Freespire, Linspire a costo zero

Insieme ad una comunitÓ di sviluppatori volontari, Linspire ha partorito la prima versione matura di una distribuzione Linux gratuita basata sul proprio sistema operativo desktop. Ecco cosa ha da offrire

Roma - Nella dinamica costellazione di distribuzioni Linux ha fatto recentemente la propria comparsa Freespire 1.0, un sistema operativo basato sulla nota distribuzione desktop Linspire sviluppata dall'omonima società di San Diego.

Linspire ha svelato l'esistenza della comunità Freespire.org lo scorso aprile: in quell'occasione ha delineato gli obiettivi chiave del nuovo progetto e la struttura dei consigli direttivi che ne controllano l'attività.

Freespire è una versione community-driven di Linspire che, a differenza di quest'ultima, non ha costi di licenza. Un po' come succede tra OpenSUSE e SUSE Linux, tutte le future release di Linspire poggeranno sul codice di Freespire e si distingueranno da queste ultime per l'aggiunta di applicazioni e servizi commerciali.
Freespire si basa, come Linspire, sulla distribuzione Debian ma, a differenza di quest'ultima, non ha tabù nei confronti del software proprietario: è infatti possibile scaricare una versione del sistema operativo integrante applicazioni, driver e codec proprietari accompagnati da regolare licenza d'uso. Tra i software non open source vi sono i codec MP3, DVD, Windows Media, Real e QuickTime, i programmi Java, Flash e Adobe Acrobat Reader, driver per schede grafiche, modem e dispositivi Wi-Fi, font, ecc. I puristi dell'open source possono invece optare per l'edizione OSS, priva di "contaminazioni" proprietarie.

Per l'installazione e l'aggiornamento dei pacchetti software, Freespire utilizza il famoso tool apt-get di Debian ma è presente anche un client per l'accesso al servizio commerciale Click and Run (CNR) di Linspire che, una volta abbonati, permette di scaricare una grande varietà di applicazioni a pagamento.

Pur condividendo molti aspetti di Linspire, inclusa l'interfaccia grafica KDE-based, Freespire non si rivolge soltanto agli utenti consumer: la distribuzione include infatti anche strumenti di basso livello dedicati a sviluppatori, amministratori e utenti evoluti. Essendo un progetto guidato primariamente da una comunità di sviluppatori volontari, Freespire.org potrà aggiungere alla propria distribuzione anche aspetti non previsti da Linspire, quali ad esempio il supporto al desktop environment GNOME o ai server.

Freespire 1.0 può essere scaricato o ordinato su CD da qui: il file ISO, di 686 MB, contiene il supporto a tutte le principali lingue del mondo, incluso l'italiano.

La prima release di Linspire a basarsi sul codice di Freespire sarà l'imminente versione 6.0.
179 Commenti alla Notizia Freespire, Linspire a costo zero
Ordina
  • lo confrontate con Xandros.

    Entrambi si rivolgono a quel mercato di potenziali utenti aziendali che vorrebbero passare da Windows a Linux in modo indolore.
    Linspire è una distro Linux, senza infamia e senza lode. Ma se solo provate a scaricarvi Xandros, capite che vale dieci volte il primo. Ha un File Manager curatissimo che mima fedelmente il gestore risorse di Windows ma è anche meglio. Anzi, forse è addirittura meglio di Konqueror. E' chiuso, sì, ma è fatto veramente coi fiocchi. Solo per questo Linspire sarebbe da buttare via. Se poi considerate che Xandros permette di unire il pc a domini Windows, il discorso si può chiudere senza commentare oltre.

  • - Scritto da: reXistenZ

    > chiuso, sì,


    detto questo detto tutto...
  • Ma tu lo sai che la Xandros ha comprato la Linspire?

    http://www.xandros.com/news/press_releases/xandros...

    Vedere per creddere!
    non+autenticato
  • Su questo forum, quando si parla di Linux o di Windows, c'è il solito pollaio inutile ed infantile. Che stress notare che le idee dei frequentatori siano tutte di stampo "Tu la pensi così? Allora sei un decerebrato", oppure "Tu non capisci un cavolo", oppure "Tutti gli utenti Win sono deficienti", o ancora "Tutti gli utenti Linux sono scemi".
    Credo che di tutto ciò che abbiate scritto in tanti (non tutti), l'unica novità che faccia notizia sia quanto sia potente l'utilizzo della comunicazione e quanti incapaci nel ruolo di comunicatori ci siano in giro.
    Forse Windows farà schifo o forse no. Forse Linux farà schifo o forse no. Forse... forse.... Ma una certezza ce l'ho sempre: sono indubbiamente disprezzabili coloro che sanno solo vomitare insulti costanti, proprio come avviene in un luogo che dovrebbe essere di discussione e che invece si trasforma nella solita bettola per birrocciai.
    Congratulazioni a chi si è attenuto a simili standard, tipici di Analisi 2 by Amici di Maria De Filippi; congratulazioni ai casi persi che pullulano in tanti post su questa news e sulla pre-RC1 di Vista. Che monnezza!

