Dude.it/ Colpevole di Napster, non pentito

Di Virgulino Ferreira. Clamoroso: Dude vi propone in esclusiva la drammatica confessione di un tossicodipendente da MP3

Web - Per un improvviso quanto spasmodico amore per Mammona ho deciso tempo addietro di fare carriera in una società di quelle rampanti, con sacrifici umani al Dio Mercato e imperativi degni di una olimpiade scorretta, in un mondo di affari in cui, come diceva Dan Aykroyd in Una Poltrona per Due (1983), "o si uccide o si viene uccisi"; una compagnia dove la non produttività e la non aderenza alle "policy aziendali" sono considerate alla stregua della fedeltà coniugale in una telenovela sudamericana.

Ho potuto essere assunto, e mi ritengo abbastanza fortunato, perché la compagnia da qualche tempo ha eliminato l'esame del capello per individuare e scartare fumatori e bevitori. Non scherzo, è la verità. Per qualche tempo sono riuscito a lavorare tranquillamente, rinunciando alla posta elettronica (per contratto viene letta e archiviata, ed è vietato utilizzare l'account per posta che non abbia attinenza diretta con il lavoro svolto), rinunciando al web (per contratto vengono controllati gli accessi e, con pudicizia vittoriana, filtrati se si tratta di donne nude), rinunciando a scaricare programmi (per contratto non possono essere tenuti sul disco fisso programmi non approvati, o non attinenti con il lavoro svolto). Ho dovuto accettare che mi controllassero.

Circa sei mesi fa ho ceduto a un impulso e ho installato Napster. Nel giro di una settimana la mia vita è completamente cambiata. Arrivavo in ufficio e la prima cosa che facevo era di lanciare Napster e scaricare. Alla sera mi segnavo i titoli da scaricare perché non mi sfuggissero di mente il giorno dopo, e, non appena connesso, iniziavo sistematicamente a cercare e scaricare, cercare e scaricare.
Ai primi 500Mb di MP3 ho cominciato a guardarmi intorno con sospetto. Mi sembrava che la gente sapesse. Credevo di avere scritto in fronte "Io scarico con Napster invece di lavorare, e tu?". Invece niente. Pareva soltanto la mia immaginazione. Non mi sono fermato.

Dopo il primo Gigabyte ero quasi certo che i sistemisti sapessero. La rete di controlli, mi è noto, è efficiente e funzionale, e invece non succedeva niente. Perché? Se avessero saputo non avrebbero tollerato. Ai 3 Gigabytes ho cominciato a coltivare una serafica certezza, che non si fossero accorti, che potessi fregarli: insomma, subivo l'arcano fascino dell'impunità. Così ho continuato.
7 Commenti alla Notizia Dude.it/ Colpevole di Napster, non pentito
Ordina
  • Fai troppo bene, continua, casomai scrivi un programmino anche in C che elimini il tuo IP dai log del server prima di chiudere la sera oppure prima di mezza notte (dipende quando partono i backup vari sui server)

    CyberBob
    non+autenticato
  • Maddai, capisco l'aver scritto una cosina così, tanto per farsi due risate tra amici, ma pubblicarla .... non credo che a una qualunque azienda gliene fotta qualcosa se scarichi napster o chissachealtro.... il punto è che ti pagano per lavorare e tu non lo fai, anzi sprechi le risorse che ti danno per lavorare: ti capisco, ma sinceramente capisco perfettamente anche loro.
    Le palle sono quelle che racconti, ogni azienda seria ha un firewall su napster così come su tutti i siti non utili al lavoro che usano frequentare i fancazzisti come te. Mi sa che tu un lavoro vero non ce l'hai mai avuto.

    Con comprensione, vai a lavorare.

