Presto l'e-scuola italiana

Entro 18 mesi partirÓ la sperimentazione. CD-Rom al posto dei libri

Roma - Entro 18 mesi potrebbe diventare una realtÓ in Italia la e-scuola. Molti i vantaggi di cui beneficeranno gli studenti, tra questi la scomparsa dei libri da portare avanti e indietro come un pesante fardello, che mette a rischio la schiena dei ragazzi.

La sperimentazione partirÓ in 18 scuole nelle province di Milano e Brescia e prevede l'utilizzo di CD-ROM al posto dei libri e l'utilizzo di Internet come strumento di comunicazione per dibattiti, giustificazioni, iscrizioni, compiti e pagelle. Secondo le intenzioni sarÓ possibile versare le tasse scolastiche direttamente attraverso la rete.
TAG: italia
11 Commenti alla Notizia Presto l'e-scuola italiana
Ordina
  • 1) I Cd-Rom al posto dei libri sono un'idea interessante, ma sinceramente non rappresentano un'alternativa ottimale al supporto cartaceo che rimane comunque più leggibile e "digeribile" per la vista.

    2) L'immediatezza del libro (sottolineare, appuntare, ecc.) non è raggiungibile con un mouse... preferisco il peso dell'antologia pasticciata con frasi d'amore che profumano ancora d'inchiostro e il diario delle medie con la nota dell'insegnante di italiano con la sua calligrafia isterica, rispetto ad una ammonizione tramite e-mail...

    3) La calligrafia media crollerebbe inesorabilmente in favore di documenti con firma digitale (la mia è pessima)...

    4) L'e-learning ha senso come strumento di apprendimento per chi è impossibilitato a seguire normali lezioni. Non sono un retrograda, ma sono certo che nemmeno fra cento anni il corpo docente nazionale sarà in grado di gestire correttamente il flusso di informazioni derivante dall'accesso ai nuovi media..

    D'accordo che viviamo nella rivoluzione digitale, ma inquadrare dei ragazzi in un contesto digital-only è quanto di più deprecabile io abbia mai sentito...Tra un corso di base per la padronanza degli strumenti informatico-multimediali e una scuola digital-only c'è un abisso.

    E mentre le sperimentazioni futuriste vanno avanti, io mi ritrovo in quinta superiore in un rispettabile I.T.I.S. informatico ma sono più preparato del mio "professore di informatica", il quale è laureato in matematica e abilitato in qualche modo dai colleghi...

    ... Benvenuti nel 3░ millennio! Anche a chi nasce oggi e si troverà adolescente a stampare i CD e qualunque altra cosa riceverà al posto dei libri perchè ne avrà già piene le palle del monitor del suo tablet-PC...

    La filosofia degli strumenti informatici viene ancora prima dell'utilizzo degli strumenti stessi.
    L'informatica è creatività.
    non+autenticato
  • Siamo oggettivi e aperti perpiacere: lasciamo tutte e due le possibilità; che scelgano gli studenti quali usare -:)

    Comunque sono convinto che l'e-learnig è forse uno degli utilizzi fondamentali che si possono fare di Internet e della tecnologia in generale.
    Non per niente John Gage ha creato il NetDay -:))
    non+autenticato
  • Un'idea semplice ed essenziale per alleggerire la cartelal degli studnti.
    non+autenticato
  • ... alla presunzione che la scuola dovesse insegnare a leggere, scrivere e far di conto.

    Con la scusa della modernità multimediale, i nostri figli saranno bravissimi a fare di tutto tranne che quello che serve per diventare persone prima che lavoratori.

    non+autenticato
  • http://www.linuxascuola.it/
    evitiamo di crescere tanti cyber dattilografi
    e cerchiamo di creare una vera cultura informatica
    non+autenticato
  • scommetto che programmi, formati e quant'altro saranno rigorosamente MONOpiattaforma.... indoviniamo quale?
    FC
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)