    Oh, nessuno che si sia posto dubbi... che so... sulle performance e sulle particolarità di 'sto Linspire... Ah... Sarebbe chiedere troppo.
    Iuls
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Su questo forum, quando si parla di Linux o di
    > Windows, c'è il solito pollaio inutile ed
    > infantile. Che stress notare che le idee dei
    > frequentatori siano tutte di stampo "Tu la pensi
    > così? Allora sei un decerebrato", oppure "Tu non
    > capisci un cavolo", oppure "Tutti gli utenti Win
    > sono deficienti", o ancora "Tutti gli utenti
    > Linux sono
    > scemi".
    > Credo che di tutto ciò che abbiate scritto in
    > tanti (non tutti), l'unica novità che faccia
    > notizia sia quanto sia potente l'utilizzo della
    > comunicazione e quanti incapaci nel ruolo di
    > comunicatori ci siano in
    > giro.
    > Forse Windows farà schifo o forse no. Forse Linux
    > farà schifo o forse no. Forse... forse.... Ma una
    > certezza ce l'ho sempre: sono indubbiamente
    > disprezzabili coloro che sanno solo vomitare
    > insulti costanti, proprio come avviene in un
    > luogo che dovrebbe essere di discussione e che
    > invece si trasforma nella solita bettola per
    > birrocciai.
    >
    > Congratulazioni a chi si è attenuto a simili
    > standard, tipici di Analisi 2 by Amici di Maria
    > De Filippi; congratulazioni ai casi persi che
    > pullulano in tanti post su questa news e sulla
    > pre-RC1 di Vista. Che
    > monnezza!
    >
    > Oh, nessuno che si sia posto dubbi... che so...
    > sulle performance e sulle particolarità di 'sto
    > Linspire... Ah... Sarebbe chiedere
    > troppo.
    > Iuls

    E' arrivato il galletto nero saggio superesperto che quatto quatto cammina dietro la fila del pollaio...
    non+autenticato
  • > E' arrivato il galletto nero saggio superesperto
    > che quatto quatto cammina dietro la fila del
    > pollaio...
    >

    Il galletto nero? Saggio? Superesperto? Che quatto quatto cammina dietro la fila del pollaio?
    Non sono sicuro di aver capito dove vai a parare e non ho problemi ad ammetterlo. Ma le tue frasi sembrano prive di buonsenso, un pretesto per tentare - invano - di essere provocatorio. Forse convinto ch'io sia proprio uno dei galletti che fa pollaio. E che si prenderà la briga d'insultarti. Non mi passa nemmeno per la testa.
    Non mi sento come mi definisci, ma ognuno ha i suoi mezzi e tu hai fatto quel che potevi per scrivere ben tre righe proprio secondo le regole del pollaio. Wow!
    Spero tu non abbia l'ADSL, altrimenti sarebbe connettività sprecata. Se è per questo, per dire assunti meri come il tuo, la tecnologia sarebbe sprecata, i browser sarebbero sprecati, pur se si trattasse di IExplorer 3. Ed è tutto dire. Fa' te. Non si può utilizzare uno strumento importante come internet con tanta leggerezza.
    Nella vita non è il caso di offendere le persone, né ritengo che tu mi abbia leso in tal senso, quindi credo di potere con tranquillità esprimere quanto tu sembri negato per il confronto ed il parlare. Fai dell'altro se non sai usare con cautela il mezzo dialettico, perché proprio non ci sai fare. Non prendertela, non c'è offesa. Perciò spero che tu non ricada nell'ennesimo pollaio di cui è intriso pure il tuo post precedente.
    Con cordialità.
    Iuls.
    non+autenticato
  • Sono assolutamente d'accordo con te. Questo forum, nonostante gli interventi di PI, continua a pullulare di persone che evidentemente non hanno nulla da fare se non perdere tempo in post sterili di contenuti e ricchi di insulti. Sempre più spesso provo la sensazione di perdere tempo su questo forum, raramente si trova una discussione portata avanti civilmente e con un sano confronto di idee.

    hai completamete ragione. Spero che la redazione di PI riesca a trovare una soluzione a questo degeneramento.

    Saluti
    Davide
    non+autenticato
  • [quoto articolo]Freespire si basa, come Linspire, sulla distribuzione Debian ma, a differenza di quest'ultima, non ha tabù nei confronti del software proprietario[/quoto]

    be' non e' proprio l'unica - ubuntu e' un'altra che ha nei repositori sw proprietario 'chiuso' e anch'essa discende da debian ed e' sempre stata free
    non+autenticato
  • si ma te li devi apt-gettare dopo che hai attivato il repo, li invece ci sono subito...il risultato e' uguale, cambia la "filosofia" che ci sta dietro
    non+autenticato
  • Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio OS.
    PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di creare le immagini dei PC che installiamo. E'il metodo più comodo per preparare il PC.
    Prima avevamo un CD basato su PC-DOS con supporto di rete per lanciare norton Ghost, fare o caricare un'immagine in rete.

    Con l'avvento dei drive SATA norton-ghost non funzionava più. Così abbiamo dovuto aggiornarci ad una versione successiva (pagando).
    Solamente che la versione successiva era un CD bootable basato su una qualche customizzazione windows impiegava 5 minuti a caricare, poi bisognava caricare il supporto di rete (altrim minuti), poi finalmente potevamo ricercare l'immagine in rete. Senza contare che il CD licenziato era una solo, e si poteva usare su un solo PC alla volta.
    Così ho deciso di fare il salto di qualità:
    ho ricercato una versione linux adeguata. Ho trovato un distro RIPlinux con le cose che mi servivano.

    Ora per preparare un PC nuovo, lo accendo, lui esegue un boot da network e mi carica una versione personalizzata di RIPlinux (32MB).
    eseguo uno script semplicissimo che ho creato e mi attiva il supporto di rete e mi mappa le unità condivise dove tengo le immagini in rete ( su windows, quindi con tutte le autorizzazioni del caso di una share in un dominio).
    Infine un semplice script per salvare l'immagine o un'altro per caricarla basata su NTFSutils... et voilà... posso prepare decine di PC contemporaneamente senza problemi di licenze varie e molto più velocemente. le immagini raggiungono anche i 5Gb senza problemi.

