Ecco vPro, terza piattaforma Intel

Il produttore lancia la sua terza piattaforma hardware, questa volta pensata per i PC desktop aziendali. Alla base di vPro vi sono le tecnologie di gestione, virtualizzazione e sicurezza del chipmaker

Santa Clara (USA) - Come preannunciato la scorsa primavera, Intel ha affiancato a Centrino e Viiv una terza piattaforma, vPro, espressamente pensata per i PC aziendali.

Alla base di vPro vi sono le tecnologie di virtualizzazione e manageability sviluppate dal chipmaker californiano e i giovanissimi processori Core 2 Duo, primi chip desktop ad avvalersi dell'architettura di nuova generazione Core.

"La tecnologia vPro rappresenta essenzialmente un cambio di tendenza nei modelli di utilizzo e nel concetto stesso di PC per le aziende e i responsabili IT", ha affermato Robert Crooke, vice president e general manager del Business Client Group di Intel. "In un'unica piattaforma, vPro fornisce una risposta ai principali problemi che oggi le aziende si trovano ad affrontare: minacce per la sicurezza, costi di gestione, allocazione delle risorse, gestione delle risorse e uptime".
Tra gli altri componenti della nuova piattaforma si trovano la tecnologia di gestione dei sistemi Intel Active Management di seconda generazione (AMT2), la tecnologia di virtualizzazione Intel Virtualization, il nuovo chipset Q965 Express e l'adattatore di rete 82566DM Gigabit.

Della piattaforma vPro fanno anche parte le più recenti soluzioni di grafica integrata di Intel, buona parte delle quali già certificate per Windows Vista.

AMT 2 consente alle aziende di gestire, inventariare, diagnosticare e riparare i sistemi anche nel caso in cui siano spenti o abbiano l'hard disk guasto. La seconda generazione di questa tecnologia permette inoltre di isolare i PC infettati prima che questi diffondano malware sui restanti PC della rete aziendale, e di avvertire i responsabili IT dopo la rimozione delle minacce.

Intel ha spiegato che per aumentare ulteriormente la sicurezza dei PC, la tecnologia VT consente di creare ambienti hardware indipendenti e distinti in un unico PC, offrendo ai responsabili IT la possibilità di definire un ambiente o una partizione di assistenza dedicati e resistenti alle manomissioni, in cui eseguire determinate operazioni o attività in modo indipendente, invisibile e isolato dagli utenti.

Il chipmaker di Sunnyvale afferma che vPro consente alle aziende di risparmiare sia sui costi di manodopera e manutenzione dei sistemi, sia su quelli energetici: secondo Intel, infatti, i processori Core 2 Duo sono in grado di assorbire fino al 40% in meno di energia offrendo, nel contempo, fino al 40% in più di performance.

Intel ha annunciato che alcuni grossi produttori di computer hanno già introdotto sul mercato i primi PC basati su vPro.

Nel 2007 buona parte delle tecnologie oggi alla base di vPro, quali AMT2, verranno portate da Intel anche sui notebook per mezzo della piattaforma Centrino Duo, meglio nota con il nome in codice Santa Rosa). Come vPro, il "cervello" di Santa Rosa sarà costituito dai processori Core 2 Duo, le cui versioni mobile hanno debuttato sul mercato alla fine di agosto.
TAG: processori, hw
7 Commenti alla Notizia Ecco vPro, terza piattaforma Intel
Ordina
  • Ammettiamolo, intel sta sfornando a ripetizione nuovi e ottimi prodotti, ma è troppo tardi, dopo due anni di prodotti mediocri e troppo cari, preceduti da troppi altri passi falsi clamorosi, ormai ha perso i vantaggi della propaganda del più forte, la gente non è più all'oscuro dell'esistenza di valide alternative.
    Difatti intel è tuttora leader di mercato, ma è scesa sotto al 70%, non è più monopolista di fatto e potrebbe anche andare peggio, l'unica cosa che lo impedisce è la maggiore capacità produttiva rispetto ad AMD.
    AMD ora si troverà in difficoltà per qualche mese, ma limiterà i danni abbassando i listini, di sicuro non perderà la quota che ormai ha guadagnato, perché ormai si è guadagnata sul campo la fama di produttore di CPU che vanno dal più che accettabile all'ottimo, mentre intel non ha più un'immeritata fama di infallibilità, la gente ormai sa che è capace, sì, di sfornare ottimi prodotti, ma anche che troppe volte non si è fatta scrupolo di rifilare ai clienti orrende ciufeche.
    non+autenticato
  • io ho un bel 3.2 ghz dual core intel serie 9. Pagato relativamente poco, funziona dannatamente bene.

    Per me basta così. Il resto è mancia

  • - Scritto da:
    > Ammettiamolo, intel sta sfornando a ripetizione
    > nuovi e ottimi prodotti, ma è troppo tardi, dopo
    > due anni di prodotti mediocri e troppo cari,
    > preceduti da troppi altri passi falsi clamorosi,
    > ormai ha perso i vantaggi della propaganda del
    > più forte, la gente non è più all'oscuro
    > dell'esistenza di valide
    > alternative.
    > Difatti intel è tuttora leader di mercato, ma è
    > scesa sotto al 70%, non è più monopolista di
    > fatto e potrebbe anche andare peggio, l'unica
    > cosa che lo impedisce è la maggiore capacità
    > produttiva rispetto ad
    > AMD.
    > AMD ora si troverà in difficoltà per qualche
    > mese, ma limiterà i danni abbassando i listini,
    > di sicuro non perderà la quota che ormai ha
    > guadagnato, perché ormai si è guadagnata sul
    > campo la fama di produttore di CPU che vanno dal
    > più che accettabile all'ottimo, mentre intel non
    > ha più un'immeritata fama di infallibilità, la
    > gente ormai sa che è capace, sì, di sfornare
    > ottimi prodotti, ma anche che troppe volte non si
    > è fatta scrupolo di rifilare ai clienti orrende
    > ciufeche.


    Quoto tutto, parole sante.
    non+autenticato
  • Se il virus di turno riesce a scalare la Wirtualizzazione, non rimane che staccare fisicamente la spina...

    Si salvi chi può!
    non+autenticato
  • Che ce ne facciamo di questo nuovo OS di Intel quando già abbiamo vastissima scelta con Linux e l'open suors?
    non+autenticato
  • non e' un os ..si parla di hw
    non+autenticato
  • CPU fresca a pezzettoni Occhiolino
    non+autenticato