Cellulari, occhio alle clausole d'acquisto

Ne parla un lettore che ha comprato un telefonino Motorola in un supermercato scoprendo solo a posteriori certe questioni di.. assistenza. Informarsi informarsi informarsi

Roma - Gentile Punto Informatico, innanzitutto vorrei ringraziarvi per il vostro magnifico lavoro.
Desidererei raccontarvi una vicenda che, sospetto, sia comune a molte altre persone (che forse nemmeno lo sanno).

Lo scorso aprile ho acquistato, approfittando di un'offerta, un cellulare Motorola V3 presso uno dei supermercati della catena Esselunga. Il prezzo era certamente allettante e sospettavo si trattasse di un articolo, come spesso accade, importato non ufficialmente dalla casa. Il mio sospetto è stato confermato appena messo in ricarica il telefono: le scritte erano in spagnolo. Ma fino a qua, tutto regolare.

Qualche giorno fa decido di portare il telefono ad un centro di assistenza Motorola per un aggiornamento software (sia per risolvere alcuni problemi, sia per avere a disposizione delle nuove feature che sono state introdotte nelle nuove release del firmware). E qua ho la prima sorpresa: l'aggiornamento può essere fatto, ma mi viene detto che dovrò pagare 18 euro in quanto il telefono non è coperto dalla garanzia di Motorola Italia.
Mi viene inoltre detto che non potrò rivolgermi direttamente ai centri Motorola per ottenere eventuali riparazioni in garanzia. Faccio effettuare ugualmente l'aggiornamento e pago.

Alcuni giorni dopo si manifesta un problema allo speaker interno del telefono e così decido di portarlo al centro Esselunga dove l'ho acquistato. Lì uno dei due commessi mi conferma quanto dettomi dal personale del centro di assistenza Motorola. L'altro (colui che, tra l'altro, mi aveva venduto il telefono) sembra essere all'oscuro di tutto ciò. Mi ritirano il telefono e mi preventivano un tempo di riparazione di 1 mese - 1 mese e mezzo. Il centro di assistenza Motorola da me contattato mi ha preventivato un tempo di riparazione di... UN GIORNO.

Quello che non mi va proprio giù è che, all'atto della vendita, non abbiano specificato che quell'articolo non era coperto dalla garanzia di Motorola Italia. Certo, ciò avrebbe reso l'offerta meno allettante, ma avrebbe permesso ai consumatori di scegliere in modo corretto quale articolo acquistare.
Io, per esempio, se fossi stato informato di questo fatto, avrei operato delle scelte diverse.
Ora, attendo (poco) pazientemente che la riparazione venga effettuata.

Vi ringrazio per l'attenzione e vi porgo i miei più cordiali saluti,
Alberto F.
74 Commenti alla Notizia Cellulari, occhio alle clausole d'acquisto
Ordina
  • Tutti molto interessanti.
    Ma nassuno (o quasi) che abbia centrato il nocciolo della questione:

    Cio' che importa non e' tanto la garanzia sull' assistenza che puo' fornire il rivenditore ma l' informativa falsa o manchevole nelle clausola d' aquisto. Non esiste una legge che obblighi l' inserimento di TUTTE le informazioni che potrebbero condizionare l' acquisto di un prodotto?
    Una informazione completa sulla copertura dlla garanzia e' FONDAMENTALE, non dovrebbe essere omessa. Siamo sicuri che quei venditori siano proprio in regola con la legge? Se non lo sono prima o poi un paio di "bastonate" legali bisognera' dargliele.
  • Questo è ESATTAMENTE il motivo per cui ho scritto la lettera a Punto Informatico. Non trovo affatto giusto che non informino i clienti che le condizioni di garanzia non sono quelle che uno si aspetterebbe... Tanto più che altri produttori di cellulari forniscono assistenza diretta anche in caso di prodotti non importati in Italia direttamente dalla casa.

    Riguardo al prezzo, poi, era sì buono (EUR189), ma non poi così basso... Nel senso che si parla di differenze di 10-20EUR rispetto ad altri negozi. Certamente, se avessi saputo di questa storia della garanzia, avrei fatto il mio acquisto da un'altra parte senza pensarci su due volte!

    Purtroppo non so se si possa far qualcosa o meno, io ci tenevo a far conoscere il problema perché altri non ci caschino.


    - Scritto da: Alessandrox
    > Cio' che importa non e' tanto la garanzia sull'
    > assistenza che puo' fornire il rivenditore ma l'
    > informativa falsa o manchevole nelle clausola d'
    > aquisto. Non esiste una legge che obblighi l'
    > inserimento di TUTTE le informazioni che
    > potrebbero condizionare l' acquisto di un
    > prodotto?
    > Una informazione completa sulla copertura dlla
    > garanzia e' FONDAMENTALE, non dovrebbe essere
    > omessa. Siamo sicuri che quei venditori siano
    > proprio in regola con la legge? Se non lo sono
    > prima o poi un paio di "bastonate" legali
    > bisognera'
    > dargliele.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alessandrox
    >. Non esiste una legge che obblighi l'
    > inserimento di TUTTE le informazioni che
    > potrebbero condizionare l' acquisto di un
    > prodotto?
    >

    Non mi pare proprio che esista una legge del genere.
    E se esistesse sarebbe illegale che sui saponi, detersivi, dentifrici, ecc. ci sia scritto solo frasi del tipo "contiene xxxx" ma non ci siano scritti tutti gli altri ingredienti.

