Il primo hard disk compie mezzo secolo

IBM celebra i 50 anni dall'introduzione del primo disco rigido, un dispositivo poco più capiente di un floppy composto da decine di piattelli magnetici della dimensione di una pizza. Un tuffo nel passato e una sbirciata al futuro

San Jose (USA) - Con il metro del mondo informatico, l'hard disk appare come un vecchietto incredibilmente longevo. È infatti trascorso esattamente mezzo secolo da quando IBM introdusse il 350 Disk Storage Unit (DSU), considerato il primo hard disk magnetico al mondo.

Ideato dal celebre inventore americano Reynold Johnson, all'epoca impiegato presso IBM, il 350 DSU fu annunciato il 4 settembre del 1956 e commercializzato il 13 settembre dello stesso anno insieme al computer 305 RAMAC di Big Blue.

L'unità era costituita da 50 piattelli magnetici da 24 pollici (circa 61 centimetri) che fornivano, complessivamente, una capacità di 5 megabyte. Per l'epoca si trattava di una capacità sbalorditiva: basti pensare che quasi 30 anni dopo, nel 1983, il PC IBM XT debuttò sul mercato con un hard disk da 10 MB. Ovviamente, sotto il profilo tecnologico (ed economico), tra i due antenati c'è un vero e proprio abisso: se il drive del PC XT aveva dimensioni analoghe ai modelli odierni, il 350 DSU era un "cassone" di un metro e mezzo di altezza per 1,7 metri di larghezza e 70 centimetri di profondità (v. foto sotto e qui).
"La fotografia digitale della Mona Lisa contenuta in questo slide show (mostrato da IBM in una recente conferenza tenuta a San Jose, NdR) è più grande della capacità del primo hard disk!", ha commentato scherzosamente Barry Rudolph, vice president of storage di IBM.

IBM 350 Disk Storage UnitPer fare un raffronto tra vecchio e nuovo, Rudolph ha affermato che se il disco fisso 350 DSU poteva contenere l'equivalente digitale di tutto il lavoro di Shakespeare, il recentissimo sistema di storage DS8000 Turbo di IBM può memorizzare, nei suoi 320 terabyte, oltre 76 milioni di copie di tutte le opere del celebre poeta e drammaturgo britannico.

IBM prevede che il primo hard disk mainstream da 1 terabyte arrivi sul mercato entro un arco di tempo di 12 mesi o al massimo 18.

Con la celebrazione dei 50 anni dal lancio del primo hard disk, IBM ha colto l'occasione per illustrare alcuni dei progetti portati avanti dalla propria divisione storage. Il primo, denominato Storage-Class Memory, sta studiando nuove tecnologie e materiali per la costruzione di dispositivi di memorizzazione a stato solido in grado di rimpiazzare sia gli hard disk che le memorie flash. Questi dispositivi dovranno rispondere a tre requisiti: bassi costi di produzione, elevate performance e buona affidabilità. A questo progetto stanno collaborando anche Microsoft e Intel, entrambe interessate allo sviluppo di memorie di massa sempre più economiche e capaci di tagliare i tempi di avvio dei PC.

L'Intelligent Data Storage è invece un progetto con cui IBM intende trasformare gli attuali sistemi di storage in dispositivi intelligenti capaci di integrare un'ampia gamma di funzionalità per la gestione, l'analisi e la protezione dei dati.

Con il progetto Storage Systems that Compute IBM sta invece lavorando a migliorare la gestione delle partizioni logiche e dei server virtuali creati sullo stesso server di storage, mentre con l'Advances in Storage Management intende sposare le tecnologie di virtualizzazione e autonomic computing per gestire lo spazio di storage in modo più efficiente da un singolo punto di controllo.
16 Commenti alla Notizia Il primo hard disk compie mezzo secolo
Ordina
  • io preferirei parlare di durata.

    vorrei che pensassero a produrre dispositivi di storage di ogni tipo (nastri, dvd, hard disk, CD, memorie) fatti per durare COME MINIMO 50 anni ... e pensandoli per 100-150 anni

    alcuni che resistano così, senza essere usati, altri che resistano all'uso+usura, per innumerevoli anni

    allora si che si sarebbero inventati qualcosa di eccezionale
    non+autenticato
  • Non li prenderebbe nessuno, anche perchè costano parecchio. Se proprio cerchi la qualità comincia a usare HDD SCSI invece di lamentarti.
  • > vorrei che pensassero a produrre dispositivi di
    > storage di ogni tipo (nastri, dvd, hard disk, CD,
    > memorie) fatti per durare COME MINIMO 50 anni ...
    > e pensandoli per 100-150
    > anni

    Ho letto che i CD Mitsui MAM-A durano 100 anni i silver, 200 i gold. Non conosco nessuno in grado di provarlo.
  • bè, se non come utilizzo continuo ma come mantenimento dei dati memorizzati un hard disk dura vent'anni, almeno il mio primo hd (un seagate da 20mb) compie 20 anni ad ottobre ed ancora funzica!
    ogni tanto lo risveglio dal letargo, insieme al 286 su cui è montato ed è sempre un piacere leggere la scritta waiting for hard disk spinning nel post del bios e sentirne il motore che prende giri, ...pelle d'oca, ....il basic, il turbopascal, il fortran, il dos, i giochi in cga, .......voglio tornare a quei tempi!!!!!!! In lacrime
    non+autenticato
  • Primo hard disk da 1TB tra un anno?
    Che buffoni... con la tecnologia perpendicular recording che stanno già usando ora sui dischi SATA nuovi, potrebbero far uscire dischi di capacità come minimo da 1TB da subito...

