I dipendenti Blu rifiutano i complimenti

L'amministratore delegato dell'azienda invia una lettera in cui ringrazia i dipendenti per questi due anni di lavoro. Ma le risposte sono repliche offese e arrabbiate

Roma - No, non è piaciuta a molti dipendenti dell'operatore di telefonia mobile Blu l'email che ieri l'amministratore delegato dell'azienda Enrico Casini ha inviato loro, un'email che ha generato un coro di critiche e di repliche arrabbiate da parte di quei lavoratori di Blu che vedono in pericolo il proprio posto di lavoro.

In questi mesi, in cui il destino di Blu è apparso prima a rischio e poi, recentemente, si è giunti alla decisione di operare uno "spezzatino" dell'azienda, che passerà così nelle mani dei suoi competitor, i dipendenti Blu hanno fatto sentire la propria voce, anche attraverso siti di attenzione e protesta, come Blu-eyes, sito sul quale è apparsa ieri, appunto, la lettera di Casini.

Stando a quanto riferito ieri da dipendenti Blu a Punto Informatico sarebbero numerosissime le email di replica giunte a Casini in queste ore, email i cui contenuti sono spesso improntati a "toni forti".
Ecco il testo:

"Oggi è il secondo compleanno di Blu e noi vogliamo ricordare questo evento nonostante il progetto intorno al quale ci siamo ritrovati e uniti due anni orsono non si realizzerà come avremmo voluto.

Nel codice genetico di ognuno di noi c?era voglia di sfida, coraggio e determinazione; oggi questi elementi li ritroviamo immutati, con in più un?esperienza di crescita che rimane comunque straordinaria e unica per tutti.

Mi rivolgo a tutti ringraziandovi per quanto avete fatto e per essere qui malgrado le difficoltà che l?attuale situazione ci costringe ad affrontare.

Il meglio di noi avremmo voluto spenderlo per creare valore, per essere i migliori, per realizzare il nostro sogno. Ora le nostre energie le dobbiamo utilizzare per gestire una situazione di crisi e un processo di migrazione.

E? questo un processo faticoso, complesso e doloroso che però speriamo possa presto giungere al suo epilogo e ad una soluzione che ci consentirà di preservare quanto abbiamo costruito.

Avrei voluto che questo fosse stato un giorno di festa da celebrare in un altro clima e con altre parole, ma ciò non toglie nulla ai sentimenti di stima, di affetto e di riconoscenza che provo per tutti voi.

Grazie e auguri a tutti.
Enrico Casini"
11 Commenti alla Notizia I dipendenti Blu rifiutano i complimenti
Ordina
  • Non penso d'inventare l'acqua calda dicendo che il mercato della telefonia è già "cartellizzato" e saturo da mesi.
    Blu e altri nuovi operatori Umts sono strutture complesse, costose che dovrebbero entrare in un mercato dominato da Telecom-Tim e Opi. Wind, grazie soprattutto ad Infostrada è l'unica alternativa.
    Le Pmi sono stufe di nuove proposte, di alternative che non propongono nulla di nuovo. C'è mancanza di chiarezza nelle offerte e quasi totale assenza di vere e utili innovazioni.
    Rispetto per i dipendenti Blu e speriamo che non si verifichino simili destini.

    Saluti.

    non+autenticato
  • IMHO, Blu e` stata creata per buggerare la "gara" delle licenze UMTS.
    non+autenticato
  • Vi ha fatto capire la situazione come davvero sta. Che c'e' di male? Avete scoperto che era un illusione? Lo sapevate anche prima. Beata ignoranza (fasulla).
    non+autenticato
  • <<Stando a quanto riferito ieri da dipendenti Blu a Punto Informatico sarebbero numerosissime le email di replica giunte a Casini in queste ore, email i cui contenuti sono spesso improntati a "torni forti">>

    TORNI FORTI?
    non+autenticato


  • - Scritto da: edc
    > <<Stando a quanto riferito ieri da
    > dipendenti Blu a Punto Informatico sarebbero
    > numerosissime le email di replica giunte a
    > Casini in queste ore, email i cui contenuti
    > sono spesso improntati a "torni forti">>
    >
    > TORNI FORTI?

    Nel senso che vorrebbero che Casini andasse a lavorare dietro un tornio suppongoOcchiolino
    non+autenticato
  • dietro il tornio farebbe forse ancora più danni...
    non+autenticato
  • Vabbè ma non diamo la colpa ad un amministratore delegato se qualcuno ha avuto la brillante idea di creare una società di telefonia mobile in un paese già saturo di telefonini e altri tre operatori di telefonia.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dario
    > Vabbè ma non diamo la colpa ad un
    > amministratore delegato se qualcuno ha avuto
    > la brillante idea di creare una società di
    > telefonia mobile in un paese già saturo di
    > telefonini e altri tre operatori di
    > telefonia.
    Beh, qualche responsabilità ce l'avra avuta, se guardandao i prezzi delle società concorrenti già attive sul mercato e confrontandole con le proprie non si è accorto che i prezzi Blu erano più alti! Scusa, se esordisci in un mercato, devi per forza proporre prezzi più bassi degli operatori già presenti, altrimenti è il suicidio sicuro.
    non+autenticato
  • e prova a fare qualche calcolo e scoprirai che le tariffe Blu sono le tariffe più basse, voi non ve ne accorgete ma intanto Tim vi frega con taiffine, tariffone con la fregatura incorporata: io sono cliente Blu fino dalla nascita, conosco trenta persone che hanno Blu e si trovano benissimo.

    Ciao
    non+autenticato
  • > Vabbè ma non diamo la colpa ad un
    > amministratore delegato se qualcuno ha avuto
    > la brillante idea di creare una società di
    > telefonia mobile in un paese già saturo di
    > telefonini e altri tre operatori di
    > telefonia.

    no, guarda la colpa è dei lavoratori invece...
    Guardiamo la realtà, Blu ha puntato tutto sul risparmio a scapito dei suoi dipendenti, utilizzando contributi per l'assunzione di giovani al sud e poi lasciandoli a casa tutti, una società di aguzzini simili che se ne approfitta della disperazione altrui deve per forza cadere, e il primo che deve pagare è colui che ha permesso che tutto questo accadesse.
    Prova ad andare a sentire i 2000 giovani assunti con 1000 promesse da Blu e tutti licenziati, sentiamo cosa ne pensano loro...
    non+autenticato
  • Sistemato!
    Era "toni forti"...

    Grazie, ciao.
    non+autenticato