Nokia e Motorola alleate per la TV mobile

I due leader nel settore della telefonia mobile uniscono risorse e know how sul fronte dello sviluppo della tecnologia DVB-H. Ecco come

Helsinki - La TV mobile è un business che i produttori di telefonini, come gli operatori, non possono trascurare. E Nokia, che ne conosce bene l'importanza, ha pensato bene di siglare un accordo con Motorola per formare una partnership sul fronte della tecnologia DVB-H.

L'intesa annunciata ieri più precisamente si pone l'obiettivo di sviluppare soluzioni che garantiscano interoperabilità tra gli apparecchi prodotti dalle due aziende. Le attese di business sul fronte microtelevisivo non sono di poco conto: le stime del settore parlano di un volume complessivo di oltre 50 milioni di dispositivi DVB-H, venduti nel mondo entro il 2010 (dati Informa).

Il colosso finlandese si è sempre dichiarato convinto che la telefonia mobile avrebbe avuto nell'intrattenimento, e nella TV in particolare, il proprio futuro. Da tempo al lavoro sul DVB-H, con il competitor-alleato americano si è quindi giunti alla conclusione che fosse opportuno e roficuo sfruttare sinergicamente il proprio know-how in materia.
Una decisione che, probabilmente, è motivata anche dal fatto che attualmente il mercato (anche quello italiano) è battuto da player coreani come LG e Samsung, che hanno siglato importanti (e redditizie) partnership commerciali con gli operatori di telefonia mobile già pronti al broadcasting via DVB-H.

Dario Bonacina