    Il boot viene preparato caricando una immagine del Kernel monolitica basata sull'ultimo kernel ed infine tutto il resto su un immagine ramdisk.
    Se RIPlinux non dovesse essere più supportata, non importa. Ci sono le importazione per configurare il kernel, e male che vada, potrò ricompilarmelo io.

    Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un sistema di immagini basato su windows se qualcuno me ne propone un'altro più efficente.

    altrimenti... inutile lamentarsi o ironizzare sul fatto che ci sono sempre nuove distro.
    Spesso magari le usano in pochi. Ma spesso, c'è anche un motivo molto pratico per farne diverse.
    non+autenticato
  • Uno spettacolo usare dei driver beta non ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso.. sai che professionalità e sicurezza !

    Molto meglio Acronis TrueImage Enterprise 9.1 su un CD di boot fatto con BartPE usando il WinPE di Windows2003.


    - Scritto da:
    > Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio
    > OS.
    > PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di
    > creare le immagini dei PC che installiamo. E'il
    > metodo più comodo per preparare il
    > PC.
    > Prima avevamo un CD basato su PC-DOS con supporto
    > di rete per lanciare norton Ghost, fare o
    > caricare un'immagine in
    > rete.
    >
    > Con l'avvento dei drive SATA norton-ghost non
    > funzionava più. Così abbiamo dovuto aggiornarci
    > ad una versione successiva
    > (pagando).
    > Solamente che la versione successiva era un CD
    > bootable basato su una qualche customizzazione
    > windows impiegava 5 minuti a caricare, poi
    > bisognava caricare il supporto di rete (altrim
    > minuti), poi finalmente potevamo ricercare
    > l'immagine in rete. Senza contare che il CD
    > licenziato era una solo, e si poteva usare su un
    > solo PC alla
    > volta.
    > Così ho deciso di fare il salto di qualità:
    > ho ricercato una versione linux adeguata. Ho
    > trovato un distro RIPlinux con le cose che mi
    > servivano.
    >
    > Ora per preparare un PC nuovo, lo accendo, lui
    > esegue un boot da network e mi carica una
    > versione personalizzata di RIPlinux
    > (32MB).
    > eseguo uno script semplicissimo che ho creato e
    > mi attiva il supporto di rete e mi mappa le unità
    > condivise dove tengo le immagini in rete ( su
    > windows, quindi con tutte le autorizzazioni del
    > caso di una share in un
    > dominio).
    > Infine un semplice script per salvare l'immagine
    > o un'altro per caricarla basata su NTFSutils...
    > et voilà... posso prepare decine di PC
    > contemporaneamente senza problemi di licenze
    > varie e molto più velocemente. le immagini
    > raggiungono anche i 5Gb senza
    > problemi.
    >
    > Il boot viene preparato caricando una immagine
    > del Kernel monolitica basata sull'ultimo kernel
    > ed infine tutto il resto su un immagine
    > ramdisk.
    > Se RIPlinux non dovesse essere più supportata,
    > non importa. Ci sono le importazione per
    > configurare il kernel, e male che vada, potrò
    > ricompilarmelo
    > io.
    >
    > Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un
    > sistema di immagini basato su windows se qualcuno
    > me ne propone un'altro più
    > efficente.
    >
    > altrimenti... inutile lamentarsi o ironizzare sul
    > fatto che ci sono sempre nuove
    > distro.
    > Spesso magari le usano in pochi. Ma spesso, c'è
    > anche un motivo molto pratico per farne
    > diverse.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Uno spettacolo usare dei driver beta non
    > ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso.. sai
    > che professionalità e sicurezza
    > !

    Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che non è il mio sistemista... A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Uno spettacolo usare dei driver beta non
    > > ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..
    > sai
    > > che professionalità e sicurezza
    > > !
    >
    > Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che
    > non è il mio sistemista...
    >A bocca aperta

    Sapresti dirmi quali sono i drivers "ufficiali" fornit da M$ per accedere a exfs3 o 2 o a jfs o a reiser filesystem o qualunque che possa accedere a partizioni o FS Linux? o Unix? o Mac o qualunque sistema operativo ?
    Grazie...
    p.s.
    Per SCELTA e non per fortuna tu non sarai mai un sisstemista nella mia azienda!
    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Uno spettacolo usare dei driver beta non
    > > ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..
    > sai
    > > che professionalità e sicurezza
    > > !

    ntfsclone è stable e non in beta. inoltre (ne parla il sito) ntfsfix alcune volte ti permette di risolvere problemi su file che nemmeno windows riesce a risolvere. Cmq, fatto stà che abbiamo una base di circa 400PC installati. Da quando uso questo, nessun problema di sorta. Ovviamente non sono l'unico che lavora, ed anche i miei colleghi hanno apprezzato questo nuovo metodo. Prima anch'io usavo un Bart boot CD, ma con norton ghost.
    Come detto, tu puoi tranquillamente bootare da CD (anche norton usa una versione di windows per bootare).
    Io però collego 5/6 PC, faccio un boot contemporaneo da rete che dura dai 30 ai 40 secondi, lancio uno scriptino e parte il restore dell'immagine.
    E appena me ne capita l'occasione, mi studio meglio l'initRC così faccio in modo che parta un servizio SSH con cui posso collegarmi da remoto.
    In questo modo, basta che collego il cassone e la scheda di rete (senza tastiere, mouse e monitor) e posso restorare immagini seduto dal mio PC.

