fine sono entrambi capitalismi, uno di stato e l'altro no). mi sembra un'idea più sana.
    E spezzando una lancia a favore del tuo interlocutore, se l'Occidente sfruttatore ti va tanto a genio ti invito seduta stante a trasferirti in uno dei paesi sfruttati. Troppo comodo pontificare dal punto di vista privilegiato di un cittadino di un paese ricco.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 agosto 2006 02.37
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da: Santos-Dumont

    Bla bla bla... le tue solite sviolinate.

    > E spezzando una lancia a favore del tuo
    > interlocutore, se l'Occidente sfruttatore ti va
    > tanto a genio ti invito seduta stante a
    > trasferirti in uno dei paesi sfruttati.

    I paesi sfruttatori sono cattivi, ma Cuba e Corea del Nord sono abominevoli.

    non+autenticato
  • sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti ecc
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti ecc

    Bhe, non essendo comunisti non possono essere cosi' cattivi Imbarazzato    
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > sempre cuba e corea eh, mai birmania haiti ecc

    Se vuoi facciamo la lista di tutti i cattivi, ma in genere alle persone intelligenti basta un esempio per capire.
    non+autenticato
  • Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi intanto invadono il Tibet. Questo significa che se avranno la possibilità di mettercelo nel culo lo faranno ampiamente e senza farsi troppi problemi.

    xp
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
    > intanto invadono il Tibet

    Intanto?
    L'invasione del Tibet e' cominciata alla fine della seconda guerra mondiale.
    Adesso e' una provincia cinese da un pezzo, sempre piu' cinesizzata.
    La battaglia del Dalai Lama e' persa, ormai il Tiber produce cinesi e viene munto da Pechino
    .
    I cinesi si stanno anche espandendo a spese del Tajikistan (un vasto stato con soli 6,5 milioni di abitanti) e del Kirghizistan, spingendo famiglie cinesi a stabilirvisi. Questi paesi, che agli Italiani dicono poco, offrono importanti risorse minerarie e petrolifere e preferirebbero di gran lunga investimenti occidentali piuttosto che veder crescere il potere del loro scomodo vicino.
    Grazie alla colonizzazione, in quei paesi tra 70 anni la componente di popolazione cinese potrebbe essere tale da mutare le scelte politiche a favore di Pechino o anche da giustificare una invasione "per difendere i compagni cinesi che da 'secoli' vivono sotto il giogo dei prepotenti tajiki".
    Nel frattempo i cinesi con l'esercito estraggono petrolio in Sudan.

    > Questo significa che
    > se avranno la possibilita` di mettercelo nel culo
    > lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
    > problemi.

    Per questo da un lato non vanno visti solo ne' come rozzi contadini arricchiti, ne' come la risposta all'americanismo imperialista.
    Non vanno cioe' ne' sottovalutati ne' idealizzati.
    Ovviamente, aggiungo doverosamente, nemmeno demonizzati.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
    > > intanto invadono il Tibet
    >
    > Intanto?
    > L'invasione del Tibet e' cominciata alla fine
    > della seconda guerra
    > mondiale.
    > Adesso e' una provincia cinese da un pezzo,
    > sempre piu'
    > cinesizzata.
    > La battaglia del Dalai Lama e' persa, ormai il
    > Tiber produce cinesi e viene munto da
    > Pechino
    > .
    > I cinesi si stanno anche espandendo a spese del
    > Tajikistan (un vasto stato con soli 6,5 milioni
    > di abitanti) e del Kirghizistan, spingendo
    > famiglie cinesi a stabilirvisi. Questi paesi, che
    > agli Italiani dicono poco, offrono importanti
    > risorse minerarie e petrolifere e preferirebbero
    > di gran lunga investimenti occidentali piuttosto
    > che veder crescere il potere del loro scomodo
    > vicino.
    > Grazie alla colonizzazione, in quei paesi tra 70
    > anni la componente di popolazione cinese potrebbe
    > essere tale da mutare le scelte politiche a
    > favore di Pechino o anche da giustificare una
    > invasione "per difendere i compagni cinesi che da
    > 'secoli' vivono sotto il giogo dei prepotenti
    > tajiki".
    > Nel frattempo i cinesi con l'esercito estraggono
    > petrolio in
    > Sudan.
    >
    > > Questo significa che
    > > se avranno la possibilita` di mettercelo nel
    > culo
    > > lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
    > > problemi.
    >
    > Per questo da un lato non vanno visti solo ne'
    > come rozzi contadini arricchiti, ne' come la
    > risposta all'americanismo
    > imperialista.
    > Non vanno cioe' ne' sottovalutati ne' idealizzati.
    > Ovviamente, aggiungo doverosamente, nemmeno
    > demonizzati.
    Sanno il fatto loro...
    non+autenticato


  • > Per questo da un lato non vanno visti solo ne'
    > come rozzi contadini arricchiti, ne' come la
    > risposta all'americanismo
    > imperialista.

    ?
    non+autenticato
  • tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno la..
    non+autenticato


  • - Scritto da:
    > tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno
    > la..

