Producono schede madri nel rispetto dell'ambiente

Lo dicono quelli di ECS, società di Taiwan che ora è impegnata nel comunicare i progressi fatti per realizzare motherboard pesando il meno possibile sull'ambiente

Roma - Saranno le direttive europee in materia, sarà la crescente consapevolezza dei consumatori, sarà perché una recente ricerca di Greenpeace apre gli occhi sulla disponibilità di chi compra dispositivi informatici a pagare qualcosa di più se questi rispettano l'ambiente, fatto è che nel mondo molti produttori si muovono in nome di una "nuova ecologia". L'ultimo ad annunciare progressi in questo senso è ECS, azienda taiwanese che produce motherboard e notebook.

ECS ha fatto sapere, infatti, di aver varato un nuovo progetto di controllo della conformità alle regolamentazioni europee e della qualità dei propri prodotti. I quattro step prevedono l'analisi dei fornitori, delle materie prime, della produzione e dei prodotti finali.

"ECS - si legge in una nota - otterrà la certificazione IECQ QC080000 nel prossimo Novembre, che affiancherà quella delle tre regolamentazioni europee per la difesa dell'ambiente: il WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipement), l'accordo RoHS (Restriction of Hazardous Substances) e quella relativa ai requisiti richiesti dal EuP (Energy Using Products) nella progettazione".
A quando il bollino di certificazione sui prodotti più "puliti"?
7 Commenti alla Notizia Producono schede madri nel rispetto dell'ambiente
Ordina