California, terra di tariffe libere

Gli operatori di telefonia potranno applicare nuovi prezzi, svincolati dai tetti massimi precedentemente imposti dall'Authority locale. Un sospiro di sollievo per i gestori, ma un motivo di allarme per i consumatori

Roma - Gli operatori telefonici della California si sono guadagnati la libertà: At&T, Frontier, SureWest e Verizon, dalla scorsa settimana, non saranno più soggette a regolamentazioni tariffarie.

Nello stato governato da Arnold Schwarzenegger, stando a quanto dichiarato dalla California Public Utilities Commission, esisterebbe già un elevato livello di concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni, sia nel settore business che in quello consumer. Talmente elevato da essere in grado di offrire ad utenti e consumatori il rispetto dei loro diritti senza l'imposizione di un tetto massimo o di normative relative alle tariffe da applicare. Il buon livello di concorrenzialità sarebbe relativo a tutti i livelli delle offerte di mercato, quindi dalle linee telefoniche di base alla connettività, dalla telefonia mobile ai servizi a valore aggiunto.

I rappresentanti dei consumatori sono contrari alla liberalizzazione tariffaria: si ritiene infatti che il nuovo provvedimento porterà, come conseguenza, un aumento delle tariffe, maggiormente sentito dalla clientela di tipo "rurale" o tradizionalista, ossia da coloro che fanno solamente un uso "telefonico" dei servizi disponibili. La California aveva introdotto la regolamentazione tariffaria nel 1989 ma ha lentamente rivisto la propria politica regolatoria nel settore delle TLC.
Le compagnie telefoniche tradizionali stanno lottando per la sopravvivenza, in un mercato dove VoIP, videocomunicazione fissa e mobile e internet stanno diventando servizi di primaria importanza per volumi di traffico e fatturato: tra il 2000 e il 2004, ad esempio, il numero delle linee residenziali AT&T è calato di circa il 20%.

Considerando che oltre il 90% dell'utenza californiana ha la possibilità di accedere ad Internet in banda larga, lo stato offre un bacino di copertura molto interessante per operatori e provider in grado di offrire telefonia su internet e i moderni servizi a valore aggiunto, che daranno nuovo filo da torcere alle compagnie telefoniche.

D.B.