Anche gli skyper Mac possono videochiamare

Presentata la versione beta di Skype for Mac 2.0, che include le attese funzionalità di videocomunicazione

Milano - La versione "for Mac" di Skype, fino ad oggi, non prevedeva la funzione di videochiamata. Per accontentare gli utenti che ne lamentavano la mancanza, l'azienda ne annuncia finalmente l'implementazione con il rilascio della versione beta di Skype for Mac 2.0.

Gli "skyper Mac" la attendevano già dalla pre-release 1.5 lanciata lo scorso luglio. Skype for Mac 2.0 consente quindi agli utenti Mac dotati di connessione internet di effettuare videochiamate verso qualsiasi utente Skype, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata dall'interlocutore. "Il nuovo supporto cross platform di Skype - spiega l'azienda in una nota - permette alla comunità internazionale degli oltre 113 milioni di utenti Skype di comunicare, in oltre 30 nazioni del mondo, utilizzando computer sia Macintosh sia Windows". Per cui, almeno per ora, niente Linux.

"Skype sta cercando di rendere ancora più semplici e immediate le comunicazioni attraverso internet per tutta la community dei propri utenti, senza alcuna distinzione tra skyper Mac e skyper PC," commenta Enrico Noseda, Country Manager Skype Italia.
I requisiti minimi per utilizzare la videochiamata integrata in Skype for Mac 2.0 beta sono: un computer Macintosh con MacOS X 10.3.9 (Panther) o successivo, processore PPC G4 o G5 oppure Intel con frequenza di almeno 800 MHz, 512 MB di RAM, 40 MB di spazio libero su disco. Naturalmente, ma questo è un presupposto imprescindibile, una connessione internet.

Con il rilascio di Skype for Mac 2.0 beta, da oggi disponibile per il download sul sito skype.it, viene presentato anche Skype for Mac 1.5 Gold, attualmente considerato come la versione più avanzata del software Skype per la piattaforma Macintosh.

D.B.
TAG: voip