    Non lo fanno perchè non riuscirebbero più a vendere i vecchi dischi da 500 e 750 GB, sono ridicoli...

  • - Scritto da: Tasslehoff
    > Primo hard disk da 1TB tra un anno?
    > Che buffoni... con la tecnologia perpendicular
    > recording che stanno già usando ora sui dischi
    > SATA nuovi, potrebbero far uscire dischi di
    > capacità come minimo da 1TB da
    > subito...
    >
    > Non lo fanno perchè non riuscirebbero più a
    > vendere i vecchi dischi da 500 e 750 GB, sono
    > ridicoli...

    e allora?
    vuoi che ti regalino pure gli HD?

    senza soldini di mezzo aimhe non c'è progresso
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Tasslehoff
    > > Primo hard disk da 1TB tra un anno?
    > > Che buffoni... con la tecnologia perpendicular
    > > recording che stanno già usando ora sui dischi
    > > SATA nuovi, potrebbero far uscire dischi di
    > > capacità come minimo da 1TB da
    > > subito...
    > >
    > > Non lo fanno perchè non riuscirebbero più a
    > > vendere i vecchi dischi da 500 e 750 GB, sono
    > > ridicoli...
    >
    > e allora?
    > vuoi che ti regalino pure gli HD?

    dove lo hai letto?

    > senza soldini di mezzo aimhe non c'è progresso

    chi lo nega?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: Tasslehoff
    > > > Primo hard disk da 1TB tra un anno?
    > > > Che buffoni... con la tecnologia perpendicular
    > > > recording che stanno già usando ora sui dischi
    > > > SATA nuovi, potrebbero far uscire dischi di
    > > > capacità come minimo da 1TB da
    > > > subito...
    > > >
    > > > Non lo fanno perchè non riuscirebbero più a
    > > > vendere i vecchi dischi da 500 e 750 GB, sono
    > > > ridicoli...
    > >
    > > e allora?
    > > vuoi che ti regalino pure gli HD?
    >
    > dove lo hai letto?
    >
    > > senza soldini di mezzo aimhe non c'è progresso
    >
    > chi lo nega?



    La legge del mercato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tasslehoff
    > Non lo fanno perchè non riuscirebbero più a
    > vendere i vecchi dischi da 500 e 750 GB, sono
    > ridicoli...

    Io non comprerei mai un HD di 1TB. Non sia mai che un giorno va a quel paese... 1 TB di docs va a farsi friggere!

    Preferisco dischi con meno capacita' ma piu performanti! Poi credo si stia andando in una giusta direzione con i drive a stato solido
  • Chissà perchè mi ricorda molto certe proposte di DRM a livello Hard Disk PerplessoPerplesso
    non+autenticato
  • > Chissà perchè mi ricorda molto certe proposte di
    > DRM a livello Hard Disk Perplesso

    La paranoia vi sta offuscando la mente... ma vedete il DRM anche nei cereali per la colazione???

  • > La paranoia vi sta offuscando la mente... ma
    > vedete il DRM anche nei cereali per la
    > colazione???


    Quelli non sono DRM, sono OGM (sempre con la M finale, ma roba differente...)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > La paranoia vi sta offuscando la mente... ma
    > > vedete il DRM anche nei cereali per la
    > > colazione???
    >
    >
    > Quelli non sono DRM, sono OGM (sempre con la M
    > finale, ma roba
    > differente...)

    Deluso
    ho visto l'ora, 3.14...sei giustificato: era una battuta!

    A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Athlon64
    > > Chissà perchè mi ricorda molto certe proposte di
    > > DRM a livello Hard Disk Perplesso
    >
    > La paranoia vi sta offuscando la mente... ma
    > vedete il DRM anche nei cereali per la
    > colazione???

    Ma ti sei visto allo specchio, con quella testa a forma di pallone da football, aria da maniaco, ecc...Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Athlon64
    > > Chissà perchè mi ricorda molto certe proposte di
    > > DRM a livello Hard Disk Perplesso
    >
    > La paranoia vi sta offuscando la mente... ma
    > vedete il DRM anche nei cereali per la
    > colazione???

    No, semplicemente l'unico altro articolo che ho mai visto dove si parlava di integrare una certa potenza di calcolo negli HD per "protezione dei dati" era pensato proprio per il DRM ^___^

    E se questa "cosa" di cui si parla qui è per il mercato consumer, senza dubbio la prima (se non l'unica) applicazione sarà quella. Dall'articolo originale IBM:

    "Intelligent Data Storage: Future storage systems will be more than repositories for data. They will also include a wide variety of modern data management and analytic features that will enable more efficient management and utilization of data, which will allow storage systems to help companies with fraud detection and identity recognition. "

    Poi, è chiaro che per il mercato industriale (grossi RAID) si possono ipotizzare tanti altri utilizzi, ma per gli HDD singoli da PC è chiaro cosa vogliono fare.
    non+autenticato
  • > Poi, è chiaro che per il mercato industriale
    > (grossi RAID) si possono ipotizzare tanti altri
    > utilizzi, ma per gli HDD singoli da PC è chiaro
    > cosa vogliono
    > fare.

    E infatti è l'unico DRM che può davvero funzionare: una volta che dei dati protetti sono entrati nella tua RAM in qualche modo riesci a metterci le mani (TPM a parte), estrarli a forza da una periferica che non te li vuole concedere è ben diverso....
    non+autenticato