    Se ti preoccupi della sicurezza, male che vada, rifai il PC. Tanto sono PC nuovi in cui devo solamente installare un immagine che abbiamo preparato in precedenza. Sai che problema di sicurezza installarli con un prodotto oppure con un'altro


    >
    > Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che
    > non è il mio sistemista...
    >A bocca aperta

    Beh, per me non farebbe differenza, tanto dai commenti non mi sembra che superiate il livello medio di utontaggine di quelli che lavorano con noi.
    Di media, gli utenti migliori sono quelli che sanno di non sapere niente di computer e lo ammettono. I peggiori quelli che pensano di sapere e sono quelli che combinano i peggiori disastri....

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Uno spettacolo usare dei driver beta non
    > > > ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..
    > > sai
    > > > che professionalità e sicurezza
    > > > !
    >
    > ntfsclone è stable e non in beta. inoltre (ne
    > parla il sito) ntfsfix alcune volte ti permette
    > di risolvere problemi su file che nemmeno windows
    > riesce a risolvere. Cmq, fatto stà che abbiamo
    > una base di circa 400PC installati. Da quando uso
    > questo, nessun problema di sorta. Ovviamente non
    > sono l'unico che lavora, ed anche i miei colleghi
    > hanno apprezzato questo nuovo metodo. Prima
    > anch'io usavo un Bart boot CD, ma con norton
    > ghost.
    > Come detto, tu puoi tranquillamente bootare da CD
    > (anche norton usa una versione di windows per
    > bootare).
    > Io però collego 5/6 PC, faccio un boot
    > contemporaneo da rete che dura dai 30 ai 40
    > secondi, lancio uno scriptino e parte il restore
    > dell'immagine.
    > E appena me ne capita l'occasione, mi studio
    > meglio l'initRC così faccio in modo che parta un
    > servizio SSH con cui posso collegarmi da remoto.
    >
    > In questo modo, basta che collego il cassone e la
    > scheda di rete (senza tastiere, mouse e monitor)
    > e posso restorare immagini seduto dal mio
    > PC.
    >
    > Se ti preoccupi della sicurezza, male che vada,
    > rifai il PC. Tanto sono PC nuovi in cui devo
    > solamente installare un immagine che abbiamo
    > preparato in precedenza. Sai che problema di
    > sicurezza installarli con un prodotto oppure con
    > un'altro
    >
    >
    > >
    > > Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che
    > > non è il mio sistemista...
    > >A bocca aperta
    >
    > Beh, per me non farebbe differenza, tanto dai
    > commenti non mi sembra che superiate il livello
    > medio di utontaggine di quelli che lavorano con
    > noi.
    > Di media, gli utenti migliori sono quelli che
    > sanno di non sapere niente di computer e lo
    > ammettono. I peggiori quelli che pensano di
    > sapere e sono quelli che combinano i peggiori
    > disastri....

    E tu devi essere fra i primi della tua stessa definizione allora vista l'arroganza mentre oltretutto vuoi far credere che dei driver non ufficiali che implementano malamente solo una parte delle specifiche del filesystem NTFS sarebbero addirittura migliori di quelli ufficiali per gli OS Microsoft...
    Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su macchine aziendali o per uso professionale comunque con quei driver su filesystem NTFS. Se i dati si corrompono poi che fai, li riprendi da un'immagine ? E da quale ? Neanche il RAID ti risolve il problema perchè da un punto di vista dell'hardware è tutto ok, ma se il driver di gestione ha dei bug e ti corrompe i dati in una qualsiasi condizione anomala che si presenta il cliente perde il lavoro !
    non+autenticato

  • >
    > E tu devi essere fra i primi della tua stessa
    > definizione allora vista l'arroganza mentre
    > oltretutto vuoi far credere che dei driver non
    > ufficiali che implementano malamente solo una
    > parte delle specifiche del filesystem NTFS
    > sarebbero addirittura migliori di quelli
    > ufficiali per gli OS Microsoft...
    Come fai a dire che sono state implementate malamente? NTFSprog sono talmente buone che sembra che vengano implementate direttamente nel kernel linux. Inoltre, se vai sul forum, nessuno ha mai segnalato un bug su ntfsclone.
    Al contrario, invece, non so se sia mai capitato a qualcuno che il file system di windows si sia corrotto...

    > Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su
    > macchine aziendali o per uso professionale
    > comunque con quei driver su filesystem NTFS.
    Ma scrivo un'immagine "vergine". Se fosse corrotta ci si accorge subito.

    > qualsiasi condizione anomala che si presenta il
    > cliente perde il lavoro
    Prima di tutto il cliente sono i nostri utenti. Che sanno benissimo che devono salvare i dati in rete e non in locale sul PC.
    Inoltre, finora dati locali persi sono stati dovuti a:
    a) rottura di harddisk
    b) settori danneggiati
    c) cancellazione dei dati accidentale da parte dell'utente.