    Sarebbe illegale che in un vino non ci sai scritto che contiene trucioli, ecc.

    Esiste si' una legge, l'ho letta qualche mese fa, oro non la ricordo nei dettagli, che dice che sul prodotto (o sul banco, bla .... bla ...) devono essee poste delle indicazioni, ma solo alcune.

    In effetti tra queste indicazioni deve esserci l'indicazione el produttore e se straniero deve essere indicato l'importatore. Se questo non e' stato fatto questa in effetti sarbbe una mancanza,

    Na di certo la legge non prevede che sia indicato le modalita' della garazia.

    Devono invece esserre indicate le condizioni della merce e la sua qualita'. Se compro una mela doe c'e' scritto che e' di seconda qualita, ad esempio, non posso poi brontolare che non ci sa il picciuolo e che all'attaccatura manca una parte della bucci e della polpa.

    Ma di certo il legilatore non ha pensato a dove e come mandare un cellulare al centro assistenza. Ed il motivo e' chiarissimo. Per il legislatore risponde in toto il venditore (che d'altronde e' la persona con cui l'acquirente ha stabilito il contratto di vendita e e' la persona o il soggetto a cui sono stati dati i soldi).

  • - Scritto da: AnyFile
    >
    > - Scritto da: Alessandrox
    > >. Non esiste una legge che obblighi l'
    > > inserimento di TUTTE le informazioni che
    > > potrebbero condizionare l' acquisto di un
    > > prodotto?
    > >
    >
    > Non mi pare proprio che esista una legge del
    > genere.

    Vabbe' comunque non era chiaro ne pacifico... sono cosi' tante e complesse le leggi.

    > E se esistesse sarebbe illegale che sui saponi,
    > detersivi, dentifrici, ecc. ci sia scritto solo
    > frasi del tipo "contiene xxxx" ma non ci siano
    > scritti tutti gli altri
    > ingredienti.

    ??? gli ingredienti ci devono essere scritti tutti o sbaglio? Chi ha parlato di informativa parziale?

    > Sarebbe illegale che in un vino non ci sai
    > scritto che contiene trucioli, ecc.

    E' chiaro.

    > Esiste si' una legge, l'ho letta qualche mese fa,
    > oro non la ricordo nei dettagli, che dice che sul
    > prodotto (o sul banco, bla .... bla ...) devono
    > essee poste delle indicazioni, ma solo
    > alcune.
    > In effetti tra queste indicazioni deve esserci
    > l'indicazione el produttore e se straniero deve
    > essere indicato l'importatore. Se questo non e'
    > stato fatto questa in effetti sarbbe una
    > mancanza,
    > Na di certo la legge non prevede che sia indicato
    > le modalita' della
    > garazia.

    Ok, mi confermi allora che questa legge, come spesso accade, e' alquanto lacunosa.

    > Devono invece esserre indicate le condizioni
    > della merce e la sua qualita'. Se compro una mela
    > doe c'e' scritto che e' di seconda qualita, ad
    > esempio, non posso poi brontolare che non ci sa
    > il picciuolo e che all'attaccatura manca una
    > parte della bucci e della
    > polpa.

    > Ma di certo il legilatore non ha pensato a dove e
    > come mandare un cellulare al centro assistenza.
    > Ed il motivo e' chiarissimo. Per il legislatore
    > risponde in toto il venditore (che d'altronde e'
    > la persona con cui l'acquirente ha stabilito il
    > contratto di vendita e e' la persona o il
    > soggetto a cui sono stati dati i
    > soldi).

    Guarda basterebbe una legge che imponesse di indicare le condizioni di garanzia, qualunque esse siano..., (poi sarebbe l' acquirente a scegliere) non vedo nessuna particolare difficolta' tecnica: sono 8 paroline in fila "obbligo di indicare tutte le condizioni di garanzia".

    Saluti
  • Per tua informazione è legale vendere cellulari d'importazione, visto che poi ci sono regolari centri assistenza autorizzati che ne effettuano la riparazione, solitamente uno unico in Italia, quindi si allungano i tempi di riparazione.L'importante è che il venditore specifichi che il prodotto è d'importazione.Ma il cliente stesso che ha acquistato questo Motorola si sarà chiesto come mai il telefono ha un costo così inferiore, penso che l'avrà pagato intorno ai €140 rispetto ai €190 prezzo normale, poteva informarsi prima di acquistarlo, tengo sempre bene a precisare che è sempre il venditore che deve esporre le eventuali clausole inerenti all'assistenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Per tua informazione è legale vendere cellulari
    > d'importazione,

    Guarda che questo gia' lo sapevo e poi non era questo che contestavo.

