Informazioni abbonati, da cellulare costeranno meno

Agcom adotta un provvedimento che impone agli operatori mobili l'applicazione di tariffe inferiori a chi chiama i servizi ex 12 dal telefonino

Roma - Buone notizie sul fronte dei servizi di informazione abbonati. Chiamare da cellulare un numero "12xy" e "892.uuu" costerà meno, in virtù di un provvedimento del Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che accoglie numerose lamentele espresse dai consumatori.

L'Agcom riferisce infatti di aver "adottato il provvedimento finale relativo alle misure cautelari per la riduzione delle tariffe di originazione praticate dagli operatori di rete mobile per le chiamate fatte dai propri clienti verso i servizi informazioni abbonati (12xy, 892uuu)".

Il Garante ha disposto che la tariffa di originazione dovuta dai fornitori di tali servizi ai quattro operatori mobili italiani non possa superare il doppio della corrispondente tariffa di terminazione, con una consistente riduzione dei prezzi attuali. "Il risparmio conseguito dai fornitori dei servizi di informazione abbonati si rifletterà quindi sui prezzi applicati dagli stessi fornitori alla propria clientela", prosegue l'Agcom.
Ma cosa significa in pratica? In soldoni (o soldini), la tariffa di terminazione applicata dai due maggiori operatori mobili TIM e Vodafone ammonta a 11,2 eurocent, quella di Wind a 12,9 centesimi e quella di TRE a 19,4 centesimi. Sui servizi di informazione, pertanto, non potranno chiedere più del doppio di queste tariffe.

L'Autorità ha poi confermato l'avvio di un'attività di monitoraggio, per verificare e garantire l'effettivo risparmio per i consumatori finali.

"Le misure adottate dall'Agcom - recita infine il comunicato dell'Authority - dovranno essere confermate entro la fine di gennaio 2007, quando è prevista la conclusione dell'analisi del mercato 15 bis (relativa al servizio di originazione da rete mobile di chiamate verso numerazioni non geografiche per i servizi di informazione abbonati)".

D.B.