    Io ho scelto una strada per il restore delle immagini dei PC.
    I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza (siamo un'azienda windows based) anno apprezzato sia per la semplicità che per la velocità.
    Il mio capo, ha apprezzato perchè la soluzione è gratuita (vabbè, non era comunque una grossa spesa)

    Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io dico che funziona perchè alla prova dei fatti, ho visto che funziona.
    Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe arrogante....
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > >
    > > E tu devi essere fra i primi della tua stessa
    > > definizione allora vista l'arroganza mentre
    > > oltretutto vuoi far credere che dei driver non
    > > ufficiali che implementano malamente solo una
    > > parte delle specifiche del filesystem NTFS
    > > sarebbero addirittura migliori di quelli
    > > ufficiali per gli OS Microsoft...
    > Come fai a dire che sono state implementate
    > malamente? NTFSprog sono talmente buone che
    > sembra che vengano implementate direttamente nel
    > kernel linux. Inoltre, se vai sul forum, nessuno
    > ha mai segnalato un bug su ntfsclone.
    >
    > Al contrario, invece, non so se sia mai capitato
    > a qualcuno che il file system di windows si sia
    > corrotto...

    Se hai l'hard disk rotto o la memoria difettosa o la motherboard difettosa o sbalzi di tensione sull'alimentatore, altrimenti non succede.
    Non segnalano i bug perchè nessuno lo usa e non viene fatto un beta testing professionale, chi usa Linux e Unix semplicemente non accede, salvo raramente, a partizioni NTFS, quindi che lo includano nel kernel direttamente non vuol dire nulla.



    > > Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su
    > > macchine aziendali o per uso professionale
    > > comunque con quei driver su filesystem NTFS.
    > Ma scrivo un'immagine "vergine". Se fosse
    > corrotta ci si accorge
    > subito.

    E come ? I programmi di immagine dai tempi di Ghost e Partition Magic hanno meccanismi di controllo degli hash come CRC32/MD5 per verificare che i dati siano corretti. Ma se il driver che legge e scrive sulla partizione è fallato, il controllo serve a poco,farà apparire al programma per validi codici di controllo che non lo sono.


    > > qualsiasi condizione anomala che si presenta il
    > > cliente perde il lavoro
    > Prima di tutto il cliente sono i nostri utenti.
    > Che sanno benissimo che devono salvare i dati in
    > rete e non in locale sul PC.

    In rete che significa ? Che tutti gli utenti salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6 ?
    In quali aziende in Italia si usano dischi di rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.


    > Inoltre, finora dati locali persi sono stati
    > dovuti
    > a:
    > a) rottura di harddisk
    > b) settori danneggiati
    > c) cancellazione dei dati accidentale da parte
    > dell'utente.

    Rottura di hard disk e settori danneggiati sono la stessa cosa, forse la seconda è peggio per chi deve perderci tempo a tentare il ripristino su un disco difettoso.
    Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei driver non ufficiali per accedere alle partizioni NTFS... oh, bhè.. grande professionalità, sicuro, grandi esperti Unix.. mah!



    > Io ho scelto una strada per il restore delle
    > immagini dei PC.
    >
    > I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza
    > (siamo un'azienda windows based) anno apprezzato
    > sia per la semplicità che per la
    > velocità.
    > Il mio capo, ha apprezzato perchè la soluzione è
    > gratuita (vabbè, non era comunque una grossa
    > spesa)
    >
    > Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io dico
    > che funziona perchè alla prova dei fatti, ho
    > visto che
    > funziona.
    > Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe arrogante....

    I problemi che tu causi utilizzando driver non ufficiali per accedere alle partizioni NTFS poi dici che sono causati da altro, probabilmente in buona fede perchè non te ne accorgi proprio. Vuoi fare il saputello con i tuoi colleghi a quanto sembra usando Linux ad ogni costo anche per accedere ad NTFS quando basterebbe un CD BartPE con Acronis 9.1 Enterprise, che un'azienda come la vostra potrebbe permettersi la licenza senza farti ricorrere all'uso della copia pirata. Però, no, Linux fa figo, quindi chissenefrega dei casini che poi puoi causare, tanto dopo i clienti ed i colleghi devono sbatterci, tu sei ad un livello superiore, sono pochezze per te.. ehh.. il modesto.

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:

    > > > E tu devi essere fra i primi della tua
    > > > stessa definizione allora vista
    > > > l'arroganza mentre oltretutto vuoi far
    > > > credere che dei driver non ufficiali che
    > > > implementano malamente solo una parte
    > > > delle specifiche del filesystem NTFS
    > > > sarebbero addirittura migliori di quelli
    > > > ufficiali per gli OS Microsoft...
    > > Come fai a dire che sono state implementate
    > > malamente? NTFSprog sono talmente buone che
    > > sembra che vengano implementate direttamente
    > > nel kernel linux. Inoltre, se vai sul forum,
    > > nessuno ha mai segnalato un bug su
    > > ntfsclone.

    > > Al contrario, invece, non so se sia mai
    > > capitato a qualcuno che il file system di
    > > windows si sia corrotto...

    > Se hai l'hard disk rotto o la memoria
    > difettosa o la motherboard difettosa o
    > sbalzi di tensione sull'alimentatore,
    > altrimenti non succede.

    Succede anche con macchine con il dual boot, e succede sempre quando sta girando windows.... Chissa' perche'...

    > Non segnalano i bug perchè nessuno lo usa e
    > non viene fatto un beta testing professionale,
    > chi usa Linux e Unix semplicemente non accede,
    > salvo raramente, a partizioni NTFS, quindi che
    > lo includano nel kernel direttamente non vuol
    > dire nulla.

    Io ci tengo gli mp3 e ci accedo per ascoltarli circa 12 ore al giorno... Mai avuto problemi.

    > > > qualsiasi condizione anomala che si
    > > > presenta il cliente perde il lavoro
    > > Prima di tutto il cliente sono i nostri
    > > utenti.
    > > Che sanno benissimo che devono salvare i
    > > dati in rete e non in locale sul PC.

