Impronte digitali sì, ma compresse

Non è roba da poco: l'analisi della scientifica sul luogo di un delitto potrà essere trasmessa in pochi istanti agli investigatori

Roma - A quanto pare è roba grossa: è stato inventato un modo per trasmettere rapidamente e "in mobilità" i dati relativi alle impronte digitali riscontrate dalla polizia scientifica sul luogo di un delitto. L'annuncio arriva dal Regno Unito, in particolare dall'Università di Sheffield.

I ricercatori hanno ideato una tecnologia di compressione delle informazioni sulle impronte, come hanno spiegato in una conferenza stampa, che permette di usare un laptop connesso alle reti mobili per trasmetterle direttamente agli investigatori, senza dover attendere. La cosa desta sensazione se si pensa che spesso questo processo può richiedere molte ore.

Ne parla Australian IT.
12 Commenti alla Notizia Impronte digitali sì, ma compresse
Ordina
  • Cioè hanno scoperto la trasmissione dati? Sorpresa
    non+autenticato
  • riporto il link di uno scanner:
    http://www.biometrika.it/faq.html

    quì dice che:
    "Come vengono conservate le informazioni relative alle impronte?

    Gli scanner Fx2000 e Fx3000 consentono di acquisire le immagini di impronte digitali. Le immagini possono essere salvate su file (formato TIF) utilizzando FX3SDK, per ulteriori successive elaborazioni, o per l'interfacciamento con sistemi diversi. La memorizzazione delle immagini NON è però affatto necessaria al fine del riconoscimento: infatti, è sufficiente memorizzare i modelli estratti dalle immagini (della dimensione di circa 3 KB)"

    basta memorizzare i template dell'impronta (i famosi punti magici)..e ciò occupa 3Kb.

    A cosa serve un metodo di compressione ???

    r
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > riporto il link di uno scanner:
    > http://www.biometrika.it/faq.html
    >
    > quì dice che:
    > "Come vengono conservate le informazioni relative
    > alle
    > impronte?
    >
    > Gli scanner Fx2000 e Fx3000 consentono di
    > acquisire le immagini di impronte digitali. Le
    > immagini possono essere salvate su file (formato
    > TIF) utilizzando FX3SDK, per ulteriori successive
    > elaborazioni, o per l'interfacciamento con
    > sistemi diversi. La memorizzazione delle immagini
    > NON è però affatto necessaria al fine del
    > riconoscimento: infatti, è sufficiente
    > memorizzare i modelli estratti dalle immagini
    > (della dimensione di circa 3
    > KB)"
    >
    > basta memorizzare i template dell'impronta (i
    > famosi punti magici)..e ciò occupa
    > 3Kb.
    >
    > A cosa serve un metodo di compressione ???
    >
    > r


    I modelli estratti dalle immagini sono una ricostruzione vettoriale basata sull'analisi dell'immagine. L'immagine originale occupa comunque spazio.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > NON è però affatto necessaria al fine del
    > riconoscimento: infatti, è sufficiente
    > memorizzare i modelli estratti dalle immagini
    > (della dimensione di circa 3
    > KB)"
    >
    > basta memorizzare i template dell'impronta (i
    > famosi punti magici)..e ciò occupa
    > 3Kb.

    AFAIK sono due tematiche differenti: in un caso gli scanner per identificazione biometrica mirano solo a riconoscere se chi ha depositato volontariamente l'impronta (in condizioni note) corrisponde con accettabile margine di errore alla persona che sta presentandosi al dispositivo.

    In pratica il sistema viene settato a un certo grado di "tolleranza" che risulti un compromesso tra falsi positivi e falsi negativi (accedi anche se non sei la persona autorizzata, non accedi neppure se sei la persona autorizzata).

    In una indagine l'impronta trovata come prova deve essere verificata per abbinarla ad un database (per es. giudiziario) o poterla confrontare con quella di un sospetto per procedere all'arresto. Devi poter identificare un numero minimo di coincidenti minuzie delle creste paillari. Devi garantire che l'impronta non sia alterata (la compressione loss è fuori discussione), anche a tutela della difesa.

    Insomma, per quel poco che ne so mi sembrano situazione da trattare in maniera diversa.
    Che poi sia così indispensabile trasferire una impronta in poco tempo potrebbe non essere critico in corso di indagine.

    Penso invece sarà abusato per verificare e schedare chiunque ed ovunque (favorisca patente e impronta per favore!). C'e' sempre un oscuro desiderio di schedare tutti per controllare e manipolare alla bisogna...Triste

    non+autenticato

  • >
    > basta memorizzare i template dell'impronta (i
    > famosi punti magici)..e ciò occupa
    > 3Kb.
    >
    > A cosa serve un metodo di compressione ???
    >
    > r

    L'estrazione dei "template" (tecnicamente si chiamano minuzia) vengono fatte da un'algoritmo che è proprietario ( i 4 dei maggiori produttori coprono circa il 95% del mercato)

    Spesso non si vuole mettere questo algoritmo sui devices sia perchè non sufficentemente potenti (vedi palmari), non sufficentemente veloci nel gestire batch di migliaia di impronte (vedi un laptop) o molto banalmente perchè i modelli di licenza dei fornitori spesso fanno pagare per ogni algoritmo di estrazione e di matching installato, quindi avere migliaia di portatili con l'algoritmo di estrazione in mano alle forze dell'ordine in giro costerebbe uno sproposito, mentre poche macchine che servono in batch i dati inviati costano meno.

    Non ultimo i formati dei template non sono compatibili tra i diversi produttori quindi le forze dell'ordine devono memorizzare anche le immagini delle impronte, non solo in templates, perchè se cambiassero il fornitore della piattaforma di gestione dovrebbero buttare via tutto lo storico (per motivi che non sto a spiegare spesso i dati di minuzia memorizzati in un formato di un fornitore rispetto un'altro non sono neanche convertibili)

    Ultimissimo motivo, un "template" non ha valore legale in corso di processo in moltissime nazioni, un'immagine si. Si usa i template nell'elaborazione elettronica, per fare la ricerca, ma poi per il giudice bisogna recuperare e portare l'equivalente immagine.
    non+autenticato
  • - In Italia siamo già ben oltre, noi non comprimiamo le impronte ma passiamo direttamente alla compressione della pena.

    Rotola dal ridereRotola dal ridere

    - Al posto di 15 Anni di galera ci si da
    di GaleRAR e la pena diventa 3 Anni....

    Ficoso
    non+autenticato
  • non era poi così difficileA bocca apertaA bocca apertaCon la lingua fuori


    Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non era poi così difficileA bocca apertaA bocca apertaCon la lingua fuori
    >
    >
    > Occhiolino

    Chissà a quanti dpi.
    non+autenticato
  • Sarò ignorante ma credo che un immagine jpg in qualità alta 1000xx1000 possa bastare... e te la cavi in 300k...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sarò ignorante ma credo che un immagine jpg in
    > qualità alta 1000xx1000 possa bastare... e te la
    > cavi in
    > 300k...

    Per immagini ad uso scientifico e medico si usano formati lossless, come il TIFF compresso lossless.
    non+autenticato
  • Please non usate queste robe

    WinRar (www.rarsoft.com) ed altri vanno molto meglio
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Please non usate queste robe
    >
    > WinRar (www.rarsoft.com) ed altri vanno molto
    > meglio
    A questo punto è meglio 7zip, che è anche open
    non+autenticato