    >visto che poi ci sono regolari
    > centri assistenza autorizzati che ne effettuano
    > la riparazione, solitamente uno unico in Italia,
    > quindi si allungano i tempi di
    > riparazione.L'importante è che il venditore
    > specifichi che il prodotto è d'importazione.Ma il
    > cliente stesso che ha acquistato questo Motorola
    > si sarà chiesto come mai il telefono ha un costo
    > così inferiore, penso che l'avrà pagato intorno
    > ai €140 rispetto ai €190 prezzo normale, poteva
    > informarsi prima di acquistarlo, tengo sempre
    > bene a precisare che è sempre il venditore che
    > deve esporre le eventuali clausole inerenti
    > all'assistenza.

    Appunto: il venditore DEVE... deve per legge? Se si e non lo fa' e' fuorilegge, altrimenti, se deve solo per questioni di principio etico e' comunque perfettamente in regola.
  • Il consumatore aha diritto a comprare ovunque gli aggradi in UE e di servirsi del centro di assistenza ufficiale a lui più comodo, senza se e senza ma, fermi restando anche gli obblighi del rivenditore.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il consumatore aha diritto a comprare ovunque gli
    > aggradi in UE e di servirsi del centro di
    > assistenza ufficiale a lui più comodo, senza se e
    > senza ma, fermi restando anche gli obblighi del
    > rivenditore.
    E questa legge da dove esce? te la stai inventando tu?

    Il consumatore ha diritto all'assistenza in garanzia, e questa deve essere assicurata dal venditore.

    In questo caso non mi pare che la Esselunga si sia tirata indietro. Infatti lo ha preso e ha detto che lo ripara. Che vuoi di più?
    frk
    344

  • - Scritto da: frk
    >
    > - Scritto da:
    > > Il consumatore aha diritto a comprare ovunque
    > gli
    > > aggradi in UE e di servirsi del centro di
    > > assistenza ufficiale a lui più comodo, senza se
    > e
    > > senza ma, fermi restando anche gli obblighi del
    > > rivenditore.
    > E questa legge da dove esce? te la stai
    > inventando
    > tu?
    >
    > Il consumatore ha diritto all'assistenza in
    > garanzia, e questa deve essere assicurata dal
    > venditore.
    >
    > In questo caso non mi pare che la Esselunga si
    > sia tirata indietro. Infatti lo ha preso e ha
    > detto che lo ripara. Che vuoi di
    > più?


    Quoto e concordo. L'unica lamentela che il cliente può avere è quella dei tempi di riparazione eccessivamente lunghi, ma la protesta deve essere rivolta *esclusivamente* al venditore.
    non+autenticato

  • > Il consumatore ha diritto all'assistenza in
    > garanzia, e questa deve essere assicurata dal
    > venditore.
    >
    > In questo caso non mi pare che la Esselunga si
    > sia tirata indietro. Infatti lo ha preso e ha
    > detto che lo ripara. Che vuoi di
    > più?

    Che la riparazione sia fatta in tempi ragionevoli, altrimenti sia recisso il contratto di vendita.

    Inolte che siano corrisposti i danni subiti dall'acquirente, compreso il fatto di non aver a disposizione per un certo periodo di tempo un bene da lui regolarmente e completamente pagato.

    (tutto questo nel caso di prodotto inutilizzabile, non ho capito se nel caso in questione l'apparecchio fosse o meno utilizzabile)
  • Se anche tu pensi che un telefono nel quale a volte (sempre più spesso col passare del tempo) non si sente nulla quando si telefona (non era un problema di campo né di volume ed usando l'auricolare tutto funzionava perfettamente), beh, allora era inutilizzabileSorride

    - Scritto da: AnyFile
    > (tutto questo nel caso di prodotto
    > inutilizzabile, non ho capito se nel caso in
    > questione l'apparecchio fosse o meno
    > utilizzabile)
    non+autenticato
  • e' vero che hanno trovato il pollo, ma e' pur vero che il pollo puo' far valere i suoi diritti sulle garanzie e sui prodotti importati.
    certo, c'e' da penare, pero' ogni tanto una lezione reciproca serve, non fidarsi mai dei centri commerciali dove solitamente il commesso che vende non e' mai uguale al commesso che trovi quando hai delle lamentele da fare.. Sorpresa In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > centri commerciali dove solitamente il commesso
    > che vende non e' mai uguale al commesso che trovi
    > quando hai delle lamentele da fare.. Sorpresa
    > In lacrime

    senza voler togliere nulla ai commessi

    uno mica acquista da un commesso, uno acquista da una certa societa' (supermercato o quel che sia)

    il commesso non c'entra nulla

    (ed infatti non ho tolto nulla al commesso, visto che i soldi della vendita mica sono andati a lui)
  • caro consumatore fregato, ti sta bene aver ricevuto la fregatura perche' dovresti sapere che quando ci sono offerte con dei prezzi allettanti, la parte allettante e' solo per chi vende (che si e' allettato a prendere il pollo)AnonimoRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Se volevi aggiornare il motorola senza spendere 18 € andavi su www.tuttomotorola.com e lo avevi in 10 min in italiano.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)