    > In rete che significa ? Che tutti gli utenti
    > salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6 ?
    > In quali aziende in Italia si usano dischi di
    > rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.

    Tutti i posti con piu' di 50 dipendenti salvano in cartelle di rete... Non diciamo eresie...
    In che posti hai lavorato ???

    > > Inoltre, finora dati locali persi sono stati
    > > dovuti
    > > a:
    > > a) rottura di harddisk
    > > b) settori danneggiati
    > > c) cancellazione dei dati accidentale da
    > > parte dell'utente.

    A me e' anche successo che win 2000 lavasse via la partizione in fase di boot; e' un problema noto di una particolare versione di NTFS.

    > Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei
    > driver non ufficiali per accedere alle
    > partizioni NTFS... oh, bhè.. grande
    > professionalità, sicuro, grandi esperti Unix..
    > mah!

    Se Microsoft facesse driver ufficiali per accedere alle sue unita' attraverso altri SO a me andrebbe bene e li testerei anche.

    > > Io ho scelto una strada per il restore delle
    > > immagini dei PC.
    > > I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza
    > > (siamo un'azienda windows based) anno
    > > apprezzato sia per la semplicità che per
    > > la velocità.
    > > Il mio capo, ha apprezzato perchè la
    > > soluzione è gratuita (vabbè, non era
    > > comunque una grossa spesa)

    > > Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io
    > > dico che funziona perchè alla prova dei
    > > fatti, ho visto che funziona.
    > > Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe
    > > arrogante....

    Su questo sono daccordo anche io: semplicemente funziona e pure bene.

    > I problemi che tu causi utilizzando driver non
    > ufficiali per accedere alle partizioni NTFS
    > poi dici che sono causati da altro,
    > probabilmente in buona fede perchè non te ne
    > accorgi proprio.

    Pr fortuna ci sei tu che da li' dove sei riesci a vedere nei dischi altrui.
    Sara' ma fatto sta che su windows personalmente ho avuto varie volte problemi con dischi che si perdevano delle partizioni, su linux mai.
    Il tutto a parita' di dischi fisicamente guastatisi.

    > Vuoi fare il saputello con i tuoi colleghi a
    > quanto sembra usando Linux ad ogni costo
    > anche per accedere ad NTFS quando basterebbe
    > un CD BartPE con Acronis 9.1 Enterprise, che
    > un'azienda come la vostra potrebbe permettersi
    > la licenza senza farti ricorrere all'uso
    > della copia pirata. Però, no, Linux fa figo,

    Sei tu che continui a dire che linux fa fico, ma secondo te dovrei spendere soldi per avere una cosa che adesso ho gia' e mi funziona bene, spiegami : dovrei passare a Bart PE perche' secondo te fa piu' fico che usare Linux ?

    > quindi chissenefrega dei casini che poi puoi
    > causare, tanto dopo i clienti ed i colleghi
    > devono sbatterci, tu sei ad un livello
    > superiore, sono pochezze per te.. ehh..
    > il modesto.

    Mai avuto ne' visto i problemi che tu paventi usando Linux, chissa' forse semplicemente sono capace di usarlo... E non vedo perche' dovrei cambiare visto che funziona bene checche tu ne dica.
    non+autenticato

  • > Se hai l'hard disk rotto o la memoria difettosa o
    > la motherboard difettosa o sbalzi di tensione
    > sull'alimentatore, altrimenti non
    > succede.
    ah... scusa... dovevo intuirlo che tutti i bug segnalati per ntfs erano stati scritti da gente ignorante... erano solamente banali errori hardware... come avrò fatto a non pensarci prima....

    > Non segnalano i bug perchè nessuno lo usa
    Se lo dici tu....

    > viene fatto un beta testing professionale,
    Se lo dici tu....

    > chi usa Linux e Unix semplicemente non accede, salvo
    > raramente, a partizioni NTFS,
    Penso che la maggioranza usi un dual boot e acceda normalmente alla partizione windows.

    > In rete che significa ? Che tutti gli utenti
    > salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6
    > ?
    abbiamo diverse aziende dislocate in Italia e all'estero. Tutte in rete e con il loro bel file server, printer server, backuppato regolarmente.
    E se qualcuno perde dati perchè li salva in locale, oltre che perdere i dati, verrà anche cazziato inesorabilmente.
    E poi mi sembra il minimo per un'azienda anche piccolissima salvare i dati su un file server raid, backuppato regolarmente.

    > In quali aziende in Italia si usano dischi di
    > rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.
    Ma 'ste percentuali te le inventi o hai dati precisi? Perchè io, almeno per la mia esperienza, non ho mai visto un'azienda senza un server.... (a parte il fruttivendolo sotto casa)

    > Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei
    > driver non ufficiali per accedere alle partizioni
    > NTFS... oh, bhè.. grande professionalità, sicuro,
    > grandi esperti Unix..
    > mah!
    Ripeto... è una tua opinione che driver non ufficiali non funzionino. Io, ho verificato che funzionano


    > I problemi che tu causi utilizzando driver non
    > ufficiali per accedere alle partizioni NTFS poi
    > dici che sono causati da altro, probabilmente in
    > buona fede perchè non te ne accorgi proprio.
    E' da un'annetto che usiamo questi sistemi, e vuoi perchè i PC sono nuovi, non c'è stato nessun problema.
    I problemi sono stati riscontrati su PC più vecchi, non clonati usando questo sistema.