    Cosi' si dice ma... pero' hanno trovato nuovi giacimenti in Asia centrale, sia nello Xian cinese che nelle ex repubbliche sovietiche.
    I giacimenti marini, come quelli ben noti ad esempio nel Golfo del Messico, tanto numerosi che il petrolio affiora sulla superficie del mare, diverranno economicamente piu' interessanti da sfruttare.
    In Canada si estrae dalle sabbie petrolifere, che sono giacimenti in cui la terra e' intrisa di petrolio, e' laborioso da estrarre ma ce ne a montagne.
    Sono 30 anni che sento parlare di come siamo agli sgoccoli con il petrolio. Non e' affatto vero. Evidentemente e' facile urlare al lupo senza essere informati e sparare a caso l'anno della fine. Tanto chi verifica?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    >
    > - Scritto da:
    > > tra 70 anni il petrolio non ci sarà più nemmeno
    > > la..
    >
    > Cosi' si dice ma... pero' hanno trovato nuovi
    > giacimenti in Asia centrale, sia nello Xian
    > cinese che nelle ex repubbliche
    > sovietiche.
    > I giacimenti marini, come quelli ben noti ad
    > esempio nel Golfo del Messico, tanto numerosi
    > che il petrolio affiora sulla superficie del
    > mare, diverranno economicamente piu' interessanti
    > da
    > sfruttare.
    > In Canada si estrae dalle sabbie petrolifere, che
    > sono giacimenti in cui la terra e' intrisa di
    > petrolio, e' laborioso da estrarre ma ce ne a
    > montagne.
    > Sono 30 anni che sento parlare di come siamo agli
    > sgoccoli con il petrolio. Non e' affatto vero.
    > Evidentemente e' facile urlare al lupo senza
    > essere informati e sparare a caso l'anno della
    > fine. Tanto chi
    > verifica?

    Io. L'ho visto coi miei occhi. Non sono rimasti che 2 o 3 barili giù in cantina.
    non+autenticato
  • Il petrolio non finirà tra 70 anni, ma dire che sta finendo aumenta il prezzo.....

    dire facciamo la guerra a questi o a quelli, aumenta il prezzo.....

    dire che le tasse in italia sono troppe sull'oro nero e sui combustibili in generale, è ridondante.

    dire che i cinesi sono una civiltà medioevale che non hanno niente di storia a confronto dell'europa... è razzista

    dire che in italia non c'è neanche una tomba cinese (considerando quanti cinesi ci sono)
    fa ridere.....e non fa riflettere

    dire che in italia su 10000 ristoranti cinesi che ci sono, solo 100 hanno un fatturato degno per la sopravvivenza dell'attività....fa ridere e non riflettere


    dire che in italia e forse anche in altri paesi, i cinesi fanno la spesa, comprano vestiti solo in attività di cinesi.(hai mai visto un cinese al supermercato??rarissimi casi).....
    fa ridere e non riflettere


    dire che in italia polacchi,romeni,africani, prima di aprirsi un attività facevano i cosidetti lavori che gli italiani non facevano(sarà vero?? o solo che costano di meno??) fa ridere e non riflettere....

    dire che in italia i cinesi sbugano da camion immensi guidati da cinesi e di corsa scaricano in cantine.....ops non lo sapevate???






    lo sai che c'è????
    petrolieri e cinesi buttateve de sotto va

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
    > intanto invadono il Tibet. Questo significa che
    > se avranno la possibilità di mettercelo nel culo
    > lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
    > problemi.
    >
    > xp

    Il Tibet è stato invaso per un motivo ben specifico: la sua grande ricchezza di materie prime. Credi che in questo senso, o in altri, l'Italia abbia qualcosa da offire attualmente ai cinesi?A bocca aperta

  • - Scritto da:
    > Vengono qui a fare i magnaccioni da noi e poi
    > intanto invadono il Tibet. Questo significa che
    > se avranno la possibilità di mettercelo nel culo
    > lo faranno ampiamente e senza farsi troppi
    > problemi.
    >
    > xp

    Almeno loro ancora seguono la logica noi invece siamo tanto civili che se non ce lo mettessero gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto siamo emancipati e progrediti. Ben venga l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che ho detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa dei deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva la Cina comunista e oppressiva di tutte le libertà.
    non+autenticato
  • > Almeno loro ancora seguono la logica noi invece
    > siamo tanto civili che se non ce lo mettessero
    > gli altri nel culo ce lo metteremmo da noi tanto
    > siamo emancipati e progrediti. Ben venga
    > l'invasione di gente SANA e NORMALE. Oddio che ho
    > detto sarò mica razzista. Oddio ora parte il
    > pistolotto moralizzattore e bigotto in difesa dei
    > deformi. Oddio come mi sento in colpa. Ma vedete
    > danda tutti quanti siete in culo deformi. Viva la
    > Cina comunista e oppressiva di tutte le
    > libertà.

    un punto interrogativo di dimensioni celesti mi si crea sul capoccione rasato di fresco.
    non+autenticato