VIA annuncia la svolta: processori a zero emissioni

Il chipmaker cambia le carte in tavola del settore con un nuovo chip: per tutto il suo ciclo di vita, alla diffusione della CPU corrisponderanno iniziative ambientali ed energetiche per azzerare l'anidride carbonica prodotta

VIA annuncia la svolta: processori a zero emissioniTaipei (Taiwan) - C'è un fatto nuovo nel mondo dei processori, una significativa rivoluzione commerciale nel nome dell'ambiente, una novità introdotta da VIA che, se troverà riscontro nel mercato, potrebbe spingere tutti i maggiori produttori verso un nuovo modo di intendere produzione e prodotti.

Il celebre chipmaker taiwanese sta infatti introducendo sul mercato i nuovi processori C7-D, che non sono soltanto dei chip a basso consumo energetico ma prevedono anche una compensazione per l'anidride carbonica prodotta con il loro funzionamento.

L'idea di VIA è quella di dar vita a progetti a livello locale che spazino dalla riforestazione allo sviluppo di fonti alternative di energia sino al risparmio energetico, in un volume sufficiente a coprire il biossido di carbonio prodotto dai propri nuovi processori. Il concetto è quello di piantare alberi in varie zone del mondo in modo da garantire l'assorbimento dell'anidride carbonica, di promuovere alternative ai combustibili fossili in particolare proponendo l'energia solare e, contestualmente, finanziare sistemi di riduzione nelle richieste energetiche dell'industria.
Il concetto di "neutralità" nelle emissioni non è del tutto nuovo e si sta facendo largo in vari settori industriali, tuttavia è la prima volta che un chipmaker di questo calibro lega il ciclo di vita di un nuovo prodotto alle iniziative per ridurne o azzerarne l'impatto ambientale.

In sé il processore è costruito proprio per questo scopo: con un consumo energetico massimo di 20W a 1,8 GHz, il C7-D, spiega VIA, "consente maggiori risparmi energetici attraverso l'uso di alimentatori e ventole di raffreddamento più piccoli, che offrono come ulteriore beneficio una maggiore silenziosità dei PC". Comprensibile la soddisfazione del vicepresidente del marketing di VIA, Richard Brown, che si è detto orgoglioso di presentare la nuova CPU, "felice miscela di efficienza, elevate performance nell'ambito della produttività ed avanzate caratteristiche di sicurezza, nonché la prima soluzione Carbon Free al mondo nel suo genere".

A garantire il lavoro di compensazione uso-emissioni ci penserà Carbon Footprint Ltd, società britannica tra i pionieri dei sistemi di calcolo delle emissioni e dell'utilizzo di questi dati per sviluppare iniziative ambientali capaci di compensare le emissioni di anidride carbonica. "Stiamo assistendo ad un crescente interesse in tutto il mondo da parte di aziende e singoli individui che cercano di "fare qualcosa nel loro piccolo" per ridurre il proprio impatto ambientale affinché le future generazioni ereditino un mondo di cui poter essere fieri - ha dichiarato John Buckley, Managing Director di Carbon Footprint - Prodotti come il processore VIA C7-D rappresentano sicuramente un passo avanti nella giusta direzione per le aziende che cercano di neutralizzare le emissioni di anidride carbonica delle loro attività e per questo siamo orgogliosi di lavorare con VIA nel loro progetto di compensazione".

Con il lancio del nuovo processore, VIA ha presentato un test di valutazione definito TreeMark, pensato per consentire ai clienti di scegliere i propri acquisti in base alla possibilità offerta dai prodotti di compensare l'impatto ambientale. Un elemento valido soprattutto per le società che vogliano posizionarsi come rispettose dell'ambiente. "TreeMark - spiega VIA sulle pagine dedicate al Clean computing - esamina l'energia consumata da un dato prodotto informatico, calcola le emissioni di CO2 prodotte e il numero di alberi che sarebbero richiesti per rimuovere quel CO2 durante il ciclo di vita dei prodotti".