    > accedere ad NTFS quando basterebbe un CD BartPE
    > con Acronis 9.1 Enterprise, che un'azienda come
    > la vostra potrebbe permettersi la licenza senza
    > farti ricorrere all'uso della copia pirata.
    Io avevo esigenza di bootare i PC da clonare tramite network.
    l'UNICA soluzione che ho trovato è stata quella di usare una distro Linux.
    Se mi indichi un'altro sistema non linux per bootare e clonare da rete un PC grazie. Altrimenti smettila di tirare fuori il tuo Acronis che NON E' la soluzione che cercavamo, e che avevamo già valutato quando abbiamo preso la decisione di abbandonare Norton Ghost.
    non+autenticato
  • > Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio
    > OS.
    > PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di
    > creare le immagini dei PC che installiamo.

    [very long cut]


    > Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un
    > sistema di immagini basato su windows se qualcuno
    > me ne propone un'altro più
    > efficente.

    Ridisegna la tua rete mettendo dei terminal server (windows o linux, non mi interessa) e gestisci l'accesso dei tuoi client con 2X. Elimini la necessità di creare immagini e tante altre cose.
  • Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale sia la distribuzione più adatta per un utonto che deve partire da zero?
    Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
    Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di tutto: "usa la distro Proottete, no usa la Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè, usa la Tispiezzindue che è difficilissima ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da solo e sei indipendente e fai a meno di quel capitalista di Bill e di questa sporca umanità bastarda."
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
    > sia la distribuzione più adatta per un utonto che
    > deve partire da
    > zero?
    > Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
    > Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
    > tutto: "usa la distro Proottete, no usa la
    > Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
    > usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
    > usa la Tispiezzindue che è difficilissima
    > ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
    > ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
    > solo e sei indipendente e fai a meno di quel
    > capitalista di Bill e di questa sporca umanità
    > bastarda."

    Di solito ti danno tre risposte sensate:
    Opensuse
    Ubuntu
    Mandriva

    Vai a simpatia o prova le live cd delle tre prima di installarne una. E' come fare la prova su strada di un'automobile prima di comprarla.
    non+autenticato
  • Installane una a caso.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Installane una a caso.

    per i linari installare e disinstallare OS è un passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno fare nulla Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Installane una a caso.
    >
    > per i linari installare e disinstallare OS è un
    > passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
    > fare nulla
    > Rotola dal ridere

    sempre meglio dei winari che formattano ogni 6 mesi
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Installane una a caso.
    >
    > per i linari installare e disinstallare OS è un
    > passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
    > fare nulla
    > Rotola dal ridere

    Dici?
    Eppure io il mio sistema l'ho installato l'ultima volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni anno e mezzo faccio un upgrade (senza dover formattare o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade) del sistema in una mezz'oretta.

    Io sapevo che erano i poveri winari che formattavano ogni 2 mesi perché il sistema diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di mamma MS) era un bel formattone.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > Installane una a caso.
    > >
    > > per i linari installare e disinstallare OS è un
    > > passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
    > > fare nulla
    > > Rotola dal ridere
    >
    > Dici?
    > Eppure io il mio sistema l'ho installato l'ultima
    > volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni anno
    > e mezzo faccio un upgrade (senza dover formattare
    > o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)
    > del sistema in una
    > mezz'oretta.
    >
    > Io sapevo che erano i poveri winari che
    > formattavano ogni 2 mesi perché il sistema
    > diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti
    > e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e
    > l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di
    > mamma MS) era un bel
    > formattone.

    io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e uso win2k
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > > > Installane una a caso.
    > > >
    > > > per i linari installare e disinstallare OS è
    > un
    > > > passatempo, ecco perchè non lavorano e non
    > sanno
    > > > fare nulla
    > > > Rotola dal ridere
    > >
    > > Dici?
    > > Eppure io il mio sistema l'ho installato
    > l'ultima
    > > volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
    > anno
    > > e mezzo faccio un upgrade (senza dover
    > formattare
    > > o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)
    > > del sistema in una
    > > mezz'oretta.
    > >
    > > Io sapevo che erano i poveri winari che
    > > formattavano ogni 2 mesi perché il sistema
    > > diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti
    > > e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e
    > > l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di
    > > mamma MS) era un bel
    > > formattone.
    >
    > io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e
    > uso
    > win2k

    i casi sono 2:
    o sono 4 anni che non installi e disinstalli nulla
    oppure hai un registry sporchissimo che ti sega almeno 50% delle prestazioni
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > > >
    > > > > - Scritto da:
    > > > > > Installane una a caso.
    > > > >
    > > > > per i linari installare e disinstallare OS è
    > > un
    > > > > passatempo, ecco perchè non lavorano e non
    > > sanno
    > > > > fare nulla
    > > > > Rotola dal ridere
    > > >
    > > > Dici?
    > > > Eppure io il mio sistema l'ho installato
    > > l'ultima
    > > > volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
    > > anno
    > > > e mezzo faccio un upgrade (senza dover
    > > formattare
    > > > o reinstallare nulla, solo un semplice
    > upgrade)
    > > > del sistema in una
    > > > mezz'oretta.
    > > >
    > > > Io sapevo che erano i poveri winari che
    > > > formattavano ogni 2 mesi perché il sistema
    > > > diventava inutilizzabile (virus, programmi
    > tolti
    > > > e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e
    > > > l'unico modo per recuperarlo (a detta persino
    > di
    > > > mamma MS) era un bel
    > > > formattone.
    > >
    > > io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e
    > > uso
    > > win2k
    >
    > i casi sono 2:
    > o sono 4 anni che non installi e disinstalli nulla
    > oppure hai un registry sporchissimo che ti sega
    > almeno 50% delle
    > prestazioni

    Oppure uso Linux che non ha quell'abominio chiamato "registro di sistema".