    Bongo
    non+autenticato
  • Se tu ti comprassi una flat serale e te li scaricassi a tue spese saresti un po' meno patetico..
    non+autenticato
  • Oh dio bit! Ma che deve fare uno per ironizzare sulla vita in santa pace.
    L'articolo era umoristico, ironico...
    L'ironia e il sapersi prendere in giro ci contraddistinguono dalle forme di vita inferiori...tipo i politici, gli alti vertici della RIAA, gli scrittori di commenti... Occhiolino

    Vabbè và, forse hai scritto quella roba perchè avevi avuto una brutta giornata... =)

    Have fun & irony

    Takx
    non+autenticato
  • Nel 1994 mi hanno rubato il caricatore CD
    con 10 CD da 28 carte (e` si allora mi potevo anche permettere di comprarne), mi hanno robato
    la modica cifra di quasi 300 (TRECENTO) mila lire
    di musica.
    Bene, malgrado regolare denuncia e le custodie originali tutte vuote in casa, secondo voi quei cd sono riuscito a riaverli senza pagarci di nuovo i diritti d'autore e tutte le belle cose che fanno costare caro un CD????
    Chiaramente NO! Mi sono ridovuto comprare tutti i CD... quando li sento parlare ancora mi si rivoltano le budella... tutta questa campagnia di sensibilizzazione e poi i piu` bastardi sono proprio loro!
    In questo momento avrei voglia di scrivere delle cattiverie non da poco... ad ogni modo, nel 1998
    mi sono comprato un masterizzatore...
    I CD ora li compro solo se veramente mi fanno impazzire, altrimenti... NAPSTER e Master... ED E` GIUSTO COSI`.
    Vogliono che compriamo CD, allora che non facciano pagare oltre 40carte dei CD da 40 Minuti (cazzo! piu` di mille lire al minuto!).
    non+autenticato
  • E se ti fregano la macchina la prossima volta che fai? La vai a fottere un pezzo alla volta alla fiat?
    Te la ricordi la massima "chi è causa del mal suo pianga sè stesso"? Per te è perfetta, in questo cazzo di paese la gente sa solo lamentarsi e prendersela con gli altrim mi pare di sentirti: "sì, è vero, commetto atti illegali ma la colpa è della società...." Ma fammi il piacere....


    - Scritto da: Mirco
    > Nel 1994 mi hanno rubato il caricatore CD
    > con 10 CD da 28 carte (e` si allora mi
    > potevo anche permettere di comprarne), mi
    > hanno robato
    > la modica cifra di quasi 300 (TRECENTO) mila
    > lire
    > di musica.
    > Bene, malgrado regolare denuncia e le
    > custodie originali tutte vuote in casa,
    > secondo voi quei cd sono riuscito a riaverli
    > senza pagarci di nuovo i diritti d'autore e
    > tutte le belle cose che fanno costare caro
    > un CD????
    > Chiaramente NO! Mi sono ridovuto comprare
    > tutti i CD... quando li sento parlare ancora
    > mi si rivoltano le budella... tutta questa
    > campagnia di sensibilizzazione e poi i piu`
    > bastardi sono proprio loro!
    > In questo momento avrei voglia di scrivere
    > delle cattiverie non da poco... ad ogni
    > modo, nel 1998
    > mi sono comprato un masterizzatore...
    > I CD ora li compro solo se veramente mi
    > fanno impazzire, altrimenti... NAPSTER e
    > Master... ED E` GIUSTO COSI`.
    > Vogliono che compriamo CD, allora che non
    > facciano pagare oltre 40carte dei CD da 40
    > Minuti (cazzo! piu` di mille lire al
    > minuto!).
    non+autenticato
  • Triste

    bwhaaaaaaaa!!!!!

    siii!

    Anche io confesso!!!!
    Si!
    Mi manca solo il masterizzatore DVD!
    Qualsiasi vecchia canzone, qualsiasi micro melodia sentita in tv...
    Ci manca solo il riconoscimento vocale del tipo "senti Napster... la conosci quella che fa ... na na na -- mmm-mmmhhhh ta taaa e che si vede in quella data pubblicità? vai e cerca! io ti aspetto" ...
    SEARCH & DOWNLOAD!

    e lo stesso succede per i commenti di pi... avete per caso notato alcuni orari in cui si trovano i comenti? (vedi questo)
    Sorride
    ciao, esseri umani!


    Grande articolo, molto più in stile di quelli di Giuda.com, davvero.
    Stile azzeccato e grande sentimiendos! oltre al buon umorismo (misto alla dura realtà)
    Sorride
    non+autenticato