Insieme a Carbon Footprint, VIA ha anche attivato un sistema di certificazione e bollini per processori, componenti informatici e interi PC. "Per questi programmi - spiega una nota - VIA lavorerà a stretto contatto con i partner regionali per colpire le emissioni di CO2". Per i consumatori, naturalmente, ci sarà una nuova possibilità di scelta. Starà a loro decidere il successo o meno di questi prodotti, un successo che può condizionare l'intero settore.

La CPU è disponibile anche a velocità di 1,5 GHz, inoltre per le proprie performance può contare su tecnologie come StepAhead Advanced Branch Prediction, sedici livelli di pipeline, supporto per SSE2 e SSE3, una Floating Point Unit (FPU) e 128KB di cache L2 a 32 vie. Fa parte della piattaforma il chipset Digital Media VIA CN700, che integra il processore grafico VIA UniChrome Pro IGP con accelerazione hardware MPEG-2 ed il motore Chromotion CE ai fini di una migliore qualità video. La piattaforma supporta anche due uscite monitor con DuoView+, 6 canali audio e memoria DDR2 400/533MHz.
63 Commenti alla Notizia VIA annuncia la svolta: processori a zero emissioni
Ordina
  • è l'unica possibilità di sopravvivenza prima della catastrofe altrimenti inevitabile, ormai annunciata coralmente. Come in una tragedia greca.
    non+autenticato
  • Se fossi il legislatore obbligherei per legge gli uffici della PA ad acquistare simili tecnologie, quando si rinnovano i parchi macchine.

    Marco Ravich
    non+autenticato
  • se fossi il legislatore obbligherei per legge a possedere a livello nazionale una azienda chiave nella produzione di questa roba così potrei produrmeli io senza che le varie ditte taiwanesi/giapponesi/americane mi ci facciano la cresta
    non+autenticato
  • Sta cosa mi sa tanto di spot promozionale, si fanno passare per gli amici dell'ambiente, ma credo che lo facciano solo per farsi pubblicità.

    Viviamo in città dove ci sono aerei che ti passano con i loro motori sopra la testa e stiamo a preoccuparci dell'emissione di CO2 dei microprocessori?!!?!!?


  • - Scritto da: Shinetop
    > Sta cosa mi sa tanto di spot promozionale, si
    > fanno passare per gli amici dell'ambiente, ma
    > credo che lo facciano solo per farsi
    > pubblicità.
    >
    > Viviamo in città dove ci sono aerei che ti
    > passano con i loro motori sopra la testa e stiamo
    > a preoccuparci dell'emissione di CO2 dei
    > microprocessori?!!?!!?
    >
    Non credo, verrebbe sputtanato al primo test da parte dei magazine specializzati!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Shinetop
    > > Sta cosa mi sa tanto di spot promozionale, si
    > > fanno passare per gli amici dell'ambiente, ma
    > > credo che lo facciano solo per farsi
    > > pubblicità.
    > >
    > > Viviamo in città dove ci sono aerei che ti
    > > passano con i loro motori sopra la testa e
    > stiamo
    > > a preoccuparci dell'emissione di CO2 dei
    > > microprocessori?!!?!!?
    > >
    > Non credo, verrebbe sputtanato al primo test da
    > parte dei magazine
    > specializzati!

    Sì, come no. Come se non prendessero mazzette per gli articoli, eh? Ehhh!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: Shinetop
    > > > Sta cosa mi sa tanto di spot promozionale, si
    > > > fanno passare per gli amici dell'ambiente, ma
    > > > credo che lo facciano solo per farsi
    > > > pubblicità.
    > > >
    > > > Viviamo in città dove ci sono aerei che ti
    > > > passano con i loro motori sopra la testa e
    > > stiamo
    > > > a preoccuparci dell'emissione di CO2 dei
    > > > microprocessori?!!?!!?
    > > >
    > > Non credo, verrebbe sputtanato al primo test da
    > > parte dei magazine
    > > specializzati!
    >
    > Sì, come no. Come se non prendessero mazzette per
    > gli articoli, eh?
    > Ehhh!
    Quindi PC Magazine, PC World, lo stesso Punto-Informatico, ecc. prendono mazzette?
    Ma tu vedi complotti ovunque?
    non+autenticato
  • le riviste prendono mazzette, non te lo diranno mai ma ci arrivi da solo leggendo alcuni articoli.
    questo su via comunque è da considerarsi al pari di una notizia sulle nuove cpu intel, niente di più, niente di meno, concordo però con l'autore del thread, qui a roma mi passano svariati aerei al giorno sopra la testa, e non sto a fiumicino, a roma.. e che non inquinano quelli? è vero che la colpa non è di via, e noi nel nostro piccolo col prossimo pc potremmo fare qualcosa...
    non+autenticato
  • Ma i processori emettono anidride carbonica funzionando ?

