Gogna elettronica all'olandese

Al contrario di quanto avviene negli USA, la gogna all'olandese non prevede la pubblicazione di nomi, cognomi e indirizzi di chi ha scontato pene legate a reati sessuali

Eschede - Sfruttare la rete per rendere più sicuri i quartieri residenziali senza mettere a repentaglio la vita e la privacy di chi ha già pagato per i propri errori: questa la via olandese alla gogna elettronica, ovvero all'uso della rete per informare sulla presenza in certe zone del paese di persone che sono state condannate per reati sessuali...

Secondo quanto riportato da ANP, l'idea è dell'associazione antipedofilia Storp che conta di creare delle "mappe" dell'intera Olanda su un sito che verrà avviato alla fine del mese. Queste mappe consentiranno agli utenti registrati di sapere se nella propria zona, in un raggio di 2,5 chilometri, risiedono uno o più individui condannati per reati sessuali. Un'informazione che, al contrario di quanto accade in omologhi siti americani, non comprende né indirizzo né dati personali.

L'associazione spera così di consentire ai genitori più prudenti di rivolgersi eventualmente alla polizia per chiarimenti o consigli sui comportamenti da tenere per una maggiore sicurezza dei propri figli.
TAG: pedoporno