    Software ne installo e provo di continuo.

    Tanto per fare un esempio, giusto ieri su questa macchina da cui ti sto scrivendo ho installato Xorg versione 7.1, l'ho provato, non mi è piaciuto (non ha risolto il problema che avevo, che invece ho scoperto poi dipendere dai driver nvidia e mi toccherà aspettare la prossima versione di settembre) e sono tornato alla 6.9.

    Tanto per intenderci Xorg è il server grafico della distribuzione che uso. Un po' come GDI su Windows.

    Fammi sapere se su Windows riesci a fare un upgrade delle GDI e poi un successivo downgrade delle stesse. Magari fallo sapere anche alla MS se ci riesci, potrebbero assumerti come mago.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > > >
    > > > > - Scritto da:
    > > > > >
    > > > > > - Scritto da:
    > > > > > > Installane una a caso.
    > > > > >
    > > > > > per i linari installare e disinstallare
    > OS
    > è
    > > > un
    > > > > > passatempo, ecco perchè non lavorano e non
    > > > sanno
    > > > > > fare nulla
    > > > > > Rotola dal ridere
    > > > >
    > > > > Dici?
    > > > > Eppure io il mio sistema l'ho installato
    > > > l'ultima
    > > > > volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
    > > > anno
    > > > > e mezzo faccio un upgrade (senza dover
    > > > formattare
    > > > > o reinstallare nulla, solo un semplice
    > > upgrade)
    > > > > del sistema in una
    > > > > mezz'oretta.
    > > > >
    > > > > Io sapevo che erano i poveri winari che
    > > > > formattavano ogni 2 mesi perché il sistema
    > > > > diventava inutilizzabile (virus, programmi
    > > tolti
    > > > > e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e
    > > > > l'unico modo per recuperarlo (a detta
    > persino
    > > di
    > > > > mamma MS) era un bel
    > > > > formattone.
    > > >
    > > > io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo
    > 2002)
    > e
    > > > uso
    > > > win2k
    > >
    > > i casi sono 2:
    > > o sono 4 anni che non installi e disinstalli
    > nulla
    > > oppure hai un registry sporchissimo che ti sega
    > > almeno 50% delle
    > > prestazioni
    >
    > Oppure uso Linux che non ha quell'abominio
    > chiamato "registro di
    > sistema".
    >
    > Software ne installo e provo di continuo.

    Installare in Linux = perder ore ed ore a scervellarsi con dipendenze per la compilazione. Il System Registry fa pure schifo ma almeno ha permesso ai produttori di standardizzare l'installazione dei programmi.




    > Tanto per fare un esempio, giusto ieri su questa
    > macchina da cui ti sto scrivendo ho installato
    > Xorg versione 7.1, l'ho provato, non mi è
    > piaciuto (non ha risolto il problema che avevo,
    > che invece ho scoperto poi dipendere dai driver
    > nvidia e mi toccherà aspettare la prossima
    > versione di settembre) e sono tornato alla
    > 6.9.
    >
    > Tanto per intenderci Xorg è il server grafico
    > della distribuzione che uso. Un po' come GDI su
    > Windows.
    >
    > Fammi sapere se su Windows riesci a fare un
    > upgrade delle GDI e poi un successivo downgrade
    > delle stesse. Magari fallo sapere anche alla MS
    > se ci riesci, potrebbero assumerti come
    > mago.

    In Windows non server perder tempo con 50 ambienti grafici diversi di cui nessuno funziona decentemente ed a cui i produttori hardware non danno alcun supporto. Sta lì la differenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Installare in Linux = perder ore ed ore a
    > scervellarsi con dipendenze per la
    > compilazione.
    > Il System Registry fa pure schifo ma almeno ha
    > permesso ai produttori di standardizzare
    > l'installazione dei programmi.

    Ma da quando non vedi un linux ? Su una gentoo hai tutti i programmi che vuoi installati con un click, automaticamente scaricati, dipendenze risolte e installati...

    Altro che impazzire in web a cercare programmi, prendersi quelli pieni di virus, scaricare, lanciare il setup, cliccare avanti, cliccare avanti, cliccare avanti, cliccare avanti, cliccare avanti, cliccare avanti...

    > > Tanto per fare un esempio, giusto ieri su
    > > questa macchina da cui ti sto scrivendo ho
    > > installato Xorg versione 7.1, l'ho provato,
    > > non mi è piaciuto (non ha risolto il
    > > problema che avevo, che invece ho scoperto
    > > poi dipendere dai driver nvidia e mi
    > > toccherà aspettare la prossima versione di
    > > settembre) e sono tornato alla 6.9.

    > > Fammi sapere se su Windows riesci a fare
    > > un upgrade delle GDI e poi un successivo
    > > downgrade delle stesse. Magari fallo
    > > sapere anche alla MS se ci riesci,
    > > potrebbero assumerti come mago.

    > In Windows non server perder tempo con 50
    > ambienti grafici diversi di cui nessuno
    > funziona decentemente ed a cui i produttori
    > hardware non danno alcun supporto.
    > Sta lì la differenza.

    Quali problemi hanno ? Perche' dici che non funzionano decentemente ? Che funzionalita' vorresti ?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)