    In 20 anni che lavoro nell'informatica non avevo mai sentito questa cosa !

    Qualcuno ha dei link seri in merito ?

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma i processori emettono anidride carbonica
    > funzionando
    > ?
    >
    > In 20 anni che lavoro nell'informatica non avevo
    > mai sentito questa cosa !
    >
    >
    > Qualcuno ha dei link seri in merito ?
    >

    Secondo me si riferisce al CO2 emesso nell'intero ciclo produttivo del prodotto.

    Andrea
    non+autenticato
  • Il processore ecologico è quello che hai già: prova a vedere se va ancora bene. Magari se non deve far girare Vista va benissimo, no?
    non+autenticato

  • bravo, applauso

    - Scritto da:
    > Il processore ecologico è quello che hai già:
    > prova a vedere se va ancora bene. Magari se non
    > deve far girare Vista va benissimo,
    > no?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Il processore ecologico è quello che hai già:
    > prova a vedere se va ancora bene. Magari se non
    > deve far girare Vista va benissimo,
    > no?

    Si bravo, ma l'hai letta la domanda o hai il generatore automatico di luoghi comuni che parte di default ?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:

    > > Il processore ecologico è quello che hai già:
    > > prova a vedere se va ancora bene. Magari se
    > > non deve far girare Vista va benissimo,
    > > no?

    > Si bravo, ma l'hai letta la domanda o hai il
    > generatore automatico di luoghi comuni che parte
    > di default ?

    Il suo generatore di luoghi comuni ha perfettamente ragione.
    non+autenticato
  • Non ci sono più le mezze stagioni...
    non+autenticato
  • > Il suo generatore di luoghi comuni ha
    > perfettamente
    > ragione.

    Avra' anche ragione, ma non e' collegato in nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle risposte precedenti.

    E' un po come se a questo post ti avessi risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > > Il suo generatore di luoghi comuni ha
    > > perfettamente
    > > ragione.

    > Avra' anche ragione, ma non e' collegato in
    > nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle
    > risposte
    > precedenti.

    > E' un po come se a questo post ti avessi
    > risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"

    Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la velocita' a cui si cambia il processore non si risparmierebbero risorse ?
    non+autenticato

  • > > Avra' anche ragione, ma non e' collegato in
    > > nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle
    > > risposte
    > > precedenti.
    >
    > > E' un po come se a questo post ti avessi
    > > risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"
    >
    > Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la
    > velocita' a cui si cambia il processore non si
    > risparmierebbero risorse
    > ?

    No, voglio solo dire che se ci fosse piu' verde forse non ci sarebbero tante guerre nel mondo
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > > Avra' anche ragione, ma non e' collegato in
    > > > nessun modo alla domanda che ho posto, ne alle
    > > > risposte
    > > > precedenti.
    > >
    > > > E' un po come se a questo post ti avessi
    > > > risposto "bevi tanta acqua che ti fa bene"
    > >
    > > Vuoi dire che secondo te se dimezzasse la
    > > velocita' a cui si cambia il processore non si
    > > risparmierebbero risorse
    > > ?
    >
    > No, voglio solo dire che se ci fosse piu'
    > verde forse non ci sarebbero tante guerre
    > nel mondo

    Vedi, si ritorna al discorso dell'acqua: se scarseggia c'e' meno verde e piu' guerre.
    non+autenticato
  • Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA, sia le motherboard stabili e chipset efficienti, sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare computer piccoli e silenziosi per vari usi dove non serve eccessiva potenza di calcolo.

    Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come sono difficili da trovare!!

    Io sarei ben contento di seguire queste iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere belle soluzioni di server e macchinette di servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e indistruttibili.

    Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
    Benché le tecnologie siano già disponibili ed economiche, benché le prestazioni siano modeste, sembra che le aziende stiano marciando su questo desiderio di risparmiare, spazio ed energia elettrica, trattando queste necessità come una moda su cui marciare.

    Nessuno ha questa stessa sensazione?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA,
    > sia le motherboard stabili e chipset efficienti,
    > sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare
    > computer piccoli e silenziosi per vari usi dove
    > non serve eccessiva potenza di
    > calcolo.
    >
    > Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come
    > sono difficili da
    > trovare!!
    >
    > Io sarei ben contento di seguire queste
    > iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere
    > belle soluzioni di server e macchinette di
    > servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e
    > indistruttibili.
    >
    > Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
    > Benché le tecnologie siano già disponibili ed
    > economiche, benché le prestazioni siano modeste,
    > sembra che le aziende stiano marciando su questo
    > desiderio di risparmiare, spazio ed energia
    > elettrica, trattando queste necessità come una
    > moda su cui
    > marciare.
    >
    > Nessuno ha questa stessa sensazione?

    Diciamo che se devo scegliere preferisco queste iniziative (sicuramente commerciali) a quelle si limitano a tempestare la gente con pubblicità deficiente.

    Almeno hanno anche un risvolto ecologico vero.

    Visto che il loro mercato siamo noi, noi finalmente abbiamo il potere di trasformare la pubblicità instupidente, invadente, falsa, in ecologia.

    Ti pare poco?
  • - Scritto da:
    > Io mi sono sempre trovato bene coi prodotti VIA,
    > sia le motherboard stabili e chipset efficienti,
    > sia le splendide EPIA mini-ITX. Comode per fare
    > computer piccoli e silenziosi per vari usi dove
    > non serve eccessiva potenza di
    > calcolo.
    >
    > Ma porca miseria, quanto cacchio costano e come
    > sono difficili da
    > trovare!!
    >
    > Io sarei ben contento di seguire queste
    > iniziative, farmi in casa, in azienda e rivendere
    > belle soluzioni di server e macchinette di
    > servizio piccolissime, silenziose, risparmiose e
    > indistruttibili.
    >
    > Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
    > Benché le tecnologie siano già disponibili ed
    > economiche, benché le prestazioni siano modeste,
    > sembra che le aziende stiano marciando su questo
    > desiderio di risparmiare, spazio ed energia
    > elettrica, trattando queste necessità come una
    > moda su cui
    > marciare.
    >
    > Nessuno ha questa stessa sensazione?

    Diciamo che se devo scegliere preferisco queste iniziative (sicuramente commerciali) a quelle si limitano a tempestare la gente con pubblicità deficiente.

    Almeno hanno anche un risvolto ecologico vero.

    Visto che il loro mercato siamo noi, noi finalmente abbiamo il potere di trasformare la pubblicità instupidente, invadente, falsa, in ecologia.

    Ti pare poco?

  • > Ma il computing in miniatura è ancora troppo caro.
    > Benché le tecnologie siano già disponibili ed
    > economiche, benché le prestazioni siano modeste,
    > sembra che le aziende stiano marciando su questo
    > desiderio di risparmiare, spazio ed energia
    > elettrica, trattando queste necessità come una
    > moda su cui
    > marciare.
    >
    > Nessuno ha questa stessa sensazione?

    Non si può sperare che VIA lavori per la gloria. Si aspetta un profitto e quindi è comprensibile che ricarichi un bel margine.

    Anzi, già questa pubblicità che si sta facendo sui prodotti a zero emissioni è un investimento che attende di essere ammortizzato in qualche modo: spinge l'utente ad acquistare processori con potenza scarsa, facendo leva sull'ambiente.

    E' normale, secondo me, visto che l'obbiettivo finale è ottenerne un profitto.
    non+autenticato
  • ho la tua stessa impressione, e ormai nella barca è salita anche apple col mac mini ( i pc ci stavano già, basti pensare al saintsong espresso/cappuccino, o ai nuovi shuttle xpc)
    andrebbe secondo me rivista tutta l'architettura del pc, creando dei chip specializzati per le applicazioni video da aggiungere invece di fare cpu generiche che si accollano quasi tutto (dei chippini, non delle schede pci, incastonabili sulle mini mainboard come i bios nuovi)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)